Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

Nave Diciotti, Roberto Saviano contro il Governo: "Sequestro di persona plurimo di Stato"

Share it:
Risultati immagini per DICIOTTI SAVIANO
"Il Governo tiene in ostaggio 177 esseri umani. La Diciotti, che da 5 giorni non può sbarcare chi è a bordo per ordine del ministero degli Interni, rappresenta un caso gravissimo e illegale di sequestro di persona plurimo 'di Stato'". A denunciarlo su Twitter è il giornalista e scrittore Roberto Saviano, postando il testo dell'articolo 13 della Costituzione ("La libertà personale è inviolabile").
"La legge prevede che un soggetto possa rimanere nella disponibilità della polizia giudiziaria (tale è la Guardia costiera) per un termine massimo di 48 ore. Trascorso questo tempo, senza la convalida di un giudice, siamo al cospetto di un sequestro di persona. E' vero o no, quanto affermo, procuratore della Repubblica di Catania, dottor Carmelo Zuccaro? Lo chiedo a lei perchè, almeno questa volta, è competente a procedere" prosegue Saviano. "Se questa situazione fosse effettivamente dovuta ad atti formali del ministero degli Interni (mi permetto di suggerirle di approfondire con attenzione questa circostanza), si saprebbe già sin da ora chi è il mandante di questo sequestro di persona 'di Stato'. Ma se nessuno procede, ci troveremo al cospetto di una grave omissione di atti di ufficio che, ledendo il principio di separazione tra i poteri dello Stato, mette l'Italia al di fuori della civiltà giuridica".
Proteste vibranti anche da parte di Emma Bonino. "La vicenda della Diciotti dimostra a quale conseguenze porti la pretesa di affrontare i temi dell'immigrazione, come ogni altro problema politicamente rilevante, senza alcun rispetto o in palese violazione dei principi di diritto interno e internazionale. Un Governo che pensa di potere fare tutto e il suo contrario e di non essere sottoposto alla legge, ma di poterla dettare caso per caso, secondo valutazioni di opportunità politica, finisce per scatenare un 'tutti contro tutti' dalle conseguenze imprevedibili" scrive sulla pagina Facebook di +Europa Emma Bonino. "L'esecutivo non solo pretende di fare ciò che non dovrebbe fare - riscrivere a suo uso e consumo il diritto del mare e quello d'asilo - ma sta isolando l'Italia in una posizione politicamente insostenibile e praticamente gravosa quasi solo per il nostro Paese. A cosa serve concretamente - aggiunge Bonino - prendere in ostaggio migranti e militari italiani per giorni, minacciare la deportazione illegale dei richiedenti asilo in Libia, rendere ancora più disumane le condizioni a cui queste persone sono sottoposte, ricattare le istituzioni dell'Ue e costringere la Guardia Costiera all'alternativa tra il rispetto della propria missione e l'obbedienza all'esecutivo? Serve solo ad aggravare il discredito e l'isolamento dell'Italia, che ha paradossalmente come soli 'amici' i principali responsabili dell'emergenza: i governi sovranisti che rifiutano qualunque forma di cooperazione europea sui temi migratori e le milizie libiche, di scarsa o nulla affidabilità politica, a cui abbiamo appaltato - conclude la senatrice di +Europa - il cosiddetto 'trattenimento' dei migranti".
Per l'ex presidente della Camera Laura Boldrini a causa del Governo ci sono "177 persone tenute in ostaggio e la credibilità del nostro Paese in frantumi per un pugno di like".
"#Boatpeople Di barche di migranti costrette a vagare in mare senza approdo ne abbiamo viste tante, dal sud-est asiatico all'Australia. Ma è la prima mondiale di una nave della Guardia Costiera bandita dai porti del proprio paese. #Diciotti". Lo scrive su twitter l'ex premier Paolo Gentiloni.
Share it:

crisi migratoria

Diciotti

Guardia Costiera

news

Roberto Saviano

Post A Comment:

0 comments:

Partecipa alla discussione