Page Nav

HIDE

Gradient Skin

Gradient_Skin

Breaking News

latest

Un’intelligenza artificiale ha creato un album black metal

Di Lorenzo Fantoni Le intelligenze artificiali sono ormai in grado di capire il linguaggio umano, riconoscere il contenuto di una foto...



Di Lorenzo Fantoni

Le intelligenze artificiali sono ormai in grado di capire il linguaggio umano, riconoscere il contenuto di una foto, batterci a Go e in alcuni videogiochi, a quanto pare adesso sanno anche comporre musica black metal. “Coditany of Timeness ” è infatti il nome del primo album creato da un software con l’aiuto un produttore musicale e uno startupper, riuniti sotto il nome di Dadabots e, onestamente, suona anche abbastanza bene.

Per la precisione le tracce non sono state ottenute componendo musica a zero ma rielaborano lo stile musicale di “Diotima”, un album del 2011 di un gruppo black metal chiamato Krallice. Ogni brano è stato sminuzzato in piccole porzioni che sono state poi date in pasto a una rete neurale, alla quale è stato poi chiesto di indovinare quale poteva essere un eventuale segmento successivo. In caso di risposta positiva la rete rinforzava i passaggi che avevano portato a quella scelta, un po’ come quando il nostro cervello rende più salde le connessioni tra i neuroni quando impariamo qualcosa di nuovo. 

Tutto il progetto è stato dettagliato in un documento e a quanto pare Coditany of Timeness è solo il primo di tre album per Dadabots il cui scopo finale è esplorare l’uso delle reti neurali nell’arte, sia come figura a supporto che come possibile concorrente dell’essere umano. 

Nessun commento

Partecipa alla discussione

ALTRI ARTICOLI