Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

La Danza dell’Aurora Boreale

Share it:
Di Massimo Rodolfi
Credo che non vi sia niente di più magico di un’aurora boreale (Northern Lights in inglese). Io ormai sono rimasto contagiato da questa bellezza sovrannaturale, che mi è entrata nel sangue come un afflato angelico. Finché potrò, ogni tanto scapperò verso l’estremo nord, per riprendere questa magia, ma soprattutto per immergermi nel suoavvolgente abbraccio.
Il filmato time lapse che vi presento, è stato realizzato la notte del 30 novembre 2014, nella regione del Tromso, nel nord della Norvegia, con una macchina Canon 5D MarkIII. È stato usato un obiettivo Samyang 14mm f2,8, con pose di 5 secondi a 1600 iso.
Realizzare un filmato di questo tipo, in realtà richiede un notevole dispendio di risorse, tempo, fatica e disagi, che possono essere superati facilmente, solo grazie a una grande passione, ovviamente, ma soprattutto grazie allabellezza incomparabile del fenomeno che si riprende.
La mia prima aurora boreale, la vidi all’età di sei anni, in realtà senza sapere di che cosa si trattasse, in un rarissimo evento visibile dall’Italia, nell’anno 1961. Ahimè, già stavo maturando interesse per l’astronomia, e ritrovandomi col naso all’insù, per guardare il cielo stellato, rimasi folgorato dalla luce viola che si diffondeva in tutto il cielo.
Da allora, ho coltivato la passione per l’astronomia, conservando nel cuore quel ricordo lontano, ripromettendomi, prima o poi di recarmi nel lontano e freddo nord, almeno una volta nella vita, per osservare ancora l’aurora boreale.
Sono dovuti passare più di cinquant’anni, perché quel desiderio si realizzasse, anche se, ora che l’ho realizzato, sono un po’ preoccupato, visto l’insorgere della ‘dipendenza’ da aurora boreale, che ho contratto nell’ultimo anno.
AX9X7208 copia
Confesso pubblicamente però, che non non nessuna intenzione di disintossicarmi, anzi, continuerò consapevolmente a‘drogarmi’ di aurora, tutte le volte che mi sarà possibile.
La scusa che mi sto dando, da vero drogato, è in questo momento, quella che, essendo io scrittore ed editore, vogliorealizzare un libro particolare sull’aurora boreale, trattandola magari dal punto di vista esoterico, visto il mio interesse per le scienze esoteriche.
La verità vera però, è che voglio continuare a nutrire la mia vita, con la partecipazione diretta a questa benedizione che la Terra riceve, dal suo Padre Celeste, il Sole. Perché di questo, in realtà si tratta.
Non vi tedierò con i dettagli scientifici che sono all’origine del fenomeno di cui vi sto parlando, ma voglio dirvi due parole sulla sua bellezza e sul suo significato occulto.
La vita, fortunatamente, è molto più complessa, anche se al tempo stesso semplice, di quanto appaia agli occhi umani, ed è costellata di molti fenomeni, che per l’uomo sono misteri.
Riappropriarsi di una condizione di armonia con la natura però, dischiude la visione sottile delle cose che stanno al di là del velo della percezione umana, ed ecco che un mondo fatto di dimensioni, colori, suoni e vibrazioni, si apre alla visione interiore.
L’aurora boreale, si colloca su di una linea di confine straordinaria, tra il visibile e l’invisibile, e con la sua incredibile danza, ci ricorda il senso ulteriore dell’esistenza.
Un grande e possente Deva, o se preferite un spirito di natura, svolge l’incarico di recepire il benedicente afflato solare, e di distribuirlo attraverso i ‘magnetici canali’ della Terra, preposti a ricevere questo nutrimento.
Solo una grande gioia può accompagnare la manifestazione di un’aurora boreale, e non può essere altrimenti, vista la qualità intrinseca di benevolenza, che essa incarna.
Peccato solo, che la grande maggioranza dell’umanità non possa assistere a questo fenomeno, anche se in verità tutta la Terra è di fatto coinvolta. Visto mai che questa visione non potesse instillare un po’ più di bontà in quelle zucche secche, e in quei cuori rattrappiti, che hanno gli esseri umani…
Nel mio piccolo, come Massimo Rodolfi, non posso far altro che cercare di condividere questa bellezza, sperando magari, in questo modo, di dare un piccolo contributo alla diffusione di ciò che è bello su questo pianeta, in un momento in cui, il brutto, il turpe, il falso e la violenza, dilagano dai cuori umani.
Il bello però, può ancora affermarsi… guardatevi un’aurora boreale intanto!
Share it:

aurora boreale

Video

Post A Comment:

0 comments:

Partecipa alla discussione