Breaking News

3/breakingnews/random

Bilderberg 2014: Estulin rivela note da informatori insider

Leaked Secret Agenda From Bilderberg 2014 Revealed
Di Kit Daniels
Daniel Estulin, autore ed esperto sul Bilderberg Group, da proprie fonti interne ha appreso i temi all'ordine del giorno nell' agenda Bilderberg  2014, riunione che come noto si tiene in questi giorni a Copenhagen, Danimarca .

E tali temi, da tali fonti, sono: 
1) diplomazia nucleare: come Russia, Cina e persino l' Iran potrebbero cooperare per erodere l'egemonia occidentale 
2) il recente accordo sul gas tra Russia e Cina : come questo progetto ed altri a lungo termine tra i due paesi, ridurranno probabilmente la dipendenza dal dollaro USA  come valuta di riserva 
3) la crescita di nazionalismo in  Europa che sta mettendo alle strette la struttura di potere nell'UE:  le recenti vittorie dell' UKIP che si oppone alla UE, sta particolarmente preoccupando il  Bilderberg Group. La UE e l'euro, furono formulati dal gruppo durante il suo secondo incontro annuale nel 1955.
4) Leggi sulla privacy di Internet della UE.
5) la crescita di una cyber-guerra : il governo puo' usare la minaccia di attacchi cyber, che in teoria distruggerebbero i mercati finanziari e che sarebbero persino peggio del crollo economico del1929, questo per rafforzare la censura ed altre regole internet
6) dalla Ucraina alla Siria:  la politica estera di Obama è spacciata?
7) l'agenda del "cambio climatico" : la deindustrializzazione delle nazioni prese di mira , associata ai trattati sul "cambio climatico" e le leggi relative
Ed è molto probabile che ci sia dell'altro che verrà discusso in questa conferenza di 3 giorni.



Ma per avere veramente il senso dell'importanza di questi temi in agenda e della influenza del Bilderberg Group, è fondamentale andare a vedere molti dei piu' importanti eventi dei decenni scorsi, che non furono affatto casuali come potrebbe sembrare, piuttosto sono stati studiati a tavolino all'interno delle stanze, cosi eloquentemente arredate, dei meeting passati  del Bilderberg  Group.
Come accennato precedentemente, il meeting Bilderberg del 1955 a Garmisch-Partenkirchen, Germania Occidentale,  si concentro' sulla creazione dell' Unione Europea e della moneta unica europea, cose che sarebbero poi accadute ad inizio anni '90, dopo decenni di graduale implementazione.
Nel 1991, l' allora governatore dell'Arkansas, relativamente sconosciuto all'epoca, fu invitato a partecipare  al meeting Bilderberg  in Baden-Baden, Germania. Solo un anno dopo, quel governatore, William Jefferson Clinton, divenne il Presidente degli USA.
L'ex Ministro del Regno Unito, Tony Blair, parimenti andò al potere quale leader dell'opposizione in UK , un anno dopo aver partecipato al  Bilderberg meeting nel 1993.
Vediamo ora che l'attuale sindaco dei Democratici di Atlanta, Kasim Reed, è stato invitato alla conferenza di questo anno a Copenhagen...
Il Bilderberg Group non ha solo questa grande influenza nel "creare" i re dell'epoca moderna", ma ne ha una molto grande anche nell'economia e negli eventi geopolitici.
Agli inizi del 2000, il giornalista investigativo Jim Tucker  predisse correttamente che l' Operation Iraqi Freedom (Operazioni Libertà degli Iracheni), sarebbe cominciata nel marzo 2003 e non nel tardo 2002, come molti analisti della difesa stavano dicendo a quel tempo.
Come faceva a saperlo Tucker? Non tirava ad indovinare: aveva delle fonti di insider nel Bilderberg che glielo dissero.
Anche Estulin predisse correttamente il collasso del 2007 con la bolla immobiliare, un anno prima che questo avvenisse. E questo dopo aver ricevuto informazioni dalle sue fonti insider al Bilderberg Group.
Nel 2009, Tucker predisse che il Bilderberg avrebbe usato il rallentamente economico che ne sarebbe derivato, per erodere la sovranità nazionale dell'America.
Eccola ora arrivare al massimo utilizzo in vari modi,, come la Trans Pacific Partnership, che consente a mega multinazionali transnazionali, di stringere la morsa su paesi individuali come gli USA.
In questo meeting 2014 ci sono  da 50 a 60 Amministratori Delegati chiave delle multinazionali piu' importanti del mondo occidentale, ha detto Estulin
Lo scorso anno, Ed Balls, un politico britannico e membro del Bilderberg, sminuì l'importanza del   Bilderberg in diretta alla BBC... quest'anno è stato beccato da una telecamera mentre aveva una pila  di documenti e cercava  affannato il suo pass di ingresso che non trovava (qui il video), questo davanti all'entrata dell'hotel della riunione Bilderberg.
Il fatto che avesse cosi tanti documenti invalida la sua affermazione precedente, che negava l'importanza del Bilderberg.
In realtà, il Bilderberg Group sta facendo pressione con la sua politica anti-libero-mercato, poichè il piano è che lo stato-multinazionale prenda potere per distruggere le nazioni indipendenti e gli individui, per rendere la popolazione dipendente da un sistema controllato da una piccola elitè, molto ben rappresentata alla conferenza.
Traduzione di Cristina Bassi 

Ex capo anti-terrorismo USA Richard Clarke : Bush e Cheney sono criminali di guerra


Di Salvatore Santoru

In una recente intervista per l'emittente televisiva " Democracy Now ", il principale consigliere anti-terrorismo di George W. Bush,Richard Alan Clarke, ha affermato che Bush,Cheney e Rumsfeld sono responsabili di crimini di guerra in Iraq .



Clarke si era dimesso all'inizio della guerra in quanto questa fu  lanciata sotto falsi pretesti .



Come riporta l' Huffington Post, già nel 2011 l'ex generale e assistente del segretario di stato Colin Powell,Lawrence Wilkerson, aveva accusato Dick Cheney di crimini di guerra e di violazioni dei diritti umani, relativi all'utilizzo della torture negli interrogatori ( il cosiddetto " waterboarding " ) .




Come affermato in un'articolo di " Zero Hedge " e tradotto anche in italiano dal quotidiano online " l'Antidiplomatico ", non bisogna dimenticare che anche Obama e la sua amministrazione stanno commettendo crimini di guerra, ad esempio con con l'uso indiscriminato di droni che secondo alcune Ong nel 2013 hanno fatto già quasi 5000 vittime, e il cui uso è stato condannato anche dall' ONU .



Secondo Noam Chomsky , l'attacco all'Iraq e l'uso indiscriminato dei droni sono dei veri e propri " crimini internazionali " e sia Bush che Obama andrebbero processati dalla Corte Penale Internazionale .



Per concludere, si può a buon ragione affermare che sia l'amministrazione Bush che quella Obama si sono macchiate di crimini di guerra, e non hanno fatto nulla per snellire il gigantesco apparato militar-industriale statunitense, ma semmai l'hanno consolidato e maggiormente rinforzato .

Per la Nestlè gli esseri umani non hanno diritto all'acqua


Di Salvatore Santoru


Peter Brabeck Letmathe è l'attuale amministratore delegato della Nestlè, la più grande corporation nel settore dell'alimentazione .

In un'intervista del 2005 apparsa sul documentario " We Feed the World ", affermò praticamente che quello all'acqua non si poteva considerare un diritto per gli esseri umani, dichiarando che l'acqua non è altro che un prodotto commerciale, e per questo è lecito che venga privatizzata e quindi detenuta in poche mani .



Le sue testuali parole sono : 

" La questione su cui riflettere è bisogna o no privatizzare l'acqua ? Si scontrano due punti di vista, su ciò, il primo che definirei estremo è rappresentato dalle ONG per le quali l'accesso all'acqua dovrebbe essere nazionalizzato, in altre parole tutti gli esseri umani devono avere accesso all'acqua.
Questa è una soluzione estrema, e l'altro che dice che l'acqua è un prodotto alimentare e come tutti i prodotti alimentari ha un valore di mercato " .

Continua Letmathe : " è preferibile, secondo me dare sempre un valore a un prodotto cosicchè tutti noi siamo coscienti che tale prodotto ha un valore e che si possano attuare delle misure adeguate " .

We Feed the World Cover.jpg

Come riporta la sua pagina di Wikipedia, Letmathe è anche membro del consiglio di amministrazione della compagnia petrolifera ExxonMobil, di proprietà dei Rockefeller,  una delle più potenti famiglie di banchieri e industriali internazionali .

Interessante è sentire il famoso discorso all'ONU di David Rockefeller, in cui il famigerato banchiere e petroliere afferma che essendoci sempre meno risorse da sfruttare, praticamente bisogna dimezzare la popolazione .


Letmathe è anche membro del consiglio di amministrazione di Credit Suisse e dell' Oreal, una delle più grandi multinazionali specializzate in cosmetici e altri prodotti di bellezza .

L'industriale è anche membro del consiglio di fondazione del " World Economic Forum " e membro della European Round Table of Industrialists, una lobby fondata nel 1983 che riunisce i più grandi manager delle multinazionali con sede in Europa e che ha una forte influenza sulle decisioni economiche prese dall'UE .

Ha anche partecipato alle riunioni del Bilderberg, il meeting che riunisce le più potenti personalità dell'alta finanza,della grande industria e della politica, e il cui obiettivo è la costruzione di un'unico governo mondiale guidato dai potentati finanziari e industriali .

Inoltre,come rivelato dall'agenzia di news " Bloomberg ", ultimamente la Nestlè ha anche lavorato con i Rothschild per studiare la vendita di asset in Sud America .



Letmathe ha fatto capire a che cosa sta lavorando l'elitè mondiale : un mondo basato sulla mercificazione totale dell'essere umano e di ciò che lo circonda, schiavo della dittatura del denaro e del potere di pochi oligarchi che per mezzo di esso esercitano il loro immenso potere sul resto dell'umanità .

Il bombardamento di Dresda : un vero e proprio crimine contro l'umanità


Di Salvatore Santoru

Insieme a quelli di Hiroshima e Nagasaki, quello di Dresda fu uno dei più inutili e cinici bombardamenti avvenuti durante la Seconda Guerra Mondiale .
La città tedesca non era mai stata toccata dalla guerra, non aveva nè industrie nè impianti militari rilevanti .
Era una bellissima città d'arte di fama mondiale, completamente estranea alle vicende della guerra in corso .

Come riportato da Wikipedia, lo storico e militare inglese Basil Liddell Hart , disse che  « verso la metà di febbraio la lontana città di Dresda fu sottoposta, col deliberato intento di seminar strage fra la popolazione civile, ad un micidiale attacco sferrato contro i quartieri del centro, non contro gli stabilimenti o le linee ferroviarie » .



Il suo bombardamento, al pari di quelli sulle città giapponesi, può considerarsi a tutti gli effetti un vero e proprio crimine contro l'umanità .


A fini militari, sostanzialmente questo bombardamento era del tutto inutile .
Come affermato in un articolo del " Corriere della Sera " del 2002, quello di Dresda fu il bombardamento : " più sanguinoso, più perverso, più inutile della storia " .
Infatti la Germania era già praticamente sconfitta, e inoltre la stessa città era completamente estranea alle vicende della guerra .

Le stime dei morti oscillano ufficialmente tra i 60000 e i 135000 ( anche se secondo alcuni ricercatori e storici, si attesterebbero sui 200000 e forse di più ) .

Al di là del numero, ciò che conta è il fatto che morirono tantissime persone innocenti, per la volontà criminale e sadica dell'imperialismo britannico .

Di seguito alcune immagini particolarmente forti sulle conseguenze dei bombardamenti,adatte solo agli stomaci molto forti :

Su Youtube si può vedere un documentario molto interessante sulla questione,prodotto dallo storico inglese David Irving e distribuito in Italia dalla Hobby e Work :



Questa è la guerra e le conseguenze di essa, guerra animata dallo spirito guerrafondaio e distruttivo che ancora oggi ci viene presentata, direttamente o indirettamente, come necessaria .
Il Mahatma Gandhi diceva : " non c'è strada che porti alla pace che non sia la pace, l'intelligenza e la verità " .

Dobbiamo finirla con la giustificazione della guerra, passata o presente, e adoperarci per il suo superamento .

Per ciò, è necessario porre fine al mito della " guerra buona " che ci è stato incultato, perchè la guerra non potrà mai essere " buona " o " positiva " .
La guerra è guerra sempre e comunque, e come tale va superata .

Oro blu: l'affare che asseta l'umanità


Di Gianni Lannes

Recitano i numeri ufficiali dell'Onu, "ogni giorno, circa 6 mila bambini muoiono di sete". Eppure circa 100 miliardi di tonnellate di acqua cadono annualmente sulle terre emerse. Sotto forma di pioggia e di neve, l’acqua si riversa sulla terra, corre nei fiumi e raggiunge il mare: da qui tornerà a evaporare alla fine del grande ciclo. 

In realtà solo il 3 per cento di questa gran massa di liquidi è composta di acqua dolce. Il 70 per cento della superficie terrestre è ricoperta d’acqua, ma si tratta per il 97,5 per cento d’acqua salata. Del restante 2,5 per cento, l’acqua dolce da cui dipende l’umanità, tre quarti è condensata in calotte di ghiaccio. E mentre la popolazione del globo terrestre si è triplicata nel corso dell’ultimo secolo, la domanda dell’acqua si è moltiplicata per sette e la superficie dei suoli irrigati per sei. 


Un problema da non sottovalutare. Nell’ultimo mezzo secolo l’inquinamento delle falde acquifere ha ridotto di un terzo le risorse idriche. Secondo l'Onu “1 miliardo e 400 milioni di persone vivono già oggi senza acqua potabile. Sono costretti a ricavarne da pozzi salini, putridi o inquinanti. E il loro numero potrebbe raddoppiare nei prossimi anni: entro il 2025 saranno 2 miliardi e 300 milioni”. 


L’Unep (un'organizzazione delle nazioni unite) calcola che “nel terzo Mondo la sete uccida ogni anno oltre 4 milioni di persone”. In sostanza: lo sfruttamento dell’acqua si sta trasformando nel ricco affare dell’oro blu. Non a caso, la banca privata elvetica, la Picete, ha lanciato dalla Svizzera i primi fondi di inversione nel mondo basati su 80 valori di borsa di imprese specializzate in acqua. Secondo i calcoli di questa ditta dedita al profitto “la loro resa aumenterà singolarmente nei prossimi 10 anni”. 


Lo chiamano “oro blu” e l’assimilazione al petrolio non è affatto casuale. Il fatto è che l’acqua è il business del futuro, anzi del presente. Ai petrodollari a breve si sostituiranno gli idroeuro. 

E' tutto calcolato e pianificato a tavolino dai padroni del vapore che intendono schiavizzare definitivamente l'umanità: “Nel 2050 a soffrire di sete sarà una persona su 5, nei prossimi anni la scarsità di acqua potrebbe accendere più conflitti politici che il controllo dei giacimenti di petrolio”. 

Così uno studio della Bnl descrive la questione idrica a livello mondiale. Nel documento si rileva che il 40 per cento dell’acqua dolce è concentrato in soli 6 Paesi (Brasile, Cina, India, Russia, Stati Uniti e Canada), mentre il 40 per cento della popolazione mondiale deve affrontare problemi di razionamento. 

Se per una famiglia canadese di quattro componenti 450 litri giornalieri sono appena sufficienti, ad una africana ne spettano a malapena 20 litri ogni 24 ore. L’agricoltura intensiva porta a un consumo fuori controllo e un inquinamento senza precedenti. 

Alcune multinazionali non esitano a impadronirsi delle falde freatiche, ma incontrano resistenze: in Kerala dove le donne lottano contro la Coca Cola che prosciuga i loro pozzi. In Italia non va meglio, dove le solite multinazionali, a partire dalla Nestlè da tempo si sono accaparrate con pochi spiccioli le risorse idriche (in particolare le sorgenti) dello Stivale. 

Per la cronaca: in Basilicata alcune dighe (ad esempio l'invaso del Pertusillo) che dissetano la popolazione anche della Puglia sono inquinate da scarichi dell'industria petrolifera. Lo Stato tricolore e le autorità locali sono al correte della grave situazione, ma fanno finta di niente.


L’11 per cento della popolazione mondiale, quella che controlla l’84 per cento della ricchezza prodotta, consuma l’88 per cento dell’acqua, mentre 80 Paesi con il 40 per cento della popolazione mondiale sopravvivono in uno stato di scarsità idrica calcolata da chi specula a livello mondiale.


L'acqua è un bene naturale che appartiene a tutti gli esseri viventi: la proprietà su di essa è un crimine contro l'umanità, un attentato alla vita,dunque va subito abolita.

Il Bilderberg, espressione dell'elitè mondiale


Di Salvatore Santoru

Se sino a pochissimi mesi fa parlare del Bilderberg e dell'oligarchia mondiale era considerata una prerogativa per " complottisti " o presunti tali, ora sembra che non sia più così .
Un articolo di Giuliano Balestreri sul quotidiano la Repubblica di ieri, chiarisce un pò come stanno le cose .
Descrive il Bilderberg come " una sorta di oligarchia globale " , il cui direttivo è formato da " personaggi profondamente connessi tra loro, espressione dell'élite mondiale e, spesso, anello di congiunzione tra le grandi aristocrazie e il mondo degli affari " .
Quindi non proprio una semplice riunione privata e ininfluente tra amici di vecchia data, come affermavano in molti per rispondere a quelle che consideravano " ridicole teorie complottiste " . 

Continua Balestreri : " Il presidente attuale, Herni de Castries, numero uno del colosso francese Axa, appartiene alla nobiltà transalpina, così come nobile era il principe Bernhard van Lippe Biesterfeld, tra i fondatori del gruppo e marito della regina Giuliana d'Olanda. Nobili, ma attivi nel mondo degli affari " .

Proprio ciò che i cosiddetti " complottisti " dicevano da anni,cioè che il potere politico e economico mondiale dipende dal dominio di una ristretta elitè fondata sull'alleanza tra certe aristocrazie e le famiglie di banchieri internazionali, come i Rothschild ad esempio .

Continua l'articolista : " Del direttivo hanno fatto parte anche l'ex segretario di Stato americano, Henri Kissinger, Edmond de Rothschild e il primo presidente della Bce, Wim Duisenberg. "

Henry Kissinger e Edmond De Rothschild sono due nomi ricorrenti nella letteratura considerata " complottista ", e non sono di certo due personaggi ininfluenti come sino a poco tempo fa si affermava .

Se un'articolo del genere fosse stato pubblicato invece che su la " Repubblica", su un qualsiasi blog o sito di informazione alternativa, sicuramente sarebbe stato considerato come la solita " fuffa complottista " .

Sino a poco tempo fa, del Bilderberg anche l'esistenza era considerata una " teoria della cospirazione ", poi è diventata " teoria del complotto " il suo potere, e ora invece si parla di esso come un fondamentale centro di potere dell'elitè mondiale, come sostenevano da anni e anni i cosiddetti " complottisti " .

Per chi pensa che sia una semplice conferenza, magari meno influente del Davos o del G8, uno stesso membro del Bilderberg ha precisato, in un'intervista sul mensile tedesco " Cicero " , che “ le cose che importano davvero si dicono al Bilderberg. Si impara una quantità di cose incredibile. Davos in confronto sono solo chiacchiere.” 

Jacques Attali e il Nuovo Ordine Mondiale


Di Salvatore Santoru

Jacques Attali ( nella foto con l'ex presidente del consiglio francese Nicolas Sarkozy ) è un'economista,banchiere e saggista francese, considerato uno degli ideologi più importanti del " Nuovo Ordine Mondiale " .
 Attali, è un fervente sostenitore della mercificazione totale della società e dell'essere umano e del completo superamento di qualunque valore fondante la stessa .
Ciò che auspica da anni, è la creazione di una società fondata sul primato assoluto dell'ego e dell'individualismo più sfrenato, una società fondata sull'assenza completa di limiti e radici .
In un suo saggio molto interessante, " Breve Storia del Futuro ", l'economista ipotizza possibili scenari sul futuro che attende l'umanità, e che porteranno alla realizzazione di un nuovo ordine mondiale .



La prima fase sarà costituita dalla definitiva vittoria dei " valori " del mercato e del denaro .
Il nuovo regime politico che verrà a crearsi,chiamato dallo stesso " iperimpero ", si baserà su quella che si potrebbe chiamare come la completa " dittatura del mercato " e della sua legge non scritta al di sopra di tutto il resto, considerato obsoleto .

Scrive lo stesso Attali : " il denaro potrà finalmente liberarsi di tutto ciò che lo minaccia, inclusi gli Stati nazionali, che saranno progressivamente smantellati " .



Infatti per arrivare a ciò sarà necessaria la fine di tutti i sistemi politici a cui siamo abituati, la scomparsa degli stati/nazione,e l'unica legge mondiale su cui si baserà la società sarà quella del mercato .
Ovviamente le diseguaglianze economiche saranno estreme, la classe media finirà di esistere e da una parte si avranno enormi fortune, mentre dall'altra estreme miserie .



Ma questo sistema non potrà durare troppo a lungo, e allora si avrà quello che lui considera come l'iperconflitto, dove il super impero imploderà e ci sarà un periodo di estremo caos attraversato da guerre tra gruppi religiosi e nazionali, questo secondo Attali intorno al 2030 .



Alla fine, si raggiungerà quella che l'economista chiama come " l'iperdemocrazia ", con la creazione di un'unico governo mondiale centralizzato e collettivista, ma sicuramente fondato sul potere di pochi oligarchi che gestiscono tutto, in quanto parafrasando Orwell " tutti sono uguali,ma qualcuno è più uguale degli altri " .



Difatti, mentre a parole il progetto evocato da Attali potrebbe sembrare positivo sul concetto di " iperdemocrazia ", nei fatti sostanzialmente quello che auspica è invece la completa mercificazione dell'essere umano .

Insomma, saremmo tutti uguali senza distinzione,e saremmo tutti considerati egualmente solo merce .



Attali chiarisce questo punto così, parlando delle generazioni future  :  “potranno fabbricare l’essere umano come un manufatto realizzato su misura, in un utero artificiale, che permetterà al cervello di svilupparsi ulteriormente con caratteristiche scelte in anticipo. L’essere umano così diventerà un oggetto di commercio” .

Tutto ciò è in linea con il progetto del transumanesimo, secondo cui l'essere umano del futuro dovrà essere completamente plasmato e manipolato, al fine di andare oltre ogni residuo umano, per farne una semplice macchina .



Inoltre tutto ciò rimanda " casualmente " alla descrizione della società distopica fatta da Aldous Huxley nel famosissimo libro " Il Mondo Nuovo " del 1932,e nel film, del 1927, " Metropolis " di Fritz Lang, o per essere più recenti in " Blade Runner " di Ridley Scott, del 1982 .


Copertina di " Il Mondo Nuovo " 
Metropolis


Blade Runner

Inoltre Attali ha parlato anche della necessità di usare la tecnologia RFID, da usare per la completa tracciabilità dell'essere umano e come moneta mondiale, e naturalmente si è dichiarato a favore dell'impianto di microchip celebrali per tutta l'umanità .

Il video in cui ne parla è qua : https://www.youtube.com/watch?v=xHBZ-3ZFWhg

Altri piccoli dettagli : Attali, tra l'altro, è stato membro del Bilderberg, una delle organizzazioni che più spinge per l'edificazione di un'unico governo mondiale guidato dai potentati finanziari e industriali .

Sulla crisi dell'UE, Attali ha affermato che l'unica opzione possibile è la creazione di un super-stato europeo, e che " servirebbe non tanto “nazionalizzare” delle imprese, ma farle diventare proprietà dell’Unione europea. Anche se questo appare ancora inconcepibile " .

Interessante è anche che l'economista, qualche anno fa, ha anche evocato una guerra mondiale come via d'uscita dalla crisi finanziaria .

In Italia sono presenti 5 logge massoniche militari statunitensi


Di Davide Consonni
In Italia esistono circa 1000 logge massoniche, ogni loggia comprende circa 30 membri. L’Eurispes dichiarò che in Italia, secondo le loro analisi, sono presenti oltre 40 mila massoni [1]. E’ di una parte minoritaria di questi 40 mila che si tratterà in questo articolo. Precisamente qui di seguito verranno riportate tutte le notizie ed informazioni reperibili e documentabili circa la presenza di 5 logge massoniche strettamente statunitensi, vedremo che queste logge sono di una natura particolare: sono 5 logge massoniche militari. Come risulterà ovvio dal posizionamento geografico sono strettamente legate ai militari presenti in alcune delle maggiori basi statunitensi presenti sul suolo italiano.
Iniziamo col triste censimento di tali logge: partiamo da nord e procediamo verso sud rispetto alla penisola italica.
La prima di queste logge si chiama “Aviano Lodge n° 643″.  Come è possibile verificare QUI questa loggia massonica appartiene all’obbedienza del Grande Oriente d’Italia sotto la circoscrizione del Friuli Venezia Giulia di Aviano [2]. E’ facile intuire che questa loggia è composta dai militari d’istanza nella base militare di Aviano.  Questa loggia possiede uno sgangherato ed improvvisato sito internet comprendente una mail attraverso la quale è possibile contattare la loggia, riporto dal sito una breve descrizione: “
Aviano Masonic Lodge # 643 è stato eretto dai membri delle forze armate degli Stati Uniti oltre 40 anni fa. Siamo situati a 100 km a nord di Venezia e solo poche ore di auto da austriaca, svizzera, francese e confini tedeschi. Aviano F & AM incontra alla base delle Dolomiti Mountain Range (Prealpi), appena fuori della Piazza della Città Aviano in provincia di Pordenone, che è famosa per la sua cucina raffinata cultura e vino di produzione locale. Siamo un American Military Lodge sotto la giurisdizione del Grande Oriente d’Italia e soci sono costituiti da militari, civili pensionati, appaltatori del governo e italiani Brothers.Incontriamo il Primo e terzo Mercoledì di ogni mese e invitiamo tutti Brothers In viaggio per partecipare alle nostre riunioni.Siamo un americano – lodge based con le nostre opere derivanti dalla grande stato della California, e intrecciate con la Costituzione e Regolamento del GOI. * Tutti i Fratelli che stanno facendo intenzione di viaggiare attraverso l’Europa meridionale nel prossimo futuro: Contatta questo sito per ulteriori informazioni up-to-date sulla vostra destinazione. A seconda del punto di arrivo, potremmo essere in grado di mettere in contatto con i fratelli locali che può meglio aiutare nella pianificazione o durante il soggiorno. * A tutti Prince Hall fratelli che vengono a Aviano, c’è un lodge PH locale e possiamo mettervi in ​​contatto con loro.” [FONTE] [3]
Come potete verificare su questo sito di un loggia massonica statunitense i grembiulini vanno molto fieri delle loro logge militari “italiane”. [4]
Passiamo a documentare l’esistenza della seconda loggia militare battente bandiera statunitense presente sul territorio nazionale italiano.
Si tratta della “George Washington Lodge n° 585″, anch’essa sottoposta alla circoscrizione del Veneto del Grande Oriente d’Italia, come potete verificare QUI sul sito ufficiale del Grande Oriente d’Italia [5]. Inutile argomentare la presenza a Vicenza della discussissima base militare statunitense Dal Molin (inaugurata ne 2013) e della presenza della base militare USA Ederle.Questa loggia possiede un sito web leggermente più decoroso della loggia di Aviano, il sito è stato aperto nel 1998 ma la loggia è stata inaugurata nel 1958, stiamo infatti trattando della più antica loggia massonica di militari statunitensi mai fondata in Italia. Questi coloni col grembiule targati USA vanno fierissimi di aver “alzato le colonne” [gergo massonico indicante l'apertura d una nuova loggia] della loro loggia nel lontano 1958, cito dal sito: “George Washington Lodge 585″ è la prima e più antica loggia americana in Italia, essendo stato inaugurata nel mese di agosto 1958. Siamo composti principalmente da militari in servizio attivo, veterani e civili DOD e militari in pensione” [FONTE].
GWLodge585Plate1
GWLodge585Plate1GWLodge585Plate1GWLodge585Plate1GWLodge585Plate2
[Chi si stesse chiedendo "ma sti massoni che c'azzeccano con i siti internet? non gli piace il segreto?" dovrebbe approfondire diverse questioni in merito alla rinascita pubblica della facciata massonica in Italia e all'estero. Tutte le obbedienze massoniche ufficiali e non hanno un sito internet, pagine facebook, canali youtube, webtv ecc .]
In ogni caso sono il visitatore numero “3807″ del sito web della loggia USA di Vicenza a dimostrazione del fatto che è un sito che in 16 anni ha ricevuto in media meno di una visita al giorno. QUI IL SITO WEB [6]. Il sito ci informa perfino dei nomi degli ufficiali di loggia, usanza tipica dei siti massonici statunitensi, schifosamente trasparenti:
  • Sr. Warden: Bro. Patrick Quinn
  • Secretary: Bro. William Hickman
  • Senior Deacon: Bro. (Coleman) Mark Ray
  • Sr. Steward: Bro. Melvyn Lopez
  • Jr. Warden: Bro. Frank Lauer
  • Secretary Adjunct: Bro. Pat Quinn
  • Jr. Deacon: Bro. Jim Walker
  • Jr. Steward: Bro. Steve Williams
  • Treasurer: Bro. Al Heaton
  • Chaplain: Bro. Thomas Bankston (PM)
  • Marshal: Bro. Donald Lawery
  • Tyler: Bro. Robert Eldred
Per i lettori più temerari riporto il link contenente l’analisi di WHOIS [programma che documenta l'origine di un sito] sul dominio del sito web massonico USA, QUI[7]. Dalla stessa analisi del dominio del sito risulta che il server che ospita il dominio del sito web massonico della George Washington Lodge 585  ospita un solo altro sito web [8], il sito di un’azienda che VENDE TECNOLOGIA PER AEREO MOBILI MILITARI [9], tra cui motori e componenti ‘per i modelli T33, F5, F15, F16, C130, F104; tale sito rivende componentistica militare per aziende USA: Northrop, Lockheed, Douglas, Fairchild, Grumman, General Electric, Pratt & Whitney, Airbus, Boeing, Allison ecc.. Insomma, lo stesso server ospita un sito di una loggia massonica e un sito di un’azienda statunitense (che ha sede a Paramus in New Jersey) che rivende componenti per modelli di aereo mobili militari. Passiamo oltre..
Il sito della loggia vicentina col cuore a stelle e strisce c’informa che sono amorevolmente e fraternamente collaboratori del Shrine Italia, associazione che rappresenta un’obbedienza massonica statunitense il cui accesso è riservato ai soli fratelli massoni che hanno raggiunto il 3° grado di Maestro massone. Nella sezione DOCUMENTI del sito web in questione è addirittura possibile scaricare un file word contenente la documentazione (in bianco e da compilare) necessaria per richiedere l’ammissione all’iniziazione in loggia.
Qui di seguito uno screenshot del documento:
akmenr
Il sito contiene anche una sezione “Our Guestbook” in cui fratelli massoni di logge statunitensi lasciano messaggi in cui chiedono di poter visitare la loggia. La sezione più interessante è però la “Gallery”, la quale contiene carrellate fotografiche relative alla loggia a partire dal 1998. Qui di seguito vi propongo una serie di fotografie tratte dalla gallery:
Installazione della loggia nel 1998:
PROGRAM2
Installazione officiale del 2002 presso il Grande Oriente d’Italia:
inst11
Cerimonia con le obbedienze di Rito Scozzese 2002:
000004lo
Installazione 2005:
2005InstallOfficers2
Rito scozzese 2006:
DSCN0339
Rito Scozzese 2006:
sr20056Rito Scozzese 2006:
DSCN0317
[La galleria fotografica è consultabile QUI [10]]
Passiamo alla terza loggia militare statunitense operante su suolo italico. La loggia si chiama “Benjamin Franklin n° 591″. Si trova a Pisa sotto la circoscrizione della Toscana del Grande Oriente d’Italia, come potete verificare QUI [11]. Inutile rammentare che sul territorio di Pisa si trova Camp Derby, base aereonautica militare USA ora sede del United States Army Africa (USARAF). Esisteva un sito web della loggia Benjamin Franklin n° 591 che però attualmente risulta OFFLINEPerciò non sono disponibili ulteriori informazioni su tale loggia, passiamo oltre.
La quarta loggia militare USA è la Harry S. Truman Lodge n° 649 di Napoli, facente parte della circoscrizione della Campania del Grande Oriente d’Italia, come potete verificare QUI [12]. Riporto una descrizione della loggia:
“Harry S Truman Lodge No. 649 F. & A.M.è regolarmente costituita una Loggia Militare dal Grande Oriente d’Italia (GOI) si trova a Napoli, Italia. Come le altre quattro Logge militari in Italia giustificate dal GOI (George Washington Lodge No. 585, Aviano Lodge No. 643, Benjamin Franklin Lodge No. 591 e Sigonella Travellers Lodge # 1288), il lavoro del Lodge è condotta in inglese come prescritto dai Rituali della Gran Loggia della California. L’adesione è limitato al personale civile che lavorano per il Dipartimento della Difesa USA all’interno delle basi di Napoli e Gaeta e per i militare degli Stati Uniti. Tempio massonico si trova all’angolo di via Larga e Via S. Antonio Abate, Gricignano di Aversa. Coordinate GPS 40.987439N, 14.232901E. L’Harry S. Truman Lodge # 649 si riunisce ogni 2 ° e 4 ° Venerdì alle 18:30. Per coloro che desiderano maggiori informazioni, si prega di contattare Kevin Baker al 338-479-7023 o hst649sec@yahoo.com. 2013 Harry S. Truman Lodge No. 649 F. & A.M. Responsabili Maestro Venerabile: Fr. Joseph Scheuring esperto Warden: Fr. Martin Mork Junior Warden: Fr. Jose Mendoza Oratore: Fr. Mike Pabelona Tesoriere: Ill WBro Sean WilsonSegretario: Fr. Kevin Baker Cappellano: Bro Allesandro Mele senior Diacono: Bro Fitz Santos Junior Diacono: Bro Marvin Potente Marshall: Bro David Amonica esperto Steward: Fr. Mike Kleva Junior Steward: Bro Tomas Cardenas Tyler: WBro Emmanuel “PeeWee” Inocencio Orario:. [FONTE][13]
Qui di seguito delle fotografia relative alla loggia:
$_128551a66c2cdd11e2be6a1231381f7443_71_07591c216013a39933955f7b0e29f6f0
La quinta loggia militare USA  si trova a Sigonella sotto la circoscrizione massonica del Grande Oriente d’Italia della Sicilia, potete verificare QUI [14]. I militari statunitensi di stanza nella base militare USA di Sigonella hanno chiamato la loggia “Sigonella Travelers lodge n° 1288″.
Nel link qui seguito potete leggere un articolo della rivista massonica “Erasmo” del Grande Oriente d’Italia in cui si parla dell’inaugurazione della loggia di Sigonella, n°1-2, 2007, pagina 17: http://www.agerecontra.it/public/pres30/wp-content/uploads/2013/07/27-0102.pdf [15]
 Qui una fotografia ella loggia riunita:994030_602618579782150_389060775_n
lòlkjnjblòlkjbvhdc

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *