Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

IMMIGRAZIONE, ECCO COSA DICONO I DOCUMENTI DELL'ONU PER L'ITALIA (E L'EUROPA): 'Entro il 2050 i migranti potranno essere il terzo della popolazione'

Share it:

Risultati immagini per With Open Gates - The forced collective suicide of Europe

Di Salvatore Santoru

Notoriamente l'Italia e l'Europa stanno attraversando un'importante crisi migratoria che sta avendo ripercussioni in vari ambiti, politico e geopolitico in primis.

Come ben si sa, sino ad ora l'Italia è stata la nazione maggiormente interessata dai flussi migratori e ciò ha contribuito a fare in modo che la questione migratoria sia il tema maggiormente affrontato nei media nazionali.

Sulla stessa crisi migratoria, c'è da segnalare che recentemente il quotidiano francese Le Monde ha riportato che in Libia si stima che vi siano dai 700mila all'1 milione di migranti e/o profughi e che molti di essi vorrebbero partire per l'Europa(1).
Ma c'è da dire che tali cifre sembrano ancora 'alquanto piccole' per le statistiche dell'ONU, secondo cui entro il 2050 l'Europa sarà interessata da un massiccio afflusso di migranti di origine africana.

Tutto ciò è riportato in un rapporto ONU del 2000(2) chiamato 'Replacement Migration: is it a solution to declining and ageing populations?'(3) e ribadito in un rapporto del 2017 in cui si sostiene che l'Italia perderà circa 4,5 milioni di abitanti e il flusso migratorio sarà 'utilizzato' per incrementare la crescita demografica(4).
Inoltre, secondo questi due rapporti l'Italia e i paesi dell'Europa subiranno un drastico calo demografico mentre l'Africa(specialmente la Nigeria) subirà un'imponente crescita(5).

NOTE:





Share it:

crisi migratoria

Europa

immigrazione di massa

ONU

Post A Comment:

0 comments:

Partecipa alla discussione