ACCORDI TRA PENTAGONO E MINISTERO DELLA DIFESA INGLESE PER STUDIARE IL FENOMENO UFO

20160820021410158
Esiste un reparto del Ministero della Difesa inglese, istituito nel 2009, che ha proprio lo scopo di studiare gli UFO.Gli inglesi erano propensi a chiudere questa divisione ma prontamente sono intervenuti gli americani (che a quanto pare sono i principali finanziatori di questo reparto).



Così i funzionari del Pentagono hanno deciso di cambiare la sede del centro di ricerca UFO.
Stando a delle fonti militari come riportato dal tabloid The Express, un’unità del Pentagono avrebbe fatto forti pressioni per integrare il centro di ricerca inglese. La sede è stata spostata a Soho Square.
Come svelato dal sito www.rt.com, le volontà americane sono state pubblicate per errore sulla rivista del ministero della difesa Usa. Ciò dimostra l’interesse sulla questione Ufo da parte delle alte gerarchie del ministero. Ma anche la volontà americana di militarizzare lo spazio.
A quante pare il grande interesse degli Stati Uniti sarebbe un progetto super segreto sviluppato dal Ministero della Difesa inglese, conosciuto con il nome di “Progetto Condign” che avrebbe lo scopo di studiare segretamente la tecnologia UFO.
Uno dei principali collaboratori del gruppo di ricerca britannico è un ufficiale Usa, già consulente della 20th Century Fox, produttore di molti film di fantascienza.
Per quanto l’Inghilterra insista di non avere prove di vita aliena sulla Terra, gli americani sono fortemente interessati. C’è da dire comunque che di circa 12 mila avvistamenti UFO, il 5% è rimasto senza una spiegazione razionale. La questione su cui si dibatte ora, per quanto fantascientifica possa sembrare, è uno sviluppo di armamenti particolari che potrebbero essere sviluppati proprio dall’osservazione e dallo studio di questi fenomeni.
Uno degli studi condotti a Washington, infatti, punta a scoprire le potenziali nuove applicazioni militari del laser, usato come arma. E lo sviluppo può essere favorito dalle ricerche britanniche in materia di applicazione del “plasma atmosferico”.
Secondo Nick Pope, ex responsabile della divisione ufo inglese, «il plasma atmosferico può rappresentare l’ultima frontiera per svelare il mistero degli UFO». E aggiunge: «per questo gli americani sono interessati».
Oramai c’è poco da accaparrarsi sul nostro pianeta; i ruoli e i confini delle potenze mondiali sembrano ben definiti e gli Stati Uniti sembrano puntare a colonizzare qualcosa di molto più interessante: lo spazio.

Nessun commento

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
TUTTE LE NEWS DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE
Powered by Blogger.