Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

'MANIFESTO ANTI-SALVINI' DI ROLLING STONE ITALIA, NUOVE SMENTITE: Gipi, Zerocalcare, Petrini, Lipperini, Mannoia e altri affermano di non avervi mai aderito

Share it:
Risultati immagini per manifesto rolling stone

Di Salvatore Santoru

A quanto pare sarebbero in pochi(o forse nessuno) coloro che avrebbero 'aderito' al 'manifesto anti-Salvini' lanciato da Rolling Stone Italia(1).
Difatti, recentemente sono arrivate anche le smentite dei fumettisti Zerocalcare e Gipi, delle giornaliste Valentina Petrini e Loredana Lipperini nonché della cantante Fiorella Mannoia e di altri.

Sembrerebbe proprio che il magazine avrebbe utilizzato le note posizioni critiche verso Salvini di alcuni importanti esponenti del mondo culturale/artistico e dell'intrattenimento italiano per portare avanti l'idea di tale progetto, al massimo contattando alcuni di essi ma non specificando la loro inclusione nel cosiddetto 'manifesto'.

D'altronde tale versione sembrerebbe confermata dallo stesso direttore dell'edizione italiana di Rolling Stone, Massimo Coppola.
Difatti, recentemente Coppola aveva risposto alla critica di Mentana(anch'egli incluso nel manifesto, a sua totale insaputa) sostenendo che nel manifesto erano state utilizzate alcune sue prese di posizione critiche verso l'operato di Salvini(2).

NOTE:

(1) http://www.affaritaliani.it/cronache/rolling-stones-la-sinistra-contro-salvini-ma-i-vip-smentiscono-la-rivista-549583.html

(2) https://www.informazioneconsapevole.com/2018/07/rolling-stone-massimo-coppola-risponde.html
Share it:

curiosità

Enrico Mentana

Fiorella Mannoia

Gipi

Gossip

Loredana Lipperini

Massimo Coppola

news

Rolling Stone Italia

Valetina Petrini

Zerocalcare

Post A Comment:

0 comments:

Partecipa alla discussione