CAGLIARI: TRAFFICO DI DOCUMENTI FALSI PER MIGRANTI IN PIAZZA MATTEOTTI




http://www.comunecagliarinews.it/rassegnastampa.php?pagina=52264

DOCUMENTI FALSI

 Basta fare una passeggiata nel dormitorio-accampamento di piazza Matteotti per notare la presenza di alcuni personaggi. Si avvicinano ai migranti che da settimane dormono su materassi e panchine con vista sul Municipio, in mezzo a rifiuti, topi ed escrementi. Confabulano, come se dovessero proporre qualche strano affare. Non è una novità che a pochi passi dal porto - dove attraccano e salpano i traghetti che potrebbero garantire agli stranieri il trasferimento tanto desiderato a Roma - ci sia un traffico di documenti contraffatti o falsi. Alcuni trafficanti sono stati anche bloccati e denunciati.

I PREZZI

 Le forze dell'ordine sanno che per comprare un documento d'identità, con foto (spesso una fotocopia realizzata in modo artigianale), un migrante arriva a pagare tra i 200 e i 300 euro. Per la stessa cifra si può acquistare anche un decreto di espulsione (ovviamente falso) che potrebbe permettere allo straniero senza documento di comprare un biglietto e salire su una nave. Questi pezzi di carta sono però fatti malissimo: impossibile superare con questi documenti i posti di Polizia presenti al porto o all'aeroporto. Sborsando 500-600 euro (ma la cifra può sfiorare i mille euro) si può ambire a una carta d'identità o un passaporto: rubato chissà dove e falsificato con dati e foto del migrante. In questo caso il controllo è più complicato. C'è chi nei mesi scorsi è così riuscito a lasciare la Sardegna. Ma gli stranieri arrivati con gli sbarchi dove recuperano i soldi? Spesso ricevono il denaro dalle collette organizzate da familiari e amici oramai da tempo trasferiti in Europa.

FONTE E ARTICOLO COMPLETO:http://www.comunecagliarinews.it/rassegnastampa.php?pagina=52264

FOTO E PER APPROFONDIRE:https://www.facebook.com/castedduonline/photos

https://informazioneconsapevole.blogspot.it/2016/07/cagliari-se-questa-e-accoglienza-le.html

Nessun commento

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
TUTTE LE NEWS DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE
Powered by Blogger.