Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta Zbigniew Brzezinski. Mostra tutti i post

SE N'E' ANDATO ZBIGNIEW BRZEZINSKI, FU CONSIGLIERE DI CARTER E GRANDE ESPERTO DI GEOPOLITICA E REALPOLITIK

Risultati immagini per BRZEZINSKI

Di Salvatore Santoru

Se n'è andato all'età di 89 anni Zbigniew Brzezinski, famoso diplomatico USA già consigliere del governo di Jimmy Carter.
Lo stratega statunitense di origine polacca era noto anche per essere un grande esperto della politica internazionale e delle questioni inerenti alla geopolitica e alla realpolitik mondiale.
Brzezinski era diventato uno dei più noti e influenti personaggi del mondo dell'establishment politico statunitense ed era noto anche per le sue acute e sempre interessanti analisi, ultimamente spesso anche critiche verso i fallimenti dell'establishment(ad esempio criticò la guerra in Iraq).
Brzezinski era noto anche per aver mediato i negoziati che portano agli accordi di Camp David.

PER APPROFONDIRE:

https://en.wikipedia.org/wiki/Zbigniew_Brzezinski

http://www.ilpost.it/2017/05/27/zbigniew-brzezinski-morto/

LA SIRIA COME PEDINA DELLA "GRANDE SCACCHIERA" INTERNAZIONALE CHE VEDE CONTRAPPOSTI GLI INTERESSI GEOPOLITICI DI USA E RUSSIA

Risultati immagini per SYRIA US RUSSIA

Di Salvatore Santoru

Da un punto di vista militare e geopolitico la Siria sta diventando sempre di più una zona di "conflitto indiretto" tra gli interessi degli Stati Uniti, e più in generale delle potenze della NATO, e quelli di Russia ed alleati.
Utilizzando il concetto della "Grande Scacchiera"(1) del noto politogo statunitense Zbigniew Brzezinski(2)si può ragionevolmente sostenere che il paese sia una sorta di "pedina"  di tale "grande scacchiera" geopolitica, che vede contrapposti da una parte gli interessi strategici e geopolitici degli USA e alleati(compresi alcuni paesi arabi del Golfo) e dall'altra il fronte rappresentato dalla Russia, dall'Iran e dal governo siriano di Bashar Al-Assad.
La recente accusa di "crimini di guerra"(3) che USA e Gran Bretagna hanno lanciato alla Russia durante una recente riunione del Consiglio di Sicurezza dell'ONU fa pensare che tali "conflitti latenti" stiano sempre di più emergendo e venendo gradualmente alla luce.

NOTE:

(1)https://en.wikipedia.org/wiki/The_Grand_Chessboard

(2)https://it.wikipedia.org/wiki/Zbigniew_Brzezinski

(3)http://it.blastingnews.com/cronaca/2016/09/siria-all-onu-gli-usa-e-la-gran-bretagna-accusano-la-russia-di-crimini-contro-l-umanita-001142469.html

IL RISVEGLIO POLITICO GLOBALE, LA "RIVOLUZIONE TECNETRONICA" E IL NUOVO ORDINE MONDIALE


Di Andrew Gavin Marshall *

 La nostra società di uomini esiste come sistema complesso di interazioni sociali. Per quanto potenti e dominanti siano state e siano le élite, dobbiamo capire che queste non sono onnipotenti, costoro sono uomini e imperfetti, come lo sono i loro metodi e le loro idee.
Ci sono altri fattori che influenzano la società degli uomini, e queste varie interazioni hanno creato e cambiato il mondo in quello che è, e determineranno dove il mondo deve andare. In effetti, nulla è preordinato, nulla è precisamente stabilito.
Certamente, i progetti sono predisposti dalle élite, che strutturano idee per rimodellare e controllare la società. Tuttavia, la società, - e nel mondo globalizzato, la “società globale” - reagisce ed interagisce con le forze e le idee delle élite.
Così come le persone possono reagire e fare esperienza delle ripercussioni prodotte dai cambiamenti nei processi élitari, allora anche le élite reagiscono e fanno esperienza delle ripercussioni dovute ai cambiamenti nei processi sociali.
Oggi, possiamo concettualizzare questa dicotomia – la realtà geopolitica del mondo – con “Il Risveglio Politico globale e il Nuovo Ordine mondiale:
Esiste uno sviluppo nuovo e mai visto in precedenza nella storia dell’uomo, che si sta producendo in tutto il mondo; è senza precedenti per portata e dimensioni, e quindi costituisce la più grande minaccia a tutte le strutture di potere globale: il “risveglio politico globale”.
Il termine è stato coniato da Zbigniew Brzezinski, e, come ha scritto Brzezinski, si riferisce alla questione:  
“Per la prima volta nella storia quasi tutta l’umanità è politicamente attivata, politicamente consapevole e politicamente interattiva. L’attivismo globale sta generando un incremento tumultuoso in relazione agli aspetti culturali e alle opportunità economiche, in un mondo segnato dalle memorie della dominazione colonialista ed imperialista.”
In buona sostanza, questo potente “risveglio politico globale” rappresenta la sfida più seria e più grave ai poteri organizzati della globalizzazione e al sistema politico economico globale: gli Stati-nazione, le corporation e le banche multinazionali, le banche centrali, le organizzazioni internazionali, gli eserciti, i servizi di spionaggio, le istituzioni accademiche e il sistema dei media. La Classe Capitalista Transnazionale (TCC), o “Superclasse”, così viene definita da David Rothkopf, è globalizzata come mai prima. Per la prima volta nella storia, si è venuta a formare una élite sicuramente globale e profondamente integrata.
Dal momento che le élite hanno globalizzato il loro potere, cercando di costruire un “Nuovo Ordine mondiale” per dominare il mondo e in definitiva un governo globale, hanno nel contempo globalizzato i popoli.
La “Rivoluzione Tecnologica” (o Rivoluzione “Tecnetronica”, così definita da Brzezinski nel 1970) implica due importanti sviluppi geopolitici.
Il primo si riferisce al fatto che, conseguentemente alle conquiste tecnologiche, i sistemi di comunicazione di massa sono in rapido sviluppo accelerato e quindi le persone nel mondo sono in grado di interagire istantaneamente fra di loro e di avere accesso alle informazioni provenienti da tutto il mondo. In ciò risiede il potenziale, e in definitiva la fonte centrale, di un massiccio risveglio politico globale.  
Nello stesso tempo, la Rivoluzione Tecnologica ha consentito alle élite di imporre alla società un nuovo indirizzo e un nuovo controllo, in modo mai prima immaginato, che in ultimo sta sfociando in una dittatura scientifica globale, come alcuni avevano messo in guardia già a partire dai primi decenni del ventesimo secolo.

* Estratto dell'articolo "The Global Political Awakening and the New World Order, The Technological Revolution and the Future of Freedom", http://www.globalresearch.ca/the-global-political-awakening-and-the-new-world-order/19873

Tradotto da Curzio Bettio per http://www.tlaxcala-int.org/



NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *