Follow by Email

ULTIMI ARTICOLI

Total Pageviews

BLOGROLL(ITA-INTERNAZIONALE)

ARCHIVIO BLOG

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

“L'Ottavo Blog”, Freccero lancia un programma dedicato alla controinformazione online

Share it:

Di Salvatore Santoru

Carlo Freccero ha deciso che Rai 2 potrebbe ospitare una trasmissione di approfondimento giornalistico sull’attualità. Più specificatamente, come riportato da Libero e da altri siti, in tale trasmissione si darà spazio all'informazione sovranista e alla informazione e controinformazione che viaggia in Rete. 

Il programma si chiamerà L'Ottavo Blog e, come sostenuto dallo stesso neodirettore di Rai2, sarà basato sulla "rassegna dell'informazione che non deve essere divulgata".
Inoltre, Freccero ha dato l'esempio di alcuni siti e blog da cui attingere e tra di essi vi sono l'Intellettuale Dissidente, l'Antidiplomatico e il Nodo di Gordio(e/o il Nodo Gordiano). 
Share it:

Carlo Freccero

controinformazione

news

TV

Post A Comment:

2 comments:

  1. Divulgare fake news comporta una seria responsabilità. Basta vedere i danni dei novax. L'idea di dare spazio a chi confezione pseudo-informazioni in modo tendenzioso per propagare ideologia smentite dai fatti stessi che attaccano è folle. Una cosa è la libertà in rete di dire balle come si vuole, ben altra è quella di mettere sullo stesso piano le parole di un Nobel e quelle di un webete. Gente fallita e rancorosa che scrive testi allarmistici e sociopatici con il talento di chi sa provocare terrore e scandalo dovrebbe essere bandita da qualsiasi media senza un opportuno inquadramento delle sue reali competenze e senza un chiaro contraddittorio con chi dell'argomento è un vero esperto. Ci ritroveremo pieni di scemi che credono nel creazionismo, nell'omeopatia, nella terra piatta, nel motore ad acqua, ed altre idiozie del genere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo sul fatto che divulgare fake news/bufale comporti responsabilità e che le parole di un Nobel e di un 'webete' non sono la stessa cosa. Comunque, mi pare che Freccero non intenda promuovere tesi complottiste estreme ma le tesi, condivisibili o meno, della cosiddetta 'controinformazione' e/o 'informazione alternativa' specialmente politica/sociale e geopolitica.
      Tra l'altro, ha citato siti web come il Nodo di Gordio, l'Intellettuale Dissidente e l'Antidiplomatico che propongono a volte tesi interessanti/innovative e altre volte meno per vari motivi(troppo schierati ad esempio e così via)

      Elimina

Partecipa alla discussione