Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta antisemitismo. Mostra tutti i post

Liliana Segre sotto scorta, assegnata la protezione per le minacce sui social


Di Salvatore Santoru

A partire da giovedì 7 novembre 2019, la senatrice Liliana Segre avrà la scorta. 
Essa, riporta Fanpage, sarà garantita dai carabinieri del comando provinciale di Milano(1).

 La decisione è arrivata a seguito delle minacce e degli insulti di stampo antiebraico che, sui social, l’89enne sopravvissuta ai campi di sterminio nazisti riceve ogni giorno.

La stessa ipotesi dell'assegnazione della scorta alla Segre era stata valutata anche tempo fa ma è recentemente che vi è stata una forte accelerazione su di essa, grazie sopratutto esame già da tempo, ma negli ultimi giorni c’è stata una all'attuale ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese.

NOTA: 

(1) https://www.fanpage.it/politica/liliana-segre-vivra-sotto-scorta-assegnata-la-protezione-personale-dopo-le-minacce-ricevute/

Francia, simpatizzante del neonazismo minaccia strage sui social contro il Consiglio rappresentativo ebraico. Arrestato


Di Salvatore Santoru

Recentemente in Francia è stato arrestato un simpatizzante per l'estremismo di destra di matrice neonazista. Andando maggiormente nei particolari, il 30enne aveva minacciato sui social di voler compiere una strage durante la cena a Marsiglia del Crif, ovvero sia il Consiglio rappresentativo della comunità ebraica francese. 

Stando agli inquirenti il giovane, fermato il 29 maggio 2019, non era conosciuto sul piano penale ma era noto per la sua 'permeabilità' alle idee e alle ideologie più radicalizzate dell'estremismo di destra, neonazista compreso.

PER APPROFONDIRE: ARTICOLO SU BLASTING NEWS

POLEMICA SU LANNUTTI, il senatore 5 Stelle si scusa: 'Non volevo offendere nessuno, non sono e non sono mai stato antisemita'


Di Salvatore Santoru

Ha fatto discutere un recente tweet pubblicato dal senatore dei 5 Stelle Elio Lannutti. In tale tweet Lannutti sosteneva che i Rothschild e il gruppo dei 'Savi di Sion' controllerebbero il sistema bancario internazionale e avevano portato alla stesura dei Protocolli.

Lo stesso politico pentastellato e fondatore dell'Adusbef si è scusato sui social per il post.
Più specificatamente, riporta l'Adnkronos, ha scritto :

"Ieri ho pubblicato un link sui banchieri Rothschild, senza alcun commento. Poiché non avevo alcuna volontà di offendere alcuno, tantomeno le comunità ebraiche od altri, mi scuso se il link ha urtato la sensibilità. Condividere un link non significa condividere i contenuti, da cui comunque prendo le distanze. Ci tengo a sottolineare che non sono, ne’ sarò mai antisemita."

Pittsburgh, fanatico religioso dell'ultradestra spara nella sinagoga della congregazione conservatrice e uccide 11 persone. Nei social attaccava tutti gli ebrei e criticava Trump


Di Salvatore Santoru

Un fanatico religioso dell'ultradestra statunitense ha ucciso ben undici persone nell'attacco contro la sinagoga della congregazione ebraica di stampo conservatrice Tree of Life Congregation di Pittsburgh(1).
Durante l'attacco il fanatico religioso ed ideologico, Robert Bowers, sosteneva che tutti gli ebrei dovevano morire ed era armato con un fucile stile AR-15.

Sui social Bowers attaccava tutti gli ebrei e criticava anche il presidente statunitense Donald Trump.

NOTA:

(1) https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/28/pittsburgh-un-uomo-spara-nella-sinagoga-e-uccide-11-persone-lurlo-tutti-gli-ebrei-devono-morire/4724492/

DANIMARCA, IMAM ESTREMISTA: 'Bisogna invadere e conquistare l'Europa'. Dichiarazioni forti anche contro gli ebrei

Risultati immagini per Mundhir Abdallah MEMRI

Di Salvatore Santoru


Recentemente è stato reso noto un video pubblicato da un imam estremista di Copenaghen.

Più specificatamente, il video è stato reso pubblico dalla MEMRI e risale al 2017(1).

In esso, riporta Breitbart(2), si nota l'imam della moschea 'Masjid Al-Faruq' Mundhir Abdallah che proclama la necessità di 'invadere e conquistare l'Europa'.

Più precisamente, Abdallah sostiene che ci vorrebbe una seconda conquista dell'Europa, conquista che comprenda l'Andalusia e i Balcani così come Roma.

Inoltre, recentemente lo stesso 'imam estremista' aveva fatto discutere per delle forti affermazioni contro gli ebrei(3).


NOTE:


(1) https://www.memri.org/reports/copenhagen-imam-mundhir-abdallah-jihad-necessitates-conquest-europe-destroying-capitalist


(2) https://www.breitbart.com/jerusalem/2018/07/30/watch-copenhagen-imam-jihad-necessitates-the-invasion-and-conquest-of-europe/ 


(3) https://www.memri.org/tv/copenhagen-imam-mundhir-abdallah-calls-for-jihad-to-conquer-europe

La Merkel: 'L'immigrazione di massa ha portato una nuova ondata di antisemitismo in Germania'

Risultati immagini per ‫اللاجئين السوريين فى المانيا‬‎

Di Salvatore Santoru

Angela Merkel ha sostenuto che i recenti flussi migratori hanno portato 'una nuova ondata di antisemitismo' in Germania.
Più precisamente,come riporta 'Tgcom24'(1), la Merkel si è riferita all'arrivo di tanti migranti di origine araba e ha affermato ciò in un'intervista rilasciata alla tv israeliana "Channel 10"(2).  

Inoltre, la Merkel ha precisato che l'antisemitismo era comunque ben presente in Germania anche da prima dell'attuale ondata migratoria.

NOTE:

(1) http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/merkel-coi-migranti-una-nuova-ondata-antisemitismo-in-germania_3135820-201802a.shtml

(2) https://en.wikipedia.org/wiki/Channel_Ten_(Israel)

Anna Frank con la maglia della Roma, Il Tempo: “Lotito è stato frainteso”

Anna Frank con la maglia della Roma, Il Tempo: “Lotito è stato frainteso”
Prosegue la polemica sul caso degli adesivi di Anna Frank con la maglia della Roma affissi in curva Sud da alcuni ultras della Lazio. Oggi il quotidiano Il Tempo scrive che il significato della telefonata di Claudio Lotito – pubblicata in esclusiva dal quotidiano Il Messaggero – va rovesciato. Secondo quando riporta il giornale il presidente della Lazio – che è andato in sinagoga a depositare una corona in assenza dei vertici della comunità ebraica – usa la parola “sceneggiata” per denunciare proprio quell’assenza alla cerimonia.
Dall’altro capo del telefono infatti c’era Vittorio Pavoncello, punto di riferimento dello sport per la comunità ebraica, lo stesso Pavoncello che consiglia a Lotito di depositare la corona di fuori alla Sinagoga. Ma il presidente laziale, secondo il quotidiano, vuole evitare che la manifestazione non si trasformi in una sceneggiata senza la presenza del rabbino e del vice rabbino. Scoperto che i due non erano disponibili, Lotito usa quindi la frase incriminata:“Famo sta sceneggiata“. “Er vice rabbino ci sarà? Solo il Rabbino c’è? Non valgono un c…o questi. Capito come stamo. A New York er rabbino, er vice rabbino. Famo sta sceneggiata. Te te rendi conto”, questo lo sbobinato dell’audio. A viaggiare al fianco di Lotito in aereo c’era il parlamentare del Pd, Dario Ginefra, che in qualche modo ‘scagiona’ il presidente della Lazio. “Non ho simpatia sportiva per la Lazio e non ho da difendere alcuno – racconta in un lungo post su Facebook – ho visto un uomo preoccupato di difendere la sua società dal gesto di questi balordi. Alla Lotito questo è avvenuto con una difesa ruvida, per certi versi naif, ma non mi è sembrato che lui abbia mai usato l’espressione “sceneggiata” riferendosi al gesto riparatorio del giorno dopo, così come riporta la stampa nazionale”. “Iniziativa strumentale? Non lo so e non lo potró mai sapere, ma la foga con la quale si adoperava non mi sembrava, questa si, una sceneggiata”, argomenta ancora il parlamentare del Pd. L’idea di deporre la corona di fiori era nata dopo il caso dei volantini antisemiti. Un gesto che però ha generato ulteriori polemiche dopo la pubblicazione della telefonata di Lotito. La stessa corona di fiori è stata infatti gettata nel Tevere. “Un gesto spontaneo di alcuni ragazzi della Comunità indignati per le parole di Lotito” confermano dal ghetto.
Proseguono nel frattempo le indagini e salgono a 16 le persone identificate dagli inquirenti della Digos di Roma e del commissariato Prati. Tra di loro anche tre minorenni il più giovane dei quali ha solamente 13 anni. Per i responsabili Lotito si è detto “assolutamente d’accordo” con l’ipotesi di un Daspo a vita definendolo “il comportamento di 15 scemi che non sanno cosa hanno fatto”. La procura Figc è in contatto con la procura di Roma per avere le carte necessarie all’istruttoria sportiva che dovrebbe essere chiusa in “tempi rapidi”.

Nuovo allarme attentati: i jihadisti d'Italia puntano sinagoghe e centri ebraici

Risultati immagini per allarme attentati

Di Chiara Giannini

È di nuovo rischio attentati in Italia. Nei giorni scorsi è stata diramata una circolare con cui le questure italiane avvertono i rappresentanti di commissariati, comandi provinciali dei Carabinieri e della Guardia di finanza, oltre che di tutte le autorità preposte al controllo del territorio, che sono possibili «attacchi nei confronti di obiettivi riferibili alla Turchia».

A quanto pare l'intelligence di altri Stati europei ha inoltrato un alert relativo a obiettivi di tipo «politico e religioso». L'allarme non riguarderebbe solo grandi città, ma anche piccoli centri. Si chiede, pertanto, l'intensificazione dei controlli, come azione preventiva generale, relativamente «a tutti gli obiettivi turchi presenti, con particolare riguardo alle sedi diplomatiche e consolari, nonché a ogni altro obiettivo ritenuto a rischio».
Le verifiche comprenderanno anche attività investigativa e informativa rivolta alla tutela di eventuali possibili destinatari degli atti terroristici.
Si raccomanda, oltretutto, qualsiasi misura di «autotutela da parte del personale operante in presenza di persone, veicoli e situazioni sospette». Altro allarme riguarda l'imminenza di alcune feste ebraiche, che potrebbero costituire possibile obiettivo per presunti jihadisti. Osservate speciali le sinagoghe, i quartieri quali il «Ghetto» di Roma, ma anche le manifestazioni legate al Capodanno ebraico (che si terranno nelle giornate di oggi e domani), per il Yom Kippur (giorno dell'espiazione), il 29 e 30 settembre e la festa del Tabernacolo (Succot) dal 4 al 13 ottobre. Monumenti e luoghi sensibili, quali cimiteri ebraici, luoghi di culto, ristoranti kosher, scuole ebraiche saranno, pertanto, presidiati per tutta la durata dei festeggiamenti.
L'intero personale dedicato ai controlli dovrà quindi, secondo le circolari «prestare la massima attenzione nei periodi indicati, intervenendo prontamente nel caso di turbativa delle cerimonie».

FRANCIA, DONNA EBREA UCCISA DAL VICINO AL GRIDO DI 'ALLAH AKBAR'A PARIGI, MA LA NOTIZIA VIENE (QUASI) OSCURATA DAI MEDIA MAINSTREAM

Risultati immagini per Lucie Sarah Halimi
Di Salvatore Santoru
Recentemente in Francia è avvenuto un nuovo episodio di violenza di stampo antisemita, ma i media mainstream francesi e occidentali hanno preferito perlopiù non divulgare la notizia.
In Italia sono stati pochissimi a parlarne e tra questi si è distinto il "Giornale", con un articolo del 18 aprile.
Come riportato dallo stesso articolo del Giornale,a firma di Francesco Boezi, a "Parigi, nella notte tra il 3 e il 4 aprile, Lucie Sarah Halimi, una donna di religione ebraica viene scaraventata fuori dalla finestra della sua abitazione."
"I vicini avrebbero sentito delle urla provenienti dal secondo piano, a quel punto avrebbero chiamato la polizia che, recatasi sul posto, avrebbe trovato un uomo di 27 anni intento ad urlare delle frasi in arabo. La polizia, dunque, avrebbe chiamato rinforzi, forse pensando ad un terrorista. Nel frattempo, però, il giovane sarebbe passato dal balcone, sarebbe salito al secondo piano, avrebbe accoltellato la donna e, al grido di Allah Akbar, l'avrebbe gettata dalla finestra mentre era ancora viva."
NOTE:

BERLINO, RAGAZZINO EBREO VITTIMA DI BULLISMO E ANTISEMITISMO ISLAMISTA IN UNA SCUOLA CHE FA PARTE DI UN 'NETWORK ANTIRAZZISTA'


Risultati immagini per antisemitic bully berlin

Di Salvatore Santoru

In Germania e in altri paesi dell'Europa centrale e nordica l'antisemitismo ormai è un fenomeno sempre più diffuso, anche se non è molto 'politicamente corretto' parlane.
L'ultimo caso riguarda un ragazzino ebreo che è stato vittima di bullismo e violenza in quanto ebreo in un'istituto del quartiere di Friedenau, un'istituto che fa parte del network «Scuola contro il razzismo», un network per la cui adesione è necessario che almeno il 70% degli insegnanti e degli studenti si impegnino a combattere ogni forma di discriminazione.
Inizialmente,come riportano le cronache e "la Stampa" citando il "Jewish Chronicle"(1), andava tutto bene ma poi il ragazzino, tra l'altro discendente da sopravvissuti alla Shoah, ha confessato di essere ebreo e allora la situazione si è capovolta.
Questa confessione non è andata giù agli ormai ex amici, tanto che uno dei ragazzini gli ha detto che è un ragazzino cool ma essendo ebreo non può essere suo amico, perché "tutti gli ebrei sono assassini".
Così sono iniziate le denigrazioni e gli atti di bullismo per il ragazzino e la famiglia ha sostenuto che in 4 mesi di bullismo e discriminazione antisemita la scuola non ha fatto nulla, ma la direzione scolastica si è difesa sostenendo di aver contrastato gli atti di bullismo invitando gli stessi nonni del ragazzino,sopravvissuti all'Olocausto, a parlare di antisemitismo.

A quanto risulta l'invito dei nonni del ragazzino è servito molto poco nel contrastare gli episodi di bullismo e antisemitismo discriminatorio e circa due settimane fa il ragazzino è stato anche aggredito nei pressi di una fermata di un'autobus, venendo preso al collo da due compagni di scuola e minacciato con una pistola giocattolo molto simile a una vera, tra le risata degli altri compagni.

Secondo quanto riportato dalla "Stampa"(2), la maggior parte degli iscritti all'istituto sono di origine araba e turca e gli episodi di antisemitismo nel quartiere sono frequenti, così come sono sempre più frequenti in Germania...  anche se si preferisce non parlarne più di tanto.

NOTE:

(1)https://www.thejc.com/news/world/jewish-leader-lobbies-school-over-antisemitic-bullying-1.435792

(2)http://www.lastampa.it/2017/04/04/esteri/botte-e-insulti-al-ragazzino-ebreo-incubo-antisemitismo-a-berlino-41YD77vazxESu4ltpeA1HO/premium.html, visto anche su http://www.italiaisraeletoday.it/bullismo-e-razzismo-a-berlino-ragazzo-ebreo-emarginato-e-picchiato/

CANADA: IMAM INVITA AD UCCIDERE GLI EBREI IN UNA MOSCHEA DI MONTREAL, IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ISLAMICO DELLA CITTA' CHIEDE DI CHIUDERE LA MOSCHEA

Risultati immagini per WATCH: Muslim imam in Quebec preaches about killing Jews
Di Salvatore Santoru
Stanno facendo discutere le affermazioni antisemite fatte da un'imam durante un discorso alla moschea "Al-Arqam Dar " di Montreal effettuato il 23 dicembre del 2016.
L'imam,il giordano Muhammad bin Musa Al Nasr, aveva fatto un discorso antisemita utilizzando anche un'hadith di Maometto che recita "O musulmano, o servo di Allah, c'è un ebreo nascosto dietro di me, vieni e uccidilo ma l'albero di Gharquad non lo dirà, perché è l'albero degli ebrei".
Il video del discorso di Al Nasr era stato pubblicato sul canale Youtube della moschea e a seguito della sua scoperta è stato portato recentemente all'attenzione dell'opinione pubblica dall'organizzazione ebraica del Bn'ai Brith canadese ed in seguito è stato condannato da diversi imam e membri della comunità islamica canadese.
Anche il presidente del Consiglio Musulmano di Montreal ha preso una netta posizione e ha sostenuto che la stessa moschea che ha ospitato Al Nasr dovrebbe essere chiusa.

PER APPROFONDIRE:

GERMANIA, SENTENZA SHOCK: PER IL TRIBUNALE DI AMBURGO INSULTARE TEDESCHI(E EBREI) NON E' REATO

Risultati immagini per Malik Karabulut

Di Salvatore Santoru

Un membro ed ex presidente del 'Comitato dei genitori turchi' in Germania( Türkischer Elternbund) ha insultato la stessa Germania e il popolo tedesco definendo(1) "cagna" la Germania e i tedeschi come "razza di cani"(Köterrasse) e inoltre ha sostenuto che nei tedeschi scorre "sangue giudeo"(2).
Malik Karabulut,questo il nome dell'uomo,ha dichiarato che la Germania ha dichiarato guerra a lui e alla sua comunità ed ancora essi sono in silenzio.
Il caso delle dichiarazioni antitedesche e antisemite di Karabulut è finito in tribunale ed i giudici del Tribunale di Amburgo hanno deciso che le affermazioni di Karabulut non costituiscono reato(3).

NOTE:

(1)http://www.spiegel.de/panorama/justiz/hamburg-deutsche-als-koeterrasse-beschimpft-keine-volksverhetzung-a-1136813.html

(2)http://www.fort-russ.com/2017/02/germans-can-now-legally-be-called.html

(3)http://www.ilprimatonazionale.it/esteri/germania-per-i-giudici-dire-ai-tedeschi-razza-di-cani-non-e-reato-58649/

Profanato un cimitero ebraico di Filadelfia,Trump condanna gli atti di antisemitismo


Profanato un cimitero ebraico di Filadelfia



Un cimitero ebraico di Filadelfia è stato profanato, a meno di una settimana da un episodio analogo successo in Missouri. Circa un centinaio di pietre tombali sono state danneggiate. La polizia ha aperto un’inchiesta.  

Il portavoce del ministro degli esteri israeliano, Emmanuel Nahshon, ha definito la notizia «scioccante e fonte di preoccupazione» ma ha aggiunto di avere «piena fiducia» nel fatto che le autorità Usa individueranno e puniranno i colpevoli. Nei giorni scorsi Donald Trump aveva condannato gli episodi di antisemitismo verificatisi negli ultimi tempi in America, compresa una serie di minacce bomba contro centri ebraici.

TWEET SHOCK DELLA MAESTRA SCUOLA MATERNA DEL TEXAS LICENZIATA PER ANTISEMITISMO: 'NELL'OLOCAUSTO NE SONO MORTI TROPPO POCHI'



Di Salvatore Santoru

Hanno fatto discutere i recenti tweet di stampo antiebraico che sono costati il licenziamento dalla scuola materna di Arlington(Texas) alla maestra Nancy Salem(1).
Secondo quanto riportato da "United Against Hatred" e dal "Jerusalem Post"(2) i tweet contestati non sarebbero gli unici né i più radicali della Salem.
DIfatti, in una discussione sul social network la Salem ha sostenuto che i nazisti non hanno eliminato abbastanza ebrei durante la Shoah.

NOTE:

(1)https://informazioneconsapevole.blogspot.it/2017/02/maestra-scuola-materna-texas-licenziata.html

(2)http://www.jpost.com/Diaspora/Texas-school-teacher-fired-for-kill-some-Jews-tweet-482561

MAESTRA SCUOLA MATERNA DEL TEXAS LICENZIATA PER TWEET ANTISEMITI: 'BACIA LA TERRA DI PALESTINA E STERMINA ALCUNI EBREI'



Di Salvatore Santoru

Una maestra di una scuola materna di Arlington in Texas,Nancy Salem,è stata licenziata dopo che vi è stata la scoperta di alcuni suoi tweet di stampo antisemita.
La Salem aveva mandato un messaggio ad una sua amica che partiva in Palestina augurandogli delle buone vacanze e sopratutto di "baciare la terra della Palestina" e di uccidere alcuni ebrei.
La decisione del licenziamento della maestra è arrivata dopo le proteste per i tweet di stampo antiebraico della stessa Salem.

NOTE:

(1)http://www.washingtontimes.com/news/2017/feb/22/nancy-salem-texas-preschool-teacher-fired-over-kil/

IN SVEZIA L'ANTISEMITISMO E' SEMPRE PIU' DIFFUSO A CAUSA DELL'ISLAMISMO RADICALE, A MALMOE IL CASO PIU' ECLATANTE

Risultati immagini per MALMO jew

Di Salvatore Santoru

I media mainstream ci presentano un'immagine della Svezia 'paradisiaca' ed alquanto idealizzata che per quanto in diversi aspetti sia vera è abbastanza estremizzata nella realtà.
Si dice che i treni arrivano in orario,le strade sono sempre pulite,l'amministrazione statale funziona sempre e comunque,non esiste povertà,non esistono questioni di genere e che la civiltà svedese rappresenti un tipo di 'civiltà superiore' a cui il resto dell'Europa, specie le civiltà considerate "inferiori" come quelle dell'Europa del Sud, devono prendere ispirazione.
Ma, al di là di questa versione idealizzata e un pò fiabesca e utopica che ci viene data dalla Svezia e che il governo svedese propone per questioni d'immagine, anche nella stessa civilissima Svezia non è tutto oro quello che sembra.
Difatti, anche la Svezia ha alcuni 'aspetti oscuri' che ha tutto l'interesse di nascondere o censurare per motivi di prestigio nazionale e internazionale e tra questi vi è il forte aumento dell'antisemitismo nel paese, fenomeno che deriva in gran parte dal sempre più diffuso islamismo radicale e che sembra praticamente ignorato dalle autorità.

Molti cittadini ebrei stanno fuggendo dal "paradiso nordico" e specialmente nella cittadina di Malmoe il clima per i cittadini di origine ebraica risulta tra i più insopportabili, tanto che secondo la giornalista del Jerusalem Post Caroline Glick la stessa città svedese è la più pericolosa in assoluto per gli ebrei in tutta Europa(1).
Sempre a proposito di Malmoe, sulla sua situazione e sugli ultimi 600 ebrei che hanno deciso di rimanere è stato girato recentemente un documentario dal reporter svedese di origine ebraica Peter Lindgren(2).
C'è da dire che le autorità svedesi non stanno facendo molto per contrastare l'antisemitismo.
Anzi, la propaganda e la diffusione dell'islamismo radicale(e dell'antisemitismo e antioccidentalismo legato ad esso)trova sempre più via libera e certamente non è molto contrastata, tanto che sventolare la bandiera dell'ISIS e inneggiare al Califfato non è reato(3), mentre è sicuramente molto più sconveniente criticare le politiche dello stato sull'immigrazione di massa e l'avanzata dell'islamismo radicale(e dell'antisemitismo conseguente).
Insomma, indubbiamente per i cittadini di origine ebraica quella svedese è una situazione alquanto critica e che riporta ad altri tempi.

NOTE:

(1)http://archivi.myblog.it/2010/02/25/la-citta-europea-piu-pericolosa-per-un-ebreo-malmo-in-svezia/

(2)http://www.lastampa.it/2015/01/28/esteri/vattene-ebreo-il-video-del-reporter-con-la-kippah-per-le-strade-della-svezia-8BFZY4uFyubBE7oFmMOGNP/pagina.html

(3)https://informazioneconsapevole.blogspot.it/2016/10/svezia-secondo-tribunale-esporre-la.html

FRANCIA, DUE FRATELLI EBREI INSULTATI E AGGREDITI NELLE BANLIEUE

Risultati immagini per kippah

Di Salvatore Santoru

In Francia è avvenuta un'ennesima aggressione razzista di stampo antisemita.
Due fratelli ebrei che giravano con delle kippah in un'auto sono stati prima insultati ad un semaforo per il semplice fatto di essere ebrei, ed in seguito aggrediti dopo esseri fermati un bar della zona della  banlieue Saint-Denis.
Tale fatto non è certamente il primo episodio di antisemitismo violento che si verifica in una banlieue e conferma il forte odio e pregiudizio razzista e discriminatorio che si è diffuso nelle stesse banlieue, spesso grazie all'opera di proselitismo da parte dei gruppi islamisti o dei suprematisti neri/arabi e/o "terzomondisti".
In linea di massima c'è anche da dire che il problema è ancora assai minimizzato,  specie da una parte dalla stessa "sinistra"(o presunta tale) dominante in Francia e nell'UE, che a parole è sempre in prima linea nella lotta contro "razzismo,xenofobia e antisemitismo" ma che sempre più spesso minimizza o direttamente nega la strisciante avanzata dell'antisemitismo radicale(e spesso violento e di stampo terroristico, si pensi alla strage di Tolosa di qualche anno fa) che si sta diffondendo in Europa a causa dell'avanzata dell'islamismo radicale.

FRANCIA: A STRASBURGO RABBINO ACCOLTELLATO DA ISLAMISTA RADICALE AL GRIDO DI "ALLAH AKBAR"

Un ebreo ortodosso è stato accoltellato per strada a Strasburgo, nell’est della Francia, da un uomo che gridava Allah u Akbar. Lo riferiscono i media francesi, precisando che l’uomo è ferito non gravemente. L’aggressore è stato arrestato dalla polizia. Secondo fonti locali citate dal sito del Journal du Dimanche, è noto per “precedenti psichiatrici”.
L’uomo colpito, secondo i primi elementi raccolti dagli inquirenti, era seduto a un tavolino fuori da un caffè quanto è stato ferito. L’aggressore gli ha provocato una ferita superficiale al petto.
Le indagini restano al momento assegnate alla procura locale, perché in base alle verifiche finora condotte il fatto non è stato ritenuto di natura terroristica. In città vive una consistente comunità ebraica che conta circa 15mila ebrei francesi, pari al 5% circa dei residenti.

...

http://www.lastampa.it/2016/08/19/esteri/ebreo-accoltellato-da-un-musulmano-a-strasburgo-6Ea2ADegwW2yzvO49u4zRM/pagina.html

Un rabbino è stato accoltellato da un musulmano a Strasburgo, in Francia. L’uomo è rimasto lievemente ferito mentre l’aggressore, fermato da un passante, è stato arrestato dalla polizia. 

LA RAGAZZA DEL SELFIE CONTRO LA MANIFESTAZIONE ANTISLAMICA STA FACENDO DISCUTERE PER TWEET ANTISEMITI E SU HITLER

Di Salvatore Santoru
Negli ultimi giorni la 22enne Zakia Belkhiri è diventata famosa in tutto il mondo per essersi fatta un selfie con il velo davanti la manifestazione islamofoba del partitodi estrema destra "Vlamms Belang".
La giovane ragazza è diventata un'icona per via del suo coraggio nella denuncia dell'intolleranza religiosa e per il suo forte orgoglio identitario e religioso. La sua foto è diventata subito virale e la giovane è diventata in breve tempo un'icona, ma alcuni suoi tweets antisemiti e riguardanti Hitler stanno facendo scalpore.

I tweet contro gli ebrei e su Hitler

In queste ultime ore sono finiti nel mirino alcuni tweets che la ragazza aveva pubblicato contro gli ebrei nonché alcuni suoi commenti su Facebook.

http://legalinsurrection.com

Su quest'ultimo social network, la ragazza aveva scritto di odiare fortemente gli ebrei ("i hate them so much") e nel 2012 aveva scritto un tweet su Hitler e le politiche del nazismo verso gli ebrei sostenendo che "Hitler non ha ucciso tutti gli ebrei, ne ha lasciato sopravvivere alcuni" e "Così sappiamo perché gli stava uccidendo".

http://www.breitbart.com
Visualizza l'immagine su Twitter

Inoltre, secondo quanto sostenuto dal "Giornale" e da altri quotidiani e media nazionali e internazionali, la ragazza aveva scritto anche un commento antisemita su "Ask.fm", in cui aveva mandato a quel paese la lingua ebraica.

La difesa di Zakia sui suoi messaggi: 'Erano riferiti ai sionisti'

Secondo quanto riportato dal sito "Debunking" la ragazza ha sostenuto di non essere antisemita e che quei tweets erano dei "fake" ed erano stati photoshoppati.
Inoltre, secondo quanto scritto dal "Post", la ragazza ha cancellato tutti i suoi account sui social network e in seguito ha riaperto l'account di Twitter poi è intervenuta sulla vicenda sostenendo che quei tweets non erano propriamente antisemiti ma specificamente riferiti "ai sionisti che diffondevano l'odio".
Stando sempre a quanto riportato dall'articolo del "Post", dopo il "messaggio di chiarimento" la ragazza ha anche  condiviso un video di "esperimenti sociali" dove vengono ripresi un'ebreo ortodosso insieme a un musulmano per le strade di New York.

NUOVO MESSAGGIO DELL'ISIS: 'ATTACCATE GLI USA, I CROCIATI E GLI EBREI'

Di Salvatore Santoru
I militanti dello Stato Islamico sono tornati a minacciare l'Occidente, questa volta direttamente con un messaggio audio del portavoce Muhammad al Adnani. Secondo quanto è stato riferito dal sito web antiterrorismo di Eva Katz "SITE" e riportato sul quotidiano "il Messaggero", l'ISIS ha diffuso un messaggio che invita a lottare contro gli Stati Uniti e dove si sostiene che la sola possibilità che la "coalizione anti-ISIS" ha di vincere è quella di "strappare ilCorano dai nostri cuori".
Il messaggio audio di al Adnani è stato diffuso dalla Al Fuqan Media, uno dei più importanti media di proprietà dello Stato Islamico.

Il monito all'Occidente, ai 'crociati' e agli ebrei

Nel messaggio audio diffuso dalla "Al Furqan Media", al Adnani ha lanciato un forte monito agli Stati Uniti D'America nonché ai cristiani e agli ebrei, considerati nemici in quanto "infedeli".
Secondo quanto riportato dall'ANSA, in tale messaggio al Adnani ha affermato che "Ascoltate USA, ascoltate crociati e ascoltate ebrei, vi combatteremo, non abbiamo paura di voi, né delle vostre forze, né delle vostre minacce. Sarete sconfitti".
In tal modo, il portavoce dell'Isis ha inteso esortare i seguaci dello Stato Islamico a continuare a combattere contro l'Occidente nel nome della guerra "santa" che il Califfato sostiene di stare intraprendendo.

Le responsabilità della politica estera USA sull'attuale situazione in Iraq e l'avanzata dell'ISIS

Sull'attuale situazione dell'Iraq c'è da segnalare che vi sono grosse responsabilità della politica estera degli USA.
Difatti, dopo la fine della guerra e la caduta del regime di Saddam Hussein, gli States non sono riusciti a preparare il paese verso una seria transizione democratica e hanno contribuito ad aizzare il malcontento nella popolazione sunnita, popolazione sunnita che si è vista discriminata dal nuovo governo sciita sostenuto dall'Iran e dagli stessi Stati Uniti.
Tale malcontento è sfociato nell'abbraccio a posizioni estremiste per alcuni settori dell'islamismo sunnita locale, ed è da questa "radicalizzazione" che sono nate formazioni estremiste come la stessa Isis.

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *