Ads Top

MISSIONE IN NIGER, l'Italia andrà a combattere per gli interessi della Francia ?

Risultati immagini per Paolo Gentiloni

Di Salvatore Santoru

La missione italiana in Niger è stata recentemente approvata dalla camera, come riportato anche in questo blog(1).
L'approvazione del decreto missioni prevede, come spiegato in un articolo su 'Internazionale'(2), l'intervento militare dell'Italia nel Niger nell'ambito della missione del cosiddetto G5( che comprende  Mali, Ciad, Burkina Faso, Niger e Mauritania).

Risultati immagini per NIGER ITALIA MISSIONE

La decisione dell'intervento militare italiano, ufficialmente focalizzato sulla lotta al traffico dei migranti, ha subito alcune critiche e c'è chi sostiene che l'Italia si troverà impegnata in un nuovo intervento militare che non servirà nemmeno gli interessi nazionali ma quelli di una potenza straniera, in questo caso la Francia.

Questa ipotesi è stata sostenuta in un articolo di Mario Giordano per la testata 'La Verità'(3), in cui il noto giornalista ha scritto che l'Italia spenderà 49,5 milioni di euro ufficialmente per combattere contro dei 'traffici illeciti', ma nella realtà per curare gli interessi francesi.

Risultati immagini per french speaking countries in africa

Inoltre, secondo un articolo di Filippo Bovo per la testata online 'L'Opinione Pubblica'(4) l'Italia combatterebbe per difendere gli interessi francesi nella cosiddetta 'Francafrique', le aree dell'Africa subshariana un tempo colonie della stessa Francia.

Sempre stando all'articolo di Bovo, l'intervento militare non avrebbe solo finalità geopolitiche e ufficialmente umanitarie, ma anche energetiche.

Difatti, risulta che in Niger vi sia un'imponente presenza di uranio e la Francia ha assai bisogno di uranio per le sue numerose centrali nucleari.

Immagine correlata

Le perplessità verso la 'motivazione ufficiale' dell'intervento in Niger sono condivise anche dal giornalista e videoreporter Giacomo Zandonini che ha sostenuto, durante un'intervista per la testata 'Vita.it'(5), che la lotta al traffico dei migranti e al terrorismo risultano essere le priorità dell'intervento sulla carta ma che gli interessi geopolitici sono altrettanto forti e al riguardo bisogna aggiungere che da qualche anno la Francia svolge una politica estera tesa al consolidamento e al rafforzamento dell'egemonia economica e geopolitica nei riguardi dell'Africa francofona.

NOTE:






Nessun commento:

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
SCOPRI TUTTE LE NOTIZIE DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE !
Powered by Blogger.