Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta rock. Mostra tutti i post

“Damn maD”, l'interessante album crossover di Mc Sof e Dr. Ketamer


Di Salvatore Santoru

Recentemente è uscito un nuovo album del rapper Fabio Caliendo, in arte "Mc Sof".
L'album in questione, "Damn maD", è stato prodotto in collaborazione con il Dj "Dr. Ketamer"(1).

Entrando nei dettagli, "Damn maD" inizia con una title title track particolarmente energica e aggressiva.
Musicalmente il pezzo risente di influenze hip hop/crossover e, specificatamente, rock e punk'roll ma anche hardcore e metal.

Il brano è contraddistinto da un rapping veloce e ben ritmato, unito dall'utilizzo di cori durante il ritornello.

Il secondo brano è "LeveL", un brano caratterizzato da una ritmica martellante e "industriale" che risente di influenze hard rock e blues.
L'album continua con "Wolf's floW", un pezzo aggressivo e che risente di decise influenze hardcore hip hop.

Il quarto brano è "Age megA", un pezzo dove rap/rapcore con influssi industrial e metal.
"Damn maD" continua con "Sward rowS", una canzone più tranquilla contraddistinta da influenze del rap old school e da sonorità che richiamano influssi jazz e blues rock.

Segue "Deep speeD", un brano contraddistinto da decise influenze elettroniche.
L'album continua con "No part 2 trap oN", un brano influenzato da sonorità old school e funk.
In seguito si ha "Work roW", brano di impronta old school e hardcore hip hop. 

L'album finisce con "Raw waR", brano contraddistinto da un intro di matrice epica e 'apocalittica' e che in seguito si trasforma in un rapcore che risente di influenze horrorcore e metal.

Indubbiamente, un interessante album di rap/rapcore sperimentale particolarmente consigliato agli amanti di gruppi come i primi Cypress Hill, i DSA Commando, i Truceklan ma anche i Rage Against The Machine e rapper ben noti come Kaos One e anche Salmo dei primi album.

NOTA :

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/08/mc-sof-e-uscito-damn-mad-in.html

Mc Sof – è uscito “Damn maD” in collaborazione con Dr. Ketamer


Fabio Caliendo, alias "Mc Sof", è un ragazzo partenopeo nato nel Settembre del 79 che sin dall'adolescenza era solito praticare lo skateboard ed i graffiti, discipline appartenenti sia alla cultura punk che a quella hip hop.

Col passare del tempo si è appassionato di più a quest'ultima al punto tale da coinvolgerlo oltre che nei graffiti anche nel rap e con altri amici dj e writer formò una crew nel 97: la "W B"(Waller Bomber). Costoro cominciarono a partecipare a tutte le jam partenopee portando i loro messaggi e relative evoluzioni, acquistando visibilità grazie ai graffiti e alla vincita di varie battle di rap, che a quei tempi erano organizzate da Speaker Cenzou e Tony Joz dei “13 bastardi”.

Stretta amicizia con quest'ultimi ha cominciato a frequentare e a volte anche a partecipare ai loro concerti: ciò gli ha dato l'opportunità di girare e suonare anche con artisti della scena Hip Hop del nord Italia come Dj Gruff, Dj Skizo e tutta l'Alien Army.
Col crescere della cultura HIP HOP ha collaborato con varie crew, partenopee e non, per la produzione di mixtape , ma sempre in ambito "Underground", fino a quando nel 2015 ha prodotto un album chiamato "OmississimO", con le strumentali prodotte interamente da Oyoshe aka Oyo beat's, che è attualmente ascoltabile su Spotify, a differenza di un altro album del 2014 chiamato "Repererrorrereper" prodotto con la collaborazione di O' reppat e le strumentali di Wedo beat's, disco del quale ne sono state stampate solo 100 copie in autoproduzione. Di quest’ultimo è disponibile un saggio su youtube ( O reppat & Mc Sof "RojoR").

Mc Sof attualmente si è trasferito ad Amsterdam, dove con il suo beatmaker (Dj) Dr Ketamer della KML e la collaborazione di O' reppat, hanno pubblicato un EP che, per omaggiare la città di Amsterdam e il suo famosissimo museo "Madam Toussoe" e tutte le relative " madame" , ha come nome " Pè Madam EP ", che come le precedenti produzioni porta l'innovazione di un titolo palindromo.

Presentazione di “Damn maD”:

“Damn maD” è un album di denuncia sociale. “Il titolo oltre ad essere un palindromo, come tutti i testi delle mie canzoni, è anche una frase che può essere interpretata in entrambi i sensi, sottolineando il dualismo e l’ambivalenza che caratterizzano tutte le cose”, secondo le parole dell’artista.

A differenza di “OmississimO”, un album prodotto da Oyoshe a Napoli, dove i titoli sono dei palindromi in napoletano, data la partecipazione di artisti internazionali e la permanenza dell’artista a Amsterdam, dove l’inglese è molto usato, sono presenti titoli in inglese, pur sempre palindromi.
“Damn maD” è anche il titolo del primo brano, che vede la partecipazione di una leggenda del rap underground come Lord digga A.K.A. the highestman. Egli non è l’unico: in altri brani abbiamo altre collaborazioni di mostri sacri dell‘underground newyorkese, come Rusty Juxx nel brano “Work roW”, Thermanology nel brano “Wolf flow” e Big Twin nel brano “No part 2 trap on”.

Oltre alle collaborazioni internazionali tutti i brani hanno una forte carica energetica caratterizzata dalle influenze rock ’n roll: basta ascoltare “Deep speed”, ”Age megA” o “Sword rawS”, per non parlare di “Raw waR” che, fra produzione musicale e testo, ha bellissime sonorità è tocca argomenti sempre attuali, da ascoltare!
Mc Sof dice anche che: “l’album era partito da un idea “classic hip hop “ poi Dr Ketamer mi propose l’inserimento di una vena rock ’n roll che si è riflessa nella maggior parte delle opere, che associata ai miei versi rap, ha creato un genere abbastanza tosto che io definirei rap ‘n roll”.

“Damn mad”

Genere: electro, hip hop, rock
Label: KML

Track list:

1. Damn mad feat. Lord Digga
2. Level
3. Wolf’s flow
4. Age mega
5. Sword rows
6. Deep speed
7. No part 2 trap on feat. Big twin, O’rep
8. Work row feat. Rustee Juxx
9. Raw war

Link per lo streaming dell’album:


web links:






CheckMaze, "Can I Put It" è il nuovo singolo


CheckMaze- Can I Put It
 E' IL NUOVO SINGOLO 
"Can I Put It" nuovo singolo di CheckMaze, nome d'arte di Valerio Emiliano Verrecchia, parla di un "diavoletto", che potrebbe essere chiunque e che stuzzica la sua sventurata vittima tentandola, cercando di portarla ai suoi voleri con parole adulatorie, per vedere fin dove lei riesce a spingersi.
Il brano, nato da un giro di basso, è composto da un testo dal tono malizioso accentuato dalla scelta di lasciare la melodia del ritornello con un semplice "du da da da" 

Nato a Roma nel 1975, la passione per la musica è stata sempre preponderante nella sua vita e ha partecipato a vari progetti musicali dall'età di 17 anni.
Da quando suonava la batteria, fino a passare alla chitarra, al basso e ora alle nuove strumentazioni avanzate di producing musicale, il suo obiettivo è stato quello di creare qualcosa di nuovo, accattivante ma mai banale.
Il progetto CheckMaze è nato verso la metà del 2019 con una maggiore maturità artistica e con l'intento di esplorare sonorità attuali senza mai perdere di vista la qualità.
"Credo fermamente che suscitare emozioni nella gente sia il premio più grande che un musicista possa ricevere".

Link al video:

https://youtu.be/-GbGTOyoW-M



www.facebook.com/checkmaze
www.facebook.com/sorrymom.it
www.sorrymom.it

LITHIO, "Shibuya" è il nuovo singolo


LITHIO- SHIBUYA
 E' IL NUOVO SINGOLO CHE DA' IL TITOLO ALL'ULTIMO ALBUM
 Shibuya è il brano che da il nome all'ultimo lavoro in studio dei fiorentini LITHIO.
Shibuya è il luogo di perdizione per antonomasia nella capitale giapponese, dove amore e passione si mescolano alla ricerca disperata di sé stessi.
La canzone parla dell'incontro con una persona speciale, che porgendo la sua mano e portandolo a ballare, tirerà fuori il protagonista dai i suoi incubi più profondi.
Questa canzone è un omaggio a Sukainah, che oggi non c'è più.
Certe volte basta poco per iniziare un sogno: una chitarra e un registratore Philips degli anni 80. Così nasce una nuova vita fatta di parole e accordi, così nascono i Lithio.
Daniele Scardina forma nel 2002 la band in pieno stile grunge. Il primo disco esce qualche anno dopo, nel 2009 con il titolo “Stato d’Anime” e porta la band ad affrontare al primo tour ufficiale in tutta Italia. 
Nel 2012 esce il secondo lavoro in studio “Le Verità Nascoste”, concept album che fa conoscere al grande pubblico la qualità compositiva della band e che  porta alla vittoria di numerosi concorsi tra cui la Battle of The Band 2012, promossa da Virgin Radio.
Il 6 febbraio 2016, anticipato dal singolo #IoNo, esce “Lithioland”, terza fatica della band, al quale segue un tour di oltre 50 date, tra cui uno show in apertura a Eugenio Finardi e gli iDays a Milano nel 2017.
Nello stesso anno arriva la prima tournée estera che porta i Lithio in Russia per 10 emozionanti date, e sempre nel 2017 decidono di effettuare una grossa evoluzione nella composizione. Gran parte del nuovo lavoro verrà infatti scritto in Giappone e verrà fortemente influenzato dalla musica elettronica, così nasce il terzo album “Shibuya”.
Nel novembre del 2019 parte lo Shibuya world tour con 5 date in Italia e 11 in Russia quasi tutte sold out.
Il 24 aprile 2020 esce il primo singolo della storia dei Lithio non cantato in Italiano, ma proprio in russo "No One Writes to the Colonel

Appena finita l'emergenza covid 19 i Lithio annunceranno il ritorno in Russia per un tour ancora più grande.

Il 16 luglio 2020 esce il videoclip della canzone che da il nome all'omonimo album "Shibuya"  

LINK AL VIDEO:

OFFICINE BUKOWSKI, "Tutto Cambierà" è il nuovo singolo




OFFICINE BUKOWSKI- TUTTO CAMBIERA'

E' IL NUOVO SINGOLO DELLA BAND BERGAMASCA, ANTICIPAZIONE DELL'ALBUM DI PROSSIMA USCITA.



Tutto Cambierà è il nuovo singolo de le Officine Bukowski, anticipazione dell'album di prossima uscita.
Il pezzo nasce dal desiderio di cambiamento, di qualcosa che travolga e muti completamente l'andamento della vita ordinaria e frenetica. Racconta la voglia di evasione e di novità, di essere travolti da un'onda anomala che faccia voltare definitivamente pagina per avere nuovi punti di vista e un nuovo modo di vedere ed affrontare la vita.

Le Officine Bukowski sono una band alternative/indie rock nata a Bergamo alla fine del 2016, da un'idea di Walter Viola, batterista con alle spalle un'esperienza ventennale e in grado di fondere la propria forte conoscenza indie rock a ritmiche forsennate che volentieri sconfinano in ambienti dub e drum&bass.
L'idea iniziale è quella di fondare un gruppo da inserire nel panorama indie, unendo le sonorità ruvide dell'hard rock europeo dei Muse e degli Skunk Anansie, ad ambientazioni di chiara ispirazione trip-hop, il tutto con un pizzico di melodia.
La prima tappa è stata quindi, la ricerca di una voce femminile potente e suadente, in grado di interpretare una gamma amplissima di generi.
Dopo varie audizioni viene scelta Debora "Deb" Chiera, cantante alla corte del Maestro Maurizio Zappatini, dallo spiccato gusto black con forti influenze blues e rhythm'n'blues, unito da una determinazione incrollabile e ad una forte esperienza sul palcoscenico.
Debora, oltre ad essere una cantante di talento, dimostra di avere doti importanti nella scrittura di testi introspettivi, ma diretti e mai banali, portando alla band un importante valore aggiunto.
La formazione necessita, ora, di una sezione armonica in grado di sostenere le fasi ritmiche tipiche dell'hard rock, si unisce così Paolo "PDF" De Feudis, un chitarrista della scena bergamasca, dotato di eleganza sonora, di uno spiccato gusto per le armonizzazioni e con una mai celata inclinazione per la psichedelia e per il post-punk dei The Cure. Paolo porterà in dote alla band un suono più ricercato e una vena di contaminazione psichedelica.
A completare la formazione Carlo "Anger" Fabbrini al basso e Nox ai cori, danno l'accento giusto al sound de le "Officine Bukowski".
L'album di debutto "Il Primo Giorno d'Inverno" esce nel novembre 2018 e ne viene estratto il singolo "Sabbie Mobili".
Nella primavera del 2020 la band firma con l'etichetta Sorry Mom! con la quale uscirà il secondo lavoro in studio anticipato dal singolo "Tutto Cambierà".

RECATTIVO // "Icaro" è il nuovo singolo estratto dall'album "Senza Respiro"


RECATTIVO- ICARO
 
E' IL NUOVO SINGOLO ESTRATTO DALL'ALBUM "SENZA RESPIRO"
 
"Icaro" nuovo singolo dei RECATTIVO, è stato tra i primi ad essere composto durante la lavorazione del disco "Senza Respiro", nel quale è contenuto.
Il brano segna uno dei primi tentativi da parte della band, di sintetizzare carica interpretativa e potenziale radiofonico in un pezzo che parte emotivo e quasi sottovoce, per poi librarsi inaspettatamente in un mid-time ritmato ed incalzante, che accompagna l'ascoltatore fino all'apertura in un ritornello arioso e melodico, non privo di carica emotiva e phatos.
I temi trattati sono quelli relativi alle ambivalenze tipiche dell'incontro "dipendente/evitante", all'interno del quadro delle relazioni sentimentali, trasposte qui in suggestioni poetiche che richiamano le figure della mitologia greca.  
 

Recattivo nascono nel 1997 inizialmente con il nome di “Sliver”, terzetto grunge formato dagli amici d’infanzia Tommaso Filippi alla voce e alla chitarra, Francesco De Paoli al basso e dal suo gemello Martino alla batteria e al violino. La formazione rimane invariata fino al 2007, anno in cui la voce di Tom viene sostituita con quella di Simone Pittarello, polistrumentista padovano, che da prima seguiva la band come fan. Nel 2010 la band cambia il nome originale in “Recattivo” a seguito della scelta di iniziare a comporre testi in lingua italiana.
La musica dei quattro può essere infatti riassunta brevemente come un forte concentrato di rock e melodia, in cui le influenze della scena alternative rock internazionale degli anni ’90 si fondono con sonorità più attuali, dando vita ad un’energia semplice e naturale che risalta il carisma della band.
 
Link al video:  https://youtu.be/Q0hlWm6IFy4  

FLAC // E' uscito il nuovo singolo "Festa"


Un amore da spiaggia, la fine delle vacanze, la malinconia dei ricordi.
Festa, nuovissimo singolo dei siciliani FLAC è la classica ballad scritta sull’onda emotiva del difficile periodo che tutti noi abbiamo appena trascorso. Chiaramente influenzato dallo stile indie pop, con il suo testo racconta la speranza  di tornare a vivere avventure estive come una volta, con  canzoni come questa, dalle parole, note e melodie sognanti, come colonna sonora.
Volutamente girato con un cellulare, il videoclip che accompagna il brano è ambientato a Palermo tra interni di casa e Spina, un noto locale nel centro storico. 

 

FLAC sono siciliani, nel 2013 hanno prodotto il loro primo album omonimo con ben quattro singoli e nel 2015 hanno pubblicato un EP (Killer); nel 2017 producono il loro secondo disco San Lorenzo.
Hanno collaborato con tantissimi musicisti, da Jacopo Volpe a Federico Nardelli, da Fabio Rizzo a Vincenzo Mario Cristi.
Nella loro carriera hanno vinto due concorsi nazionali (Feltrinelli e SoundTRU nel 2014) e hanno all'attivo centinaia di concerti tra Italia, Francia e Svizzera.
Attualmente sono in promozione con il nuovo singolo: FESTA.

Link al Video: https://youtu.be/CRb-uflqzHQ

www.facebook.com/flacband
www.facebook.com/sorrymom.it
www.sorrymom.it

M.*.L.F // Fuori la cover acustica di "While My Guitar Gently Weeps"


While My Guitar Gently Weeps, è il nuovo singolo dei M.*.L.F., cover del celebre brano dei Beatles scritto da George Harrison.
L'omaggio ai Fab 4 è un dono che la band fiorentina ha deciso di fare alla figlia del loro manager: la canzone, che fa da ninna nanna alla bimba e la tranquillizza, si è velocemente trasformato in un singolo.
La storia dei M.*.L.F. ha avuto inizio nel 2010 come un nuovo ed eccitante progetto che include un mix di Hard/Rock, Glam/Metal e Punk.
Dalla loro nascita la band ha suonato nei migliori club d' Italia come l'Honky Tonky, il Legend e il Rock 'n' Roll a Milano, le Officine Sonore a Vercelli e in tantissimi altri sparsi per la penisola, aprendo live di band come i Punkreas. Tutto questo movimento ha portato a una conseguente crescita di pubblico.
In ogni show generalmente non mancano alcune cover degli artisti che influenzano da sempre i M.*.L.F, come AC/DC, Queen, Motley Crue, Aerosmith, Guns 'n' Roses, Cult, Dead Daisies e Kiss.
Nel 2016 firmano il loro primo contratto discografico con la 
Buil2Kill Records, dando alla luce il loro primo disco dal titolo "More Than You", acclamato da pubblico e critica.
Dopo alcuni cambi di lineup la formazione attuale vede Simone Galli (Voce), Zip Faster (chitarra, cori), Ciccio (chitarra, chitarra acustica, cori), Andrea Devoti (basso), Mirko Bernardi (batteria).
Marzo 2018 insieme all'uscita del singolo, 
"Hottest Dream" la band annuncia di aver firmato un contratto di management con Sorry Mom! e nell’anno successivo segue la firma con Volcano Records & Promotion con la quale esce l’album “Rolling Thunder” nel gennaio 2020.


Link allo static video: https://www.youtube.com/watch?v=0q2iHoCD1S0&feature=youtu.be

www.facebook.com

"Duep": il nuovo EP dei Roofsize, tra sunti electro e atmosfere psichedeliche


Di Salvatore Santoru

Recentemente è uscito "Duep", il nuovo EP dei Roofsize(1).
L'EP presenta diversi spunti interessanti ed è contraddistinto dall'utilizzo, ben amalgato, di diverse e particolari sonorità.

Si parte con l'Intro "Intervenzione", caratterizzato da atmosfere shoegaze e da passaggi electro-rock.
"Duep" prosegue con "Carta Forbice Pietra", un brano dalle sonorità decisamente pschedeliche e che risente anche dell'influenza di sonorità post-punk e di certo alternative rock.

Si prosegue con il pezzo elettronico "Moor°3" e con "Kids", brano più chiaramente di matrice rock-elettronica con venature alternative e psichedeliche.
Il quinto brano è "Room°4, un intermezzo elettronico e contraddistinto da "inquietudini" alternative.

L'EP si conclude con "Mr. Miyagi", una canzone ben bilanciata tra sonorità rock psichedeliche, spunti alternative ma anche influenze post-punk, punk e free jazz.
Come in "Carta Forbice Pietra", anche in tale brano è presente una parte vocale volutamente ripetitiva mentre gli altri brani sono strumentali.

NOTA:

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/07/e-uscito-duep-il-secondo-ep-dei-roofsize.html

È uscito "DUEP", il secondo EP dei Roofsize



Giovanni Giardina (drums) e Salvo La Rosa (keyboard), provenienti da generi musicali differenti, nel 2014 decidono di formare un duo strumentale. Il suono dalla matrice rock, punto di incontro per entrambi, e la voglia di lanciarsi nella sperimentazione verso l'elettronica danno vita ai Roofsize.

Nel 2015 lavorano sul loro primo "mini EP" omonimo ed autoprodotto "ROOFSIZE". Nell'aprile 2016 fanno il loro esordio sul palco de: "Arezzo Wave Sicilia", iniziando così a partecipare ad una serie di contest nazionali come la 7^ edizione di "Musica Contro Le Mafie", con il brano "Attía EH!". Nel luglio del 2017 fanno parte del contest lanciato dalla rivista "Classic Rock Italia".
A settembre del 2018 concepiscono "Intervenzione", una performance estemporanea che unisce musica e pittura, ideata e realizzata insieme al pittore IGOMENICO.
Nel 2019 vincono il Premio Compilation alla 31^ edizione del "Rock Targato Italia" e vengono selezionati per partecipare al "Sanremo Rock 2020".

Oggi si presentano con "DUEP" il loro 2° Lavoro autoprodotto. L'EP, registrato e mixato da Valerio Ragusa, raccoglie i brani presentati ufficialmente al pubblico nel corso dei loro ultimi live.
L'EP è disponibile sia su supporto fisico (CD), acquistabile su spedizione contattando la band o direttamente ai loro concerti, e in digitale (Spotify, Deezer, Googleplay, ITunes e tanti altri).

Link per lo streaming dell'album:


Track list:

1 Intervenzione
2 Carta Forbice Pietra
3 Moor#3
4 Kids
5 Room#4
6 Mr. Miyagi
Data release:
01 luglio 2020

Genere:
Rock/elettronico

Weblinks:

Frederick Livi n' CrownHeads- "No More Fight!" è l'ultimo atteso singolo


FREDERICK LIVI N' CROWNHEADS- NO MORE FIGHTS!
 E' L'ULTIMO ATTESO SINGOLO

NoMore Fights! ultimo singolo di Frederick Livi n' CrownHeads è una canzone scritta qualche anno fa, ma di grande attualità. 
Attraverso il forte tema socio/politico l'autore incita chi ascolta a non combattere più, nella consapevolezza che la corsa  estenuante tentando di realizzare il sogno bugiardo che ci è stato venduto, di un mondo libero, deve essere fermata. 
Non combattere più per riappropriarsi del piacere delle cose semplici, in cui ritrovare la vera libertà. 

Frederick Livi festeggia quest'anno i 20 anni di carriera cominciata, nel 2000 con i CrownHeads,  fino al 2007  quando Frederick intraprende il suo percorso solista mantenendo CrownHeads come band progetto, con il nome Frederick Livi n' CrownHeads. Con la sua musica Frederick ha raggiunto molte parti del mondo, vincendo un prestigioso premio per la migliore colonna sonora del film "Betania" il Tabloid Witch Award all'accademia delle arti ad Hollywood (CA) USA. Si è trasferito a Praga, città in cui ha vissuto per oltre dieci anni e che è stata fonte di grande ispirazione. Nel 2020 inizia un altro importante capitolo musicale grazie all'incontro con Sorry Mom! con la quale esce il singolo No More Fights!, anticipazione del disco di prossima uscita.


"Outer Space", il nuovo singolo dei Love Ghost tra atmosfera e energia


Di Salvatore Santoru

Recentemente i Love Ghost hanno pubblicato un nuovo singolo, chiamato "Outer Space"(1). Tale brano della band di Los Angeles è incentrato sul tema dell'estraniamento individuale e, più in generale, sulla sensazione di "solitudine esistenziale".

 Musicalmente parlando, inizialmente il brano si presenta melodico e cadenzato nonché ricco di atmosfere malinconiche. La canzone prosegue in modo energico e il ritornello è caratterizzato da delle sonorità rock e alternative rock e, più specificatamente, da una marcata sonorità grunge e post-grunge. Oltre a ciò, ella parte 'più energica' del brano sonorità si registrano sonorità che strizzano l'occhio allo stoner e all'hard rock.

 La canzone è stata prodotta da Danny Saber, noto per aver lavorato con numerosi artisti di fama internazionale come Rolling Stones, Alice Cooper, the Charlatans, Public Enemy e altri.

 NOTA :

Love Ghost: è uscito il nuovo singolo “Outer space”


Love Ghost è una band di Los Angeles formata da Finnegan Bell(chitarra e voce solista), Ryan Stevens (basso), Samson Young (batteria e voce di sottofondo), Daniel Alcala (chitarra) e Cory Batchler (tastiere). Tutti sono appena usciti dal liceo, ma suonano insieme e scrivono canzoni da quando erano adolescenti. Nonostante la loro giovane età, il gruppo è una macchina da guerra internazionale.

L'anno scorso hanno girato l'Irlanda, il Giappone, hanno suonato sul palco principale al Festivalfff di Ambato, in Ecuador, e più recentemente hanno suonato in uno spettacolo tutto esaurito al Resident di Los Angeles. Hanno supportato Buckcherry, Berlin, Smash Mouth, The Young Dubliners, The Tubes, Fuel e il cantautore irlandese Mundy. I loro video musicali hanno vinto numerosi premi in oltre 30 festival cinematografici in tutto il mondo e la band è stata insignita della migliore band rock alternativa agli Hollywood Music in Media Awards e ha ricevuto il premio Jean Luc Goddard dalla rivista Cult Critic.

Presentazione di “Outer space”:

Questa canzone è una delle tante prodotte per Love Ghost da Danny Saber (The Rolling Stones, Alice Cooper, the Charlatans, Public Enemy ecc.)
“Outer space” è la loro nuova canzone tra grunge e suoni tanto atmosferici. La canzone, come gran parte del songwriting di Bell, riflette il suo sentirsi come un estraneo. Questa canzone è il seguito del loro ultimo singolo, "I'm Be Fine", pubblicato per il mese di maggio sulla consapevolezza mentale.
Links per lo streaming:


Web links:

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *