Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta Avigan. Mostra tutti i post

Avigan, Giappone dà il via alla sperimentazione


Di Salvatore Santoru

Negli ultimi giorni si era parlato molto del discusso farmaco giapponese Avigan, noto anche come "Favipiravir"(1).
La stessa Agenzia Italiana del Farmaco(AIFA) aveva deciso di autorizzare la sperimentazione del medicinale e tale decisione è stata criticata da alcuni esponenti della comunità scientifica, i quali hanno ribadito che vi sono al momento poche prove sull'efficacia dell'Avigan ed esistono diversi effetti collaterali di esso.

Comunque sia, recentemente anche il governo giapponese ha dato il via alla sperimentare del medicinale.
Tale news è stata resa nota dalla Fujifilm Toyama Chemical, la multinazionale che produce il farmaco.

Intanto, nell'ambito di un'intervista al Corriere Della Sera(2), il General Manager della Fujifilm Toyama, Junji Okada, ha specificato che la sperimentazione durerà sino al giugno 2020 e dovrebbe coinvolgere più di cento persone contagiate dal Covid-19.

PER APPROFONDIRE, ARTICOLO SU BLASTING NEWS :

https://it.blastingnews.com/cronaca/2020/04/avigan-il-giappone-ha-deciso-di-avviare-la-sperimentazione-del-discusso-farmaco-003105605.html

NOTE:

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/03/avigan-contro-coronavirus-laifa-da-il.html

(2) https://www.corriere.it/economia/aziende/20_aprile_01/avigan-tutto-quello-che-c-sapere-farmaco-giapponese-fujifilm-72d6da20-73ed-11ea-b181-d5820c4838fa.shtml

Avigan, il colosso farmaceutico che lo produce contro le sperimentazioni: 'Siamo preoccupati'


Di Salvatore Santoru

Recentemente l'AIFA ha deciso di approvare la sperimentazione dell'Avigan, il discusso farmaco giapponese di cui si sta parlando molto in questi giorni(1).
Tale decisione non è stata molto apprezzata dal colosso farmaceutico che produce il medicinale, la Toyama Kagaku Kōgyō, consociata giapponese della Fujifilm Holdings.

Più specificatamente, stando a quanto riporta il Corriere e altre testate nazionali, in un'intervista all'agenzia giornalistica DIRE la rappresentante delle pubbliche relazioni del colosso farmaceutico, Chiaki Hasegawa, ha sostenuto che la sua società è molto sorpresa dalla decisione dell'AIFA(2).

Inoltre, la Hasegawa ha dichiarato che lo stesso colosso sarebbe molto preoccupato per l'avvio dei test e ciò per via del fatto che, sino ad ora, i test riguarderebbero la versione cinese del medicinale e non ci sarebbero studi su pazienti che non sono giapponesi.

In questi giorni l'Avigan sta facendo molto discutere e bisogna ricordare che tale farmaco, approvato nel 2014 in Giappone come antivirale, si è rivelato efficace su alcuni casi di Covid-19 in Cina e Giappone e dallo stesso paese nipponico era stato ritirato a seguito di determinati effetti collaterali(3).

NOTE:

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/03/coronavirus-avigan-ne-farmaco.html

(2) https://www.corriere.it/cronache/20_marzo_24/coronavirus-ultime-notizie-dall-italia-mondo-cf3baef8-6d94-11ea-9b88-27b94f5268fe.shtml

(3) https://www.ilcapoluogo.it/2020/03/23/coronavirus-e-avigan-problemi-sugli-effetti-collaterali/

Coronavirus, ecco perché l'approvazione dell'Avigan potrebbe essere una buona notizia


Di Salvatore Santoru

Recentemente l'Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato l'utilizzo dell'Avigan, il discusso farmaco giapponese di cui si sta parlando da alcuni giorni in Rete(1).
La decisione dell'AIFA è stata preceduta da alcune polemiche e, inoltre, è tutt'ora oggetto di pareri contrastanti.
In linea di massima, da una parte c'è chi sostiene che l'Avigan possa rappresentare "la cura" per il Covid-19 e dall'altra chi sostiene che la sua efficacia sarebbe una "bufala". 
Attualmente non esistono sufficienti prove sulla totale efficacia di tale farmaco, approvato come antivirale nel 2014(2), ma tuttavia i test effettuati in Cina e Giappone hanno dimostrato che tale medicinale può essere utile per certi casi di Coronavirus. 
Comunque sia e quale che sia la verità, la decisione dell'AIFA è tutto sommato positiva e sarebbe importante sperimentare l'Avigan allo scopo di appurarne la possibile utilità nella lotta contro l'attuale pandemia globale.
D'altronde, tenendo conto della gravità dell'attuale emergenza, è importante sperimentare le possibili utilità di alcuni medicinali ritenuti potenzialmente efficaci contro il Covid-19.
PER APPROFONDIRE:
NOTE:

Avigan contro Coronavirus, l'Aifa dà il via libera alla sperimentazione


Di Salvatore Santoru

Via libera alla sperimentazione dell'Avigan, il discusso farmaco giapponese di cui si sta parlando da pochi giorni in Rete e nei media(1).
Come riporta il Corriere Della Sera(2), la tematica è stata discussa dal Comitato tecnico-scientifico dell’Agenzia italiana del farmacoil ministro della Salute Roberto Speranza ha dichiarato che lo stesso direttore AifaNicola Magrini, ha comunicato che si sta sviluppando un programma di sperimentazione e ricerca.

Sino ad ora la possibilità dell'utilizzo dell'Avigan è stato oggetto di pareri contrastanti, come spiegato in un recente articolo che ho scritto per questo sito(3).

NOTE:

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/03/coronavirus-avigan-ne-farmaco.html

(2) https://www.corriere.it/salute/malattie_infettive/20_marzo_23/avigan-via-sperimentazione-17ada1f4-6d19-11ea-ba71-0c6303b9bf2d.shtml

(3) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/03/coronavirus-il-farmaco-giapponese.html

Coronavirus, Avigan né farmaco miracoloso né propriamente bufala: ecco perché


Di Salvatore Santoru

In queste ultime ore si sta parlando abbastanza della possibile utilità di un farmaco giapponese, Avigan, nell'ambito della lotta mondiale contro il Coronavirus.

A tal riguardo vi sono pareri contrastanti e in Italia l'argomento è diventato virale a seguito di un video realizzato da un giovane che si trova in Giappone, l'imprenditore e farmacista romano Cristiano Aresu(1).

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, ha deciso di avviare la sperimentazione del medicinale e, inoltre, tra i pareri critici si è anche avuto quello del noto virologo Roberto Burioni(2).

In linea di massima, c'è chi sostiene che tale farmaco sarebbe una sorta di medicinale 'miracoloso' e invece chi parla dell'ennesima bufala.

Stando alle notizie e ai dati che si hanno ora, invece, si potrebbe anche sostenere che l'utilizzo dell'Avigan non sarebbe né una 'panacea' ma allo stesso tempo nemmeno una bufala vera e propria.

Difatti, è stato riportato su diversi media internazionali che il farmaco sta venendo studiato ed è stato recentemente sperimentato in Cina e, inoltre, da febbraio 2020 viene utilizzato in Giappone.

Oltre a ciò, la sua possibile efficacia sarebbe stata sostenuta anche da un funzionario del ministero cinese della Scienze e della Tecnologia cinese, Zhang Xinmin, ma ridimensionata da una fonte anonima del ministero della Sanità giapponese.

A quanto risulterebbe, stando alla stessa fonte giapponese, l'Avigan potrebbe essere efficace nel trattamento di alcuni casi di Covid-19 moderati mentre non lo sarebbe in quelli gravi.

Se le cose stessero così, si potrebbe sostenere che l'Avigan non è propriamente un "farmaco miracoloso" e che, allo stesso tempo, i suoi possibili benefici non sarebbero una "bufala" ma risulterebbero comunque limitati.

PER APPROFONDIRE:

NOTE:



----------------------------------------------------------------------

Avigan contro Coronavirus, Burioni non approva: 'Scemenze'


Di Salvatore Santoru

Nelle ultime ore si sta parlando molto dell'utilizzo di un farmaco giapponese, Avigan, nell'ambito della battaglia contro il Coronavirus.
Recentemente il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha annunciato, in una diretta Facebook, il suo sostegno all'avvio della sperimentazione del medicinale(1).

L'efficacia del farmaco antivirale è stata sostenuta anche da un giovane italiano che si trova in Giappone, Cristiano Aresu, e a tal riguardo vi sono diversi pareri(2).
Tra i critici e gli scettici dell'efficacia del farmaco ad essi vi è Roberto Burioni, il noto virologo dell'Università Vita-Salute San Raffaele(3).

Più precisamente, su Twitter lo stesso Burioni ha sostenuto che le notizie divulgate sull'Avigan sarebbero 'scemenze' e si tratterebbe di una nuova bufala.

NOTE:

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/03/coronavirus-zaia-annuncia-la.html

(2) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/03/coronavirus-cina-raccomanda-avigan.html

(3) https://video.ilsecoloxix.it/italia/arriva-l-avigan-presunto-farmaco-contro-il-coronavirus-burioni-scemenze-zaia-lo-sperimentiamo-in-veneto/59057/59037

Coronavirus, Zaia annuncia la sperimentazione dell'Avigan in Veneto


Di Salvatore Santoru

Nelle ultime ore si sta parlando molto del possibile utilizzo di un farmaco giapponese, Avigan, nella lotta contro il Coronavirus.
Lo stesso medicinale viene utilizzato in Giappone da febbraio 2020 e, da alcuni giorni, sta venendo sperimentato in Cina e sulla sua efficacia vi sono diversi pareri.

In Italia la tematica è diventata virale a seguito della diffusione di un discusso video realizzato da in Giappone da un giovane farmacista italiano, Cristiano Aresu, dove si sostiene che il farmaco possa servire come cura contro il Covid-19.

Intanto, riporta Il Gazzettino, il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha annunciato, in una diretta Facebook, il suo sostegno alla sperimentazione del medicinale(1).
Zaia ha anche affermato che il farmaco è stato approvato dall'AIFA e che, inoltre, si augura che al più presto avvenga la sua possibile sperimentazione.

PER APPROFONDIRE:

https://www.informazioneconsapevole.com/2020/03/coronavirus-cina-raccomanda-avigan.html

https://www.informazioneconsapevole.com/2020/03/coronavirus-il-farmaco-giapponese.html

NOTA:

(1) https://www.ilgazzettino.it/nordest/primopiano/coronavirus_avigan_favipiravir_burioni_sperimentazione_veneto-5126349.html

Coronavirus, il farmaco giapponese 'Avigan' potrebbe essere utile ? Ecco quello che c'è da sapere


Di Salvatore Santoru

Recentemente la Cina sta effettuando alcuni test clinici basati sul farmaco Avigan, medicinale conosciuto anche con il nome di T-705 e Favipiravir(1).
Tale farmaco, prodotto dalla società giapponese Fujifilm Toyama Chemical(2), è un antivirale e risulta essere efficace contro diversi virus a RNA(3).
Il Favipiravir viene utilizzato, almeno da febbraio 2020, in Giappone nella lotta contro il Coronavirus e una sua possibile efficacia sarebbe stata confermata da un funzionario del ministero cinese della Scienze e della Tecnologia cinese, Zhang Xinmin.
Stando ad un articolo del Guardian(4), Xinmin ha illustrato degli effetti positivi che avrebbe il farmaco e tale notizia è stata diffusa su diversi mass media nipponici, tra cui l'emittente pubblica NHK(5).
Come riporta l'Adnkronos(6), il medicinale sarebbe stato sperimentato con successo nel trattamento di almeno 340 pazienti in Cina ma, comunque, la sua efficacia nella lotta contro il Covid-19 sarebbe stata ridimensionata da un'anonima fonte del ministero della Sanità giapponese.
Più specificatamente, nell'ambito di un'intervista alla testata nipponica Manichi Simbun(7), la stessa fonte ha sostenuto che il farmaco sembrerebbe non essere efficace nel trattamento dei casi gravi di Coronavirus. 
La notizia del possibile utilizzo del farmaco giapponese nella lotta contro il Covid-19 è stata ripresa anche in diverse testate internazionali, tra cui lo statunitense New York Post(8), e testate scientifiche come Live Science(9).
Oltre a ciò, nelle ultime ore è diventato virale e sta facendo discutere un video di un giovane farmacista italiano, Cristiano Aresu, che attualmente si trova in Giappone e sostiene l'efficacia del Favipiravir nel trattamento contro l'attuale pandemia globale(10).
Comunque sia e quale che sia la verità, per completezza d'informazione linko alcuni articoli che portano avanti le tesi possibiliste e scettiche sull'utilizzo e l'efficacia del farmaco nipponico.
NOTE:
PER APPROFONDIRE:
-----------------------------------------------------------------------------------------------

Coronavirus, Cina sperimenta Avigan e Giappone lo userebbe da 1 mese: lo sostiene un farmacista italiano in un video

Di Salvatore Santoru

In Cina si stanno effettuando alcuni test clinici su un farmaco noto come Avigan, farmaco che si ritiene possa avere qualche efficacia nella lotta contro il Covid-19.

Intanto, pare che in Giappone lo stesso farmaco verrebbe utilizzato da febbraio e tale notizia è stata confermata dal funzionario del ministero cinese della Scienze e della Tecnologia  cinese, Zhang Xinmin.

Come riporta il Guardian(1), lo stesso Xinmin ha illustrato alcuni effetti positivi che avrebbe lo stesso Avigan, noto anche come favipiravir.

La notizia sarebbe stata ripresa da diversi media giapponesi, tra cui l'emittente pubblica NHK(2).

ll medicinale, si legge sull'Adnkronos(3), sarebbe stato già sperimentato con successo nel trattamento di almeno 340 pazienti in Cina ma, stando ad un'anonima fonte del ministero della Sanità giapponese, il farmaco sembrerebbe non funzionare bene quando il Covid-19 si è già moltiplicato.


NOTE:





Oltre a ciò, nelle ultime ore è diventato virale su Facebook il video di Cristiano Aresu, un giovane farmacista italiano che si trova in Giappone.

Di seguito, a scopo informativo, viene pubblicato il video e postato un estratto di un articolo di Scenari Economici e i link agli articoli di Next Quotidiano, Scienze Notizie e Money.it.


Buona Lettura e Visione !

---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------


Qualcuno sta attentando pesantemente alla vita di questo paese. Se è vero che Avigan è un farmaco del tutto efficace a uno stadio precoce della malattia, che cosa aspetta l’AIFA a permetterne l’importazione e la produzione?

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *