La sfida di un istituto negli Usa: "Ci faremo rinascere nel futuro"



Di Claudio Cartaldo

Per oggi no, in futuro chissà. Visto che la scienza medica fa ogni anno passi da gigante, c'è chi spera che tra decine di anni o anche centinaia si scopra un modo per riportare in vita chi è morto.

Per questo si fanno congelare subito dopo il decesso nella speranza di poter risuscitare in futuro.
Non è fantascienza, ma accade veramente al Cryonics Institute di Clinton Township, nel Michigan, Stati Uniti. L'istituto congela i corpi di chi decide di sposare questa via (ed è disposto a pagare). La tecnica prevede l'abbassamento delle temperature corporee del defunto subito dopo il decesso (in modo da evitare danni cerebrali) e poi il congelamento nell'azoto liquido. Il Cryonics Institute conserverà a temperatura costante il corpo, finché (se mai dovesse accadere) la scienza non avrà trovato il modo di riportarlo in vita.
È una scommessa a dir poco fantascientifica, non c'è che dire. E anche gli esperti scuotono il capo di fronte all'iniziativa. Eppure il presidente dell'istituto, Dennis Kowalski, e sua moglie Maria hanno deciso di aderire al progetto insieme ai tre figli (due dei quali ancora minorenni). Hanno sborsato 140 mila dollari (per ogni persona il costo è di 28mila dollari circa) e si dicono certi di potersi ritrovare in futuro. Rinati.
"Immagina un mondo libero da malattie, morte e invecchia mento - si legge sul sito dell'istituto, come riporta il Tempo - Al Cryonics Institute - spiegano gli organizzatori- crediamo che il giorno stia arrivando inevitabilmente e la crionica è attualmente la nostra migliore possibilità di arrivarci. La nostra missione è di estendere la durata della vita umana preservando il corpo usando le tecnologie criogeniche esistenti, con l' obiettivo di rinascere dalla scienza futura. Ma funzio nerà? La ricerca rappresenta un potente argomento per la crionica. Prendi i fatti e decidi tu stesso".

Nessun commento

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
TUTTE LE NEWS DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE
Powered by Blogger.