Continuano le “grandi purghe” di Erdogan

Risultati immagini per erdogan

Di Lorenzo Vita

Non si fermano le grandi purghe di Erdogan dopo il fallito golpe dell’anno scorso. Dopo il tentativo di egemonizzare la Turchia con leggi ad hoc e una riforma costituzionale che prevede i più vasti poteri in mano al presidente, negli ultimi giorni la scure del Sultano è scesa ancora una volta sui mezzi di comunicazione. Con un ordine esecutivo di pochissimi giorni fa, Erdogan ha stabilito, infatti, la chiusura e la vendita a gruppi mediatici affini al governo di decine di televisioni e radio ritenute vicine ai golpisti o comunque avversi alle politiche del presidente turco.
Le reti televisive Samanyolu e Kanaltürk, ma anche le frequenze radio di Burç FM, Kanaltürk Radyo, Radyo Mehtap e Radyo Cihan, sono state tutte vendute al gruppo Turkuvaz Medya, gruppo leader nel settore delle telecomunicazioni turche e da sempre ritenuto molto legato ad Erdogan e all’AKP. Questo è quanto riportato dal sito di Cumhuriyet, uno dei pochi siti internet ancora in grado di informare liberamente nel Paese, che cita fonti del governo e delle reti private turche. Secondo il giornale online, sarebbero almeno ottantasei le stazioni radio e i canali televisivi vicini a Fetullah Gülen o sospettati di esserlo, che sono stati venduti al gruppo Turkuvaz Medya per eliminare il rischio di avere dei megafoni dell’opposizione. Tutti mezzi già ampiamente chiusi, boicottati o bloccati e che adesso sono andati direttamente ceduti a chi è vicino al potere di Erdogan.

FONTE E ARTICOLO COMPLETO:http://www.occhidellaguerra.it/continuano-le-grandi-purghe-erdogan/

Nessun commento

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
TUTTE LE NEWS DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE
Powered by Blogger.