Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

Diciotti, il report della Guardia costiera: “Una ‘nave fantasma’ maltese ha portato il barcone verso la zona Sar italiana”

Share it:
Risultati immagini per DICIOTTI NAVE MALTESE
Di Francesca Ronchin
Dall’intervento di Malta all’attivazione della Guardia Costiera Italiana, la cronaca delle prime ore del caso della nave Diciotti, il pattugliatore italiano da tre giorni bloccata nel porto di Catania con 150 migranti a bordo, secondo il report inviato a Malta dalle Guardia Costiera Italiana.
15 agosto 2018
La prima comunicazione arriva da Malta
Ore 08.53: l’RCC (Rescue Coordination Center) di Malta tramite email comunica di occuparsi del coordinamento dell’evento SAR (ricerca e soccorso) in acque maltesi. L’evento SAR riguarda l’individuazione dell’imbarcazione con a bordo 190 migranti.
Ore 15.47: Malta fa sapere di aver provveduto a rifornire la barca con a bordo i migranti di acqua, viveri e giubbotti di salvataggio, facendo intendere di trovarsi di fronte ad una chiara situazione SAR.
Ore 19.09: dello stesso giorno, un velivolo di Eunavformed fotografa dall’alto due motovedette e un gommone vicini ad una barca in difficoltà.
Ore 19.32: un secondo velivolo militare italiano individua in mare due imbarcazioni tra cui la motovedetta maltese P52 e un altro mezzo non identificato. La barca con a bordo i migranti non è visibile perché si troverebbe dietro la P52. Quando avviene l’avvistamento i migranti si trovano alle coordinate: 35° 15’N 013°39’E, a metà strada tra Malta e Lampedusa(immagine A)








16 agosto 2018
Scatta l’intervento della Guardia Costiera italiana
Ore 03.07: l’IMRCC (Italian Maritime Rescue Coordination Centre) di Roma, riceve una telefonata da un’imbarcazione in avaria. L’SOS arriva tramite Thuraya, telefono satellitare che permette la localizzazione precisa del punto da cui si chiama.


L’IMRCC riceve una seconda telefonata dalla barca in avaria. Secondo quanto specificato dal Ministero dei Trasporti, la barca si trova a meno di 4 miglia dall’area SAR italiana. A questo punto Roma non è informata di dove si trovi esattamente la motovedetta P52 maltese.
Ore 03.20: l’IMRCC di Roma informa l’RCC di Malta che l’imbarcazione versa in condizioni critiche ed esprime l’intenzione di fornire assistenza e decide di attivare unità della Guardia Costiera poste all’interno dell’area SAR italiana.
Share it:

crisi migratoria

Diciotti

Guardia Costiera

migranti

news

Post A Comment:

0 comments:

Partecipa alla discussione