Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

“Sussidi a chi non ha voglia di lavorare”: il tweet di Pina Picierno del Pd, poi cancellato

Share it:


Di Ida Artiaco

"Condoni a chi non paga le tasse, sussidi anche a chi non ha voglia di lavorare e futuri debiti per i nostri figli. Contro questa follia combatteremo in Parlamento e nel Paese". Questo il contenuto di un post pubblicato sulla propria bacheca Twitter dalla europarlamentare democratica Pina Picierno, in piazza a Roma in occasione della manifestazione del Pd a piazza del Popolo, poi cancellato dopo pochi minuti.

"Condoni a chi non paga le tasse, sussidi anche a chi non ha voglia di lavorare e futuri debiti per i nostri figli. Contro questa follia combatteremo in Parlamento e nel Paese". Questo il contenuto di un post pubblicato sulla propria bacheca Twitter dalla europarlamentare democratica Pina Picierno, in piazza a Roma in occasione della manifestazione del Pd a piazza del Popolo, poi cancellato dopo pochi minuti.

Picierno ha così additato tutti coloro che dovrebbero essere i destinatari del reddito di cittadinanza, fortemente voluto dal Movimento 5 Stelle, come persone che "non hanno voglia di lavorare" ed è probabilmente per questo che il messaggio è stato eliminato prontamente dal social network. L'europarlamentare si trova a piazza del Popolo a Roma dove è in corso la manifestazione del Pd contro il governo di Lega e M5S e la recente Manovra, alla presenza di 50mila persone secondo gli organizzatori e dei big del partito, dal segretario Maurizio Martina all'ex premier Matteo Renzi.

FONTE: https://www.fanpage.it/sussidi-a-chi-non-ha-voglia-di-lavorare-il-tweet-di-pina-picierno-del-pd-poi-cancellato/

Share it:

news

PD

Pina Picierno

reddito di cittadinanza

Post A Comment:

0 comments:

Partecipa alla discussione