Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

DISPONIBILE ONLINE "THE RED PILL", IL DOCUMENTARIO DELL'ATTIVISTA FEMMINISTA CASSIE JAYE SUGLI MRA, IL 'MOVIMENTO DEI DIRITTI DEGLI UOMINI'

Share it:
Immagine correlata

Di Salvatore Santoru

Da pochi giorni è disponibile sulle varie piattaforme online(1) il documentario "The Red Pill"(2), prodotto dall'attivista femminista Cassie Jaye e incentrato sul mondo degli MRA(Men's Right Movement).
Il documentario ha ricevuto diverse critiche(3) all'interno dello stesso mondo femminista in quanto considerato "legittimante" le tesi,considerate solitamente controverse, degli stessi MRA(4).
Come ha praticamente sostenuto la stessa Jaye, il documentario è stato realizzato sia per curiosità che per informare su un mondo e delle tematiche solitamente poco conosciuto e visto stereotipicamente, tanto che la stessa regista ha sostenuto di aver cambiato l'idea che si era fatta sugli MRA durante il documentario.
In linea di massima, il documentario tende a rompere lo stereotipo che vede il mondo MRA come essenzialmente o meramente misogino o avente caratteristiche maschiliste(come la stessa Cassie Jaye credeva prima del documentario)e ne dà una veduta d'insieme più complessa, dove tesi controverse e estreme convivono con tematiche poco conosciute o del tutto ignorate che riguardano le problematiche degli uomini e dei ragazzi nella società statunitense e in generale occidentale e mondiale contemporanea.

NOTE:

(1)http://theredpillmovie.com/

(2)https://en.wikipedia.org/wiki/The_Red_Pill

(3)https://www.theguardian.com/film/2015/nov/11/cassie-jaye-red-pill-feminism-mens-rights

(4)https://en.wikipedia.org/wiki/Men's_rights_movement
Share it:

Cassie Jaye

Documentari

film

mascolinismo

MRA

The Red Pill

Post A Comment:

0 comments:

Partecipa alla discussione