Han Kwang-Song, primo nordcoreano a segnare in serie A: merito di Antonio Razzi

Han Kwang-Song è il primo calciatore nordcoreano a segnare in Serie A e sta collezionando record su record. Il ragazzo del 1998 è arrivato in Italia nel 2014, grazie al senatore Antonio Razzi che mise in contatto la federazione calcistica della Corea del Nord con l'Ism Academy di Perugia; arrivarono dieci giovani talenti, con l'obiettivo di confrontarsi con il calcio europeo. La Fifa, però impone che tutti i minorenni che non provengono dall'UE devono attendere il compimento dei 18 anni per essere tesserati da un club; così Han arrivò in Italia con visto di studio, limitandosi ad allenarsi, studiare l'italiano e fare provini.
Così, dopo il Mondiale Under 17 disputato con la sua nazionale, Han viene bloccato dalla Fiorentina, che però decide di non esercitare il diritto di acquisto. Così Alessandro Dominici, titolare della Ism Academy, ha parlato con Sandro Stemperini, agente di Joao Pedro, Rafael e Gabriel, ottenendo per lui un provino con la maglia del Cagliari. Così viene osservato con attenzione dalla società che decide di portarlo in Primavera, ufficializzandone il tesseramento il 10 marzo. Massimo Rastelli lo nota e decide di aggregarlo alla prima squadra: il 2 aprile l'esordio in Serie A nella sfida contro la Lazio e domenica ha siglato il primo gol nella sfida contro il Torino. Han Kwang-Song ha giocato soltanto 13 minuti con la maglia rossoblu ed ha già siglato la sua prima rete: i numeri sembrano essere quelli di un predestinato.

Nessun commento

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
TUTTE LE NEWS DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE
Powered by Blogger.