Breaking News

6/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta Quota 100. Mostra tutti i post

Quota 100 da febbraio, cioè pensione a 62 anni da aprile



BLITZ QUOTIDIANO

Da aprile prossimo, il lavoratore che riuscirà a sommare quota 100 tra età anagrafica ed età contributiva potrà accedere alla pensione. Potrà cioè andare in pensione anche a 62 anni, cinque anni prima degli attuali requisiti: 62 anni è infatti la soglia anagrafica minima, da far coincidere quindi con 38 anni di contributi. Il meccanismo dovrebbe partire a febbraio per consentire il pagamento degli assegni ad aprile. E’ quanto stabilito dall’accordo sul testo della legge di bilancio che il Governo presenterà al Parlamento.

Modifiche quindi sono ancora possibili: intanto però la quota 100 licenziata non comporterà limitazioni di sorta né penalizzazioni (quelle previste per l’anticipo accordato a particolari categorie).  Al crescere dell’età il requisito contributivo dovrebbe rimanere bloccato a 38, così da avere quota 101 fino a 104. Non c’è nell’accordo quello che Salvini chiama l’obiettivo finale, “azzerare tout court la legge Fornero: la soglia di questo primo anno è lo schema 62 e 38 con l’obiettivo di arrivare a quota 41 pura”, cioè 41 anni di contribuzione sufficienti ad andare in pensione a prescindere dall’età anagrafica.

Altri dubbi riguardano “opzione donna”. Il viceministro Di Maio ha assicurato che sarà rinnovata, ma non è chiaro a quali condizioni: 58 anni con 35 di versamenti sono i requisiti attuali, le penalizzazioni verranno mantenute o abolite? Altra questione da dirimere è l’indicizzazione degli assegni pensionistici al costo della vita: dal primo gennaio le pensioni saranno rivalutate all’inflazione? E se sì, in che modo, a scaglioni, rivalutazione piena fino a 1500 euro lordi e da quella soglia a scendere fino ad annullarsi per gli assegni più alti?  

Quota 100, Tito Boeri contro: 'Fa salire il debito'

Di Salvatore Santoru
 Il presidente dell'Inps Tito Boeri ha recentemente criticato la Quota 100. Più specificatamente, riporta IL Giornale(1), l'economista ha sostenuto che essa potrebbe recare dei problemi sulla sulla tenuta del sistema previdenziale. 
Più specificatamente, secondo Boeri l'introduzione della stessa quota 100 porterebbe ad un «incremento del debito pensionistico destinato a gravare sulle generazioni future nell'ordine di 100 miliardi».
NOTA:

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *