Breaking News

6/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta Livorno. Mostra tutti i post

LIVORNO, GRAVE EPISODIO DI RAZZISMO CONTRO UN CALCIATORE NERO

Risultati immagini per ragazzo originario del Gambia

Livorno, sputi, botte e insulti a calciatore del Gambia: "Nero di m.."


Di Claudio Cartaldo

Lo hanno aggredito e insultato in ogni modo, sputandogli pure addosso. G.B., 18enne calciatore originario del Gambia, è finito all'ospedale alla fine di una partita tra juniores dopo aver ricevuto una testata da un avversario.
Tutto inizia durante i 90 minuti regolamentari del match tra gli juniores dell'Ardenza e quelli del Castiglioncello. G.B. viene ripetutamente preso di mira dagli avversari, che lo insultano chiamandolo "Nero di m...", gli sputano addosso e lo invitano - poco garbatamente - a tornare "al tuo Paese". La partita finisce 2 a 1, ma non è questa la notiza. Il ragazzo gambiano, infatti, finisce all'ospedale di Cecina per una testata rifilatagli da un avversario. Il motivo di tanta violenza non è ancora chiaro.
Per l'allenatore del ragazzo, mister Alessandro Mantovani, alla base di tutto ci sarebbe l'odio razziale. "Il ragazzo - ha detto al Tirreno - è stato insultato dal portiere e dal difensore avversario che lo marcava da quando è entrato ad inizio ripresa. Lui è con noi da gennaio ma da un anno e mezzo si trova in Italia. Non ha genitori, è partito da solo, la sua storia è quella di tanti che vengono qui a bordo dei 'barconi' nella speranza di una vita migliore. E' un bravo ragazzo, per pagarsi il 'viaggio' ha lavorato nelle miniere, ha camminato per giorni e giorni in situazioni disperate. Ora vive in una specie di comunità dove vengono ospitate queste persone, va a scuola ed è integrato con i nostri ragazzi. Certi episodi sembrano assurdi". Diversa invece la versione del responsabile del settore giovanile del Castiglioncello, secondo cui il suo calciatore avrebbe solo reagito alle offese che il gambiano avrebbe rivolto nei suoi confronti.

FONTE:http://www.ilgiornale.it/news/cronache/livorno-sputibotte-e-insulti-calciatore-gambia-nero-m-1357637.html

Livorno, respinto da una 38enne: operaio aggredisce con l'acido l'amica 55enne

Livorno, respinto da una 38enne: operaio aggredisce con l'acido l'amica

http://www.tgcom24.mediaset.it/cronaca/toscana/livorno-respinto-da-una-38enne-operaio-aggredisce-con-l-acido-l-amica_2113035-201502a.shtml

Ha gettato acido sul volto di una donna ritenendola colpevole di ostacolare l'avvio di una sua relazione sentimentale con un'amica: è accaduto a Livorno in una sala scommesse del centro. L'autore del gesto, un uomo di 30 anni, livornese, è stato arrestato dai carabinieri. La donna, di 55 anni, ha riportato lesioni alla vista e ustioni guaribili in 25 giorni.
Davide Vecchio, 30 anni, operaio livornese, si sarebbe rivolto alla vittima circa un anno fa chiedendole di aiutarlo a convincere l'amica 38enne, di iniziare una storia sentimentale con lui. Attenzioni che non sono mai state contraccambiate poiché mai corrisposte.

Vecchio ha così iniziato a perseguitare le due amiche. E per questo motivo l'uomo è stato oggetto di numerose denunce.

Domenica sera il 30enne è arrivato con una bottiglia di acido muriatico nel centro Snai dove lavora la 55enne. Era presente anche l'amica 38enne. Tra i tre è nato un alterco, sfociato nel tragico epilogo. L'uomo ha perso ogni ratio e ha gettato il liquido contro la sua vittima, che è stata immediatamente trasportata al Pronto soccorso. Una volta allertati, i carabinieri hanno rintracciato e arrestato l'aggressore, che ora è ai domiciliari.

Cecina(Livorno):mancano 5 centesimi. McDonald nega il panino al ragazzo down, ma scatta l'indignazione e alla fine tutto finisce bene

Risultati immagini per mc donalds US FLAG
Di Sonia Bedeschi
Mancano 5 centesimi e il Mc Donald non gli da il panino. E' accaduto a Cecina, in provincia di Livorno, dove un ragazzo down avrebbe dovuto rinunciare al menù da 7 euro e 65 centesimi, formato da 4 cheesburger e una Coca Cola grande.
Proprio quei 5 centesimi che non aveva in tasca lo hanno messo in imbarazzo davanti a tutti. Il ragazzo aveva in mano un buono pasto da 7 euro e 40,25 centesimi, meno del dovuto, ma la commessa é stata inflessibile, ha domandato al caporeparto che a sua volta non si è fatto alcun problema a replicare che andava rigorosamente tolto un panino. Un atteggiamento piuttosto discutibile. Cercate di immaginarvi la scena, il ragazzo si fruga in tasca, trova pochi spiccioli, li aggiunge al buono, ma non sono abbastanza per coprire l'intero costo del menù. Una situazione alquanto imbarazzante su cui (forse) la commessa o il caporeparto avrebbero potuto chiudere un occhio, per 5 centesimi! Per fortuna in suo soccorso é arrivato un altro giovane che si é offerto di pagare la quota (enorme!) mancante. Solo a quel punto il ragazzo down ha potuto riavere il menu completo con tutti e quattro i panini all'interno. La scena è durata qualche minuto e per il Mc Donald si é trasformata - come prevedibile - in un boomerang: decine di post su Facebook, alcuni molto indignati. Uno addirittura recita: "Possibile che con tutta la carne che viene buttata ogni giorno nella spazzatura un ragazzo down non possa avere il suo hamburger per pochi centesimi? E' una cosa intollerabile. Eravamo pronti ad aiutarlo, ci ha preceduto un ragazzo in fila davanti a noi. Quando ha visto che aveva svuotato le tasche e gli mancavano 5 centesimi si è subito offerto di darglieli. Ma il punto é: se il giovane fosse stato solo, se non ci fosse stato nessuno pronto ad aggiungere quei pochi centesimi mancanti, il personale della paninoteca gli avrebbe negato il panino!". Un gesto che ci fa riflettere sul pregiudizio, l'indifferenza e la sensibilità di certe persone e la durezza d'animo di altre. Tu da che parte stai?

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *