PUTIN L'ANIMALISTA

http://www.piccoliamici.net/curiosita/i-famosi/377-vladimir-putin-animalista


Putin ha legato la sua immagine di leader forte anche al suo amore per la natura e gli animali: celebri ormai le sue foto mentre pesca a torso nudo, cavalca o libera in una riserva del suo Paese un leopardo persiano donato dall'Iran. 





Oppure mentre infila un collare elettronico a vari animali: una tigre dell' Ussuri dopo averle sparato per addormentarla, un orso polare anch'esso anestetizzato e dal quale si congedò stringendogli la zampa e baciandolo su un orecchio. Putin ha fissato con le sue mani anche una sonda satellitare sul dorso di un beluga (cetaceo della famiglia dei delfini) di nome Dasha. Il premier Vladimir Putin ama corroborare questa sua immagine 'ecologista' con quella piu' eroico-militaresca, volando su aerei da guerra e antincendio o immergendosi con i sottomarini, nel mare di Barents o nel lago Baikal.
Vladimir Putin è amante degli animali e non è mai stato cacciatore (le immagini che lo ritraggono con il fucile sono relative a spari di anestetizzanti). In un articolo per il mensile Ruski Pionier, il primo ministro russo Vladimir Putin parla della sua predilezione per i 'cugini degli uomini' e racconta con ammirazione della balena da lui catturata per qualche ora nell'Oceano Pacifico. "Gli scienziati che studiano la natura e la storia del mondo animale - ha detto ad Andrei Kolesnikov, il direttore della rivista che uscirà la prossima settimana - sono più importanti di tutti gli altri: si occupano di materie eterne, noi invece perseguiamo la vanità". Il premier ha seguito in motoscafo nella baia di Olga, in Kamciatka, il percorso della grande balena, con il mare a forza 3. "Per tre volte sono andato fuori bersaglio, ma la quarta sono andato a segno", ha detto. Al grande cetaceo è stato tolto un piccolo pezzetto di pelle, per essere studiato: "Quando le balene saltano fuori dall'acqua è uno spettacolo, ora stimo ancora di più il lavoro che stanno facendo i ricercatori". L'odore della balena è stato comunque "specifico. Un alito tale che... insomma, ci siamo guardati tutti in quel motoscafo per capire se qualcuno non fosse svenuto. Oltre alla balena, ha al suo attivo, e solo negli ultimi due anni, la sedazione di un orso bruno da aiutare, la crociata ambientalista per quello bianco, la cura e un collare satellitare per una tigre, la liberazione di un leopardo persiano.
Vladimir Putin rilancia la sua passione animalista nelle vesti di pilota di deltaplano: il presidente russo ha guidato uno stormo di gru cresciute in cattività, per aiutarle a migrare verso regioni più calde per l’inverno. Il nuovo exploit di super-Putin, versione amante della natura, è stato anticipato dalla stampa russa, e poi confermato dal portavoce Dmitri Peskov. Prima di recarsi al summit Apec di Vladivostok, nel fine settimana, il capo del Cremlino ha fatto una puntata a Yamal, nel Nord-est della Siberia, per partecipare in prima persona al progetto “Volo della speranza”. In sintesi, da pilota di un deltaplano, Putin si metterà alla guida di uno degli stormi di una rara specie di gru (gru siberiana), che viene allevata in un parco naturale della regione di Riazansk, poi trasportata a Yamal, e da lì “indirizzata” con il supporto umano verso l’Asia centrale per l’inverno.

Nessun commento

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
TUTTE LE NEWS DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE
Powered by Blogger.