Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta frutti. Mostra tutti i post

Melone: un frutto ricco di proprietà benefiche e cosmetiche


Di Caterina Lenti
Appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, il melone piccolo o grande, con la buccia gialla o retata, con la polpa biancastra o tendente all’arancio, è un frutto squisito, dalle eccezionali proprietà benefiche. 

Costituito quasi totalmente da acqua, con un basso contenuto calorico (apporta circa 33 calorie ogni 100 grammi), pertanto adatto nei regimi alimentari ipocalorici, previene la formazione dei radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e delle smagliature, contrasta la fame nervosa,migliora la capacità visiva, rinforza ossa e denti, ha proprietà rinfrescanti, diuretiche, depurative e leggermente lassative, per cui è indicato in caso di stipsi, emorroidi e dolori reumatici.
Inoltre è un ottimo integratore naturale grazie alla presenza di calcio, fosforo, magnesio e potassio, è consigliato in caso di anemia, riattiva l’intestino pigro, migliora la circolazione, combatte il colesterolo cattivo e i trigliceridi in eccesso, contribuisce al funzionamento ottimale della tiroide. Il melone, che contribuisce a rafforzare il sistema immunitario, in cosmesi, con la sua polpa favorisce la guarigione di tagli ed escoriazioni, mentre il massaggio col succo tonifica e dona elasticità alla pelle, lenisce le irritazioni e le scottature, aiuta a rigenerare i tessuti.
Consigli per l’acquisto: non comprate meloni con ammaccature, macchie marroncine, picciolo secco, gommosi al tatto; non acquistateli nemmeno troppo acerbi perché potrebbero non maturare. Orientatevi, quindi, su esemplari appena morbidi.Tanti i modi per servirlo, essendo esso estramamente versatile in cucina: al naturale, aromatizzato con porto o sherry, con succo di limone e lime, con lo zenzero.
Ottimo col prosciutto, pur sposandosi benissimo anche con la carne stagionata e addirittura col pesce affumicato.Può essere frullato, ridotto in succo, utilizzato per preparare sorbetti, confetture e marmellate o insalate di ogni tipo.Essendo versatile, si abbina bene con piatti di pollo o riso, e con spezie, specie quelle più forti come il pepe.

L’Ananas è un potente farmaco naturale usato in Amazzonia


Di Riccardo Lautizi
http://www.dionidream.com/

Quando i conquistadores arrivarono in America videro che gli indigeni usavano le poltiglie di ananas per curare le infiammazioni della pelle o per favorire la digestione. Incuriositi i chimici scoprirono alla fine dell’800 che un enzima contenuto nell’ananas, chiamato bromelina, digerisce le proteine spezzandole ed è in grado di sciogliere coaguli di sangue. Ha anche molte altre proprietà benefiche per l’artrite, come antiinfiammatorio, protegge lo stomaco, cura l’asma, scioglie il muco e rilassa i muscoli.

I medici dell’Università del Connecticut hanno studiato l’efficacia della bromelina come antinfiammatori in caso di asma e altre malattie infiammatorie dei polmoni.

Questa sostanza è in grado di spezzare le molecole di fibrina, una proteina che rende il sangue denso e può impedire la circolazione. E’ quindi un diluente naturale del sangue e un agente antinfiammatorio. La bromelina sembra anche in grado di alterare la produzione di sostanze che causano dolore e gonfiore.







Quando l’infiammazione si riduce il sangue può affluire più facilmente alla zona che ha subito il trauma, riducendo il dolore e accelerando la guarigione.

L’ananas contiene un mix di antiossidanti (vitamina C, vitamina A e manganese)che aiutano a prevenire i danni causati dai radicali liberi alle cellule del nostro corpo che oltre all’invecchiamento sono legati all’insorgenza del cancro.

La Bromelina favorisce il miglioramento della circolazione, il metabolismo cellulare, il trofismo cutaneo e il riassorbimento di edemi, essudati, ematomi, sostanze necrotiche ed agenti infiammatori. Può essere utile sia nell’artrite reumatoide che nell’osteoartrite.

La bromelina, che è appunto l’enzima più importante a livello di benefici, è contenuto principalmente nel gambo dell’ananas. E’ instabile al calore, quindi se l’ananas non è conservata correttamente o processata, la bromelina non sarà attiva.

Per concludere in bellezza. L’ananas ha una potente azione digestiva ed rifornisce di enzimi il pancreas, tanto che può essere mangiata anche dopo pasti abbondanti senza rischi di gonfiore o fermentazione; la Bromelina infatti riesce a mitigare i sintomi di disordini o bruciori gastrici.

Buon Ananas a tutti gnam
Dioni


La potenza super pulente del succo di anguria

La potenza super pulente del succo di anguria
Non esiste frutto più carico di acqua biologica dell’anguria: l’alimento numero uno per il corpo umano, che è composto prevalentemente di acqua. Non va mangiata a fine pasto né mescolata con altri frutti: per assimilare tutte le sue proprietà ed evitare processi fermentativi va mangiata da sola. Si digerisce in un quarto d’ora quindi la si può mangiare all’inizio e poi mangiare altro. E’ ottima come pasto unico d’estate.




Ecco le sue caratteristiche, tratto da Arnoldehret.it 
La potenza super pulente del succo di anguria
E’ ottima per raffreddare il corpo, se venisse consumata da tutti non sentiremmo più quelle lamentele sul caldo soffocante con cui i telegiornali ci annoiano continuamente d’estate. E’ anche ottima per ripulire i reni e la vescica, aiuta questi organi nella escrezione dei materiali di scarto.
Il succo di anguria rossa può essere di per sé molto dolce. Di solito nel farlo aggiungo anche la parte bianca tra la buccia e la polpa rossa. Questa parte del frutto contiene una gran quantità di minerali di qualità e clorofilla, e non dovrebbe essere scartata. Se dai alle galline la buccia con il bianco, la spolperanno completamente, fino al livello della buccia vera e propria, beccata dopo beccata. E’ impressionante come le galline sappiano riconoscere le fonti ricche di minerali organici, di cui normalmente sono carenti se tenute in un pollaio recintato.
Benefici nutrizionali
L’anguria è per il 92% acqua organica. E’ ricca di beta-carotene, acido folico, vitamina C, vitamina B5 e piccole quantità di B1, B2, B3 e B6.
Questo grande frutto è una ricca fonte di minerali essenziali come calcio, magnesio, fosforo, potassio, sodio e piccole quantità di rame, ferro e zinco.
Come i pomodori, l’anguria contiene licopene, il pigmento carotenoide rosso che appunto le dà il colore rosso. Questo importante antiossidante è potente nel neutralizzare i radicali liberi nocivi nel nostro corpo.
Benefici per la salute
L’anguria ha caratteristiche molto disintossicanti, alcalinizzanti, diuretiche e rimineralizzanti. È molto efficace nel promuovere l’eliminazione intestinale, mantenendo il corpo libero da rifiuti tossici.
Il succo di anguria è facilmente digeribile e viene completamente assorbito con tutti i suoi minerali, fornendo nutrienti tanto necessari al corpo.
Il suo effetto alcalinizzante mantiene l’equilibrio acido-alcalino nel corpo, neutralizzando la condizione tossica del corpo risultante da un’eccessiva assunzione di alimenti acidificanti.
Grazie ai ricchi antiossidanti e al beta-carotene, gli effetti del succo di anguria sulla salute sono immensi.
Asma: il potente antiossidante dell’anguria riduce la quantità di sostanze tossiche nel corpo, e di conseguenza si riducono gli attacchi di asma.
Artrite: I contenuti ricchi di beta-carotene e vitamina C in questo grande frutto fanno miracoli nel ridurre il processo infiammatorio che porta a malattie come l’osteoartrite e l’artrite reumatoide.
Problemi alla vescica: Il suo effetto pulente e diuretico naturale è particolarmente indicato per risolvere problemi ai reni e alla vescica.
Colesterolo: il succo di anguria è salutare per prevenire l’intasamento di colesterolo nelle arterie e può aumentare l’HDL, il cosiddetto colesterolo buono, riducendo i rischi di malattie cardiovascolari.
Costipazione: Bere due o tre bicchieri grandi di succo di anguria. È molto efficace nel favorire l’eliminazione di scorie e feci. Bere molto di questo succo rosso farà un sacco di bene.
Ritenzione idrica: La sua azione diuretica aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso dal corpo, riducendo la ritenzione idrica, utile soprattutto per le donne durante il ciclo mestruale, e per le donne in gravidanza.
Infarto: La combinazione di acido folico e altre vitamine essenziali di questo frutto svolge un ruolo importante nel ridurre il rischio di attacchi cardiaci, ictus e cancro del colon.
Prurito: Man mano che il succo di anguria purifica il corpo dai rifiuti tossici, si riduce notevolmente anche il prurito derivante dalla tossicità dell’acidosi.
Cancro alla prostata: Il licopene (dei cocomeri rossi) è stato ampiamente studiato per le sue proprietà antiossidanti e le proprietà che prevengono il cancro. E’ stato riportato da diversi studi che è particolarmente protettivo contro il cancro alla prostata.
Macchie della pelle: Si può usare l’anguria esternamente strofinando generosamente un pezzo di anguria sul viso. Lasciare agire per una decina di minuti, poi lavare con acqua calda, seguita da una spruzzata di acqua fredda. Per quanto le macchie sul volto siano dovute a cause interne, è comunque un aiuto ulteriore per chi vuole recuperare una pelle con il suo colore omogeneo naturale.
Suggerimenti
Se non riesci a finire un cocomero intero e lo vuoi conservare per dopo, copri la polpa con la pellicola trasparente per evitare che si secchi. Questo impedisce anche di assorbire gli odori di altri alimenti. Mettilo in frigorifero per conservare al meglio la sua freschezza, il gusto e la succosità.
L’anguria va mangiata da sola perché fermenta con altri cibi nello stomaco. Anche il suo succo va bevuto da solo, per la stessa ragione.
Si può anche frullare l’anguria e versarla nelle vaschette dei cubetti di giaccio e congelarla. Ai bambini piacciono molto questi ghiaccioli, soprattutto in una giornata calda!
Avvertenza
Dato che i cocomeri crescono appoggiati al terreno, è necessario lavarli accuratamente prima di tagliarli. Il coltello usato per dimezzare il melone è in grado di trasferire dalla buccia esterna i batteri direttamente nella polpa. Assicurarti di lavare bene anche il tagliere dopo l’uso per evitare la contaminazione degli alimenti. Per quanto possa essere ovvio, poche volte ho visto lavare l’anguria prima di tagliarla.
Conclusione
I succhi di frutta estratti in modo appropriato sono di grande valore nutritivo, sono un concentrato di minerali e vitamine in abbondanza, di cui, in questa era di impoverimento anche dei terreni e avvelenamento ambientale, il corpo ha molto bisogno.
Estrattore di succhi vivi
Oggi le classiche centrifughe vengono usate in rari casi, per esempio quando si devono ottenere succhi leggeri, per il resto sono uno spreco di elementi nutritivi a causa dell’eccessiva quantità di scarti ancora impregnati di succo e gli alti giri che riscaldano e quindi distruggono le proprietà per cui li beviamo.
Attualmente si usano gli estrattori, in grado di spremere A FREDDO la frutta e la verdura lasciando pochi residui secchi. L’ Estrattore Hurom HU700 – Evolution 2G è un prodotto di altissima qualità, offerto con garanzia italiana, assistenza tecnica in Italia, ricambistica e supporto al cliente in Italia da questo sito.

Avocado, benessere tropicale



Di Arianna Curcio

Una grossa pera dalla buccia verde. In un primo momento potrebbe apparire così l'avocado, uno dei pochi frutti freschi molto ricco di grassi e povero di zuccheri semplici. Una bacca, per essere precisi, che cresce in tutti i paesi tropicali. In Usa ne crescono più di 20 varietà, differenti per forma, grandezza, colore e aspetto della buccia.

Frutti poco conosciuti in Italia, sono abbastanza costosi e spesso è difficile trovarne di buona qualità. Di solito vengono venduti acerbi, quindi bisogna acquistarli diversi giorni prima del consumo. Per capire il grado di maturazione dell’avocado è necessario esercitare una lieve pressione sulla superfice del frutto. Se la buccia è dura vuol dire che bisognerà aspettare per consumarlo. Se invece cede leggermente, la maturazione è quella giusta. In caso dovesse risultare troppo maturo per essere consumato a fette, può essere utilizzato per essere ridotto in crema.
Gli avocado sono pieni di grassi monoinsaturi incredibilmente benefici per il cuore. L’American Heart Association spiega come contribuiscano a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue, riducendo il rischio di malattie cardiache e infarti. Inoltre forniscono sostanze nutrienti e aiutano a preservare le cellule del corpo. I grassi monoinsaturi sono anche solitamente ricchi di vitamina E, un antiossidante.

Questo frutto è anche ricco di magnesio e potassio (più di banane, kiwi e fragole), entrambi d’aiuto nel regolare la pressione sanguigna. E non mancano neanche le fibre: ne sono presenti 10 grammi in un avocado di medie dimensioni, insolubile per il 75% (ossia la parte che accelera la digestione), e solubile per il 25 (cioè la parte che ti sazia). L’avocado può essere consumato fresco a fette, da solo o in accompagnamento ad altra frutta, verdure fresche, piatti dolci o salati. Può essere utilizzato al posto del burro o come ingrediente del guacamole, salsa tipicamente messicana a cui vengono aggiunti succo di lime e sale, pomodori, chili, cipolla, aglio, pepe, polvere di cumino e coriandolo fresco.
In commercio esiste anche l’olio di avocado, utile anche a prevenire i segni dell’invecchiamento.  Una ricerca messicana ha addirittura indicato che questo tipo di olio ha il potere di combattere alcune molecole d’ossigeno “cattive”, quelle che tendono a distruggere le membrane cellulari, le proteine e lo stesso DNA. A prescindere dall’uso in cucina, l’avocado può essere un ottimo idratante, curare le scottature prevenendo le irritazioni, e perfino aiutare a ridurre le rughe. In questo caso è possibile preparare una maschera per il viso mischiando alla polpa del frutto, miele e yogurt. Stendete la maschera sul viso e aspettate che faccia effetto per una decina di minuti passati i quali può essere rimossa con acqua tiepida. 

FONTE:http://www.lastampa.it/2015/07/10/societa/cucina/home-cover/avocado-benessere-tropicale-1orYDU6lFtNPA8vlUtF9AP/pagina.html

More di gelso: proprietà, benefici e valori nutrizionali




More di gelso le loro proprietà e i benefici

Il Gelso è una pianta molto diffusa e la troviamo facilmente in campagne e nelle zone agricole, specialmente ai bordi dei campi. Molti anni fa il gelso veniva volutamente coltivato in modo esteso per la produzione della seta, essendo i bachi da seta molto ghiotti delle More di gelso, essendo un cibo molto prelibato per i bachi da seta. Ci sono diverse varietà del frutto delle more del gelso, ci sono quelle bianche, rosse e nere

Le proprietà delle More di gelso

I suoi frutti sono ricchi di proprietà benefiche e contengono molta vitamina C. A, E, K, possiedono anche notevoli quantità di antiossidanti, sono considerati degli reintegratori naturali di Sali minerali, quindi un frutto perfetto per la stagione estiva, ottimi da consumare per chi pratica sport, o per chi suda per il gran caldo.
Le More di gelso, contengono una notevole quantità di ferro, selenio, zinco, calcio, potassio e magnesio, di resveratrolo , di fenolo di proteine e di flavonoidi. Hanno proprietà antibatteriche, vaso protettrici, lassative, diuretiche, antiossidanti.

Le more di Gelso

Si raccolgono durante la stagione estiva (dalla fine maggio a luglio). La mora del gelso è un frutto molto delicato ma dalle notevoli proprietà, quindi consigliamo il suo consumo fresco. Essendo ottimi reintegratori naturali di Sali minerali. Vi consigliamo alcuni metodi per sfruttare il loro uso in cucina e consumo valorizzandoli al meglio facendo granite, ghiaccioli o preparare una gustosa marmellata.
Alcuni consigli in cucina : La Granita Siciliana
Oggi prepariamo la granita con le more di gelsi neri
ingredienti:
  • 1 kg. di more di gelsi neri
  • limone biologico
  • 200 grammi di zucchero di canna integrale.
Preparazione
Prendiamo tutte le more e le laviamo poi le faremo asciugare su di un canovaccio di cotone, poi delicatamente li facciamo passare nel passaverdure. Spremiamo il limone e lo uniremo alla polpa dei gelsi. In una pentola capiente versiamo mezzo litro di acqua e uniamo lo zucchero di canna e lo portiamo in ebollizione, mantenendo la fiamma bassa.
Facciamo raffreddare lo sciroppo ottenuto e vi uniremo la polpa delle more di gelsi, già pronta,
Mescoliamo il tutto molto bene e mettere tutto il composto ottenuto in frigorifero per circa 30 minuti. Poi versare il tutto nella vostra gelatiera, facendola diventare granita. Ecco la vostra granita di more di gelso è pronta.

Le proprietà e i benefici delle bacche di Goji


Di Green Family Service

http://www.greenfamilyservice.net/

Le bacche di goji, dal colore rosso vivo e dalla forma irregolare tondeggiante, leggermente allungata alle estremità, sono il frutto di un arbusto sempre verde originario delle regioni Tibetane, situate in prossimità dell’ Himalaya. Una pianta molto forte capace di adattarsi ai climi molto rigidi ed allo stesso tempo caratterizzati da forti escursioni termiche.
Si conoscono due specie di Goji, la pianta Lycium Barbarum, appartenente alla famiglia delle solanacee che non va confusa con la Lyciun Chinense che presenta frutti aspri e con proprietà benefiche nettamente inferiori ai frutti del Lycium Barbarum.






 Infatti è proprio a quest’ultima che gli studi scientifici assegnano le proprietà benefiche proprie del Goji. Le sue proprietà curative sono conosciute fin dall’antichità. In Cina veniva utilizzato come frutto medicinale. Secondo la tradizione medica Tibetana, le bacche di goji sono una fonte naturale di salute e giovinezza.  Grazie agli studi scientifici che hanno confermato la maggior parte delle sue proprietà benefiche, le bacche di Goji vengono consumate abitualmente anche in occidente. Infatti sono uno degli alimenti così detti Superfood per eccellenza, ovvero cibi naturali che contengono elevate concentrazioni di sostanze ed elementi nutritivi  sopra la media.

Integrare la dieta con Bacche di Goji significa donare all’ organismo un apporto considerevole di:

Calcio
Potassio
Ferro 
Zinco
Selenio
Riboflavina
Vitamina B2
Vitamina C
Vitamina A
Carboidrati
Fibre
Polifenoli
Flavonoidi
Carotenoidi

Il frutto del benessere psico-fisico per eccellenza, da consumare secco o secondo le ricette tradizionali, le bacche di goji prevengono la formazione di cellule cancerogene, riducendo notevolmente il rischio di cancro. Contrastano le malattie cardio-circolatorie prevenendo ictus e infarto. Inoltre agiscono contro l’invecchiamento delle cellule, in quanto esercitano una rilevante azione di contrasto ai radicali liberi. Contrastano il diabete,, stabilizzando la glicemia e riducono notevolmente il colesterolo.

L’elevata capacità antiossidante, che riduce notevolmente il rischio di cancro è stata provata scientificamente attraverso il test di ORAC

Caratteristica principale delle bacche di Goji è l’elevata concentrazine di Vitamine, tra queste la vitamina C rinforza il sistema immunitario, contrasta i radicali liberi, e protegge dall’insorgere del cancro. La Vitamina B aiuta il funzionamento dell’apparato circolatorio e respiratorio, ed oltre ad essere un ricostituente cellulare per capelli, pelle e occhi, rinforza il sistema nervoso centrale, migliorando memoria e concentrazione. Il betacarotene invece è un ottima sostanza per contrastare la degenerazione cellulare di vista e pelle, causata dalla circolazione di radicali liberi nell’organismo umano.

Altra importantissima proprietà delle bacche di Goji è l’enorme contenuto di minerali ed oligoelementi, che stimolano l’attività enzimatica. Importante inoltre l’azione di contrasto di Cromo e Magnesio contro il diabete.


Il mantenimento di tali proprietà benefiche e caratteristiche organolettiche, sono molto spesso compromesse dal sistema di lavorazione e dal circuito di vendita. Per questa ragione si consiglia di acquistare bacche di goji provenienti direttamente dalle regioni contigue all’Himalaya, sottoposte ad un rigoroso regime di coltivazione Biologica. Infatti l’acquisto e la vendita on-line di bacche di Goji  è un argomento molto dibattuto tra i consumatori abituali di alimenti superfood. Per essere sicuri di acquistare delle bacche tibetane biologiche, lavorate, raccolte a mano ed esiccate al sole, secondo la tradizione antica, bisogna fare attenzione alla presenza o meno della classica etichettatura verde con dicitura “Coltivazione NO UE”. Così facendo si ha la certezza di acquistare un prodotto certificato, subordinato a rigidi controlli da parte dell’unione europea. La vendita di bacche di goji biologiche certificate dalla comunità europea, è subordinata inoltre all’utilizzo di confezioni di alluminio poliaccoppiato che proteggono il frutto dal sole e dall’umidità che potrebbero alterarne freschezza e proprietà benefiche.

I benefici delle ciliegie

ciliegie

Di Raw Michelle

Con l'estate  si ha una certa preferenza per una varietà di frutta di stagione, che vanno da pesche a cocomero. Forse, però, c'è un frutto in cima alla lista delle quintessenza dei cibi estivi: le ciliegie. 

Sono fortemente presenti nei mercati degli agricoltori in questo periodo dell'anno e un alimento sano che piace a  molte persone . Non solo hanno un sapore fantastico, ma sono estremamente sane, e hanno la capacità di aiutare a guarire e aumentare la salute generale. 


Migliorano il sonno 

Gli studi pubblicati hanno provato che le ciliegie contengono naturalmente la melatonina, una sostanza necessaria per regolare i cicli di sonno e garantire un riposo ininterrotto. (1) 

Considerando che la maggior parte degli adulti dormono significativamente meno rispetto alle raccomandate sette- nove ore di sonno, e che la mancanza di sonno regolare in realtà ha il potenziale per cambiare i geni, consumare le ciliegie è un ottimo modo per migliorare la capacità di dormire bene. (2) 

Minor rischio di attacchi di gotta 

Circa 8,3 milioni di adulti negli Stati Uniti soffrono di gotta, che è spesso una condizione molto dolorosa. (3) Tuttavia, la ricerca ha dimostrato che le ciliegie hanno proprietà che riducono drasticamente l'attacco di gotta, di ben il 75 per cento. 

L'autore principale di questo studio particolare, il Dott. Yuqing Zhang, professore di Medicina e Sanità Pubblica presso la Boston University, ha detto: "I nostri risultati indicano che il consumo di ciliegie o estratto di ciliegia riduce il rischio di attacco di gotta. Il rischio di riacutizzazione della gotta ha continuato a diminuire con l' l'aumento del consumo di ciliegia, fino a tre porzioni nell'arco di due giorni. " (3) 

Aiutano a combattere il cancro 

Le ciliegie vantano nutrienti validi nella lotta contro il cancro come beta-carotene, boro, vitamina C e antociani, una classe di antiossidanti che è stata considerata in grado di aiutare a mantenere il cancro stabile,senza far sì che cresca troppo e vada fuori controllo. (4).

Regolano la pressione sanguigna 

Le ciliegie hanno grandi quantità di potassio, che svolge un ruolo importante nella regolazione della pressione sanguigna. (4) Inoltre, le ciliegie sono anche buone per la salute dei vasi sanguigni; esse contengono quercetina, un antiossidante che li tiene ben funzionante. 

Fonti per questo articolo sono: 

(1) http://www.livestrong.com

(2) http://www.huffingtonpost.com

(3) http://www.sciencedaily.com

(4) http://www.naturalnews.com

http://science.naturalnews.com


Traduzione di Salvatore Santoru
Fonte:http://www.naturalnews.com/046120_cherries_gout_cancer_prevention.html

La cura dell’uva: proprietà di un frutto eccezionale


la cura dell'uva
 Vitis vinifera (vite comune o euroasiatica), da questo vitigno derivano tutte le uve coltivate in Europa.

Tra i frutti più antichi,si ritiene sia comparsa sulla terra 100 milioni di anni fa,è originaria dell’Asia minore. I primi ritrovamenti di semi di uva conservati risalgono all’8.000 AC, nel 5.000 AC era coltivata in Mesopotamia , il primo documento ritrovato che descrive un deposito dove viene conservato vino ,risale circa al 2.350 AC , da questo momento in poi l’uva ed il vino compariranno sempre più di frequente negli scritti antichi.

L’uva è ricca di sali minerali come potassio,manganese,ferro,calcio,rame e fosforo. Contiene inoltre Vit.C,B1,B2,A e PP,è ricca di zuccheri facilmente assimilabili (al contrario degli zuccheri industriali che necessitano dell’intervento del fegato).
Anche da secca conserva una parte delle vitamine, ma diventa più ricca di zucchero. E’ uno dei pochi frutti che contiene boro: il  boro facilita l’ assimilazione del calcio e la deposizione all’ interno del tessuto osseo.


Le principali proprietà dell’uva sono: Alimento energetico, antianemico e molto digeribile, consigliato a chi fa sforzi fisici ed intellettuali.


rimineralizzante, disintossicane, diuretica e lassativa. Ha inoltre proprietà antiossidanti per il contenuto di polifenoli e resveratrolo,quest’ultimo in particolare è contenuto nella buccia dell’uva nera. Il resveratrolo fluidifica il sangue, ha attività antinfiammatoria ed antinvecchiamento, previene i trombi e rimuove le placche occludenti i vasi. Mantiene elastico il tessuto cutaneo, stimolando la sintesi del collagene, è un vero e proprio trattamento anti-age, sin dall’antichità le donne si lavavano il viso con uva per avere un effetto di ringiovanimento!

Per il contenuto in tannini e fenoli abbiamo proprietà antivirali, il succo di uva applicato sull’herpes labiale ne favorisce la guarigione.


La cura dell’uva

La cura dell’uva, praticata sin dall’antichità dagli Arabi, dai Greci e dai Romani, era indicata per la stipsi, per problemi biliari, per gli artritici, per le intossicazioni, per le dermatosi, le emorroidi, la gotta, veniva praticata anche per le malattie polmonari come la tubercolosi, nelle anemie, nelle convalescenze , nell’ipertensione, ecc.. La cura dell’uva attiva le funzioni epatiche e digestive.

Consiste nel mangiare gli acini (compresi buccia e semi) o bere il succo dai 500g ai 2kg al giorno per un periodo di tre settimane, anche se sono stati ritrovati scritti che parlano di un mese. Sconsiglio di praticare per un periodo così lungo. Uno o due giorni alla settimana, associati ad una dieta leggera sono già un buon modo per disintossicare l’organismo.

La cura dell’uva non è indicata ai diabetici,a chi soffre di ulcera, a chi ha problemi di colon irritabile o problemi renali, agli obesi, alle donne durante il periodo mestruale.

Per la cura, l’uva dovrebbe essere colta matura e fresca ogni giorno e possibilmente dovrebbe essere biologica!



L’olio di vinaccioli,ricavato dei semi di uva, ha un elevato contenuto di acido linolenico (omega sei) e di polifenoli dalle proprietà antiossidanti, rispetto ad altri oli è meno ricco di Vit.E. Può essere di aiuto quando si ha colesterolo alto o ateromatosi (placche di colesterolo).

Questo olio è molto utilizzato dall’industria cosmetica per proteggere la pelle dai radicali liberi, per l’azione idratante e per mantenere la pelle elastica. Stimola anche la microcircolazione capillare.

In fitoterapia le foglie della vite sono usate per insufficienza venosa degli arti inferiori, fragilità capillare ed emorroidi.

In gemmoterapia si utilizzano i germogli macerati indicati soprattutto nei processi infiammatori recidivanti o cronici come reumatismo articolare ed artriti e artrosi in generale, spesso associati a pino e ribes nigrum.

In passato anche il vino era usato come cura, attualmente la bio-chimica ha rintracciato nel vino oltre 300 sostanze con azione preventivo-terapeutica. Sulla dose giornaliera ci sono pareri discordanti, chi consiglia mezzo bicchiere, chi 1 bicchiere, per le donne metà dose, a stomaco pieno. Dosi eccessive annullano gli effetti positivi….

Sin dall’antichità gli enoliti( così erano chiamati i vini medicinali) erano usati come preventivo e come cura, erano vini in cui venivano messe a macerare delle piante, l’alcool, acqua e l’acidità (del vino) permettono infatti la completa solubilità dei principi attivi vegetali.
Questa pratica così diffusa in modo particolare nel Medioevo è ormai in disuso, soppiantata da nuovi metodi di estrazioni dei principi attivi , rimane comunque il vin brulèè…..

Come scegliere l’uva:

Dopo essere stata raccolta l’uva non matura più,scegliete acini di un bel colore intenso (il colore indica lo stato di maturazione) e ben attaccati al gambo, ricordate che la patina bianca indica freschezza!! Cercate di consumarla nel giro di alcuni giorni e conservatela in luogo fresco.

Fonte:http://www.miglioriamoci.net/uva-proprieta/

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *