Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|
Visualizzazione post con etichetta Misteri Del Nazismo. Mostra tutti i post

LA GRANDE STORIA, l'interessante puntata del 13 luglio 2018 sui misteri del nazismo e del fascismo

Risultati immagini per grande storia mieli

Di Salvatore Santoru

Ieri 13 luglio 2018 è andata in onda una puntata molto bella e interessante del programma 'La Grande Storia'(Rai 3), condotto da Paolo Mieli.
La puntata, iniziata alle 21:15 e finita verso le 23:30, è stata incentrata sui misteri del Terzo Reich e del fascismo.

In essa si è parlato dell'interesse di alcuni teorici e gerarchi nazisti nei riguardi di certo occultismo, del simbolismo utilizzato dai nazisti(tra cui quello del Sole Nero usato dalle SS nel castello di Wewelsburg) così come degli 'squadroni della morte' noti come gli 'Einsatzgruppen'.



Inoltre, nella trasmissione si è parlato delle controverse relazioni tra massoneria e fascismo.
Su ciò, c'è da dire che nella trasmissione si è parlato molto della storia della massoneria italiana dal 1861 e dell'iniziale appoggio che una parte importante delle stesse logge massoniche diede a Mussolini.
Oltre a ciò, si è dettagliatamente parlato della politica anti-massonica durante il Ventennio fascista e della sempre forte avversione di Mussolini verso la 'libera muratoria'.

-------------------PS: la puntata intera si può vedere qua,
 https://www.raiplay.it/video/2018/07/La-grande-storia---Regimi-e-segreti-502a57d0-b287-4ed1-9626-331c23dc1f74.html .

PER CHI VOLESSE APPROFONDIRE SUL TEMA, CONSIGLIO DI DARE UNO SGUARDO A QUEST'ARTICOLO: 'Le Origini Occulte dell'ideologia nazionalsocialista', https://www.informazioneconsapevole.com/2015/08/le-origini-occulte-dellideologia.html..

E QUESTI DUE BLOG:
https://misteridelnazismoblog.wordpress.com/

https://misteridelfascismo.wordpress.com/

SHAKIRA, POLEMICA PER IL GADGET DEL SOLE NERO(SIMBOLO USATO DALLE SS) PER L'ELDORADO TOUR: è stato subito rimosso


Risultati immagini per black sun

Di Salvatore Santoru

Recentemente sta facendo discutere un episodio che riguarda il merchandising della notissima cantante colombiana Shakira
Più specificatamente, come riporta il sito web dell'emittente televisiva tedesca Deutsche Welle(1) e reso noto dal magazine Bento(2), tra i gadget in vendita a margine dei concerti della cantante colombiana c'era (è stato subito rimosso) il simbolo del Sole Nero, in tedesco 'Schwarze Sonne'(3)

Risultati immagini per black sun

Più precisamente, il gadget riguarda una collana d'oro con tale simbolo e la scritta 'Shakira El Dorado World Tour', dal nome del sesto tour mondiale dell'artista(4).
Com'è ben risaputo, il 'Sole Nero' è un simbolo spirituale ed esoterico(secondo alcune teorie anche molto antico) che è stato utilizzato dalle SS ed è molto comune presso alcuni gruppi di matrice neonazista e sopratutto nei circoli che si richiamano al nazismo occulto(5). 

                      PER APPROFONDIRE SU TALE SIMBOLO CONSIGLIO IL SEGUENTE                                                 VIDEO: https://www.youtube.com/watch?v=VEQPljIz9Us .

NOTE:

(1) https://www.dw.com/en/shakira-selling-nazi-like-trinket-for-el-dorado-tour/a-44301030 

(2) http://www.bento.de/musik/shakira-verkauft-zur-el-dorado-tour-nazi-symbol-schwarze-sonne-im-fanshop-2522325/

(3) https://www.informazioneconsapevole.com/2015/03/eclissi-dai-druidi-alle-ss-tutti-i.html 

(4) https://it.wikipedia.org/wiki/El_Dorado_World_Tour

(5) https://www.informazioneconsapevole.com/2017/08/il-mistero-del-sole-nero-e-di.html

NEL LIBRO “I MOSTRI DI HITLER. LA STORIA SOPRANNATURALE DEL TERZO REICH” RIVELATI I LEGAMI TRA OCCULTO E SVASTICA - C’ERA DI TUTTO: RABDOMANTI, ASTROLOGI, MEDIUM: LA MARINA TEDESCA UTILIZZAVA PERSINO LA TECNICA DEL PENDOLINO PER LOCALIZZARE LA POSIZIONE DEI CONVOGLI ALLEATI..



Di Luca Gallesi

È ancora talmente incomprensibile l' enorme successo di un caporale boemo diventato dal nulla il Führer indiscusso del popolo tedesco, che, soprattutto a livello di cultura popolare, l'intervento di forze soprannaturali sembra essere l' unica spiegazione possibile. Quello del «nazi-occultismo» è, infatti, un tema molto apprezzato dalla cultura pop, come dimostrano gli innumerevoli fumetti, produzioni televisive, film e videogiochi dove i malvagi seguaci di Hitler provano a conquistare il mondo, resuscitando il Reich immortale grazie a scellerati patti infernali o ad antichi sortilegi.




Ad esempio, nei fumetti, e nel film del 2011 Captain America. Il primo Vendicatore, il celebre eroe Marvel combatte contro la Hydra, una società segreta legata al regime hitleriano, e al filone del «nazismo esoterico» si richiamano anche videogiochi molto popolari come Wolfenstein, per non parlare, poi, del cinema, dove esiste un vero e proprio filone di pellicole in cui il Terzo Reich attinge alle forze demoniache, come nei Predatori dell' Arca Perduta o addirittura risorge grazie a zombie-SS, come accade nell' esilarante horror-comedy Dead Snow.

L' attrazione per tali argomenti ha, però, anche dei fondamenti storici precisi e innegabili, come dimostra uno studio scientifico dedicato all' argomento appena pubblicato da Mondadori: I mostri di Hitler. La storia soprannaturale del Terzo Reich, di Erich Kurlander (pagg. 612, euro 30, traduzione di Chiara Rizzo e Roberto Serrai).
HITLERHITLER

L' autore, professore di storia alla Stetson University, ha già dedicato due libri alla storia della Germania tra le due guerre, è relativamente giovane (1973), e riesce quindi più facilmente a non cadere negli stereotipi e nei luoghi comuni frequenti quando si tratta di temi delicati.

Consapevole di muoversi su un terreno sdrucciolevole, dove è facile prendere lucciole per lanterne (magiche) o confondere realtà e propaganda, Kurlander sviluppa le sue tesi motivandole e fornendo al lettore appassionato di storia validi motivi e nuove informazioni sulla Germania hitleriana, il cui apparato di potere era disposto ad utilizzare qualsiasi strumento e a sfruttare ogni scuola di pensiero, pur di ampliare e consolidare il proprio consenso, argomento finora trascurato dalla ricchissima bibliografia sull' occultismo nazionalsocialista, esaurientemente analizzata e criticata da Kurlander.
ascesa di hitler fra il 1920 e il 1936ASCESA DI HITLER FRA IL 1920 E IL 1936

Dopo l'exploit per lo più divulgativo degli anni Sessanta e Settanta, inaugurato dal celebre Il mattino dei maghi di L. Pauwels e J. Bergier, che definirono il Terzo Reich come: «Renè Guenon più le Panzer Divisionen», seguì, tra gli anni Novanta e il primo decennio del nuovo secolo un'ondata di saggistica che inseriva l'esoterismo nazionalsocialista nel revival occultistico fiorito a cavallo tra Otto e Novecento.

DAILY MIRROR - HITLER AL POTEREDAILY MIRROR - HITLER AL POTERE
Fu quindi il momento di studi, soprattutto angloamericani, che minimizzavano l'influsso della tradizione ermetica sul regime hitleriano, mentre da noi, invece, lo studioso di scienze politiche Giorgio Galli apriva un filone di studi storici dedicati alla profonda influenza che la cultura esoterica ebbe tanto nella formazione culturale del Führer quanto nella gran parte dell' élite che prese il potere in Germania nel 1933, tesi ripresa e sviluppata ne I mostri di Hitler, con una peculiarità evidente sin dal sottotitolo, ovvero l'attenzione al soprannaturale invece che all' occulto o alla magia.

Nella dimensione «occulta», infatti, non possono rientrare molti argomenti analizzati nel saggio, come le cosiddette «scienze di confine» come la radiestesia, l'antroposofia, l'agricoltura biodinamica, l'ariosofia e la teoria del ghiaccio cosmico, molto apprezzati dal regime, che finanziò la ricerca di tecnologie miracolose e lo studio del folclore, e organizzò missioni esplorative in tutto il mondo.

ADOLF HITLERADOLF HITLER
Curiosissimo, ad esempio, il capitolo dedicato agli esperimenti di radiestesia del Pendulum-Institut della Marina militare tedesca, il cui obiettivo era «individuare la posizione dei convogli nemici in mare attraverso pendoli e altri dispositivi soprannaturali», affinché gli U-Boot potessero silurarli. L'Istituto impiegò un vasto gruppo di studiosi dell'occulto che usavano tecniche diverse, con i rabdomanti che venivano costretti per tutto il giorno a stare sulle carte nautiche con le braccia stese e il pendolino in mano.

HITLERHITLER
Altrettanto singolare è la ricostruzione dell'«Operazione Marte», ovvero il lavoro di intelligence che, nell' estate 1943, permise ai tedeschi di localizzare la prigione di Mussolini a Campo Imperatore, dove fu liberato dalla spettacolare missione di Otto Skorzeny.

hitlerHITLER
Ebbene, verso la fine di luglio circa quaranta astrologhi e occultisti, alcuni tratti addirittura dai campi di concentramento, vennero ospitati, per trovare il Duce, a Wannsee, nel quartiere generale della polizia criminale, dove, alla fine, sembra che riuscirono a localizzare un punto sui monti dell'Abruzzo.

Le conclusioni di Kurlander offrono, quindi, un apprezzabile contributo alla riflessione sul ruolo dell' immaginario collettivo, ovvero di una realtà importante che, però, né le statistiche sociali né le previsioni economiche prendono in seria considerazione.
stadio olimpico 1936STADIO OLIMPICO 1936

«Non tutti i tedeschi che condividevano elementi dell' immaginario soprannaturale proposto dal Partito nazionalsocialista erano imperialisti o razzisti, ma questo è esattamente il motivo per cui lo sfruttamento nazionalsocialista dell' immaginario soprannaturale fu tanto efficace nell' attrarre e conservare il sostegno di una parte così ampia e trasversale della popolazione tedesca».

HITLERHITLER
E, vinta la Germania, come ammoniva Jung, altre nazioni sarebbero diventate vittime della possessione se «avessero dimenticato il pericolo di cadere anch' esse, altrettanto improvvisamente, prede delle potenze demoniache. Ogni uomo che smarrisce la sua ombra, ogni nazione che si sente moralmente superiore, è la loro preda, e questa tendenza generale a lasciarsi suggestionare svolge un ruolo enorme nell' America di oggi». Parole scritte più di settant' anni fa, che oggi risuonano sinistramente attuali.

IL SAGGIO DEFINITIVO SULL’OCCULTISMO NAZISTA

Risultati immagini per mostri hitler kurlander
Di Alessandro Girola
L’attrazione del nazismo per le scienze occulte ha richiamato da sempre l’interesse degli storici e degli studiosi del Terzo Reich, i quali hanno scorto nell’«immaginario soprannaturale» una delle chiavi per spiegare l’ascesa, la popolarità e la peculiarità del regime hitleriano. Ma perché proprio in Germania, e non negli altri paesi europei, il pensiero soprannaturale trovò un’adeguata espressione politica e ideologica? Perché l’esoterismo, il paganesimo, l’astrologia, il paranormale o le teorie pseudoscientifiche come la «teoria del ghiaccio cosmico» ebbero così grande successo presso il popolo tedesco? Per quale motivo nemmeno i vertici del partito – da Himmler a Goebbels allo stesso Hitler – ne rimasero immuni, ma anzi operarono al fine di ridefinire e riorganizzare la scienza e la religione tedesche?
Per Eric Kurlander la risposta a queste domande va trovata nella volontà della leadership nazista di conquistare il consenso popolare non solo attraverso la propaganda, il controllo dei media, la creazione di miti e leggende di una supposta tradizione nordica a sostegno di una nuova comunità su base etnica o razziale, ma anche mediante la manipolazione delle coscienze. E questo allo scopo di attuare i due capisaldi dell’ideologia nazista: la conquista dello «spazio vitale» e la distruzione del giudeobolscevismo, in altre parole la guerra all’Est e lo sterminio degli ebrei d’Europa. Ecco allora un Terzo Reich popolato di veggenti, maghi, sensitivi e rabdomanti, spesso in lotta fra loro per accattivarsi le simpatie del potere; di ciarlatani che setacciano il paese alla ricerca delle prove dell’esistenza di un’ancestrale patria tedesca; di pseudoscienziati impegnati a diffondere dottrine prive di ogni fondamento scientifico, a mettere a punto le armi miracolose che avrebbero assicurato la vittoria finale o a condurre orribili esperimenti sulle «cavie umane» prigioniere nei campi di sterminio. Un mondo soprannaturale fatto di magie, folclore, rune, lupi mannari, streghe e vampiri. Un mondo di demoni, che, come scrisse Carl Gustav Jung, seppero suggestionare e portare alla catastrofe un popolo smarrito.
Frutto di lunghi anni di ricerche condotte su un’impressionante mole di documenti rinvenuti negli archivi tedeschi, I mostri di Hitler affronta un argomento cruciale per la comprensione del Terzo Reich scavando nel cuore più oscuro della Germania nazista.
I Mostri di Hitler è uno dei pochissimi volumi che mi ha fatto fare uno strappo alla regola di non pagare un ebook più di 9,99 euro. Infatti la versione digitale italiana costa 12,99 euro (quella cartacea 25,50). Parliamo però di un volume di ben 600 pagine – vi assicuro che il libro “fisico” è un bestione di notevoli dimensioni.
Ma, soprattutto, il saggio di Eric Kurlander è la bibbia definitiva sul nazismo occulto/mistico/esoterico.
Il libro si apre con una citazione del film di Capitan America – Il Primo Vendicatore, spiegando poi che esso rappresenta in un certo senso la summa dei luoghi comuni sulla “tecnomagia” nazista: straordinarie e folli invenzioni, armi futuristiche, superuomini senza pietà, negromanzia, alleanze con poteri invisibili sconosciuti etc etc.
Ma il misticismo nazista fu un fenomeno molto più complesso, radicato e inquietante di quello citato nei pur ottimi film e romanzi pulp.
Kurlander esplora le mille sfaccettature di questo fenomeno ed esamina anche il modo in cui talune credenze soprannaturali e/o folcloristiche vennero strumentalizzate anche a fini propagandistici – vedi le figure dei licantropi (viste positivamente dai nazisti) e quelle dei vampiri (a cui vennero invece accostati i “partigiani subumani” slavi dei territori occupati).
Di argomenti ce ne sono in abbondanza.
Al posto di perdermi in inutili chiacchiere vi mostro l’indice del libro, così potrete giudicare da soli se vi interessa acquistarlo, o se la forma formazione da “storici del nazismo” è già completa.

Il mistero del 'treno speciale' di Hitler: che fine ha fatto?

il treno di Hitler

Di Gianni Rizzo

Alla fine degli anni Trenta del secolo scorso, Adolf Hitler ordinò la costruzione di una vera fortezza su rotaie: il “Fuhrersonderzug”, un treno speciale il cui nome in codice era “Erika” (ma alcune fonti riferiscono “Amerika”), in grado di proteggerlo durante i suoi spostamenti e che facesse da bunker sicuro quando Hitler si avvicinava al fronte per incontrare i propri generali e dirigere le operazioni dell’armata tedesca.


IL TRENO SPACIALE DI HITLER

Il Fuhrersonderzug venne utilizzato come quartier generale mobile di Hitler e del suo seguito dall’agosto 1939 fino all’invasione della Grecia nel maggio 1941 da parte delle forze tedesche e italiane per essere poi utilizzato per gli spostamenti tra Berlino e i vari quartier generali a Berchtesgaden, Monaco, Bad Munstereifel, Berghof, la Tana del Lupo (“Wolfsschanze”) presso Ketryn, in Polonia, e altri ancora.
Il treno di Hitler

COME ERA FATTO E CHE FINE FECE IL TRENO DI HITLER?

Il mistero circonda ancora a quasi 80 anni l’esatta composizione del treno di Hitler e la sua fine. Alcuni dettagli vennero tuttavia rivelati da documenti di viaggio compilati in occasione del viaggio dalla stazione di Anhalter Bahnhof (l’ex stazione centrale di Berlino) alla Tana del Lupo, il 24 giugno 1941. Di quel convoglio sappiamo che era composto da 17 elementi.

COSA SAPPIAMO DEL FUHRERSONDERZUG

Aprivano il convoglio due locomotive classe BR53, vi erano poi il vagone personale del Fuhrer (numero di matricola 10206), il vagone delle sue guardie del corpo, le Reichssicherheitsdienst (un corpo speciale delle SS), un vagone comando con sala conferenza e centro di comunicazioni, due vagoni ristorante, un vagone col bagno, due vagoni per gli ospiti, due vagoni con pezzi contraerei, due vagoni bagagli, due vagoni letto per il personale e un vagone per ricevere e inviare comunicati stampa.
Il treno di Hitler bis

LA WERMACHT DISTRUSSE IL VAGONE DI HITLER

Mentre vi sono prove che la Wermarcht distrusse il vagone 10206 nel 1945, nessuna prova certa si ha del destino degli altri vagoni, che secondo alcuni potrebbero essere stati usati fino alla fine degli anni sessanta una volta riadattati al comune utilizzo commerciale. Ma non esiste nessuna certezza sull’effettiva fine di vagoni e delle locomotive che composero il treno speciale di Hitler, che dunque resta avvolta nel mistero.
TITOLO ARTICOLO ORIGINALE: 'Il treno di Hitler che fine ha fatto?'

Magia, esoterismo e potere: la storia segreta

Risultati immagini per new world order
Di Giorgio Cattaneo
Il mago in politica? Conta, sì. Ma non ha l’ultima parola. Certo, esiste: anche se i giornali non ne parlano mai. E spesso, proprio con il mondo esoterico sono in contatto i servizi segreti. Lo rivela il professor Giorgio Galli, autorevole politologo, per lunghi anni docente all’università di Milano. Un monumento della cultura italiana contemporanea. Classe 1928, ha all’attivo quasi cento titoli: dal volume d’esordio sulla storia del Pci, risalente al ‘53, fino all’ultimo lavoro, “Il golpe invisibile” (Kaos, 2015), che spiega “come la borghesia finanziario-speculativa e i ceti burocratico-parassitari hanno saccheggiato l’Italia repubblicana fino a vanificare lo Stato di diritto”. 
Intervistato da Fabio Frabetti e Paolo Franceschetti a “Border Nights” sul ruolo dell’occultismo nella politica, il professore chiarisce: la deriva “magica” dell’esoterismo ha certamente condizionato importanti leader del passato, Hitler in primis.

| (LINK DEL VIDEO DELL'INTERVISTA A GIORGIO GALLI SU BORDER NIGHTS,

Ma poi il fenomeno si è attenuato. Perché parlarne, allora? Perché non ne parla mai nessuno, a livello di ufficialità, se non per liquidare l’argomento in modo sprezzante, come se il fenomeno non esistesse. Altrettanto sbagliato, secondo Galli, l’atteggiamento iper-complottista di chi considera onnipotenti le società iniziatiche, massoneria compresa: hanno il loro peso, senz’altro, ma non possono decidere tutto.

Hitler e il Nazismo Magico
Le componenti esoteriche del Reich millenario
€ 25
La missione dello studioso: svelare retroscena occulti e, al tempo stesso, demifisticare – con l’occhio razionale dello storico – le tante mitologie connesse al presunto potere di grandi “maghi”, al fianco dei potenti della Terra. Nel mirino innanzitutto il leader del nazismo.

| (LINK- Video "Le Radici Occulte del Nazismo", estratto del documentario di Marco Dolcetta "Il Nazismo Esoterico", https://www.youtube.com/watch?v=c7c7Qs80KM4) |

 Un fenomeno al quale – tra Himmler e la società Thule – il professor Galli ha dedicato ben tre saggi. Il primo, “Hitler e il nazismo magico” (Rizzoli) risale al 2005. A seguire, “La svastica e le streghe”, una “intervista sul Terzo Reich, la magia e le culture rimosse dell’Occidente”, pubblicata da Hobby & Work nel 2009, quattro anni prima di “Hitler e la cultura occulta”, libro uscito nel 2013, pubblicato ancora da Bur-Rizzoli.



Impossibile non notare il potere ipnotico che la retorica del dittatore esercitava su masse immense, durante le celebri adunate oceaniche del nazismo. Disponeva di tecniche occultistiche? «Intanto era nato a Braunau sull’Inn, paese che ha dato i natali a un numero di medium superiore alla norma: c’è chi ritiene che, in determinate zone della Terra, vi siano cariche magnetiche che conferiscano doti particolari, come quelle che caratterizzano i medium e i veggenti». Inoltre, aggiunge Galli, è noto che Hitler prese lezioni da Erik Jan Hanussen, famoso ipnotista austriaco che, «nei teatri, ipnotizzava gli spettatori, facendo creder loro che fossero reali fenomeni che erano solo immaginari».

Risultati immagini per Erik Jan Hanussen hitler
Lo stesso Hanussen, mago e illusionista, fu poi ucciso dai nazisti il 30 giugno del 1934 nella strage passata alla storia come la “notte dei lunghi coltelli”. Una buona occasione «per far sparire le tracce della formazione ipnotistica che Hitler aveva ricevuto». Ma una cosa è ammettere che Hitler credesse nell’occulto e si avvalesse di maghi come Hanussen, un’altra è pensare che il nazismo sia “esploso” in virtù della magia: «Mai, il nazismo, si sarebbe potuto affermare senza la sconfitta della Germania nel primo conflitto mondiale, senza la crisi del dopoguerra e senza la grande crisi del ‘29, tutti fenomeni che hanno determinato il destino del paese sino all’avvento del Terzo Reich».

L'ascesa di Adolf Hitler
Come nasque e si affermò il nazismo in Germania nel primo trentennio del Novecento
€ 5

Quindi attenzione: «Io non sostengo che l’esoterismo sia la chiave interpretativa della storia», precisa Galli. «Dico che ne è una delle componenti (e non delle più importanti), che però è stata completamente trascurata». E’ chiaro che a partorire il nazismo è stata la crisi politica, sociale ed economica patita dalla Germania a partire dal 1914. «Le cause che gli storici hanno studiato permettono di capire la vicenda tedesca anche senza bisogno di studiare l’esoterismo. Però, appunto, c’è anche l’esoterismo: e ha avuto un ruolo importante nella formazione culturale di una parte dell’élite nazionalsocialista».

La storia politica ed economica spiega tante cose, ribadisce Galli, ma «talvolta, in determinate circostanze, non spiega tutto». Secondo il gollista Maurice Schumanngruppi esoterici presenti anche in Vaticano hanno influenzato la nascita della stessa Unione Europea: «E’ una componente sin qui trascurata, meno importante di altre, ma che va tenuta presente». Giorgio Galli ha scritto anche un’introduzione al recente saggio “Mussolini e gli Illuminati”, nel quale Enrico Montermini mette in luce il rapporto (rimasto in ombra) tra il fascismo e l’esoterismo, dal ruolo di Giuseppe Cambareri – il mago di tanti ufficiali dell’esercito mussoliniano – all’intervento della massoneria anglosassone agli esordi delle camicie nere, fino al drammatico epilogo di piazzale Loreto, «macabro sacrificio rituale per celebrare simbolicamente la caduta dell’ultimo Cesare». Magia e dittature, ma non solo: «Lo stesso Churchill, che era massone – racconta Galli – si consultò moltissimo con l’ambiente esoterico, prima di decidere l’atteggiamento da assumere con Hitler». Furono alcuni esoteristi a confermargli che occorreva opporsi strenuamente al Terzo Reich: impossibile conviverci, perché avrebbe trasformato l’Europa nel peggiore degli incubi.

Mussolini e gli Illuminati
Da piazza San Sepolcro al rito sacrificale di Piazzale Loreto
Voto medio su 3 recensioni: Da non perdere
€ 16
Esoterismo? «E’ una cultura che ha solide radici nella storia dell’Occidente», spiega Giorgio Galli al pubblico di “Border Nights”. «Bisogna risalire agli astrologi caldei, ai profeti ebraici, fino a personaggi molto recenti come René Guénon e Julius Evola». Si intitola “Occidente misterioso” un saggio del 1987, edito da Rizzoli, in cui Galli indaga tra “baccanti, gnostici, streghe”, ovvero “i vinti della storia e la loro eredità”. «E’ una corrente di pensiero che ha solide radici e si ripresenta anche in periodi di grande avanzamento scientifico». Per dire: erano esoteristi Cartesio e Newton. «Si tratta di una cultura che ha profonde radici nello sforzo umano verso la conoscenza: radici così solide che, dal ‘500 in poi, ha potuto resistere al grande avvento della rivoluzione scientifica». Quella dell’esoterismo «è un tipo di conoscenza che prevede approcci diversi da quelli scientifico-razionali». Metodo analogico, pensiero simbolico. Com’è che i politici entrano in contatto col mondo esoterico? «Esistono gruppi e associazioni che mantengono viva questa tendenza». Secondo la cultura esoterica, aggiunge il professore, «sulla Terra sono esistite civiltà molto remote, in genere scomparse per catastrofi naturali: l’esempio più noto sono i riferimenti che Platone fa ad Atlantide».

Giorgio Galli segnala un libro come “L’altra Europa”, nel quale l’autore – Paolo Rumor (figlio di Giacomo e cugino di Mariano, pluri-minustro Dc) – documenta «la convinzione che siano esistite civiltà terrestri delle quali sono rimaste tracce, e in cui affonderebbe le sue radici la politica che poi ha portato all’Unione Europea». Intorno all’anno Mille, dice Galli, in alcuni ambienti «era maturata quella convinzione», riguardo all’ancestrale discendenza da civiltà estinte. E quindi «ci sarebbe un rapporto tra antichi assetti sociali e il progetto dell’Ue, che in realtà è nato molto prima di quanto si ritenga». Se qualcuno ha in mente solo Jean Monnet, la Cee e l’Unione Europea si sbaglia: «Documenti di Mariano Rumor – afferma il professore – dimostrano che questo progetto sarebbe maturato molto più in là nel tempo, in ambienti legati alla cultura esoterica e alla convinzione dell’esistenza di antiche civiltà scomparse, che avrebbero lasciato tracce nella nostra cultura». Sicché, periodicamente, «emergono piccoli cenacoli, che credono di essere gli eredi di un antico sapere». Gli approcci sono diversi, aggiunge Galli: «Alcune società esoteriche sono orientate verso la conoscenza: per loro, l’esoterismo è uno strumento del sapere. In altri gruppi, invece, si ritiene che possa anche essere uno strumento per il potere».

Non ha molti segreti, per Giorgio Galli, la contaminazione esoterica della politica: ne parlava già nel 1995 in “Cromwell e Afrodite” (Kaos), o in libri come “La politica e i maghi, da Richelieu a Clinton”, pubblicato da Rizzoli nello stesso anno. Galli ha firmato studi sulla massoneria, su Fatima, sulla new age, sulle Torri Gemelle. Titoli accattivanti: “La venerabile trama”, del 2007 (Lindau), racconta “la vera storia di Licio Gelli e della P2”. In “Stelle rosse” (Alacran, 2007), mette a nudo “astrologia neo-illuminista a uso della sinistra”. Titoli espliciti: “Politica ed esoterismo alle soglie del 2000”, scritto con Rudy Stauder e pubblicato da Rizzoli nel 1992, e “Esoterismo e politica” (Rubbettino, 2010). E’ del 2004 il saggio “La magia e il potere”, ovvero “l’esoterismo nella politica occidentale”, edito da Lindau. Ma cos’è la magia? Solo superstizione?  «E’ un approccio culturale che si è manifestato in una fase della storia umana», spiega il professore a “Border Nights”, rispondendo alle domande di “Maestro di Dietrologia”. «Non credo che esista una magia con un reale potere», aggiunge. «Credo però che sia una convinzione diffusa». L’esoterismo, dice, è anche questo: «La convinzione che, facendo determinate operazioni, o con certe liturgie, si possano ottenere determinati risultati. La cultura esoterica è legata a questa convinzione, che però non è la mia».

I maghi, aggiunge Giorgio Galli, sono i rappresentanti di questo tipo di cultura: talvolta entrano in contatto col potere e talvolta no. «La rivoluzione scientifica ha reso meno sistematici quei rapporti: quelli che vengono chiamati Magi, astrologi e veggenti facevano parte normalmente del personale vicino al potere – a Roma e in Grecia, poi nelle corti medievali. Fino al ‘500-600 questi rapporti erano organici e continui, in seguito sono diventati più rari o soltanto occasionali». E i famosi maghi consultati da capi di Stato? «In alcuni casi – risponde Galli – ci sono società segrete che trasmettono questo tipo di cultura. Alcune – tedesche, francesi, inglesi – sono elencate in “Hitler e il nazismo magico”. Probabilmente ne esistono ancora, anche se adesso la loro influenza mi pare molto minore di quanto non fosse all’inizio del secolo scorso». Magia e potere, ma soprattutto divinazione: stelle, oroscopi, tarocchi. «Quello che so – aggiunge Galli – è che molti politici, anche di rilievo, consultano abitualmente astrologi e cartomanti: sono un aspetto popolare e diffuso di culture che hanno origini esoteriche, ma è anche un campo che si presta moltissimo alle truffe e alle manipolazioni».
Da Roma, ha contattato il professore un gruppo di tradizione esoterica che si definisce “Evoliani a 5 Stelle”, dal nome di Evola. «Sono degli esoteristi di cultura evoliana, che si esprimono positivamente attorno al Movimento 5 Stelle», precisa Galli. Non che l’esoterismo sia del tutto estraneo, ad alcuni aspetti del mondo grillino: «Lo stesso cortometraggio di Gianroberto Casaleggio, “Gaia”, esprime una cultura che qualche rapporto con quella esoterica potrebbe averlo: è collegata con la cultura delle grandi catastrofi, che poi alla fine danno un risultato positivo». Ma quello dei 5 Stelle è un populismo destinato a trasformarsi nella vera avanguardia tecnocratica del neoliberismo globalista? Giorgio Galli lo esclude in modo categorico. «I 5 Stelle secondo me sono ancora in una fase magmatica, in cui convivono componenti dell’anticapitalismo di sinistra e componenti dell’anticapitalismo di destra. Penso che siano in una fase di trasformazione – conclude il politologo – ma non credo affatto che possano diventare i nuovi strumenti del grande capitale: rimarranno sempre un movimento indirizzato a cambiamenti che, nella loro cultura, ritengono positivi. Che poi riescano nel loro intento è un altro problema, ma non credo che si mettano al servizio del potere capitalistico».

Fonte: http://www.libreidee.org/2018/04/giorgio-galli-magia-esoterismo-e-potere-la-storia-segreta/

IL MISTERO DEL SOLE NERO E DI WEWELSBURG: VIDEO


Di Salvatore Santoru

Il mistero di Wewelsburg e il simbolismo del Sole Nero sono due degli elementi più interessanti riguardanti la tematica dei segreti delle SS e più in generale del nazismo occulto.

Immagine correlata

In questo video,che ho creato e pubblicato sul canale Youtube di Informazione Consapevole,si parla di questi due aspetti in maniera sintetica e introduttiva.

PER APPROFONDIRE SUL TEMA:


LIBRO: L'ORDINE NERO DELLE SS-IL NUOVO ORDINE GERMANICO PROGETTATO DALLE ELITE DEL TERZO REICH



Di Salvatore Santoru

E' disponibile su Amazon un nuovo ebook che ho recentemente scritto e pubblicato(1).
L'ebook è incentrato sulla tematica del nazismo occulto e si intitola L'Ordine Nero Delle SS: Il Nuovo Ordine Germanico progettato dalle élite del III Reich.



Esso costituisce "una breve introduzione" sugli aspetti occulti e misteriosi che interessarono la storia delle SS e accenna alla storia della fortezza di Wewelsburg e all'utilizzo del simbolo del Sole Nero, lo SchwarzeSonne.

NOTA

(1) https://www.amazon.it/LOrdine-Nero-Delle-Germanico-progettato-ebook/dp/B074T43MFD/

ARTICOLO PUBBLICATO ANCHE SU https://misteridelnazismoblog.wordpress.com/2017/08/15/lordine-nero-delle-ss-il-nuovo-ordine-germanico-progettato-dalle-elite-del-terzo-reich-libro/

Le cause della Seconda Guerra Mondiale viste da un punto di vista diverso: VIDEO


Di Salvatore Santoru

Generalmente le cause dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale sono attribuite alla politica espansionista del Terzo Reich e alla sottovalutazione della minaccia nazista da parte delle potenze alleate.

Anche se questa versione storica è indubbiamente vera, non spiega i molteplici fattori che portarono al conflitto, dagli interessi geopolitici ed economici passando alle mire espansionistiche di tutte(o quasi) le potenze coinvolte.

Difatti, non a torto si potrebbe sostenere che tra le cause della seconda guerra mondiale sono da annoverarsi i conflitti latenti tra gli interessi imperialistici della Germania, quelli dell'URSS così come della Gran Bretagna e della Francia e così via.

Emblematica in tal senso è la questione dell'invasione della Polonia del 1939, a cui seguì la dichiarazione di guerra alla Germania da parte di Gran Bretagna e Francia, dichiarazione che sancì l'inizio del conflitto vero e proprio.

Nel video riportato qua sopra, si offre un'altra versione dei fatti che portarono all'invasione della Polonia, una diversa e interessante interpretazione dei fatti che, è bene ricordare, non è da non prendere come "oro colato" in quanto troppo parziale e riduttiva, ma semplicemente come una delle tante versioni storiche alternative sul tema, eventualmente da inglobare con quelle ufficiali per avere una visione più ampia degli eventi.

Nel video si parla delle discriminazioni e a volte violenze che la minoranza tedesca doveva subire in Polonia, fatti che furono strumentalizzati dal regime nazista che difatti giustificò il proprio intervento come "umanitario".

Data una certa parzialità presente nel video, c'è da dire che non bisogna dimenticare anche il fatto che la Polonia in seguito allo scoppio della II guerra mondiale venne oppressa dal regime nazista e dopo il conflitto da quello sovietico, e ovviamente non bisogna dimenticare i crimini commessi dai nazisti, così come anche quelli delle altre parti coinvolte in quello che è stato il più tragico conflitto del Novecento.

"Misteri del Nazismo", un nuovo blog per indagare i segreti del III Reich



Di Salvatore Santoru 


La storia del nazismo è una delle tematiche maggiormente conosciute nell’ambito della cultura di massa e/o popolare, ed esso è rimasto nella storia a causa delle immani tragedie che sotto tale regime si sono verificate.
Le atrocità commesse dal regime e le strategie di consenso utilizzate sotto il Terzo Reich sono note più o meno a tutti, mentre relativamente ancora troppo poco conosciuto è il tema delle origini culturali,sociali e occulte dell’ideologia e del regime nazionalsocialista.
 Nell'appena nato blog "Misteri Del  Nazismo"(https://misteridelnazismoblog.wordpress.com/) vengono affrontate proprio le origini occulte e misteriose del nazismo e dell'ideologia nazionalsocialista, con la ripresa di diversi articoli dal web così come da questo blog, ed eventualmente anche la pubblicazione di nuovi articoli sull'argomento.