Breaking News

6/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta Trilateral Commision. Mostra tutti i post

Luigi Di Maio sull'incontro con l'ISPI: "Non c’era la Commissione Trilaterale. L’Ispi è un istituto che si occupa di studi di politica internazionale, e lì c’erano tante persone"

Luigi Di Maio

Di Donato De Sena
http://www.giornalettismo.com/

«Non c’era la Commissione Trilaterale. L’Ispi è un istituto che si occupa di studi di politica internazionale, e lì c’erano tante persone. Se è per questo io partecipo pure alle capigruppo con Brunetta e con Lupi, ma non mi preoccupo perchè sono ben cosciente della linea politica che porta avanti il Movimento 5 Stelle». È il chiarimento di Luigi Di Maio sulla sua partecipazione ad un pranzo (a Milano, presso l’Istituto studi per la politica internazionale) al fianco del professor Carlo Secchi, già presidente della Bocconi e presidente del ramo italiano della Commissione Trilaterale, gruppo di studio nato nel 1973 per iniziativa di David Rockefeller.
La Trilateral Commission è sempre stata aspramente criticata dal Movimento 5 Stelle. L’esponente Roberto Fico sul blog di Beppe Grillo una settimana fa ha descritto il gruppo come una di quelle organizzazioni «delle élite economiche» che si fondano su un «pensiero antidemocratico». Stefano Feltri sul Fatto Quotidiano ha poi riportato la notizia dell’incontro del presidente della Trilaterale italiana con Di Maio, lo scorso 22 aprile. «Nel pranzo all’Ispi – ha affermato il vicepresidente della Camera a Napoli, a margine di un’iniziativa elettorale in sostegno del candidato sindaco M5S Matteo Brambilla – ho parlato di politica estera. Quello fa parte di tanti altri incontri che faccio con istituti ed enti che si occupano di cultura o di politica internazionale. Penso che sia un buon modo per raccontare la nostra politica, che è pubblica».

RIFLESSIONI SULLA VICENDA DELL'INCONTRO DI LUIGI DI MAIO ALL'ISPI E LA TRILATERAL




Di Salvatore Santoru

Sta facendo scalpore in rete la notizia che il deputato grillino Luigi Di Maio ha partecipato a un'incontro del think tank "ISPI" insieme,tra gli altri, a Carlo Secchi, vicepresidente dello stesso istituto di ricerca nonché presidente del ramo italiano della Commissione Trilaterale(1).
La vicenda è stata raccontata dal "Fatto Quotidiano" e ripresa criticamente da alcune testate web, mentre Di Maio è stato difeso su Facebook dal giudice Ferdinando Imposimato(2), notoriamente vicino al Movimento 5 Stelle.

Ora, cercando di analizzare la questione in modo un pò più imparziale, c'è da segnalare che è doveroso segnalare che l'invito e la presenza di Di Maio all'ISPI hanno creato uno scandalo che è alquanto inconsistente.

Difatti, la vicenda è che il deputato grillino è stato invitato dall'ISPI per discutere di problematiche internazionali e alcuni membri dell'ISPI lo sono anche del ramo italiano della Trilateral, che pochi giorni fa si è riunita a Roma.

Qua urge fare due piccole considerazioni, la prima delle quali è che l'ISPI ovviamente non è la Trilateral e quindi non è che Di Maio sia stato alla Trilateral come sembrerebbe secondo le ricostruzioni critiche, e la seconda è che anche un politico,così come ogni altro individuo, avrebbe diritto di andare a parlare e presenziare dove vuole(tanto più se invitato), a meno che non si tratti di "cenacoli illegali" et similia e sicuramente l'ISPI non lo è.

Inoltre, c'è da dire che anche il fatto che alcuni politici italiani(del PD o di qualunque altro partito) presenzino alla Trilateral non è un problema, della Trilaterale il "problema" è sapere qual'è il suo effettivo potere politico a livello nazionale e internazionale e sopratutto ciò che è controverso è la sua segretezza.

NOTE:
(1)http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2016/04/luigi-di-maio-al-pranzo-con-il.html

(2)http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2016/04/ferdinando-imposimato-sul-caso-di-maio.html

FOTO:http://www.ispionline.it

FERDINANDO IMPOSIMATO SUL CASO DI MAIO-ISPI-TRILATERAL: 'L'ATTACCO A DI MAIO È DEL TUTTO INFONDATO'



" L'attacco a Luigi Di Maio da parte di alcuni giornali per una presunta partecipazione alla Trilateral è del tutto infondato. E' falso che gli sia andato alle riunioni della trilateral. Egli è andato all'ISPI, istituto per gli studi di politica internazionale. Partecipando a un pranzo sulla politica migratoria, dopo essersi coordinato con i parlamentari del M5S che si occupano della migrazione. E sono stati informati anche dopo la partecipazione. Il suo ruolo di vice presidente della Camera gli impone contatti anche con avversari e antagonisti , ma per fini istituzionali. "

Ferdinando Imposimato

FONTE:https://www.facebook.com/FImposimato/posts/10153438882421750?pnref=story

FOTO:http://www.lafucina.it

LUIGI DI MAIO AL PRANZO CON IL PRESIDENTE DEL RAMO ITALIANO DELLA TRILATERAL ALL'INCONTRO DELL'ISPI: LA FOTO CHE STA FACENDO DISCUTERE IL WEB

di maio trilateral
Di Salvatore Santoru
Sta facendo discutere nel web la foto che ritrae il deputato grillino Luigi Di Maio a pranzo insieme a Carlo Secchi, presidente del ramo italiano della "Commissione Trilaterale" nonché di Mediolanum.
Come spiegato da Stefano Feltri per il "Fatto Quotidiano", la foto di Di Maio risale al 22 aprile e fa riferimento all'incontro dell'Istituto Studi per la politica internazionale( ISPI) in cui lo stesso Di Maio era stato invitato.
All'incontro,tra gli altri, era presente anche Mario Monti e il "Fatto" e alcune testate web, tra cui" MeltyBuzz", "Next Quotidiano","Il Primato Nazionale" e il blog di Gad Lerner, hanno fatto notare che l'incontro del politico grillino con l'ISPI è avvenuto proprio tre giorni dopo le critiche alla Trilaterale mosse sul blog di Grillo.
Intanto, il senatore del PD Stefano Esposito ha criticato il Movimento 5 Stelle accusandolo di incoerenza.

INCONTRO COMMISSIONE TRILATERALE A ROMA, ECCO I TEMI CHE VERRANNO DISCUSSI



Di Salvatore Santoru

Come già riportato su questo blog(1), la Commissione Trilaterale si riunirà a Roma dal 15 al 17 aprile e vedrà la presenza,tra gli altri, dei ministri italiani Paolo Gentiloni e Maria Elena Boschi(2).




Le tematiche affrontate, come si può ben vedere nel sito della stessa Trilateral(3), saranno: 

- Il futuro dell'Italia nell'Europa
- Il punto sulla situazione dell'Unione Europea
- La situazione del Medio Oriente
- Il ruolo della Cina
- Le elezioni presidenziali statunitensi
- Il ruolo della Russia

NOTE:
(1)http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2016/04/la-commissione-trilaterale-roma-dal-15.html
(2)http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2016/04/trilateral-roma-presenti-anche-i.html
(3)http://www.trilaterale.it/download/ROMA_2016_DRAFT_PROG.pdf

INCONTRO COMMISSIONE TRILATERALE A ROMA, PRESENTI ANCHE I MINISTRI BOSCHI E GENTILONI



Di Salvatore Santoru

Secondo quanto riportato dal "Fatto Quotidiano"(1), tra i partecipanti alla conferenza della Trilateral prevista a Roma dal 15 al 17 aprile(2) risultano esserci anche i ministri Paolo Gentiloni, titolare del dicastero degli Esteri, e Maria Elena Boschi, ministro delle Riforme e dei rapporti con il Parlamento.
 Come riportato sul sito della stessa Trilateral(3), le tematiche della conferenza saranno incentrate sulle problematiche e i grandi temi del momento come la crisi dell'Unione Europea, la questione migratoria e il ruolo Russia,Cina e Corea del Nord.

NOTE:
(1)https://insider.ilfattoquotidiano.it/2016/04/12/che-ci-fa-la-boschi-alla-commissione-trilaterale/

(2)http://informazioneconsapevole.blogspot.it/2016/04/la-commissione-trilaterale-roma-dal-15.html

(3)http://www.trilaterale.it/download/ROMA_2016_DRAFT_PROG.pdf

FOTO:http://www.wakeupkiwi.com

LA COMMISSIONE TRILATERALE A ROMA DAL 15 AL 17 APRILE: ERANO 33 ANNI CHE NON SI RIUNIVA IN ITALIA



Di Salvatore Santoru

Stando a quanto riportato dal sito "Infiltrato.it" dal 15 al 17 aprile la Commissione Trilaterale si riunirà a Roma.




Erano 33 anni che la Trilateral non organizzava conferenze in Italia, precisamente dal 1983, quando venne festeggiato il 10° anniversario della sua fondazione.

PER APPROFONDIRE:http://www.infiltrato.it/inchieste/trilaterale-roma-nomi-membri-italiani/

Foto:simbolo Trilateral, https://it.wikipedia.org

Il potere della Commissione Trilaterale


Di Mario Di Giovanni

Cos'è la Commissione Trilaterale
La Commissione Trilaterale è un "potere forte", o per dir meglio: la somma dei poteri forti dell'Occidente. E' un'organizzazione semi-ufficiale (le notizie fornite dalla pubblica informazione sono sempre state rare e discontinue) creata nel 1973, che riunisce altissime personalità della finanza e della politica, docenti universitari, esponenti sindacali e giornalisti. Questi personaggi provengono da Stati Uniti, Europa e Giappone.
Il nome rimanda all'idea di un'azione comune delle élites (ma non elette dal popolo) delle tre grandi aree del mondo industrializzato in vista di un "nuovo ordine": né più e né meno che un governo del mondo in seduta permanente. Ispiratore e creatore dell'organizzazione è stato David Rockefeller.
Nel 1973, all'atto della fondazione, il direttore operativo era Zbigniew Brzezinski, che sarebbe poi divenuto consigliere speciale per la sicurezza degli Stati Uniti sotto la presidenza di Carter. Quest'ultimo personaggio è il simbolo vivente di cosa sia e come operi la Trilateral: Carter - la cosa era del tutto risaputa, al tempo - era letteralmente una "creatura" del gruppo Rockefeller, un servitore docile e puntuale dei progetti della Commissione.
Naturalmente non è il solo. Una decina d'anni fa il periodico americano F.R.E.E. pubblicò l'organigramma degli uomini del CFR e della Trilateral operanti all'interno delle istituzioni americane. Sotto il titolo "1992 Presidential Candidates" figura Bill Clinton, uomo sia del CFR che della Trilateral.
In economia, la divisa della Trilateral è la globalizzazione, cui essa mira riunendo soggetti "privati"- finanzieri, banche e multinazionali - che rappresentano da soli più della metà del potenziale economico dell'intero pianeta.
In politica, la divisa del potentato è quella "liberal": anglofila, massonica, cosmopolita.
La logica d'azione è quella, classica, dei "poteri forti": una conduzione discreta e silenziosa dell'economia e della politica occidentali.
La nascita della Trilateral Commission
Nel 1972, nell'ambito del Council on Foreign Relations (CFR), David Rockefeller abbozzò l'idea di una nuova organizzazione, che avrebbe dovuto perpetuare la staffetta dei poteri forti cosmopoliti che dall'inizio del secolo avevano eletto gli Stati Uniti come "patria".
L'anno successivo l'organizzazione fu ufficialmente presentata in Giappone.
Nel 1975 contava circa 200 membri.
La nascita della Trilaterale ebbe una funzionalità ben precisa. Gli altri potentati, CFR e Bilderberg, erano stati strumenti di un'egemonia americana che fino agli anni sessanta appariva incontrastata. Ma gli anni 70 segnarono la fine della ledaership economico-militare, non meno che "morale" degli Stati Uniti d'America.
Non solo la sconfitta in Vietnam e lo scandalo Watergate avevano fortemente agito in tal senso, ma il crescente sviluppo economico-finanziario di Europa e Giappone indicavano chiaramente che gli Stati Uniti non sarebbero mai più stati i soli padroni del mondo. La Trilateral servì quindi a riqualificare il potere statunitense, che strinse alleanza con quelle aree che non era più in grado di controllare.
Ma i progetti della Trilateral, andavano al di là dell'economia, fino ad un orizzonte "globale" del potere.
Sin dalla fondazione la Trilateral ha esteso il suo controllo a segmenti della pubblica informazione americana (CBS, Time Magazine, Foreign Policy), giapponese (Japan Broadcasting Incorporated), italiana (Arrigo Levi della Stampa), tedesca ( Die Ziet), del mondo sindacale (United Steelworkers of America, United Automobile workers, AFL-CIO ), della politica, della ricerca scientifica.
Scriveva Gianni Agnelli, della "Trilateral": " Un gruppo di privati cittadini, studiosi, imprenditori, politici, sindacalisti, delle tre aree del mondo industrializzato...che si riuniscono per studiare e proporre soluzioni equilibrate a problemi di scottante attualità internazionale e di comune interesse".
Forse sfugge, all'avvocato Agnelli, che il "comune interesse", nel mondo industrializzato è già rappresentato e garantito dai governi eletti dal popolo. In quale veste i "privati" di cui egli parla si affiancano all'azione economica e politica dei poteri legittimamente costituiti attraverso elezioni?
Osserviamo le direttrici di marcia di questo potere "privato", che con grande evidenza altro obiettivo non si prefigge se non quello di sostituire i poteri "pubblici".
La Trilateral mostra una divisa economica, una divisa politica e una divisa culturale.
La Trilateral in economia
La Commissione Trilaterale è il centro motore della globalizzazione.
Richard Falk ( dal periodico Monthly Review di New York, gennaio 1978): "Le idee della Commissione Trilaterale possono essere sintetizzate come l'orientamento ideologico che incarna il punto di vista sovranazionale delle società multinazionali, che cerca di subordinare le politiche territoriali a fini economici non territoriali".
Un ordine di idee, quello dei fini economici "non territoriali", che ha avuto modo di esprimersi pienamente attraverso l'operato delle due grandi istituzioni che presiedono alla globalizzazione: la Banca Mondiale e il Fondo Monetario, entrambi sotto lo stretto controllo, come è noto, del "Sistema" liberal della Costa Orientale americana. Entrambe le istituzioni agiscono a tutto campo nell'emisfero meridionale del pianeta, impegnate nella conduzione e nella "assistenza" economica ai paesi in via di sviluppo.
Ebbene, la logica del "mercato unico" mondiale, della movimentazione delle merci regolate dal solo criterio della "competitività" dei prezzi, hanno indotto Banca Mondiale e Fondo Monetario a orientare interamente all'esportazione la produzione alimentare del Sud, facendo leva sul ricatto del debito contratto dai paesi poveri col Nord ( la Banca Mondiale ai paesi in via di sviluppo: noi teniamo sotto controllo il vostro debito e voi accettate di "ristrutturare" le vostre economie secondo le nostre direttive) Il primo risultato è stato - il fenomeno dura ormai da decenni - la distruzione delle economie agricole di sussistenza, interamente sacrificate alle esportazioni verso il Nord, sotto il rigoroso controllo delle multinazionali.
Ecco perché, ormai, la remissione del debito del Terzo Mondo non basterebbe più per risollevarne le sorti. E' dalla dittatura delle multinazionali, del Fondo Monetario e della Banca Mondiale che il Sud del mondo deve liberarsi.
Diversamente, con le sue economie alla catena, non potrà che perpetuarsi una situazione che il più recente rapporto FAO ha indicato con sufficiente chiarezza: nel 1998 30 milioni di esseri umani morti per fame nell'emisfero meridionale del pianeta.
Le più importanti multinazionali legate alla Trilateral: Coca Cola, IBM, Pan American, Hewlett Packard, FIAT, Sony, Toyota, Exxon ( già Standard Oil, la capostipite delle compagnie petrolifere americane, di personale proprietà Rockfeller), Mobil, Dunlop, Texas Istruments, Mitsubishi.
La Trilateral in politica
La "Trilateral" colloca i suoi uomini nei governi occidentali per realizzare i suoi programmi.
Da una rassegna stampa, qualche nome dei suoi emissari italiani.
"il Giorno", 16 aprile 1983: "Per la prima volta a Roma la misteriosa Trilateral: 320 big dell'economia mondiale". Sottotitolo: "Tra essi Kissinger, Rockefeller, Agnelli e i potenti del Giappone" Da "il Giornale", 18 aprile 1983: "..il professor Romano Prodi, presidente dell'Iri e membro della Trilaterale...".
Non sarà inutile gettare uno sguardo anche sul sodalizio che ha generato la Trilaterale, e che tuttavia continua a vivere di vita propria (è caratteristica la doppia o tripla appartenenza, per i personaggi più influenti del "Sistema", tra CFR, Bilderberg e Trilateral.).
"il Giorno" del 24 aprile 1987, nel servizio su una riunione del Bilderberg che si era tenuto presso la Villa d'Este di Cernobbio, registrò, tra gli altri, la presenza di Carlo Azeglio Ciampi.
La vita organizzativa del sodalizio è scandita da riunioni plenarie, da gruppi di studio condotti dai responsabili delle tre aree, da "rapporti" che di volta in volta palesano il pensiero dell'organizzazione su questioni di particolare rilevanza.
Nel 1975 il Rapporto di Kyoto presentava un titolo ammiccante, ricco di promesse per il futuro: "La crisi della democrazia", pubblicato in Italia con la prefazione di Gianni Agnelli.
Lo studio denunciava una debolezza strutturale delle democrazie uscite dagli anni sessanta (cioè dalle crisi, a partire dal 68, organizzate e dirette dai poteri forti): debolezza degli esecutivi, perdita di credibilità e di autorità. La Trilaterale auspicava , come rimedio, una maggiore dose di autorità.
Una maggiore autorità dei governi controllati da "loro". Gianni Agnelli, da un'intervista rilasciata al "Corriere della Sera" il 30 gennaio 1975.
"Probabilmente dovremo avere dei governi molto forti, che siano in grado di far rispettare i piani cui avranno contribuito altre forze oltre a quelle rappresentate in parlamento; probabilmente il potere si sposterà dalle forze politiche tradizionali a quelle che gestiranno la macchina economica; probabilmente i regimi tecnocratici di domani ridurranno lo spazio delle libertà personali. Ma non sempre tutto ciò sarà un male. La tecnologia metterà a nostra disposizione un maggior numero di beni e più a buon mercato".

FONTE E ARTICOLO COMPLETO:http://globalorder.8k.com/trilateral.htm

"Profetico" episodio di una sitcom del 1981 spiega l'ipotetica agenda del NWO

Un breve episodio del 1981 della sitcom Barney Miller presenta un uomo  che descrive l'intera agenda del Nuovo Ordine Mondiale ad un ufficiale di polizia che pensa chiaramente che sia pazzo.
In questo episodio, un uomo che è stato arrestato per essere entrato negli uffici della Commissione Trilaterale, inizia una diatriba circa il grande potere della famiglia Rockefeller e l'obiettivo dell' élite di creare un unico governo mondiale. Tuttavia, gli agenti di polizia pensano chiaramente che è pazzo, così come il pubblico in studio che ride alle sue dichiarazioni. Ecco il video.


Questo episodio è piuttosto sorprendente, perché le affermazioni dell'uomo, che sembravano stravaganti nel 1981, sono ora facilmente verificabili. Inoltre, guardando indietro a come il mondo si è evoluto, è difficile negare che l'ordine del giorno è andato esattamente come ha descritto. Nelle sue memorie del 2002, David Rockefeller stesso scrisse:
"Alcuni credono che facciamo parte di una cabala segreta che cospira contro gli interessi degli Stati Uniti, definendo me e la mia famiglia come 'internazionalisti' e ci accusano di cospirare con altri nel mondo per costruire una struttura politica ed economica globale più integrata - un mondo, se volete. Se questa è l'accusa, mi dichiaro colpevole, e sono orgoglioso di esso ".
-David Rockefeller, "Memorie di David Rockefeller" p.405


Dispiaciuto per il fatto che il Giappone non è stato ammesso alle riunioni del Bilderberg, Rockefeller ha effettivamente creato la Commissione Trilaterale, che detiene ancora al suo interno le persone più potenti del mondo, tra cui diversi capi di stato.
L'uomo nel clip cita George HW Bush, che divenne Vice Presidente nel 1981 (l'anno dello spettacolo in onda), sostenendo che Rockefeller "ha fatto una chiamata" per farlo accadere.Come sapete, Bush ha continuato a diventare presidente degli Stati Uniti nel 1989 ... e suo figlio era diventato presidente nel 2002 ... e l'altro figlio sta lavorando sodo per diventare presidente mentre parliamo.
Ma la Commissione Trilaterale non funziona solo con i repubblicani. Obama è stato fortemente appoggiato dal co-fondatore della Commissione Trilaterale, Zbigniew Brzezinski.". Riconosce che la sfida è un volto nuovo, un nuovo senso di direzione, una nuova definizione del ruolo dell'America nel mondo", ha affermato di Obama e ha aggiunto: "Ciò che rende Obama interessante per me è che lui capisce che viviamo in un mondo molto diverso, dove ci dobbiamo mettere in relazione ad una varietà di culture e di persone ". Nel settembre 2007, durante un discorso sulla guerra in Iraq, Obama ha introdotto Brzezinski come" uno dei nostri pensatori più importanti ".
In breve, questo video è pieno di fatti. Ma questi fatti sono stati dati da uomo che è in arresto ... con la letteratura cooky ... mentre un pubblico in studio ride di lui. Ecco come i mass media deformano la verità.
Traduzione di Salvatore Santoru per http://informazioneconsapevole.blogspot.it/

L'UE?: è come l'URSS, secondo due dissidenti sovietici



Di Salvatore Santoru

Spesso l'Unione Europea viene paragonata all'Unione Sovietica.
Al di là di quanto possa sembrare esagerato tale paragone, effettivamente ci sono alcune interessanti somiglianze.
Difatti, l'UE come l'URSS si basa su un sistema centralizzato di tipo tecnocratico, dove le decisioni importanti vengono prese per volere dei pochi burocrati facenti parte della Commissione mentre il Parlamento le ratifica, un pò come il Parlamento sovietico ("Soviet Supremo") era tenuto a ratificare le decisioni del Politburo, i cui membri, come quelli della CE, non erano eletti da nessuno.
Inoltre, come per l'URSS, l'integrazione dei diversi paesi parte dell'UE è basata sull'omologazione, invece che sul rispetto e la valorizzazione delle diversità di essi, e sul predominio degli standard economici su tutto il resto.



Vi sono anche alcune somiglianze dal punto di vista della comunicazione, con il forte ricorso al politichese, e nella poca tolleranza delle posizioni critiche etichettate indistintamente come "populismo".
Naturalmente ci sono delle differenze dal punto di vista economico: difatti l'UE è basata sulla dottrina neoliberista, quella che la giornalista e attivista canadese Naomi Klein chiama come la "dottrina dello shock economico", mentre l'URSS sul collettivismo statalista.



A dar man forte a questi parallelismi, ci sono le interessanti riflessioni di due ex dissidenti sovietici: Anatolliy Golitsyn e Vladimir Bukovskij.
AnatolIy Golitsyn, disertore del KGB sovietico, nel 1984 avvertì che ci sarebbe stata una "falsa liberazione" dell'Unione Sovietica e dell'Europa dell'Est, e che ciò sarebbe stato accolto con grande entusiasmo dall'Occidente e avrebbe portato alla fusione della Comunità Europea con alcuni paesi dell'ex Unione Sovietica, esattamente ciò che è successo di lì a poco.



Bukovskij, storico dissidente sovietico, durante una visita al Parlamento europeo parlò di documenti segreti del Politburo e del Comitato Centrale che aveva potuto leggere nel 1992, e che riguardavano proprio la stessa UE.
In quei documenti si faceva riferimento alla conferenza organizzata nel 1989 dalla Commissione Trilaterale con il presidente sovietico Michail Gorbaciov.
A capo di essa vi era il fondatore della stessa Trilateral, David Rockefeller, e l'ex segretario di Stato statunitense e cofondatore Trilateral Henry Kissinger, e anche l'ex presidente francese Valéry Giscard d'Estaing, tra l'altro tutti e tre accomunati dal fatto di essere membri del Bilderberg, un altro gruppo di potere particolarmente rilevante per la nascita dell'UE.



Mentre si discuteva di come Gorbaciov dovesse necessariamente integrare l'URSS nell'accordo di libero mercato del GATT, nel Fondo Monetario Internazionale e nella Banca Mondiale, D'Estaing intervenne affermando che praticamente a breve l'Europa si sarebbe trasformata in uno "stato federale" e che sia Gorbaciov che i leader europei avrebbero dovuto trovare il modo migliore per favorire tale situazione e trovare le modalità con cui integrare anche i paesi dell'Europa dell'Est :

Questa conferenza fu tenuta tre anni prima che venisse ratificato il Trattato di Maastricht, che trasformò la CEE in UE,  e per il quale lo stesso D'Estaing ha avuto un ruolo importante.



Nel suo discorso al Parlamento europeo, Bukovskij aveva anche affermato che il Parlamento europeo gli ricordava il Soviet Supremo, designato proprio per sembrare "supremo" mentre in realtà il controllo era nelle mani dei burocrati del Politburo, che lo stesso considerava analogo alla Commissione Europea.

Alcune citazioni storiche sul Nuovo Ordine Mondiale



" Siamo di fronte, in tutto il mondo, ad una cospirazione monolitica e spietata, basata soprattutto su mezzi segreti per espandere la sua sfera d'influenza, sull'infiltrazione anziché sull'invasione, sulla sovversione anziché sulle elezioni, sull'intimidazione anziché sulla libera scelta. È un sistema che ha reclutato ampie risorse umane e materiali nella costruzione di una macchina affiatata, altamente efficiente, che combina operazioni militari, diplomatiche, di intelligence, economiche, scientifiche e politiche. Le sue azioni non vengono diffuse, ma tenute segrete. I suoi errori non vengono messi in evidenza, ma vengono nascosti. I suoi dissidenti non sono elogiati, ma ridotti al silenzio. Nessuna spesa viene contestata. Nessun segreto viene rivelato "

John Fitzgerald Kennedy(1917-1963) 35º presidente degli USA .

''Avremo un governo mondiale, che vi piaccia o no. La sola questione che si pone è di sapere se questo governo mondiale sarà stabilito col consenso o con la forza "

James Warburg(1896-1969) banchiere e membro del Council of Foreign Relations .


'' Il mondo si divide in tre categorie di persone: un piccolissimo numero che fanno produrre gli avvenimenti; un gruppo un po' più importante che veglia alla loro esecuzione e assiste al loro compimento, e infine una vasta maggioranza che giammai saprà ciò che in realtà è accaduto "

Nicholas Murray Butler(1862-1947)  diplomatico e politico,membro del Council of Foreign Relations .

" Dietro l'apparente governo siede un governo invisibile che non ha alcuna fedeltà e non riconosce alcuna responsabilità verso il popolo"

Theodore Roosevelt(1858-1919) 26º presidente degli USA .


" Ci stiamo avvicinando ad un cambiamento globale, l'unica cosa di cui abbiamo bisogno è la crisi delle superpotenze che, poi si dilagherà in tutto il mondo ed allora... sarà accettato un unico governo mondiale "

David Rockefeller, banchiere e petroliere,fondatore della Commissione Trilaterale, cofondatore del Bilderberg,membro del Council of Foreign Relations .

" Alcuni credono che la mia famiglia sia collegata ad argomenti quali l'occulto e la cospirazione, azioni finalizzate alla caduta del governo statunitense. Io e la mia famiglia siamo accusati di volere sviluppare una struttura socio-economica e politica il cui fine è controllare il mondo. Se questa è l'accusa, mi dichiaro reo confesso "

David Rockefeller-Le Mie Memorie, pagina 405 .

" Sono molto riconoscente ai direttori del Washington Post, del New York Times e del Time Magazine per avere presenziato alle nostre riunioni e avere rispettato la promessa di assoluta discrezione e riservatezza a riguardo per quasi quarant'anni... sarebbe stato impossibile lo sviluppo della nostra società sotto la luce dei riflettori in tutti questi anni. Sono certo che il mondo odierno sia pronto alla progrezione unanime verso la creazione di un solo grande governo mondiale. Si tratterà di un'entità sovranazionale controllata da un'élite intellettuale e imprenditoriale accuratamente scelta, la gestazione sarà in mano alle banche. Credo che questo mio progetto sia di gran lunga preferibile all'auto-determinazione nazionale esercitata in tutti questi secoli "

Estratto di un discorso di David Rockefeller alla conferenza Bilderberg del 1991, a Baden Baden ( Germania ) .

" Oggi gli americani si sentirebbero oltraggiati se le truppe delle Nazioni Unite entrassero a Los Angeles per ristabilire l'ordine; domani essi ne saranno grati. Ciò è particolarmente vero se alla gente viene detto che c'è un pericolo esterno imminente, vero o inventato che sia, che minaccia le loro stesse vite. Allora tutti i popoli pregheranno i propri leaders perché li proteggano da questo demone. L'unica cosa che ogni uomo teme è l’ignoto. Quando questo scenario si presenta si rinuncia volentieri ai propri diritti in cambio della garanzia del proprio benessere concessa dal Governo Mondiale "

Henry Kissinger, ex segretario di stato sotto Nixon e Ford, cofondatore della Commissione Trilaterale, membro del Bilderberg e del Council of Foreign Relations .


" L'intento dei Rockefeller e dei loro alleati è quello di creare un governo unico mondiale, combinando supercapitalismo e comunismo, tutto sotto il loro controllo. Devo chiamarla cospirazione? Si lo faccio. Sono convinto ci sia un complotto di portata internazionale, da molte generazioni ed incredibilmente malvagio nei suoi scopi "

Larry Mc Donald(1935-1983) parlamentare statunitense .

La nostra politica è quella di fomentare le guerre, ma dirigendo Conferenze di Pace, in modo che nessuna delle parti in conflitto possa avere guadagni territoriali. Le guerre devono essere dirette in modo tale che le Nazioni, coinvolte in entrambi gli schieramenti, sprofondino sempre di più nel loro debito e, quindi, sempre di più sotto il nostro potere "

Mayer Amschel Rothschild(1744-1812) banchiere, fondatore dell'impero finanziario dell'omonima dinastia .

Alcune delle organizzazioni che controllano gli USA e il mondo


Di Salvatore Santoru

Sempre più spesso si sente parlare del cosiddetto " Nuovo Ordine Mondiale " e del potere di alcune organizzazioni che spingerebbero verso di  esso . 

Semplificando, per nuovo ordine mondiale si intende il raggiungimento di un'unico governo globale guidato dai più potenti gruppi di potere finanziario e industriale .

Di seguito l'elenco di alcune organizzazioni considerate fondamentali in questo progetto .


Commissione Trilaterale




Questa organizzazione  fu fondata nel giugno 1973 dal banchiere e petroliere David Rockefeller, insieme a Zbigniew Brezinski e a Henry Kissinger.  
La Trilaterale conta più di 300 membri, e riunisce le elitè industriali e politiche di USA,Giappone e Europa .
L'obiettivo della Trilaterale, al momento della sua fondazione, era la costruzione di un nuovo ordine internazionale guidato dall'egemonia statunitense .
Un membro italiano importante della Trilaterale è stato l'ex Presidente del Consiglio Mario Monti
Tra i membri più importanti spiccano i nomi dei politici George Bush e Bill Clinton,dell'ex presidente della BCE Jean Claude Trichet, del banchiere Edmund Rothschild e dell'ex presidente della Federal Reserve Paul Volcker .

CFR: Council on Foreign Relations



Fu costituito nel 1921, e tra i fondatori spiccano il banchiere Paul Warburg e il colonnello 
Edward Mandell House .

 Ancora oggi il CFR è una delle associazioni più influenti negli USA .
 Dalla sua fondazione, tutti i presidenti statunitensi eccetto Ronald Reagan ne erano stati membri prima della loro elezione. 
 George H.W Bush è stato addirittura direttore dello stesso .
 Inoltre il CFR è fortemente legato alle fondazioni Ford e Rockefeller, tanto che è conosciuto presso alcuni ricercatori come " il ministero degli esteri dei Rockefeller " .

Skull and Bones




Fu fondata nel 1832 da William Huntington Russel e Alphonso Taft, e la sua sede si trova presso l'Università di Yale 

 Nel 1856 quest'ordine fu incorporato nel Russel Trust
Tra i membri più noti spiccano l'uomo d'affari e diplomatico William Averell Harriman, i politici George Bush e John Kerry, e l'attrice Jodie Foster .
 Durante le elezioni statunitensi del 2004, c'è stato un moderato scandalo nell'opinione pubblica venuta a conoscenza della comune appartenenza all'ordine dei due contendenti Bush e Kerry .
Durante una conferenza di Kerry, un ragazzo che aveva " osato " far notare questo fatto venne fatto immediatamente allontanare e arrestare dalla polizia .





Bilderberg




Il Bilderberg fu costituito il 29 maggio 1954 all' Hotel de Bilderberger a Oosterbeek in Olanda 

. Il gruppo è formato da circa 120/130 persone, legate sopratutto al mondo dell'alta finanza,dell'economia e della politica
Il loro principale obiettivo è la creazione di un'unico governo mondiale .
Secondo quanto rivelato dall'industriale e politico, nonchè commissario europeo,Étienne Davignon, il gruppo avrebbe avuto un ruolo molto importante nella nascita dell'euro, decisa a tavolino in una riunione del 1990 .

Alcuni membri importanti Bilderberg sono stati,tra gli altri, :Zbigniew Brzezinski, i banchieri David Rockefeller e Edmond Rothschild, Henry Kissinger, l'industriale Giovanni Agnelli e il direttore della CIA Allen Dulles .



Round Table



La Round Table venne costituita dall'industriale Cecil Rhodes in Inghilterra il 5 febbraio 1891. Oltre a Rhodes, tra i  fondatori ci furono Lord Alfred MilnerLord Rothschild e Lord Arthur Balfour.

Il principale obiettivo di questo gruppo era l'espansione mondiale dell'impero britannico nel mondo e l'adozione dell'inglese come lingua universale, per l'edificazione di un nuovo ordine internazionale a guida anglostatunitense .


Committee of 300




Secondo Wikipedia questa organizzazione, di cui comunque non è mai stata provata l'esistenza, venne fondata nel 1727 da parte di membri dell'elitè britannica, e secondo alcuni ricercatori, tra cui John Coleman, sarebbe il gruppo più influente dell'elitè mondiale, sopra organizzazioni come il Bilderberg,la Trilateral o il " Royal Institute of International Affairs " ( meglio conosciuto come " Chatam House " ) . 

Il discorso che costò la vita al politico statunitense Larry McDonald


Di Salvatore Santoru

Larry Mc Donald era un parlamentare statunitense , membro del Partito Democratico ( si considerava " conservatore democratico " ) che morì il 1 settembre 1983 , assassinato su un volo di linea Korean Airlines 007 abbattuto dai sovietici .

3 mesi prima della morte , durante un'intervista televisiva a una domanda su Rockefeller disse :

" L'intento dei Rockefeller e dei loro alleati è quello di creare un governo unico mondiale, combinando supercapitalismo e comunismo, tutto sotto il loro controllo. Devo chiamarla cospirazione? Si lo faccio. Sono convinto ci sia un complotto di portata internazionale, da molte generazioni ed incredibilmente malvagio nei suoi scopi " .

Sotto seguito il video completo dell' intervista .




Secondo il politico , sia gli Stati Uniti D'America che l'Unione Sovietica , ufficialmente in guerra , nei piani più alti collaboravano per la costruzione di un " nuovo ordine mondiale " .

Difatti praticamente erano le stesse forze a dirigere entrambe le superpotenze .

Il clan dei Rockefeller citato da Mc Donald è senza dubbio fondamentale per comprendere meglio la situazione .

Rockefeller  , proprietari della più grande e potente compagnia petrolifera storica , la Standard Oil ( ora chiamata Exxon ) , sono una delle famiglie più influenti nell 'economia e nella politica statunitense dall'inizio del Novecento , nonchè finanziatori del regime comunista dell' URSS e dell'industria bellica del regime nazista .

Inoltre uno dei membri più influenti del clan ,  il banchiere e petroliere David Rockefeller , è anche un'instancabile lobbista nonchè fondatore della famigerata Commisione Trilaterale e tra i membri fondatori del Bilderberg , entrambi gruppi " elitari " che riuniscono i più influenti e ricchi personaggi del mondo economico , politico e mediatico e che si basano esplicitamente sulla costruzione di un " nuovo ordine internazionale " .




Oltre ai Rockefeller e ai potentati industriali ( petroliferi in primis ) ,  il " governo ombra " già denunciato da John Fitzgerald Kennedy , è formato dal complesso militare-industriale di cui aveva già parlato anche Dwight Eisenhower nel discorso d'addio del 1961 , e sopratutto dal cartello dei banchieri internazionali , che oltre ai Rockefeller , comprende i più noti e influenti Rothschild , i Morgan , i Lazard , e che guida la politica economica degli USA e del mondo , tramite la Federal Reserve , la famigerata banca centrale istituita nel 1913 per volere degli stessi .

Come è abbastanza noto , sia Lincoln che Kennedy tentarono di liberare gli USA dalla dipendenza dal sistema monetario gestito dai banchieri internazionali .

Lincoln fece stampare delle monete prive di interessi bancari, le greenbacks, e Kennedy firmò l'ordine esecutivo 1110 con cui concedeva al Tesoro la possibilità di stampare moneta senza delegare alla Fed .

Inoltre Kennedy , in un discorso del 27 aprile 1961 , denunciò quella che chiamò la " cospirazione monolitica " contro l'equilibrio democratico del paese .



Senza dubbio questi omicidi di queste tre personalità politiche influenti rimangono ancora oggi un " mistero " , nonostante ciò che dicono i cosiddetti " scettici " , secondo cui tutti e tre gli episodi sono stati frutti del caso e non c'è niente sotto .

Dopo aver letto queste informazioni sarebbe positivo che ogni persona si crei una propria idea e eventualmente approfondisca , se interessata .

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *