Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|
Visualizzazione post con etichetta ricette. Mostra tutti i post

Ricetta per il Salame Vegan


Risultati immagini per salame vegan

Da http://www.veganblog.it/

Ingredienti:
1 confezione di instant seitan
salsa di soia per il brodo e l’impasto
alga kombu
1 cucchiaio scarso di triplo concentrato di pomodoro
aglio in polvere
semi di finocchio
pepe nero
brodo vegetale in polvere
Ingredienti per l’affumicatura:
2 foglie di alloro
rosmarino
Procedimento:
Mettiamo in una ciotola l’instant seitan ed aggiungiamo l’aglio in polvere, il brodo vegetale in polvere, un po’ di salsa di soia, il concentrato di pomodoro, i semi di finocchio ed il pepe nero grossolanamente macinato.






Correggiamo con acqua sufficiente ad ottenere un buon impasto. Intanto avremo già preparato una pentola di brodo vegetale con alga kombu e salsa di soia. Con l’impasto di seitan formiamo 2 salamini, lavorandoli per ottenere una forma quanto più possibile allungata. Avvolgiamo ciascun salamino in un telo di cotone. Stringiamo bene le legature e mettiamo a bollire il tutto per 40 minuti. A parte prepariamo il necesario per l’affumicatura. In una padella antiaderente disponiamo a secco le foglie di alloro ed il rosmarino, mettendo il tutto a fuoco molto alto finché le erbe non cominciano a fumigare. Recuperiamo i salamini, mettiamoli nella padella con le erbe (avendo l’accortezza di poggiarli su un foglio di alluminio), spegniamo il fuoco e copriamo con un coperchio per 15 minuti circa. L’ultimo passaggio è una rapida essiccatura dei salami, che otterremo mettendoli in forno ventilato a 80° per 2 ore. Il procedimento forse è un po’ lungo, ma vi assicuro che ne vale la pena! Gnam! Grazie a Micillo per la tecnica di affumicatura, così come illustrata nella  ricetta delle Feijoada. La videoricetta, invece, è questa qui:

FONTE E ARTICOLO COMPLETO:http://www.veganblog.it/2010/12/27/veg-salame/

TORTA AL PISTACCHIO CON NUTELLA DI PISTACCHI

torta al pistacchio vegana

http://ilrisvegliodellamente.altervista.org/torta-al-pistacchio-ricetta/

Una torta golosissima, dal profumo inebriante, creata con veri pistacchi di Bronte (CT).




Questa torta è una versione sgrassata (light) ma altrettanto buonissima (anzi di più), provatela e potrete confermarne la sua bontà.


PER IL PAN DI SPAGNA AL PISTACCHIO:


  • 150 gr. di farina integrale di farro
  • 50 gr. di pistacchio di Bronte in polvere
  • 70 gr. di fecola di patate
  • 150 gr. di margarina 100% vegetale
  • 125 gr. di zucchero di canna
  • 150 ML di latte di Soia o d’Avena
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 limone grattugiato (buccia)
Preparazione
In un pentolino sciogliere la margarina a fuoco molto basso. Versate lo zucchero di canna e mescolate con cura. Unite poi la farina di farro già prima mischiata con la fecola e la scorza grattugiata finemente, continuate sempre a girare per evitare grumi e aggiungete il latte a filo mentre mescolate. Poi alla fine versate il contenuto della bustina di lievito nel pentolino. Dovete ottenere un composto liscio senza grumi, e versarlo in una tortiera tonda foderata con carta forno. Infornate per 25 minuti a 180° (prova stecchino).  Sentirete che profumino 😉
torta NUTELLA PISTACCHIO vegana

PER LA NUTELLA PISTACCHIOSA:

Dipende da quanta volete prepararne eventualmente per conservare quella che avanza dalla preparazione della torta per gustarla successivamente su pane, biscotti etc   😉
  • 150 gr. di Zucchero di canna frullato (a velo)
  • 150 gr. di Farina di pistacchi di Bronte ripassata al frullatore
  • 20 ml di Olio extra vergine di oliva
  • 50 ml di Latte di riso
  • 70 gr. di burro di soia (o margarina senza grassi idrogenati, meglio se fatta in casa)
  • Una bacca di vaniglia (o vanillina)
(attenzione regolarsi con la consistenza ed eventualmente aggiungere liquidi o solidi, il risultato può variare in base al tipo di prodotti utilizzati)
Preparazione
Prendere il frullatore, versare la farina di pistacchi, lo zucchero a velo e il burro vegetale e frullare bene, poi aggiungere il resto degli ingredienti. Continuare a frullare finché non si raggiunge la consistenza adatta per farcire la nostra torta. Per chi non vuole utilizzare burro o margarina si può optare per un olio di girasole o di oliva.

Dopo che avrete sfornato il pan di spagna, fatelo riposare almeno un paio d’ore, poi con una certa precisione dividetelo a metà per ricavarne due dischi di uguale spessore.

Spalmate il disco inferiore con un generoso strato di nutella di pistacchio di Bronte e poi delicatamente adagiateci sopra il pan di spagna superiore e avrete completato la farcitura della torta. Adesso veniamo alla copertura. 😉

NUTELLA VEGANA TORTA

PER LA NUTELLA DA UTILIZZARE ALL’ESTERNO:

  • 4 cucchiai colmi di nocciole tostate tritate molto finemente (farina di nocciole tostate)
  • un cucchiaio di cacao in polvere
  • 2 cucchiai e mezzo di zucchero di canna frullato (a velo)
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • 3 cucchiai di latte di soia al gusto vaniglia
FRULLARE TUTTO FINO AD OTTENERE UNA PASTA OMOGENEA (regolatevi con la consistenza, non dev’essere troppo liquida o colerà tutta, né troppo solida o non riuscirete a spalmarla)

Con una spatola ricoprire l’intera torta con uno strato sottile di nutella di nocciole fatta in casa (se la volete ultra pistacchiosa potete invece ricoprirla con la nutella di pistacchio).
Adesso con un po’ di pazienza cospargete tutta la torta di pistacchio tritato, bordi inclusi.
Per decorare date spazio alla fantasia con dei pistacchi interi o con del pistacchio tritato grossolano.
Beh la vostra torta al pistacchio light (vegana e integrale) è pronta per essere gustata 🙂 🙂
Preparatela e fateci sapere!!!

OTTIMA anche per gli intolleranti o allergici a latte e uova, per i vegani e per chi soffre di colesterolo alto.

Dolci dietetici

dolce dietetico
Di Filomena Spisso
Dolci con poche Calorie per porzione in versione dietetica? Come fare torte e dessert light? Ricette e Video ricette per  fare in casa deliziosi dolci dietetici e non rinunciare alla linea.
Quando si decide di iniziare una dieta, una delle prime rinunce è sicuramente il dolce.

Non è facile, infatti, riuscire a resistere a dolci e torte che letteralmente invadono la nostra quotidianità mostrandosi continuamente come tentazioni a cui pochi riescono a dire di no.
Quindi se l’astenersi non fa al caso vostro, vi diamo qualche piccolo suggerimento per non rinunciare al dolce di fine pasto, con delle ricette in versione light con poche calorie

Un dolce di sole 170 Calorie: yogurt, frutta e cereali

yogurt

Ingredienti

  • frutta;
  • yogurt bianco;
  • cereali.

Procedimento dolce dessert

Lavate e tagliate in piccoli pezzi la frutta (o lasciatela intera).
In un bicchiere da portata aggiungete lo yogurt freddo alternandolo ai cereali.
Guarnite con la frutta fresca e gustatevi questo dessert ipocalorico.

Torta Yogurt e Limone

torta-yogurt-limone
Questa torta viene preparata senza burro, con yogurt e limone.
E’ il dolce ideale per chi segue una dieta ipocalorica, friabile e gustoso.
La ricetta completa la trovate: TORTA LIGHT LIMONE E YOGURT.

Video ricetta torta di mele con Yogurt senza burro

Torta di Mele allo Yogurt

torta di mele bimby
Ci sono infinite varianti della torta di mele, noi oggi vi mostreremo laricetta che prevede l’aggiunta dello yogurt e l’eliminazione del burro:TORTA DI MELE LIGHT.

Banana Split dietetico

banana-split-dietetico
Per le amanti del banana split è possibile realizzare una composizione dietetica di sole 270 Calorie, semplicemente sostituendo la panna con una una crema fatta di ricotta e zucchero (1 cucchiaino).

Crostata dietetica

crostata-light
Per preparare una crostata dietetica basta dimezzare dosi di burro e zucchero e scegliere al posto della solita crema una a base di ricottamagra oppure alla frutta.

Frutta cotta

mela-cotta
Volete un dessert pronto in pochi minuti?
Frutta cotta (mela, pera) con un velo di cannella, e se lo desiderate uvetta passa.
Da provare anche la torta alle carote, una gustosa ricetta casalinga, leggera, light, ma tanto gustosa.

Video ricetta della torta di carote

Tisana anticellulite al basilico

TISANA AL BASILICO

Di Filomena Spisso
L’estate è alle porte e per essere pronte alla prova costume è importante agire subito sugli inestetismi del nostro corpo, specialmente sullacellulite.

Oggi vi mostreremo la ricetta per preparare una tisana anticellulite a casa.

Tisana anticellulite fai da te

Gli ingredienti che occorrono sono semplicemente delle erbe aromatiche e semi, reperibili in erboristeria, ma se disponete di foglie fresche, ancora meglio!
BASILICO

Ingredienti

– basilico
– menta
– lauro
– efedra
–  lavanda
– semi di anice

Procedimento

Prendete le foglie e tritatele a pezzettini piccoli con un coltello.
Mescolate bene il tutto.
Ora del trito prendetene un cucchiaio grande (porzione utile per ogni tazza) e mettetelo in infusione in acqua bollente per circa dieci minuti.
Filtrate e lasciate raffreddare.
Bevete dalle 2 alle 3 tazze al giorno e comunque, prima di cimentarvi nella creazione di tisane fai da te, chiedete sempre consiglio al vostro erborista di fiducia.
colite tisana
N.B. E’ possibile dolcificare la bevanda con miele o zucchero di canna.
Questa tisana ha un grande potere drenante ed agisce efficacemente sulla cellulite.

Come preparare in casa il pane di mais

Ne avrete sicuramente sentito parlare o visto qualche volta. Il pane di mais, dalla classica colorazione gialla e un sapore inteso, adatto sia per colazione con la marmellata sia per accompagnare secondi piatti.


 Ma come prepararlo comodamente a casa? Ecco una ricetta facile e genuina.

Ingredienti

Qui vi proponiamo una ricetta per preparare il pane di mais assolutamente salutare e consigliata da tutti glichef vegani. Ecco gli ingredienti:
  • 1 tazza di farina di mais, macinata media o fina
  • 1 tazza di un tipo di farina a scelta ( frumento integrale, segale, 00)
  • 1 cucchiaio di lievito
  • 1 cucchiaino di sale
  • ¾ di tazza di olio d’oliva
  • ¼ di tazza di sciroppo d’acero
  • 1 tazza di latte biologico
  • 2 cucchiai di semi di lino macinati
Prima di procedere con i passi per la preparazione del pane di mais, vogliamo darvi un consiglio. Al momento della cottura ci sono 3 diversi modi per procedere alla preparazione del pane.
Il metodo tradizionale con la padella di ferro, la cottura in forno con una teglia di 20 cm di diametro o la suddivisione dell’impasto in stampini per muffin. Ecco il procedimento classico.
– Fate preriscaldare il forno a 200 gradi e infornate una padella di ferro di circa 25 cm di diametro in modo da farla riscaldare.
– Mescolate in una terrina grande la farina di mais, l’altra tipologia di farina scelta, il lievito e il cucchiaino di sale.
 Mescolate in un frullatore per circa 30 secondi, l’olio , lo sciroppo d’acero e i semi di lino macinati.
 Cospargete d’olio la padella riscaldata e mescolate insieme tutti gli ingredienti.
 Versate l’impasto nella padella e fare cuocere in forno per circa 20-25 minuti.
Il vostro pane di mais è pronto. Gustatelo a tavola o come base per spalmare dell’ottima marmellata. Buon appetito!

DOLCI DI NATALE: ALCUNE RICETTE TRADIZIONALI DA NORD A SUD

dolciNataleRedazione

Di Francesca Mancuso
http://www.greenme.it/

Dolci, che passione. Soprattutto per le feste di Natale, per tradizione, non possono mancare alcune prelibatezze che cambiano da una regione all'altra. Dal pandoro di Verona alla cassata siciliana, passando per i bocconotti abruzzesi, ce n'è per tutti i gusti. Così, dopo il menu di Natale con i piatti della tradizione scelti dalla nostra redazione, abbiamo pensato anche di regalarvi anche qualche idea per i dolci.





Abbiamo scelto per voi i piatti tipici,quelli che solitamente vengono realizzati nelle nostre città o nelle nostre regioni, riproponendo le ricette della nonna in chiave un pochino più bio (e anche qualche variante vegan). Per alcuni è già ora di mettersi all'opera visto che la preparazione può richiedere più giorni.
E, allora, ecco i dolci regionali tipici di Natale della redazione di greenMe.it, da Nord a Sud!

Petrali calabresi

Cominciamo con Dominella, che ci ha deliziate con un dolce tipico della sua terra. I petrali sono un piatto tipico di Reggio Calabria ma ne esistono alcune varianti in Sicilia, dove sono conosciuti col nome di buccellati. In questo caso, il ripieno, oltre ai fichi, prevede anche la marmellata di mandorle oppure quella realizzata con la tipica “zucchina lunga”.
petrali calabresi 056
Prepararli non è così semplice e occorre parecchio tempo perché il ripieno deve riposare 3 o 4 giorni. Un concentrato di bontà visto che i petralicontengono cacao e frutta secca, rigorosamente locale, ma anche zucchero al miele biologico e fichi secchi. Di seguito la ricetta originale:

Cassata siciliana

Francesca M. ci propone un classico della tradizione palermitana. La cassata è un dolce che si trova un po' tutto l'anno, ma è la regina della tavola delle feste. È fatto con pan di Spagna, ricotta di pecora e frutta candita. Ormai disponibile in tante varianti: con o senza glassa, variegato al pistacchio, al cioccolato ma la ricetta classica è la più semplice ed è quella che trovate di seguito.
cassata siciliana
Nata dalla tradizione araba ma arricchita durante la dominazione spagnola con il cioccolato e durante il Barocco con i canditi, è semplice da preparare e anche abbastanza veloce.

Struffoli di Napoli

Napoli i dolci che non possono assolutamente mancare a Natale sono gli struffoli. Germana ci ha regalato la ricetta originale.
struffoli germana
Chiamati anche diavulilli, questi dolci sono squisite palline fritte e immerse nel miele. Una vera e propria esplosione di gusto, dorati e variopinti da codette dai mille colori. Anche in questo caso la preparazione è abbastanza veloce.

Ravioli di castagne

Roberta, che è molisana, consiglia i ravioli di castagne un dolce tipico del Centro Italia, molto diffuso nel Lazio, in Campania e in Molise. E' conosciuto infatti con diversi nomi, tra cui "pasticelle", "cauciuni" per la variante ai ceci.Una prelibatezza che si prepara durante le feste di Natale, ma molto diffusa anche durante il periodo di Carnevale.
erika5
Di seguito trovate la ricetta:

Bocconotti abruzzesi

Lisa ci consiglia una ricetta tipica dell'Abruzzo, e in particolare del teramano. Sono i bocconotti ripieni di marmellata d'uva, uno dei dolci natalizi più diffusi e più amati.
foto bocconotti 00
Secondo la tradizione rigorosamente seguita dalle nonne, dovevano essere preparati ogni anno all'inizio del mese di dicembre per poi essere regalati a parenti e conoscenti oppure offerti agli ospiti durante le feste.

Spongata toscana

Francesca B. ci ha permesso di conoscere un dolce di tradizione antica e tipico del periodo natalizio in alcune provincie della Toscana, dell'Emilia e della Liguria che lo realizzano, a seconda delle usanze, in diverse varianti.
spongata1
Il nome deriva probabilmente da spongia (spugna) per via dell'aspetto della pasta con cui viene realizzato questo dolce. Frutta secca, canditi e cacao sono alcuni degli ingredienti ma viene usato anche il pane raffermo.

Torrone di Cremona

Durante le feste, Marta realizza il torrone di Cremona, il dolce tipico delle festività natalizie della sua zona. È caratterizzato da un gustoso ripieno a base di mandorle e nocciole tostate.
torrone di cremona
Può essere un ottima idea regalo da realizzare con le proprie mani per parenti e amici.

Panforte

Il nostro direttore Simona, invece, ci consiglia questa ricetta rivisitata del panforte, un dolce a base di frutta essiccata e frutta a guscio preparato tradizionalmente durante le festività. Nella sua ricetta non troverete né la farina 00 né lo zucchero bianco, sarà soprattutto la frutta essiccata a dare gusto e dolcezza al panforte fatto in casa.
panforte fatto in casa ricetta
Una dolcissima variante da provare (e da ripetere!)

Torta di albicocche e yogurt

Di Eleonora Tiso
La torta di albicocche e yogurt è un dolce estivo soffice e goloso realizzato con un impasto a base di albicocche fresche e yogurt bianco, senza burro. La torta di albicocche è profumata, deliziosa se accompagnata a una pallina di gelato o a qualche ciuffetto di menta fresca. Mi raccomando, scegliete albicocche mature ma sode!

Procedimento

Sbattete le uova con lo zucchero fino a farle diventare spumose. Aggiungete anche lo yogurt, mescolate ancora e incorporate anche l'olio di semi, l'estratto di vaniglia. Aggiungete gradualmente a cucchiaiate anche la farina, poi il lievito.
Fig. 1
Lavate e asciugate le albicocche. Tagliatene metà a cubetti e metà a fettine. Aggiungete quelle a cubetti all'impasto, mescolate e distribuitelo in una teglia imburrata e infarinata. Livellate bene, decorate la superficie con le fettine di albicocche e spolverizzate con zucchero di canna.
Fig. 2
Infornate la torta di albicocche e yogurt a 180 gradi per circa 40 minuti. Sfornate, lasciate raffreddare e servite.

Ricetta:Pizza Napoletana Fatta in Casa

Videoricetta della pizza Napoletana Fatta in casa impasto base, ecco a voi come realizzarla.

Fonte:http://cucinabianca.blogspot.it/2015/03/pizza-napoletana-fatta-in-casa.html







La pizza napoletana, dalla pasta morbida e sottile ma dai bordi alti (detti "cornicione"), è la versione partenopea della pizza tonda ed inoltre, su scala mondiale, è anche intesa come la pizza italiana per antonomasia.
Dal 5 febbraio 2010 è ufficialmente riconosciuta come Specialità tradizionale garantita della Unione europea.[1]
Nel 2011, la pizza napoletana è stata presentata dall'Italia come candidata al riconoscimento UNESCO come Patrimonio immateriale dell'umanità.[2]