Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

Incendi in Grecia, ciò che c'è da sapere per ora

Share it:
Risultati immagini per Incendi in Grecia blitz quotidiano
Cinque cadaveri sono stati recuperati in mare in Grecia, al largo delle coste di Artemida, a sei miglia nautiche da Rafina. E il bilancio sembra destinato ad aumentare: secondo il sindaco di Rafina, Evangelos Bournos, le vittime degli incendi in Attica potrebbero essere oltre 100. Sono almeno 1.500 le case distrutte, ha aggiunto il sindaco, sottolineando di non aver mai ricevuto alcun ordine di evacuazione dalle zone in fiamme.
L’ultimo corpo rinvenuto è quello di un uomo, che si presume sia affogato tentando di scampare alle fiamme che stanno devastando il Paese, in particolare la zona attorno ad Atene. Gli altri cadaveri sono di tre donne e un bimbo.
E si teme per la sorte di due turisti danesi che, insieme ad altre persone messe in salvo, hanno utilizzato un gommone per sfuggire ai roghi. Sono circa 700 le persone salvate fino ad ora dalla Guardia Costiera che opera nei luoghi colpiti dagli incendi, mentre almeno 60 sono morte e oltre 550 sono rimaste ferite: tra loro anche sedici bambini in gravi condizioni.
Sul bilancio delle vittime si allunga l’ombra del rogo doloso. “Quando è scoppiato l’incendio, anzi, gli incendi, c’era allerta meteo da giorni sulle condizioni favorevoli ai roghi. E’ statisticamente impossibile pensare che si siano sviluppati 50 roghi quasi contemporaneamente. Quando i vigili del fuoco erano impegnati nella zona che ha fatto più vittime, sono scoppiati altri incendi. Non può essere una casualità”, ha detto un testimone, Lefteris Stoukogeorgos, che al momento si trova nei luoghi più colpiti dagli incendi, nella regione di Rafina, in Attica.
Share it:

Grecia

incendi

news

Post A Comment:

0 comments:

Partecipa alla discussione