Usa, Merkel contro Trump: “I tempi in cui l’Europa poteva fare affidamento sugli altri sono passati”

Usa, Merkel contro Trump: “I tempi in cui l’Europa poteva fare affidamento sugli altri sono passati”

Fonte e articolo completo:http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/05/28/usa-merkel-contro-trump-i-tempi-in-cui-leuropa-poteva-fare-affidamento-sugli-altri-sono-passati/3620151/

“I tempi in cui potevamo fare pienamente affidamento sugli altri sono passati da un bel pezzo, questo l’ho capito negli ultimi giorni”. Sabato Angela Merkel ha definito “molto insoddisfacente” la discussione del G7 sui cambiamenti climatici, ma era evidente che il giudizio si applicava all’intero vertice di Taormina.




 E che la colpa, per la cancelliera, era del presidente Usa Donald Trump. Ora la leader tedesca, rientrata in patria dopo aver cancellato la prevista conferenza stampa finale, si toglie dalle scarpe altri sassolini. Pesanti come macigni. “Noi europei dobbiamo prendere il nostro destino nelle nostre mani”, ha aggiunto, pur senza mai citare esplicitamente il tycoon. Merkel ha dunque sollecitato i Paesi dell’Ue ad unirsi di fronte alle nuove ed emergenti divergenze con gli Usa, alla Brexit e alle altre sfide.

Nel frattempo Trump, tornato negli Usa dove ad attenderlo c’è il Russiagate che sta travolgendo anche il genero e consigliere Jared Kushner, twittava: “Sono appena tornato dall’Europa. Il viaggio è stato un grande successo per l’America. Un lavoro duro, ma grandi risultati”. Ma il viaggio è stato in realtà segnato da un caso diplomatico di cui in Germania si continua a discutere: Trump, secondo Der Spiegel, ha definito i tedeschi “molto cattivi” perché rei di vendere troppe auto negli Usa (anche se per la maggior parte vengono prodotte sul territorio statunitense, dando quindi lavoro agli americani). Per quanto riguarda l’immigrazione, pur di trovare un compromesso con l’uomo del “muro con il Messico” i leader del G7 hanno scritto nel comunicato finale che “sostengono i diritti umani di tutti i migranti e i rifugiati” ma “riaffermano i diritti degli Stati sovrani, individualmente e collettivamente, di controllare i loro confini e di stabilire politiche che vadano nell’ottica del loro interesse e della loro sicurezza nazionali”.

Nessun commento

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
TUTTE LE NEWS DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE
Powered by Blogger.