Vos Thalassa, migranti minacciano ammutinamento: “Non vogliamo tornare in Libia”. Interviene guardia costiera

Risultati immagini per Vos Thalassa

Blitz Quotidiano

I migranti a bordo della Diciotti saranno sbarcati in Italia “per le dovute misure cautelari e gli accertamento giudiziari correlati a condotte che hanno messo a repentaglio la vita dell’equipaggio del Vos Thalassa“. Cosa è successo in alto mare? Secondo le ricostruzioni della Guardia costiera italiana, alcuni rifugiati a bordo avrebbero minacciato l’equipaggio italiano quando si sono accorti che a largo si era avvicinata una nave libica. Una mossa disperata, una sorta di ammutinamento, per evitare di essere riportati in Libia che comunque ha messo a rischio la sicurezza della Vos Thalassa e dell’equipaggio.
Il rimorchiatore d’altura battente bandiera italiana Vos Thalassa, ricostruisce la guardia costiera, nella giornata di domenica, dopo aver avvistato un barchino in procinto di affondare nelle acque internazionali prossime alle piattaforme petrolifere, dove opera, ha soccorso i 67 migranti a bordo, di cui 58 uomini, 3 donne e 6 minori.
Il comandante della nave, in diverse comunicazioni anche via mail alla Centrale Operativa della Guardia Costiera a Roma, ha segnalato una situazione di grave pericolo per la security della nave e del suo equipaggio, composto da 12 marittimi, tutti di nazionalità italiana, causato da “atteggiamenti minacciosi nei confronti dell’equipaggio stesso da parte di alcuni migranti, all’arrivo in zona della Guardia Costiera libica”.

Nessun commento:

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
SCOPRI TUTTE LE NOTIZIE DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE !
Powered by Blogger.