Quando era il Pd a voler istituire una "Giornata per le vittime dei vaccini"

Risultati immagini per Giovanni Mario Salvino Burtone VACCINI PD
La campagna anti-vaccini del Movimento 5 Stelle, finita oggi sulle pagine del New York Times, ha riacceso il dibattito su un tema che vede il Partito democratico schierato contro i pentastellati. Ma spulciando tra le proposte di legge depositate alla Camera dei deputati spunta quella del deputato Pd, Giovanni Mario Salvino Burtone, che chiede l'istituzione di una Giornata in ricordo "delle persone decedute o rese disabili a causa di vaccinazioni al fine di onorare la memoria di quanti hanno contribuito, con il loro sacrificio, a tutelare il diritto alla salute dell'intera collettività".
Burtone, laureato in Medicina, cardiologo, medico legale, come si legge dalla scheda di presentazione sul sito della Camera, ha depositato la proposta di legge il 21 maggio 2013. Nella proposta è indicata la data della Giornata, cioè il 29 ottobre, e soprattutto le motivazioni che hanno spinto il deputato dem a proporre l'istituzione della stessa Giornata.
In realtà si tratta di un remake perché, come spiega lo stesso Burtone, la proposta era stata già presentata nella precedente legislatura da lui stesso e dai colleghi Codurelli e Duilio.
Scrive Burtone nella proposta di legge a proposito di quelle che lui definisce nel testo come "vittime delle vaccinazioni obbligatorie:
"Non dimentichiamo che queste vittime sono state o sono nella maggior parte dei casi bambini, «usati legittimamente» per preservare la salute della collettività. Sono vittime le cui famiglie sono state tenute all'oscuro del rischio reale in cui i loro cari sarebbero incorsi. Sono cittadini ai quali il diritto ad avere una vita normale è stato negato per tutelare il bene supremo della salute".
Per il deputato dem, la colpa "è da ricercare in chi ha compiuto una valutazione degli interessi collettivi al limite di quelle che sono state denominate le «scelte tragiche del diritto»". "Essi - aggiunge Burtone - sono stati le vittime preventivabili in astratto di tali scelte, perché statisticamente rilevato. La stessa Corte costituzionale ha considerato i danneggiati dalla somministrazione di vaccini 'come coloro che vanno in guerra e sacrificano la loro vita per il bene della popolazione".

Nessun commento

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
TUTTE LE NEWS DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE
Powered by Blogger.