Ecco perché uscire dall'Unione Europea non è indispensabile, semmai c'è la necessità di migliorarla

Immagine correlata

Di Salvatore Santoru

Le tematica di una possibile uscita dall'euro e dell'Unione Europea è stata una delle più controverse ed affrontate nell'ambito della campagna elettorale italiana e non.
L'euro e l'Unione Europea sono stati considerate come la causa(o una delle cause) dell'attuale difficile situazione economica e politica che vive l'Italia ed altri paesi facenti parte della stessa UE.

Su ciò, c'è da dire che l'Unione Europea ha effettivamente diversi aspetti critici che devono essere affrontati e riformati ma anche che l'uscita dalla stessa Unione e dall'euro non devono essere di per sé una priorità.
Più specificatamente, il fatto è che una 'repentina e solitaria' uscita dalla moneta unica e dall'UE da parte dell'Italia potrebbe presentare effetti alquanto collaterali e vi sarebbero anche diverse incertezze sul futuro economico dello stesso Stivale.


Tenendo conto di ciò, sarebbe indubbiamente più opportuno il cercare di migliorare la stessa struttura dell'UE dall'interno ed in modo propositivo, tenendo conto che l'Unione Europea ha indubbiamente aspetti alquanto positivi di per sé(specialmente da un punto di vista sociale o nel campo dei diritti per fare qualche esempio).

Inoltre, si deve comunque riconoscere che la critica all'UE e all'euro portata avanti dalle forze e dagli opinionisti euroscettici(ripresa e diffusa spesso anche su questo sito) è stata alquanto importante ed ha aperto ad un interessante e fondamentale dibattito su questa tematica.

Ora, bisognerebbe passare dalla 'pars destruens' della critica alla 'pars construens' basata sul tentativo di migliorare gli aspetti critici della stessa UE e dell'euro.

Nessun commento:

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
SCOPRI TUTTE LE NOTIZIE DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE !
Powered by Blogger.