Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta Fedez. Mostra tutti i post

Fedez, la nonna Luciana pro Mussolini: “Ci vuole qua oggi, quello che era prima e non quello che è stato dopo”


Di Giulio Pasqui
Durante la sua pausa (temporanea) dalla musica, Fedez si è buttato nel magico mondo dei podcast. Assieme allo youtuber e amico Luis Sal, con cui condividerà l’esperienza televisiva di Celebrity Hunted (in onda prossimamente su Amazon Prime), il rapper di Rozzano ha inaugurato il suo primo podcast: “Muschio Selvaggio”. “Fedez, non mi piace la tua musica ma è stra interessante ascoltarti. Ci sai proprio fare, ca...”, gli ha scritto un utente sotto al primo episodio. Ospiti della prima puntata, tra cazzeggio e argomenti più seri, due personaggi agli antipodi: Bello Figo e Luciana, l’amatissima “nonna imprenditrice digitale” di Fedez.
Proprio alcune dichiarazioni di nonna Luciana, l’80enne con 230mila followers su Instagram, hanno acceso il dibattito sui social. “Pro o contro Mussolini?”, le hanno chiesto durante la puntata. “Io pro, pro, pro. Ci vuole qua oggi. Ci vuole qua oggi, quello che era prima e non quello che è stato dopo. Io l’ho conosciuto, io ho preso un premio da Mussolini. Avevo 6 anni. Voi credete nel Mussolini che c’è stato dopo, ma all’inizio ha fatto la Marcia su Roma e oggi ci vorrebbe la Marcia su Roma. Oggi ci vorrebbe”, aggiunge. “Nonna, non puoi dire una cosa del genere. Non sono d’accordo con te, ma ognuno dice quello che pensa“, la replica di Fedez. Nonna Luciana, cartomante per diletto, è pro anche ai porti chiusi: “Prendono gli aerei e li riportano a casa sua”.

Tiziano Ferro, non solo Fedez: “‘Accetto miracoli’ disco di cambiamento, mi sono rimesso in gioco”


Di Francesco Raiola

La polemica tra Tiziano Ferro e Fedez è arrivata come un fulmine a ciel sereno, spostando, almeno per un attimo, l'attenzione da "Accetto miracoli". Un paio di battute del cantante di Latina, infatti, sono diventati la notizia musicale del giorno, con tanto di risposta del rapper che ha chiesto scusa per una canzone scritta dieci anni fa, quando non era ancora popolare come è adesso: errori di gioventù, male interpretati, tra l'altro come ha ribadito sottolineando, comunque, la voglia di scusarsi e, anzi, di fare qualcosa assieme per combattere omofobia e bullismo.

Il cambiamento e l'incontro con Timbaland

Fino a quel momento la conferenza stampa per il lancio di "Accetto miracoli", album che uscirà il 22 novembre, era stata una sorta di confessione del cantante, con una parola chiave: cambiamento. L'ha ripetuta tantissime volte il cantante che ha ammesso che alla vigilia di questo ritorno discografico si sente comunque come quando uscirono i suoi primi album: "È un disco che testimonia il mio cambiamento completo, è tutto diverso e per un cantautore è normale che finisca in un disco". Quello del cambiamento è uno dei topos della musica mondiale, la si sente spesso tirata in ballo e forse è reale. Ferro ha spiegato che dopo 18 anni di lavoro in una sorta di comfort zone: "Cambiare e farlo con uno come Timbaland mi ha costretto a rimettermi in gioco, da alunno" ha detto il cantante parlando dell'incontro col produttore americano. Un incontro che ha accompagnato una sorta di rinascita della creatività, data dall'incontro con qualcosa di nuovo: "E proprio la paura del cambiamento ha creato una tensione che mi è servita. Proprio Timbaland mi ha detto ‘ Non capisco quello che hai scritto – poi me lo tradurrai – ma sento che avevi il bisogno di raccontarlo. Non voglio sapere, voglio solo vestirle'".

Il bullismo online e la polemica con Fedez

Il riferimento al bullismo è arrivato quando gli è stato chiesto conto della frase "Sono solo, ed è sempre stato così" contenuta nella canzone "Casa a Natale": "Mi sono sempre sentito un outsider, da bimbo perché grasso e bullizzato, non mi piaceva il calcio, io mettevo la musica. Provavo un senso continuo di inadeguatezza  però la musica mi ha fatto trovare un canale. Anche col passare degli anni quel senso di inadeguatezza non è passato, perché mi pareva che la vita non evolvesse. A 40 anni però cambia il fatto che non diventi felice, ma accogli quello che accade, come parte di un copione che troverà senso". Ferro ha spiegato che ha imparato a non rispondere agli hater, all'importanza del minuto che passa tra la voglia di rispondere di getto a chi commenta online e la decisione di non farlo: "Sono orgoglioso dei miei fan che ho sempre invitato a non rispondere. Eppure è faticosissimo anche perché potrei rispondere in 3 lingue e avrei sempre la risposta giusta" ha detto il cantante, sottolineando che il bullismo non è finito quando aveva 18 anni ma è continuato, anche a causa di alcuni colleghi. A quel punto gli è stato chiesto se facesse riferimento a Fedez e lui ha confermato, spiegando che era uno dei tanti: "Mi si tira in ballo e io sono ironico, finché si scherza va bene, mi spiace solo quando queste cose sono legate al sentimento e alla sessualità, perché anche una battuta può mettere un adolescente a disagio, e che un idolo dei ragazzini mi prenda in giro su questo è un atto di bullismo molto forte, non solo verso di me" ha detto facendo riferimento a un vecchio pezzo del cantante "Tutto il contrario". Pur spiegando che il testo è stato frainteso e che comunque è una canzone scritta dieci anni fa, quando Fedez non era famoso, il cantante ha voluto scusarsi, allungando una mano per tentare di fare qualcosa assieme contro omofobia e bullismo.

Il duetto con Jovanotti

Nell'album c'è anche un duetto con Jovanotti, "Balla con me", pezzo che, come racconta il cantante, non è una semplice collaborazione, ma un vero e proprio duetto: "Jovanotti è stato i mio primo idolo, il primo ad occupare un posto sulla parete della mia camera. A Carnevale mi vestivo da lui, giravo con mia madre per i mercatini a cercare il chiodo e fo dai anche un fanclub a scuola. Ma visto che trovavo consensi un compagno si incazzò e fondò un fanclub di Gianni Morandi che vinse perché si iscrisse anche la maestra. Lorenzo ha accompagnato tutte le fasi della mia vita".

FONTE: https://music.fanpage.it/tiziano-ferro-non-solo-fedez-accetto-miracoli-disco-di-cambiamento-mi-sono-rimesso-in-gioco/

--------------------------------------------------------------------------------------------------------

FOTO: https://music.fanpage.it

Fedez risponde a Tiziano Ferro: "Io e l'omofobia su binari paralleli”


Di Luana Rosato
Le ultime dichiarazioni di Tiziano Ferro riguardo gli atti di bullismo compiuti da alcuni colleghi che, anche attraverso le loro canzoni, scherzano sulla sessualità, sembravano essere riferite a Fedez, che ha deciso di replicare attraverso una serie di Instagram story.
Già protagonisti di una querelle ai tempi di “Comunisti col Rolex”, oggi Tiziano Ferro e Fedez tornano ad essere al cento della cronaca rosa per un testo scritto dal rapper dieci anni fa, “Tutto il contrario”, e nel quale cantava in modo edulcorato l’outing dell’artista di Latina. Per mettere immediatamente a tacere ogni illazione in merito a sue presunte posizioni omofobe, Fedez ha preso la parola e chiarito il possibile fraintendimento con il collega.
Prendo per vero quello che ho letto e non do per scontato che quello che ho letto potrebbe non essere vero, visto quello che si trova online. Sembrerebbe che in una conferenza stampa Tiziano Ferro mi abbia accusato di omofobia e bullismo facendo riferimento ad un testo che io ho scritto esattamente una decina di anni fa – ha esordito il marito di Chiara Ferragni sui social - . Mi stupisce un pochino il tempismo di questa dichiarazione, nel senso che questa canzone e questo testo hanno dieci anni, l’ho scritta che avevo 19 o 20 anni, e quando l’ho scritta non avevo una casa discografica, non avevo un pubblico, mettevo le mie canzoni online”. “Poi, questa è diventata una delle canzoni che mi ha lanciato ed è diventata la mia prima canzone famosa in termini underground, non mainstream – ha proseguito Fedez - . Mi fa strano rendere conto di una cosa che ho scritto dieci anni fa perché a 19 o 20 anni si è delle persone completamente diverse e ci si esprime anche in termini e toni completamente diversi”.
Io, però, nella canzone, ‘Tutto il contrario’, inizio dicendo: ‘Vi interessa che Tiziano Ferro abbia fatto outing?’. Proprio per dire che la sessualità di un artista è accessoria al giudizio che do all’artista – ha continuato a giustificarsi Fedez - . Ovviamente poi lo condisco con la scrittura dissacrante che un diciannovenne ha, ma penso negli anni di aver dimostrato che io e l’omofobia viaggiamo in parallelo, siamo su due binari che non si incontreranno mai”. Infine, Fedez ha fatto riferimento alle iniziative avviate con Mika a X Factor proprio contro il bullismo e l’omofobia, e ha invitato Tiziano Ferro a non litigare a mezzo stampa, ma ad unirsi con lui per fare qualcosa di bello e importante contro questi tristi fenomeni.

Le felpe di Fedez a 12 mila euro su Ebay. Il rapper: "Non compratele! Ve le regalo io"


HUFF POST

"Non comprate niente su Ebay!". Fedez avverte i suoi fan con delle storie su Instagram: non acquistate la sua nuova capsule collection sul sito d'aste, perché le stanno vendendo a prezzi gonfiati. La nuova collezione di felpe, prodotta da Diesel - un'edizione limitata, col marchio "designed by Ferragnez" -, è stata lanciata per promuovere il nuovo disco di Fedez, intitolato Paranoia Airlines: le felpe vengono spedite a chi compra l'album online, gratuitamente.

Alcuni utenti di Ebay hanno provato ad approfittare del nuovo lancio, cercando di rivendere le felpe. Un capo è arrivata a superare i 10 mila euro di prezzo (poi l'offerta è stata cancellata). Per evitare di incoraggiare questa rivendita illegale, Fedez ha deciso di riaprire la possibilità di pre-ordinarle online, aumentando la disponibilità. "Dovete solo darmi 15 giorni per mandarle in produzione e spedirle. Preferisco regalarvele io piuttosto che spendere 200 euro su Ebay", ha detto in una Storia.

Quindi "non comprate niente su Ebay. E voi che le rivendete... Non ha senso, perché le regalo io". Gli ordini dovrebbero partire dal 12 febbraio. Sarà possibile trovarle anche nei luoghi in cui il rapper presenterà il suo disco.

Fedez: “Vedevo Silvia Provvedi 4-5 anni fa, prima di Chiara Ferragni. Fabrizio Corona è confuso”


Di Valeria Morini

Fedez ammette di aver frequentato Silvia Provvedi, aggiungendo però che la loro conoscenza risalirebbe a ben prima che lui incontrasse la futura moglie Chiara Ferragni. La dichiarazione è avvenuta alla consegna del Tapiro d'Oro da parte di Valerio Staffelli, in onda nella puntata di Striscia la Notizia di martedì 22 gennaio. Il tg satirico non poteva far mancare al rapper il poco lusinghiero premio, dopo che Fabrizio Corona ha insinuato giorni fa di essere stato tradito dalla ex Provvedi, proprio con Fedez.

La verità di Fedez

La versione del rapper milanese è dunque ben diversa da quella che Corona ha riferito a Verissimo: "Lei mi ha tradito, parlo di Fedez, parlo di un altro cantante. Se sono veri tradimenti? Io so che sono veri, questa è la mia opinione, il mio punto di vista. I suoi tradimenti non mi hanno ferito. Ho cominciato io, poi lei l'ha fatto per ripicca" (qui il video). Parole che hanno messo in allarme gli appassionati di gossip, che hanno ovviamente pensato a una relazione fedifraga in cui Corona e la Ferragni avrebbero svolto il ruolo dei "cornuti". Fedez ha fatto chiarezza:

Spero non abbia detto questo. Si è dimenticato le date, probabilmente per fare promozione al libro. Non ho avuto una relazione, mi sono conosciuto, diciamo, molti anni fa.

Gli incontri con la Provvedi prima di conoscere la Ferragni
Staffelli ha ovviamente cercato di indagare sulla natura del legame tra Fedez e Silvia, chiedendo se i due abbiano avuti incontri intimi. "Preferisco non esasperare e non mettere in piazza queste cose", ha risposto un diplomatico Fedez, "Aspetterò di scrivere un libro anche io". Quindi la precisazione: "Silvia la vedevo 4-5 anni fa, quando non conoscevo ancora Chiara. Ma è una cosa che si sapeva già".

Le tempistiche

Fedez parlerebbe dunque del 2014-15. Ricordiamo che la relazione tra Corona e la Provvedi è stata avviata all'incirca nel settembre 2015 (i due si sono lasciati definitivamente nell'estate 2018), mentre l'inizio della storia d'amore tra il rapper e la Ferragni risale a un anno dopo. I due hanno avuto il figlio Leone dieci mesi fa e si sono sposati a settembre 2018. La stessa Chiara, del resto, aveva già smentito il tradimento del marito in un semplice commento social, lasciando intendere di non essere minimamente preoccupata dal pettegolezzo.

FONTE: https://tv.fanpage.it/fedez-vedevo-silvia-provvedi-4-5-anni-fa-prima-di-chiara-ferragni-fabrizio-corona-e-confuso/

Fedez: “Dopo l’avanspettacolo, questo governo lavora a cose concrete. Matteo Salvini? Non sono d’accordo con lui ma rispetto la democrazia"



“È importante che ci sia un governo al lavoro su temi concreti come il reddito di cittadinanza, dopo l’avanspettacolo a cui abbiamo assistito gli anni precedenti, dai bunga bunga di Berlusconi alle lauree finte di Bossi jr, ai balletti attorno ai guai veri o presunti del padre della Boschi e di Renzi“. A dirlo è il rapper Fedez in una lunga intervista a Vanity Fair, in cui si racconta a 360 gradi. Lui, che nel 2014 scrisse un inno per il Movimento 5 Stelle, ora si dice scettico nei confronti del governo gialloverde e commenta così l’operato di Matteo Salvini: “Si può essere d’accordo o meno con lui, sul chiudere i porti e sul resto, e io non lo sono, ma rispetto la democrazia e riconosco che non ce la si può prendere con lui perché è stato votato da italiani in coscienza, e sta facendo esattamente ciò che aveva promesso“.

Ridicolo, a suo parere, l’appellativo attribuito da Roberto Saviano al vicepremier leghista, definito dallo scrittore “ministro della Malavita”: “E mi viene da ridere. Perché non dimentico Vittorio Arrigoni, uno che era sul campo e non nei salotti, con i segni della tortura e della trincea. Fu ucciso nel 2011, a Gaza, a pochi mesi da un videomessaggio in cui invitava proprio Saviano a camminare con le sue gambe per Tel Aviv, prima di parlare a vanvera della situazione lì. L’aveva contraddetto, sì, e lui, che ama ergersi a coscienza civile del nostro Paese, non ha speso due parole per ricordarlo”.
Un’intervista che esce in concomitanza con il nuovo album di Fedez,Paranoia Airlines, un disco in cui il rapper racconta la versione più autentica di sé, rivelando le difficoltà nel gestire gli attacchi di panico e i momenti “no” con i quali ancora continua a lottare. “Invalidanti. Li ho curati da dentro, senza psicofarmaci, imparando piano a controllarmi. A un certo punto la parte oscura di te diventa preponderante, ed è consigliabile andare da un bravo psicologo/psichiatra. Ne ho cambiati diversi. Questo è uno nuovo, vediamo. Con i miei conflitti interiori, i dubbi rispetto a ciò che ero, che sono, che sarò”.

Ma è grazie anche alla vicinanza e al sostegno della moglie Chiara Ferragni che il rapper riesce a superare queste situazioni: “Purtroppo per lei vive ogni giorno con me. E, di conseguenza, con i miei conflitti interiori, i dubbi rispetto a ciò che ero, che sono, che sarò. Di Chiara ho bisogno per andare avanti. Lei sa godersi ogni momento e spero che, per osmosi, riesca a insegnarmelo. Si pensa che se vivi in un contesto elitario tutto sia perfetto, nulla di cui lamentarsi. Non è così. Per quel vecchio detto: ‘I soldi non fanno la felicità'”.
Assieme a sua madre, Chiara è una delle due sole persone di cui Fedez si fida: “I lividi fanno quello che sei. I miei vengono da una mancanza di fiducia: mi apro con pochi, non credo nelle persone, mi governa un pregiudizio che alza muri. Manco di empatia, fatico a costruire rapporti solidi”. Quello con J-Ax, per esempio, si è dissolto dopo l’ultima notte insieme a San Siro. Non per soldi, giura lui, senza aggiungere altro perché c’è un accordo di riservatezza.

ACQUA EVIAN FIRMATA DALLA FERRAGNI, esposto Codacons: '8 euro per una bottiglia è immorale'. Fedez replica: 'Caccia alle streghe, bottiglie d'acqua da 8 euro ci sono da anni'

Risultati immagini per acqua evian chiara ferragni

Di Salvatore Santoru

Recentemente il Codacons ha lanciato un esposto contro l’acqua Evian firmata da Chiara Ferragni, acqua che si trova in vendita a 8 euro. “
Secondo l'associazione vendere una bottiglia a quel prezzo è 'immorale e potenzialmente illegittimo'(1). 

L'esposto del Codacons è stato seguito dalla risposta di Fedez, il quale ha sostenuto che da anni vi sono in commercio bottiglie di acqua da 8 euro e ha sostento che questa campagna è una sorta di 'caccia alle streghe'.

NOTA:

(1) https://www.lettera43.it/it/articoli/societa/2018/10/09/chiara-ferragni-fedez-acqua-evian-codacons/224353/

Fedez, botta e risposta su Instagram: "Non è obbligatorio comprare l’acqua di Chiara"



Di Carlo Lanna
Il rapper Fedez non è rimasto certo a guardare. Dopo le critiche rivolte a Chiara Ferragniper l’acqua Evian venduta ad costo esorbitante di 8 euro a bottiglia, il neo sposo dell’influencer più famosa al mondo, ha ovviato alle polemiche rispondendo a tono in alcune stories che ha pubblicato nella giornata di ieri su Instagram.
Nei video si vede Fedez prendere una banana e, con una penna nera, inizia a decorare il frutto disegnando delle stelline sulla buccia, completando “l’opera” con il marchio di Chiara Ferragni. “Questo prodotto molto presto sarà in vendita” ironizza Fedez, “siccome è dipinta a mano e ho impiegato circa dieci minuti, venderò questa banana a 25 euro” ironizza. Dopo la simpatica scenetta, purtroppo non più visibile sui social, Fedez pubblica un’altra storia rispondendo a tono a tutte le critiche dei giorni scorsi. “A tutti i moralisti volevo rispondere, fate girare la voce: l’acqua di Chiara potete anche non comprarla.” E poi aggiunge “Di per sé l’acqua Evian ha già un costo maggiorato rispetto ad altre marche e, tra l’altro, è stata l’azienda a decidere il prezzo, Chiara non ha avuto voce in capitolo” conclude.
Liquidando gli haters con il suo solito stile da rapper pungente, Fedez spiega che il prezzo di 8 euro a bottiglia non è stato voluto da Chiara Ferragni ma è stata l’azienda a prendere la decisione. Sta di fatto che tutta la polemica nata attorno alla vicenda, ha fatto crescere ancora di più l’influenza che la Ferragni e Fedz hanno nei riguardi dei social.

Polemiche per l'acqua firmata da Chiara Ferragni: costa 8 euro a bottiglia

Risultati immagini per acqua evian chiara ferragni
Di Francesco Curridori
La fashion blogger italiana, sposata di recente con il cantante Fedez, è finita nell'occhio del ciclone mediatico per aver dato il suo nome a una serie limitata di bottiglie d'acqua della francese Evian.
Il prezzo si abbassa a 6 euro se si acquista on line da 12 boottiglie d'acqua a 72,50 euro. Sul sito www.acquedilusso.it si legge: "Dieci anni dopo la sua collaborazione con Christian Lacroix, la prima di una serie che vede il nome Evian® associato ai designer più illustri ogni anno, l'annata del 2017 segna l'inizio di una nuova era per la famosa edizione limitata. Nella sua ultima versione ha uno sguardo originale, rinfrescante, imbevuto dell’ inseparabile allegria del marchio Chiara Ferragni". Ma le polemiche sul web sono divampate ora tra chi grida allo "scandalo" ricordando che in molte parti del mondo c'è chi muore di sete. Altri, invece, ricordano che "con o senza Chiara Ferragni" l'acqua Evian ha sempre avuto un costo molto.

La Ferragni mette alla porta il suo ex


Risultati immagini per stefano gabbana chiara ferragni

HUFF POST

Novità in casa Ferragni: dopo il matrimonio con Fedez, il divorzio professionale della trentunenne fashion blogger da Riccardo Pozzoli, ex col quale aveva mosso i primi passi imprenditoriali, è stato perfezionato. Pozzoli sarebbe uscito sia dal Consiglio di Amministrazione della Tbs Crew, l'azienda che gestisce il blog "The Blonde Salad", sia dalla compagine societaria. A subentrare a Pozzoli sarebbe stato Pasquale Morgese, imprenditore pugliese col quale l'influencer ha legami d'affari per la linea Chiara Ferragni Shoes. Ma c'è maretta.

L'assemblea di Tbs Crew convocata per la nomina di un consigliere si è trasformata in un ring che ha visto la delegata di Ferragni e Morgese in persona competere in punta di diritto sulla titolarità della designazione. Ha prevalso l'imprenditrice cremonese ed è stato nominato consigliere Fabio Damato, già cooptato in cda per sostituire Pozzoli (la separazione professionale con la flashion blogger è avvenuta dopo quella sentimentale). Morgese, secondo il verbale dell'assemblea di fine giugno, affermava "che, in virtù di patto parasociale, la proposta del terzo consigliere sarebbe spettata al socio Esuriens srl, essendo gli altri due membri del consiglio stati scelti dal socio Chiara Ferragni": e sono la stessa Ferragni, presidente e Alessandro Marina.
"Il delegato del socio Chiara Ferragni risponde che a suo avviso il patto parasociale menzionato è da ritenersi non più efficace a seguito del cambio della compagine societaria della Esuriens. Infatti, il patto era stato sottoscritto con il sig. Pozzoli - si legge nel verbale - prima che si verificasse il cambio di controllo in tale società e del suo legale rappresentante".
Non si sa se tutto questo avrà delle conseguenze sul piano industriale. Interpellata sulla questione, la Ferragni ha preferito il no comment. Morgese, dopo aver liquidato con 750mila euro pozzoli, ora è titolare della Esuriens, che è socio di minoranza in Tbs Crew (45%), mentre Ferragni detiene il 55%. I due però sono soci in affari anche in un'altra srl, la Serendipity, proprietaria del marchio "Chiara Ferragni", utilizzato su licenza per scarpe e accessori prodotti dalla Mofra Shoes di Morgese. Nel 2017 Serendipity ha realizzato ricavi per 1,7 milioni (1,5 nel 2016) con un utile netto balzato a 273mila euro (5mila) che, per volere dell'assemblea e contro la proposta del cda, è stato distribuito ai soci. Il primo socio di Serendipity (40%) è la alchimia dell'imprenditore Paolo Barletta, tra i primi a credere, finanziandola, nell'avventura imprenditoriale di Ferragni.

J-Ax e Rovazzi, Ilary Blasi e Totti: tutti i grandi assenti alle nozze dei Ferragnez

INSTAGRAM
Difficile credere che qualcuno abbia rinunciato volontariamente a presenziare all'evento dell'anno, le nozze di Chiara Ferragni e Fedez. Eppure alla festa organizzata nella Val di Noto, in Sicilia, ci sono stati dei grandi assenti: oltre a Fabio Rovazzi, ex amico del rapper, che non era stato invitato, è mancato anche J-Ax, il quale è stato probabilmente invitato, ma ha preferito esibirsi sul palco di Radio Deejay. Tra Fedez e l'ex cantante degli Articolo 31 non sembra correre buon sangue. In ogni caso, Rovazzi e J-Ax sono stati fotografati insieme, proprio nella stessa serata in cui, a km di distanza, i Ferragnez festeggiavano in allegria: che il loro fosse un messaggio?
Ma non sono stati gli unici a perdersi la festa: assenti anche Ilary Blasi e Francesco Totti. La Blasi aveva fatto una specie di "autoinvito" durante un'intervista e la coppia Ferragni-Fedez si era subito affrettata ad invitarla insieme alla sua famiglia. Una gentilezza inutile, però, dato che comunque i Totti non si sono presentati.
Non pervenuta Paris Hilton, la cui presenza era attesissima: molti già pregustavano le sue storie o i suoi post all'insegna della sobrietà, invece la ricca ereditiera non si è presentata. Assenti anche Bianca Balti, Martin Garrix, i Dark Polo Gang, Dua Lipa, cantante amica di Chiara, impegnata in un festival a Dublino.

Tra gli assenti "giustificati", Mika il quale si è detto molto dispiaciuto di non poter partecipare, ma ha ringraziato pubblicamente Fedez per avergli raccontato in anteprima tutte le sorprese che i promessi sposi avevano in serbo per la serata. "Quanto vorrei essere lì!- ha scritto- "E ci sarò, col pensiero, e vi sarò vicino" E Fedez ha risposto: "Tvb amico Mika". Anche Max Pezzali non ha potuto partecipare e la sua compagna, Debora Pelamatti, ha postato l'invito pop-up su Instagram scrivendo: "Eravamo prontissimi per il matrimonio ma, purtroppo, un grave imprevisto ci impedisce di partecipare". Ha poi aggiunto i migliori auguri da parte di entrambi: "Io e Max siamo lì comunque con il cuore, vi auguriamo tantissima felicità. Grazie infinite di averci pensati".




J-Ax grande assente alle nozze. Chi ha "snobbato" i "Ferragnez"


Di Luca Romano
Il grande assente alle nozze dei Ferragnez è certamente J-Ax. Il cantante non ha partecipato alla festa che ha incorniciato la promessa di "amore eterno" tra il rapper e la fashion blogger.
In tanti, tra i Vip, hanno "snobbato" il matrimonio: tra questi Mika, Paris Hilton e lo stesso J-Ax. L'avventura professionale tra Fedez e J-Ax si è chiusa da tempo, ma a quanto pare il rapporto personale tra i due si è logorato.
Eppure proprio una canzone del duo Fedez-J Ax è stata la miccia che ha fatto accendere la miccia della passione tra il rapper e la fashion blogger: "Il cane di Chiara Ferragni ha il papillon di Vuitton/e un collare con più glitter di una giacca di Elton John…". Ma dove ha passato la sua serata J-Ax? Dalle foto apparse su Instagram, il cantante si è esibito a San Marino sul palco di Radio DeeJay. Una serata di "lavoro" proprio mentre Fedez dava il via al suo party per il matrimonio con la Ferragni...

Matrimonio Ferragni Fedez, Pd: “Alitalia sponsor? Irriguardoso dei soldi pubblici”. La compagnia: “Accordo commerciale”

Risultati immagini per Matrimonio Ferragni Fedez, Pd: “Alitalia sponsor?
Il volo Alitalia Linate-Catania con il brand “Ferragnez” e il gate riservato agli invitati del cantante Fedez e della influencer Chiara Ferragni, che si sposano sabato a Noto, finiscono al centro di una interrogazione parlamentare e di un esposto del Codacons. Il deputato dem Michele Anzaldi ha presentato venerdì un’interrogazione a risposta orale ai ministri delle Finanze e delle Infrastrutture chiedendo a Giovanni Tria e Danilo Toninelli di “stigmatizzare la decisione di personalizzare biglietti e schermi considerate le difficili condizioni economiche della compagnia”, che come è noto è commissariata dalla primavera del 2017 dopo il fallimento di un tentativo di ricapitalizzazione e per la quale l’esponente M5s auspica una nuova nazionalizzazione.
“Come riportato da alcuni organi di stampa Alitalia risulta essere sponsor del matrimonio”, scrive Anzaldi. “Come strategia di marketingl’iniziativa appare assolutamente irriguardosa rispetto al danaro pubblico investito per evitare il fallimento della compagnia aerea”. Alitalia “è una compagnia aerea alla quale il Paese è profondamente legato e che negli ultimi 10 anni i contribuenti italiani hanno sostenuto per evitare il fallimento. È uno dei dossier più delicati del prossimo autunno, considerate le prospettive di una azienda commissariata che occupa 12mila addetti”, continua l’interrogazione. L’associazione per la tutela dei consumatori dal canto suo ha annunciato che intende “presentare un esposto all’Enac affinché verifichi la correttezza dell’operato sia dell’aeroporto di Linate, sia di Alitalia” e “se le decisioni dello scalo di Linate e di Alitalia abbiano avuto ripercussioni sui passeggeri ed eventuali costi a carico della collettività”.

Dalla compagnia fanno sapere che non si è trattato di una sponsorizzazione, bensì di un “accordo commerciale” in base al quale un volo di linea (che quindi sarebbe partito comunque e non ha comportato costi aggiuntivi) è stato riservato alla coppia e ai suoi ospiti a condizioni di favore in cambio del ritorno di immagine legato alla diffusione di foto e video del viaggio sui canali social della coppia. Un’operazione di rafforzamento del marchio che fa leva, spiegano da Alitalia, sul fatto che la Ferragni ha 14 milioni di follower su Instagram e il rapper 6 milioni.

Noto blindata per le nozze Ferragni-Fedez e tra poche ore l’attesa festa vip

Risultati immagini per chiara ferragni cannes 2018

Di Emanuela Minucci

Il social wedding a cui mancano 24 ore, protagonisti l’influencer Chiara Ferragni e il rapper Fedez diventerà un film. Canali di distribuzione, neanche a chiederlo, saranno i social. Pubblico previsto: dai 18 milioni di persone in su, followers più, followers meno. Ecco spiegata l’atmosfera da zona rossa del G7 qui a Noto alla vigilia delle nozze.  
utto è blindato, dalle austere mura del Palazzo Nicolaci, che stasera a partire dalla 18 ospiterà la festa di vigilia del matrimonio più atteso dell’anno: nel magnifico salone da ballo, dominato dagli affreschi che celebrano Apollo si incontreranno con un flute di Dom Perignon in mano campioni della mondanità con Paris Hilton, J-Ax, Bianca Balti, Manuel Agnelli, Mika, Ilary Di Blasi con Totti, Mara Maionchi e decine di you tuber dal nome impronunciabile, e altri very important people. E domani alle 18, l’ora in cui in questa fetta di Sicilia del Sud il caldo diventa più addomesticabile, tutti alla Dimora delle Balze, una delizia in stile saraceno, incastonata fra ulivi e fichi d’India a 36 km da Noto. 


Dentro, si celebreranno le nozze più patinate e condivise dell’anno, con Chiara, la regina delle Barbie - gliene hanno,non dimentichiamo, dedicata una vera avvolta in una nuvola firmata Dior, e Fedez, in abito Versace, con tanto di gemelli che occhieggiano sopra un mare di tatuaggi. Ormai si sa, il sindaco di Noto Corrado Bonfanti, ha sciolto la riserva, sarà lui a fare dire sì ai “Ferragnez”. I testimoni della sposa saranno le sorelle Valentina e Francesca.  


La Dimora delle Balze é stata trasformata in un luna park da fiaba, esattamente come si intuiva dalle partecipazioni po-up inviate agli invitati: ruota panoramica, e mille altre attrazioni divertiranno i 200 invitati dopo la cena. Insomma il Ferragnez weekend da sogno sta cominciando, le strade dello scrigno Barocco stanno per essere blindate in vista della festa, e sul tavolo del sindaco è pronto il regalo per gli sposi, una pubblicazione rara sul Barocco di Noto. E Leone? C’è chi giura che indosserà un minismoking Versace anche lui, come il papà. Speriamo possa metter qualcosa di più fresco e baby-friendly. 

Fedez: 'Io e la Ferragni battezzeremo Leone il 30 febbraio, cioè mai'. Scoppia la polemica


Risultati immagini per Fedez

Di Salvatore Santoru

Il primo settembre 2018 Chiara Ferragni e Federico Leonardo Lucia si sposeranno a Noto, in Sicilia.
Recentemente Fedez e la fashion blogger sono finiti nella bufera per la questione del battessimo del loro figlio Leone.

Più specificatamente, riporta il Messaggero(1), il rapper ha affermato che lui e la Ferragni battezzeranno il figlio il 30 febbraio, ovvero sia mai.
Fedez ha spiegato la decisione affermando di non voler convertire il figlio a una religione senza potergli chiedere se lo desidera.

NOTA:

(1) https://www.ilmessaggero.it/societa/gossip/fedez_chiara_ferragni_leone_battesimo-3874783.html

Chiara Ferragni incinta? La conferma al compleanno di Fedez

Risultati immagini per chiara ferragni riccardo pozzoli

Di Anna Rossi

Ieri sera Fedez ha festeggiato il suo 28esimo compleanno in compagnia degli amici e della futura moglie.
Una super festa a base di divertimento, alcol, cibo e tanta buona musica nella splendida location del Pincipe di Savoia. E tra un gioco e l'altro, una storia di Instagram e l'altra, Fedez ha ringraziato la sua Chiara Ferragni per questo party così esclusivo. Alla festa del rapper milanese, infatti, c'erano davvero tutti: Mika, Benji e Fede, Rovazzi, J-Az, Riccardo Marcuzzo, Riky, Arisa, Manuel Agnelli e tantissimi altri.
Gli ospiti hanno immortalato ogni momento del compleanno di Fedez e proprio il video di uno degli invitati pare svelare il segreto che per lungo tempo i due innamorati hanno tentato di nascondere. Nel filmato in questione, infatti, Fedez bacia Chiara Ferragni e dopo averla presa in braccio le dà un altro bacio sul pancino "sospetto".


Il gesto del rapper ha ovviamente fatto pensare che la fashion blogger sia incinta. Sono settimane che si parla di una presunta gravidanza della Ferragni, ma prima di ieri sera non c'era mai stato nessun dettaglio significativo che lo confermasse. Ma non solo. La conferma di questo lieto evento potrebbe essere arrivata anche dal commento del suo caro amico Ceskiello che su Instagram ha commentato: "Presto avrà la più grande gioia della vita".

Fedez e J-Ax: “I comunisti con il Rolex siamo noi. Solo in Italia chi fa i soldi se ne vergogna”

Risultati immagini per FEDEZ JAX COMUNISTI

Di Luca Dondoni

Fedez e J-Ax non potevano presentare un album che si intitola Comunisti col Rolex senza inventarsi qualcosa di speciale. Non in un locale della nuova Milano dei grattacieli di Porta Nuova, magari all’ombra dei Boschi Verticali, oppure in uno di quei loft tanto di moda sui Navigli o in Brera. «I giornali hanno parlato così tanto della mia casa – aveva detto Fedez, che avevamo incontrato tre settimane fa nel nuovissimo studio di registrazione che ha acquistato con J-Ax e dove è stato realizzato il disco -, e di quanto sia costata. Mi hanno accusato di esibizionismo grossolano, convincendomi così a invitare la stampa proprio qui». 
Senza la fidanzata Chiara Ferragni ma con il supporto della mamma manager, Fedez con J-Ax ha raccontato le sedici tracce che insieme hanno creato nel suo superattico da qualche milione di euro al tredicesimo e quattordicesimo piano di uno dei palazzi del complesso CityLife, dove sorgeva la vecchia Fiera di Milano. «Qui abita anche Tiziano Ferro - sottolinea il rapper, che cita il cantautore di Latina anche nella canzone Comunisti col Rolex -. Non ho nulla contro di lui, ma ha speso più o meno gli stessi soldi che ho speso io per un appartamento nella scala vicina alla mia e nessuno ha detto niente. Ho messo qualche foto su Instagram e le penne importanti si sono indignate. Questa è l’Italia: se fai i soldi ti devi vergognare».  
«Noi – aggiunge J-Ax - siamo diventati ricchi ma manteniamo una coscienza sociale e la comunichiamo attraverso i pezzi». E poi articola: «C’è qualcuno che si indigna? Si fotta». In realtà l’indignazione di chi non accetta l’esibizionismo, per quanto - dicono loro - «sano e senza filtri» il rapper lo sperimenterà anche nei prossimi giorni. Nel condominio di lusso di CityLife serpeggia il malcontento per come è stato permesso a Fedez di «addobbare» i vialetti del giardino comune con bandiere, hostess e steward vestiti come soldati dell’Armata Rossa: «Ne parleremo nella riunione condominiale», ci ha detto un vicino di casa. Baruffe, di cui Fedez non mancherà di farci conoscere gli sviluppi con qualche post su Instagram. 

La scaletta del disco è di sedici pezzi e dall’apripista Vorrei ma non posto fino ad Assenzio o il nuovo singolo Piccole cose con Alessandra Amoroso, i pezzi da classifica sono numerosi, farciti da rime ficcanti. Le collaborazioni fioccano: se in Il giorno e la notte c’è Giusy Ferreri; in L’Italia per me («Un Paese che amiamo ma dove se fai vedere il Tricolore c’è il rischio che qualcuno ti faccia passare per fascista») c’è Sergio Sylvestre; in Cuore nerd Alessia Cara, in Anni luce l’amico Nek, in Meglio tardi che noi Arisa e, addirittura, nella notevole Allergia si apprezza Loredana Bertè in grande forma.  

Fedez lascia la Siae e passa a Soundreef: “Sostengo chi fa della meritrocazia un valore fondante”



DI ALICE CASTAGNERI

Fedez lascia la Siae. La decisione è di quelle che fanno discutere. Ma d’altronde per il rapper e produttore milanese questo non è un problema. L’artista ha deciso di affidarsi a Soundreef per la gestione dei propri diritti d’autore, diventando così il volto della liberalizzazione. «Voglio sostenere chi è trasparente e fa della meritrocazia un valore fondante», spiega Federico Lucia. L’ultima battaglia del giudice di X Factor (che si inserisce nella saga «Fedez contro il sistema») riapre dunque il dibattito sul monopolio Siae del diritto d’autore in Italia. Fedez, che con questa mossa si catapulta nel futuro, ancora una volta dimostra di vederci lungo. «Non voglio demonizzare la Siae - dice - ma ci sono problematiche difficili da superare e Soundreef è un’alternativa fresca. Mi dà alternative trasparenti. In Siae invece quattro dipendenti su dieci sono legati da parentele politiche e clientelari». «Non spero che da oggi tutti gli artisti lascino Siae - continua - però spero che questa mia scelta possa accendere un riflettore su un argomento complesso. C’è una legge da fare in maniera tempestiva».

FONTE E ARTICOLO COMPLETO:http://www.lastampa.it/2016/04/29/spettacoli/fedez-lascia-la-siae-e-passa-a-soundreef-sostengo-chi-fa-della-meritrocazia-un-valore-fondante-CfTIlE0bpJMVSAl5jMXbkJ/pagina.html

FOTO:LAPRESSE

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *