Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|
Visualizzazione post con etichetta Video. Mostra tutti i post

Claviere, nuovo video mostra gendarmi francesi che 'scaricano' migranti in Italia. Salvini infuriato: 'Incredibile, Macron rispondi!'



Di Salvatore Santoru

Nuovo caso di migranti 'scaricati' in Italia dalla gendarmeria francese, sempre a Claviere. Più specificatamente, su tale nuovo caso è stato diffuso un video in cui si vede una camionetta militare da cui escono tre persone(probabilmente appunto migranti) e un agente in divisa: in seguito i tre individui si sono allontanati e la camionetta della gendarmeria francese è ripartita in direzione opposta




Il video è stato diffuso, come riporta Rai News(1), da Matteo Salvini su Facebook. Lo stesso ministro dell'Interno ha commentato il caso scrivendo: "Basta prese in giro, l'Italia chiede spiegazioni. Macron, rispondi!". 

NOTA:

(1) http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/Nuovo-video-claviere-mostra-gendarmi-francesi-che-accompagnano-migranti-in-Italia-Salvini-Macron-rispondi-bdb5156d-57d2-4fb2-a272-60c04bbd73e8.html

Sardegna, esonda il rio Santa Lucia: crolla ponte sulla statale 195 tra Cagliari e Capoterra – FOTO E VIDEO

Mezza Sardegna sott’acqua: esondazioni e allagamenti, voragini sulle strade e un ponte crollato, cittadini messi in salvo e intere zone isolate, si parla di 30mila abitanti. Ed è allerta rossa anche nella giornata di giovedì, non solo sull’isola. L’attenzione è massima anche nel Ponente ligure e particolari precauzioni sono state prese dalla Protezione civile anche nella zona del Ponte Morandi, visti i detriti ancora presenti nel greto del torrente Polcevera.
Nel Cagliaritano, il maltempo ha provocato il crollo completo del pontesul rio Santa Lucia lungo la statale 195 che collega il capoluogo sardo a Capoterra, colpita nel 2008 da un alluvione che provocò morti e feriti. Un tratto di strada, qualche chilometro prima, vicino al pontile della Rumianca, era già ceduto provocando una voragine che ha costretto laPolizia municipale a chiudere la statale all’altezza del ponte sulla Scafa. Inaccessibile, scrive l’Unione Sarda, anche la strada per Pula
Maltempo in Sardegna, crolla ponte sulla Statale. Comune di Capoterra isolato
La forza dell’acqua, a seguito dell’esondazione del rio avvenuta questa mattina, ha inghiottito in queste ore quello che rimaneva della strada già parzialmente sommersa dopo la rottura degli argine del Santa Lucia. Con il crollo la statale è tagliata letteralmente in due. Le forti piogge hanno portato alla chiusura anche nella giornata di giovedì degli uffici della Regione Sardegna dislocati a Cagliari nonché di tutte le strutture comunali e le scuole. “Per gli uffici regionali situati nelle diverse sedi periferiche, i direttori generali – fa sapere la Regione – dovranno verificare l’esistenza di analoghe ordinanze emanate dai sindaci competenti al fine di disporne la relativa chiusura”. 
Maltempo, nubifragi in Sardegna: il lavoro dei Vigili del Fuoco
Istituti scolastici chiusi anche a Carbonia, Decimoputzu, Maracalagonise San Giovanni Suergiu. Sulla base dei fenomeni in atto e previsti è stata valutata per la serata di mercoledì e giovedì allerta rossa sui settori orientali e meridionali della Sardegna e arancione sulla Gallurazona colpita nel 2013 assieme al Nuorese da un alluvione che provocò 18 mortii e migliaia di sfollati
Esonda rio Santa Lucia, Capoterra isolato
Un brusco peggioramento delle condizioni meteo è in atto anche sulla Liguria e in Piemonte, dove dal pomeriggio di mercoledì l’arrivo di precipitazioni intense a partire da Ponente. L’allerta rossa è stata diramata dalle 3 di questa notte fino alle 15 di giovedì e interesserà le province di Imperia e Savona. Su tutto il resto del territorio regionale l’allerta sarà di livello arancione.
A seguito dell’emanazione dell’allerta, il Centro operativo comunale di Genova ha disposto il potenziamento del presidio territoriale in Valpolcevera – nella zona del crollo del ponte Morandi – “con una pattuglia di volontari dedicata al monitoraggio rivi e con sette pattuglie straordinarie della Polizia municipale per tutta la durata dell’allerta, oltre al servizio ordinario che sarà orientato esclusivamente al pronto impiegoper situazioni collegate agli eventi meteo”.
“Il Polcevera – spiega l’assessore regionale alla Protezione civile, Giacomo Giampedrone – resta osservato speciale. Nell’alveo ci sono, al momento, circa 700 metri cubi di detriti che sono peraltro grandemente viziati dal fatto che quella zona è sotto sequestro e, quindi, possiamo operare in maniera limitata. Monitoreremo il livello di sicurezza”. Nelle ore seguenti al crollo, proprio la Protezione civile aveva sollecitato uno sgombero prima dell’autunno per evitare che le macerie costituissero un argine nei giorni di maltempo.

Il primo video girato su un asteroide a 300 milioni di chilometri da noi

I due robot automatici dell’Agenzia spaziale giapponese (JAXA) che si trovano da qualche giorno sulla superficie dell’asteroide Ryugu, a 300 milioni di chilometri da noi, hanno inviato sulla terra un video che hanno registrato il 23 settembre. È formato da 15 frame, le singole unità che formano un video, e mostra la superficie rocciosa di Ryugu. Il 24 settembre erano state diffuse le prime foto scattate su Ryugu e qui avevamo raccontato la storia della missione Hayabusa-2, che ha portato i due robot fin lì.




Rover-1B succeeded in shooting a movie on Ryugu’s surface! The movie has 15 frames captured on September 23, 2018 from 10:34 - 11:48 JST. Enjoy ‘standing’ on the surface of this asteroid! [6/6]

LA ZANZARA, L'INTERVISTA AL 'NEONAZISTA FROM USA' Daniel Burnside: ecco cosa ha detto


Di Salvatore Santoru

In una recentissima puntata della nota trasmissione radiofonica 'La Zanzara' il conduttore Giuseppe Cruciani ha intervistato un militante neonazista della Pennsylvania, Daniel Burnside(1).

Risultati immagini per ulysses pa

Più specificatamente, Burnside è un dirigente regionale del National Socialist Movement, uno dei partiti neonazisti più noti negli States insieme allo storico e più famoso American Nazi Party(2).

Andando maggiormente nei particolari, Burnside ha sostenuto di credere nell'inferiorità dei neri e di non credere nell'Olocausto.
Inoltre, ha sostenuto che Trump sta cercando di portare avanti una politica costruttiva ma è circondato da 'personalità poco condivisibili' e ha affermato che Putin è un grande leader per il popolo russo.

Oltre a ciò, c'è stato un 'breve scontro' tra Parenzo e Burnside e il conduttore ha fatto anche una smorfia al militante neonazista, che ha risposto dicendo 'Sieg Heil'.

NOTE:

(1) https://edition.cnn.com/2018/08/10/us/neo-nazi-next-door-pennsylvania/index.html

(2) https://en.wikipedia.org/wiki/National_Socialist_Movement_(United_States)

CAGLIARI, EX PIZZAIOLO CON TUMORE AL CERVELLO VIVE IN MEZZO ALLA STRADA: 'NON HA AVUTO IL REDDITO DI INCLUSIONE'

Risultati immagini per Daniele Cuomo, 43 anni,

Di Salvatore Santoru

'Casteddu Online' ha reso nota la storia di Daniele Cuomo, un'ex pizzaiolo che ora vive in strada.
Più specificatamente, Cuomo ha perso il lavoro nel 2011 e soffre di un tumore al cervello.


Nell'intervista della testata locale, l'uomo ha sostenuto di dormire al porto e di lavarsi nelle docce del Poetto.
Inoltre, Cuomo ha affermato di avere una pensione mensile di 287 euro e di avere diritto al Rei (reddito di inclusione) ma in quanto avendo indicato, nella richiesta il suo vecchio domicilio, è per ora tutto bloccato.

NOTA E PER APPROFONDIRE:

(1) http://www.castedduonline.it/daniele-di-cagliari-ex-pizzaiolo-in-mezzo-alla-strada-ho-un-tumore-al-cervello-aiutatemi/

Il litigio tra Salvini e il ministro degli Esteri del Lussemburgo sui migranti

Risultati immagini per Salvini e il ministro degli Esteri del Lussemburgo
Durante una riunione della Conferenza di Vienna sulla sicurezza e l’immigrazione – una riunione informale tra ministri di paesi dell’Unione Europea – il ministro dell’Interno italiano Matteo Salvini ha battibeccato con il ministro degli Esteri del Lussemburgo parlando di migranti. Salvini stava dicendo che è contrario all’idea che l’immigrazione possa essere usata dai paesi più ricchi per sopperire alla mancanza di forza lavoro, il ministro lussemburghese Jean Asselborn gli ha risposto ricordando i molti italiani emigranti in Lussemburgo nel dopoguerra, che lavoravano per mantenere le loro famiglie in Italia.

Israele, è nato il vitello rosso: per le sacre scritture è il simbolo della fine del mondo

Risultati immagini per Israele, è nato il vitello rosso
Di Franco Grilli
In Israele sarebbe nato un esemplare di vitello rosso.
Fin qui nulla di male, non fosse che secondo le sacre scritture cristiane ed ebraiche, la nascita di questo particolare animale prefigurerebbe la fine del mondo.
Ma, forse, non c’è troppo da allarmarsi. Infatti, stando a quanto scrive Breaking Israel News, questo vitellino rosso sarebbe nato dall’impianto "artificiale" di embrioni di red angus in mucche tradizionali. Quindi, così fosse, possiamo continuare a dormire sonni tranquilli: la fine del mondo è rimandata a data da destinarsi. A raccontare dell’"apocalittica" nascita è The Temple Institute, che ha pubblicato anche un video.
Per l’ebraismo, soprattutto, il sacrificio di un vitello rosso anticiperebbe anche la venuta del Messia.
Tocca ora agli esperti veterinari e teologici israeliani studiare con attenzione l’esemplare appena nato, così da constatare o meno se si tratti effettivamente del vitello prescelto, annunciatore della fine del mondo.

11 settembre, il video inedito e restaurato della tragedia delle Torri gemelle 17 anni dopo: l’attacco, il crollo, i soccorsi


Fatto Quotidiano

A distanza di 17 anni dall’attacco alle Torri gemelle, sono usciti i video restaurati dell’ex cameraman della Cbs, Mark LaGanga. Durante il filmato LaGanga incontra soccorritori, poliziotti e vigili del fuoco al lavoro, e riprende i feriti portati via in barella. 

Risultati immagini per 11 settembre ilgiornale

Quasi 30 minuti per uno documento storico straordinario.

Belgio, presentatrice di colore sommersa di insulti: "Sei troppo nera"

Risultati immagini per Cécile Djunga insult
Di Ivan Francese
A causa del colore della sua pelle, da mesi viene sommersa di insulti a sfondo razzista.
Dopo settimane e settimane di calvario, ha deciso di non tacere e denunciare tutto. Lo ha fatto con un video-appello di cinque minuti pubblicato su Facebook, dove sapeva che avrebbe avuto la massima visibilità.
Ha raccontato che un telespettatore ha telefonato alla redazione di Rtfb - la televisione pubblica per cui lavora - e si è lamentato perché la Djunga, che si occupa di presentare le previsioni del tempo, era "troppo nera". Non solo: la giovane professionista racconta di essere stata inondata da un mare di fango, con decine di messaggi razzisti che si sono succeduti nei mesi.
La televisione per cui lavora ha immediatamente preso le distanze da questi hater,esprimendo la più ferma solidarietà per la Djunga e ricordando che "per questo fiume di fango non c'è posto in Belgio, perché il razzismo è un crimine perseguibile per legge".
Pur provata, la presentatrice ha motivato la propria denuncia spiegando che l'intento è quello di "fare aprire gli occhi a chi è convinto che in Belgio il razzismo non esista".

Torri gemelle, spunta un video inedito dell'attentato

Risultati immagini per Video
Di Francesca Bernasconi
A pochi giorni dal 17esimo anniversario dell'attentato alle Torri gemelle, spunta un nuovo video, che mostra l'esplosione e il crollo di quell'11 settembre del 2001, che ha cambiato la storia mondiale.
A diffonderle è l'autore del video, un operatore della Cbs che, subito dopo l'attentato, è corso sul posto, documentando i terribili minuti che seguirono l'impatto dei due aerei.
Un denso fumo bianco si leva dalla strada e avvolge il sito delle Torri gemelle, rendendole invisibili. "Cosa succede?", chiede Mark LaGanga ai soccorritori che incontra. "Sta collassando tutto, è un inferno", risponde uno di loro, attonito di fronte all'immane scenario che si disegna di fronte ai suoi occhi. Poliziotti, vigili del fuoco e soccorritori sono ricoperti dalla polvere bianca, tossiscono, accasciandosi a terra nel tentativo di riprendere le forze. L'operatore cattura la disperazione di una coppia, due afroamericani, sconvolti che si allontanano dal luogo dell'attentato: lei piange ininterrottamente, mentre neglio occhi dell'uomo si coglie quel senso di vuoto, di chi si ritrova impotente di fronte a qualcosa di troppo grande per lui.

Mentre tutti corrono via, Mark LaGanga va incontro al disastro. I soccorritori gli dicono di allontanarsi, perché la torre sta per crollare, ma lui entra, riuscendo a catturare con la sua videocamera le ultimi immagini degli interni: facciata in vetro, scale mobili ricoperte di cenere, porte girevoli bloccate dai detriti causati dall'esplosione e dal crollo della della Torre 2. Poi esce e riprende lo scenario intorno: polvere ovunque, macerie degli edifici danneggiati e tutto intorno i grattacieli ancora in piedi.

Poi, all'improvviso, si vede una nube di fumo ancora più densa e un gruppo di persone corre disperatamente verso il reporter, il più velocemente possibile, ma LaGanga non si muove. Il fumo lo invade e le immagini diventano nere. In sottofondo, si sente l'uomo ansimare e tossire e una serie di voci concitate. Quando la polvere si dirada appare la mano dell'operatore, che pulisce l'obiettivo e chiede a un uomo in camicia e cravatta cosa sia successo. "È crollata! La torre è crollata", gli risponde lui, quasi incredulo. Le Torri gemelle non esistono più.