Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

La Francia riporta i migranti in Italia. Salvini attacca: “Macron ora chiarisca”

Share it:


Di Francesco Grignetti e Massimiliano Peggio
http://www.lastampa.it/

È accaduto venerdì scorso, in pieno giorno. Un furgone con targa francese e le scritte della Gendarmeria sulle fiancate, ha attraversato il confine a Claviere, ha percorso circa quattro chilometri in territorio italiano, scendendo lungo i tornanti dell’alta Val di Susa, finché, all’altezza di un bosco verso Cesana Torinese, ben al di qua del confine,due agenti hanno fatto scendere dal furgone un paio di giovani migranti africani e li hanno lasciati ai margini della strada. Con un cenno della mano li hanno invitati a inoltrarsi nella boscaglia, quindi hanno fatto inversione di marcia e sono tornati in Francia. Pare che non sia nemmeno il primo caso. Questa volta, però, ad osservare la spregiudicata operazione dei gendarmi c’erano un paio di agenti di polizia, della Digos di Torino. E il governo italiano non intende transigere. Il ministro degli Esteri, Enzo Moavero, ha già formalmente chiesto «informazioni» all’ambasciata di Francia. Mobilitato anche il nostro ambasciatore a Parigi.  

Per ora fonti del governo francese fanno sapere che «si sta lavorando per cercare un chiarimento a quello che sembra un incidente». Il prefetto del dipartimento di Hautes-Alpes, Cécile Bigot-Dekeyzer, conferma l’errore a La Stampa: «Era stato annunciato alle autorità italiane che sarebbero stati riportati due stranieri al confine. Ma il furgone non avrebbe dovuto entrare in territorio italiano. Un errore di inesperienza fatto da gendarmi che lavorano da poco in questo dipartimento. Non per questo meno grave, stiamo facendo un’indagine interna». 

Lo scontro con l’Eliseo  

Matteo Salvini non si è fatto sfuggire l’occasione per alzare i toni della polemica: «Non voglio credere che la Francia di Macron utilizzi la propria polizia per scaricare di nascosto gli immigrati in Italia. Ma se qualcuno pensa davvero di usarci come il campo profughi d’Europa, violando leggi, confini e accordi, si sbaglia di grosso. Siamo pronti a difendere l’onore e la dignità del nostro Paese in ogni sede e a tutti i livelli». Con Macron, Salvini è in gelo da mesi. Il leghista ne parla nuovamente in un’intervista alla rivista francese Politique Internationale», che sarà pubblica a giorni. «Da quando sono al governo, Macron, i suoi e il suo partito non hanno smesso di attaccarmi, di dire che sono “egoista” o che faccio “vomitare”. Non ho l’abitudine di impicciarmi dei fatti di un altro Paese, ma al terzo insulto mi sono fatto comunicare i dati sui respingimenti a Ventimiglia: sono 48.000 da gennaio». 


Ecco, questo di Claviere sembra proprio un respingimento non dichiarato, forse perché c’era qualche problema burocratico. E perciò Salvini conclude: «Pretendiamo chiarezza, soprattutto da chi ci fa la predica ogni giorno, e non guarderemo in faccia a nessuno». È da tempo, in verità, che alla frontiera si vociferava di rimpatri fuorilegge. Il sindaco stesso di Claviere, Franco Capra, conferma: «È vero che a volte la gendarmeria scarica i clandestini, ma lo fa in Francia, a uno o due chilometri più in là di Claviere dove per loro è più comodo».

Ha collaborato Leonardo Martinelli  

FONTE E ARTICOLO COMPLETO: http://www.lastampa.it/2018/10/16/italia/la-francia-riporta-i-migranti-in-italia-salvini-attacca-macron-ora-chiarisca-NjOAiKGvGrOpxLg8egXpnM/pagina.html
Share it:

Cécile Bigot-Dekeyzer

Claviere

crisi migratoria

cronaca

Emmanuel Macron

Francia

gendarmeria francese

Matteo Salvini

migranti

news

Post A Comment:

0 comments:

Partecipa alla discussione