Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta J-Ax. Mostra tutti i post

J-Ax torna con ReAle: "Sono un artista pop con le radici nel rap"



FANPAGE


J-Ax, artista pop con le radici nel rap: "Mio figlio Nicolas ormai capisce le hit prima di me"


Si definisce un artista che fa pop ma che ha le radici nel rap, J-Ax uscito con il suo ultimo album "ReAle", nuovo lavoro solista dopo il successo di "Comunisti col Rolex".



 Il rapper torna con un album lungo e variegato, con tanti feat, da Enrico Ruggeri e Paola Turci, a Chadia Rodriguez, Jake La Furia, Max Pezzali, Boomdabash etc: "Io scelgo le collaborazioni non in base a una scena, le scelgo come un regista sceglie i protagonisti di un suo film" spiega a Fanpage. J-Ax parla anche del figlio Nicolas e di come, ormai, intercetti le hit del padre, come avvenuto per "Ostia Lido", ma anche di "Beretta", un pezzo su femminicidio e utilizzo delle armi: "Il pezzo rimane in una zona grigia che è un po' la visione che ho io sulle armi".

FONTE: https://youmedia.fanpage.it/video/af/XjF5ReSwh8w3H2AA

J-Ax e Rovazzi, Ilary Blasi e Totti: tutti i grandi assenti alle nozze dei Ferragnez

INSTAGRAM
Difficile credere che qualcuno abbia rinunciato volontariamente a presenziare all'evento dell'anno, le nozze di Chiara Ferragni e Fedez. Eppure alla festa organizzata nella Val di Noto, in Sicilia, ci sono stati dei grandi assenti: oltre a Fabio Rovazzi, ex amico del rapper, che non era stato invitato, è mancato anche J-Ax, il quale è stato probabilmente invitato, ma ha preferito esibirsi sul palco di Radio Deejay. Tra Fedez e l'ex cantante degli Articolo 31 non sembra correre buon sangue. In ogni caso, Rovazzi e J-Ax sono stati fotografati insieme, proprio nella stessa serata in cui, a km di distanza, i Ferragnez festeggiavano in allegria: che il loro fosse un messaggio?
Ma non sono stati gli unici a perdersi la festa: assenti anche Ilary Blasi e Francesco Totti. La Blasi aveva fatto una specie di "autoinvito" durante un'intervista e la coppia Ferragni-Fedez si era subito affrettata ad invitarla insieme alla sua famiglia. Una gentilezza inutile, però, dato che comunque i Totti non si sono presentati.
Non pervenuta Paris Hilton, la cui presenza era attesissima: molti già pregustavano le sue storie o i suoi post all'insegna della sobrietà, invece la ricca ereditiera non si è presentata. Assenti anche Bianca Balti, Martin Garrix, i Dark Polo Gang, Dua Lipa, cantante amica di Chiara, impegnata in un festival a Dublino.

Tra gli assenti "giustificati", Mika il quale si è detto molto dispiaciuto di non poter partecipare, ma ha ringraziato pubblicamente Fedez per avergli raccontato in anteprima tutte le sorprese che i promessi sposi avevano in serbo per la serata. "Quanto vorrei essere lì!- ha scritto- "E ci sarò, col pensiero, e vi sarò vicino" E Fedez ha risposto: "Tvb amico Mika". Anche Max Pezzali non ha potuto partecipare e la sua compagna, Debora Pelamatti, ha postato l'invito pop-up su Instagram scrivendo: "Eravamo prontissimi per il matrimonio ma, purtroppo, un grave imprevisto ci impedisce di partecipare". Ha poi aggiunto i migliori auguri da parte di entrambi: "Io e Max siamo lì comunque con il cuore, vi auguriamo tantissima felicità. Grazie infinite di averci pensati".




J-Ax grande assente alle nozze. Chi ha "snobbato" i "Ferragnez"


Di Luca Romano
Il grande assente alle nozze dei Ferragnez è certamente J-Ax. Il cantante non ha partecipato alla festa che ha incorniciato la promessa di "amore eterno" tra il rapper e la fashion blogger.
In tanti, tra i Vip, hanno "snobbato" il matrimonio: tra questi Mika, Paris Hilton e lo stesso J-Ax. L'avventura professionale tra Fedez e J-Ax si è chiusa da tempo, ma a quanto pare il rapporto personale tra i due si è logorato.
Eppure proprio una canzone del duo Fedez-J Ax è stata la miccia che ha fatto accendere la miccia della passione tra il rapper e la fashion blogger: "Il cane di Chiara Ferragni ha il papillon di Vuitton/e un collare con più glitter di una giacca di Elton John…". Ma dove ha passato la sua serata J-Ax? Dalle foto apparse su Instagram, il cantante si è esibito a San Marino sul palco di Radio DeeJay. Una serata di "lavoro" proprio mentre Fedez dava il via al suo party per il matrimonio con la Ferragni...

Lo straziante addio di J-Ax al suo gatto: "Non te l'ho mai detto, mi hai salvato la vita"

"Ciao Little, forse non te l'ho mai detto, ma mi hai salvato la vita": comincia così il post con cui J-Ax ha detto addio su Facebook al suo gatto, commuovendo il web. "Forse a qualcuno può sembrare strano parlare così di un gatto - ha scritto il rapper milanese - non sei neanche di una di quelle razze che le signore ricche tormentano con dei pettini finché non vincono qualche trofeo d'oro ( che poi sono di ottone... ) Però, del resto, mi hai sempre capito. Forse non le mie parole, ma il mio animo - sì, quello sempre. Siamo stati assieme da tanto. Sei entrato nella mia casa più di 15 anni fa. Una vita per me. Per te, 5 o 6, credo. E, devo essere sincero, i primi tempi non è stato facile".
Poi il racconto di come Little è entrato a poco a poco nella sua vita, le difficoltà iniziali, che diventano però insignificanti "rispetto a tutto quello che hai fatto per me negli anni. Sei sempre stato al mio fianco. Non importa ciò che mi capitava durante il giorno, se tornavo a casa da vincitore o da sconfitto - tu eri lì. Eri sempre lì". "Eri con me - ha raccontato ancora J-Ax - anche quando tutti mi hanno abbandonato. Quando ero 'troppo vecchio'. Quando ero finito. Quando gli amici hanno smesso di chiamare. C'eri anche quando pensavo che l'unico modo per dimenticare, per anestetizzare il dolore, fosse l'alcool. Mi hai aiutato a smettere. Senza di te, oggi, non sarei qui. Per questo, il giorno che ho scoperto che ti eri ammalato, ho avuto così tanta paura. Avevi smesso di mangiare. Stavi lentamente svanendo. Il veterinario disse 'diabete'. Quasi tutti mi dissero che non ce l'avresti fatta. Ma io lo sapevo che non avresti mollato. È bastato darti indietro 1/10 di quello che mi hai dato tu in questi anni per vederti ritornare a vivere. Alcuni mi hanno detto che sono state cure 'esagerate'. Che non sei una persona, ma 'solo un gatto'. Hanno ragione, sei solo un gatto. Infatti nessuna persona mi ha mai dato quello che ho avuto da te. Perché così sono i gatti. E so che ti saresti preso cura di me come io ho fatto on te. Lo so, perché lo hai già fatto. E ora che hai perso la battaglia mi manchi ogni giorno".

Fedez e J-Ax: “I comunisti con il Rolex siamo noi. Solo in Italia chi fa i soldi se ne vergogna”

Risultati immagini per FEDEZ JAX COMUNISTI

Di Luca Dondoni

Fedez e J-Ax non potevano presentare un album che si intitola Comunisti col Rolex senza inventarsi qualcosa di speciale. Non in un locale della nuova Milano dei grattacieli di Porta Nuova, magari all’ombra dei Boschi Verticali, oppure in uno di quei loft tanto di moda sui Navigli o in Brera. «I giornali hanno parlato così tanto della mia casa – aveva detto Fedez, che avevamo incontrato tre settimane fa nel nuovissimo studio di registrazione che ha acquistato con J-Ax e dove è stato realizzato il disco -, e di quanto sia costata. Mi hanno accusato di esibizionismo grossolano, convincendomi così a invitare la stampa proprio qui». 
Senza la fidanzata Chiara Ferragni ma con il supporto della mamma manager, Fedez con J-Ax ha raccontato le sedici tracce che insieme hanno creato nel suo superattico da qualche milione di euro al tredicesimo e quattordicesimo piano di uno dei palazzi del complesso CityLife, dove sorgeva la vecchia Fiera di Milano. «Qui abita anche Tiziano Ferro - sottolinea il rapper, che cita il cantautore di Latina anche nella canzone Comunisti col Rolex -. Non ho nulla contro di lui, ma ha speso più o meno gli stessi soldi che ho speso io per un appartamento nella scala vicina alla mia e nessuno ha detto niente. Ho messo qualche foto su Instagram e le penne importanti si sono indignate. Questa è l’Italia: se fai i soldi ti devi vergognare».  
«Noi – aggiunge J-Ax - siamo diventati ricchi ma manteniamo una coscienza sociale e la comunichiamo attraverso i pezzi». E poi articola: «C’è qualcuno che si indigna? Si fotta». In realtà l’indignazione di chi non accetta l’esibizionismo, per quanto - dicono loro - «sano e senza filtri» il rapper lo sperimenterà anche nei prossimi giorni. Nel condominio di lusso di CityLife serpeggia il malcontento per come è stato permesso a Fedez di «addobbare» i vialetti del giardino comune con bandiere, hostess e steward vestiti come soldati dell’Armata Rossa: «Ne parleremo nella riunione condominiale», ci ha detto un vicino di casa. Baruffe, di cui Fedez non mancherà di farci conoscere gli sviluppi con qualche post su Instagram. 

La scaletta del disco è di sedici pezzi e dall’apripista Vorrei ma non posto fino ad Assenzio o il nuovo singolo Piccole cose con Alessandra Amoroso, i pezzi da classifica sono numerosi, farciti da rime ficcanti. Le collaborazioni fioccano: se in Il giorno e la notte c’è Giusy Ferreri; in L’Italia per me («Un Paese che amiamo ma dove se fai vedere il Tricolore c’è il rischio che qualcuno ti faccia passare per fascista») c’è Sergio Sylvestre; in Cuore nerd Alessia Cara, in Anni luce l’amico Nek, in Meglio tardi che noi Arisa e, addirittura, nella notevole Allergia si apprezza Loredana Bertè in grande forma.  

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *