1999, quando Craxi condannò la guerra contro la Serbia: 'I bombardamenti porteranno altri disastri'

Risultati immagini per craxi

Di Salvatore Santoru

Il 24 marzo 1999 Bill Clinton annunciò l'avvio dei bombardamenti Nato contro la Serbia.
Come riportato dal sito web Oltre La Linea(1), il governo italiano (al tempo guidato da Massimo D’Alema) autorizzò l’uso del proprio spazio aereo.

Tra gli oppositori alla guerra vi fu anche Bettino Craxi, l'ex premier 'in esilio' ad   Hammamet.
Andando maggiormente nei particolari, Craxi sostenne che i bombardamenti dell'aviazione statunitense ed inglese sembravano essere considerati come una sorta di 'panacea' contro ogni problema mondiale e che si sapeva tecnicamente tutto su di essi ma ben poco sui loro risultati.
Inoltre, Craxi scrisse che le bombe non avrebbero fatto altro che portare a nuovi disastri e vittime.

PER APPROFONDIRE:

«Bettino Craxi. Uno sguardo sul mondo. Appunti e scritti di politica estera» (Mondadori)

NOTA:

(1) http://www.oltrelalinea.news/2018/10/09/quando-craxi-condanno-la-guerra-nato-contro-la-serbia-disastrosa/

Posta un commento

Partecipa alla discussione

Informazione Consapevole, l'informazione libera e Indipendente