Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta Antonio Tajani. Mostra tutti i post

Tajani, Alessandra Mussolini all'Adnkronos: "Bella fratè'"


Di Salvatore Santoru

Hanno fatto e stanno facendo discutere le affermazioni su Benito Mussolini che sono state fatte, durante una puntata della trasmissione radiofonica 'La Zanzara', dal presidente dell'Europarlamento Antonio Tajani.

Più specificatamente, il politico di Forza Italia ha sostenuto che Mussolini fece anche delle cose buone, specialmente prima dell'alleanza con Hitler e le leggi razziali.
Tali affermazioni dell'europarlamentare sono state condivise da Alessandra Mussolini che, interpellata dall'Adnkronos, ha detto di non voler commentare nello specifico la vicenda e che l'unica cosa che gli vuole dire è (alla romana) 'bella fratè'.

Tajani, caos durante plenaria Ue: ‘Parole su Mussolini indegne, si dimetta’. Lui si scusa: “Sono convinto antifascista”



“Parole indegne e inaccettabili”. E ancora:” Si dimetta”. O: “Il fascismo non è un valore europeo”. Mezzo Parlamento Ue, durante la plenaria di Strasburgo, ha protestato contro il presidente ed esponente di Forza Italia Antonio Tajani. Che poco dopo, con una nota, ha preso le distanze dalle sue stesse parole assolutorie su Mussolini (“Fino alla guerra con Hitler ha fatto cose positive”, aveva detto ieri a Radio24). “Sono un convinto antifascista”, ha fatto marcia indietro oggi con una nota. “Mi scuso con tutti coloro che possano essersi sentiti offesi dalle mie parole”. Le sue dichiarazioni hanno infatti sollevato polemiche in Italia, ma ancora di più non sono passate inosservate in Europa. E oggi, proprio durante l’assemblea plenaria in cui si discutevano le linee guida sul Bilancio e in assenza dello stesso Tajani che invece è rimasto a Roma, sono intervenuti Verdi, Liberali, socialisti e Gruppo della sinistra Gue/Ngl chiedendo le sue dimissioni tra applausi e fischi. Contro l’esponente di Forza Italia anche M5s e liberali. Mentre Fi ha gridato alla strumentalizzazione. Infine l’Anpi ha attaccato: “Vada a dire quelle cose in Etiopia”. Sul caso è intervenuta anche la stessa Alessandra Mussolini: “Se proprio devo dire una cosa, lo dico alla romana: ‘bella frate'”, ha concluso.

Le scuse di Tajani a quasi 24 ore di distanza
Il presidente del Parlamento Ue Tajani, dopo che già ieri su Twitter aveva gridato alla manipolazione dei media, in una nota ha deciso di scusarsi per le sue dichiarazioni: “Da convinto antifascista”, ha scritto in una nota, “mi scuso con tutti coloro che possano essersi sentiti offesi dalle mie parole, che non intendevano in alcun modo giustificare o banalizzare un regime antidemocratico e totalitario”. E ha continuato: “Sono profondamente dispiaciuto che, malgrado la mia storia personale e politica, qualcuno possa pensare che io sia indulgente col fascismo. Sono sempre stato convintamente antifascista. Ho sempre ribadito che Mussolini e il fascismo sono stati la pagina più buia della storia del secolo passato, senza alcun distinguo. Mi sono sempre battuto contro ogni forma di dittatura o totalitarismo. Come ho detto con grande fermezza lo scorso ottobre in Plenaria, l’Europa nasce dalla sconfitta del fascismo ed è l’argine più solido contro ogni totalitarismo”.
Si vergogni chi strumentalizza le mie parole sul fascismo! Sono da sempre un antifascista convinto. Non permetto a nessuno di insinuare il contrario. La dittatura fascista, le sue leggi razziali, i morti che ha causato sono la pagina più buia della storia italiana ed europea.
1,430 people are talking about this
Il caos in Aula: “Parole indegne, deve dimettersi”. Anpi: “Vada in Etiopia a dirlo”. La grillina Agea: “Figuraccia internazionale”
Se le polemiche erano già iniziate ieri, oggi la situazione è precipitata durante la plenaria a Strasburgo. “L’Ue è stata creata proprio per non rivivere mai più i regimi fascisti, chiedo al presidente di ritirare le sue dichiarazioni altrimenti dovrà dimettersi”, ha detto l’esponente dei Verdi Philippe Lamberts accolto dagli applausi. Alcuni, dai banchi opposti, hanno replicato con i fischi. Intanto sul fronte italiano, si è esposta l’Anpi: “Il fascismo ha fatto cose buone? Tajani lo vada a dire in Etiopia dove intere popolazioni, bambini, donne, uomini, del tutto innocenti, sono state sterminate dall’uso, voluto da Mussolini, dei gas”, ha detto la presidente Carla Nespolo. “L’aggressione all’Albania, alla Grecia e alla Jugoslavia? L’onorevole Tajani, lo ignora”. Anche i 5 stelle hanno preso posizione contro il presidente del Parlamento Ue: “Tajani deve chiedere immediatamente scusa per le sue parole vergognose sul fascismo o deve assumersi le responsabilità delle sue parole”, ha detto la capa-delegazione 5 stelle Laura Agea. “Le critiche mosse oggi al Parlamento europeo sono giuste e legittime. Questa figuraccia internazionale non fa bene all’immagine dell’Italia che – lo voglio dire con forza – non ha nessuna nostalgia del fascismo e rinnega quella pagina buia della propria storia. Le sue parole non rappresentano i cittadini italiani”.
Tajani, Zimmer (Sinistra): "Si dimetta". Applausi da metà Parlamento, ma il Ppe lo difende: "Errore comunicativo"
Volume 90%
Il gruppo della sinistra Gue/Ngl ha chiesto direttamente le dimissioni di Tajani: “Esprimiamo shock e indignazione“, si legge in una nota. “Il regime fascista in Italia fu una tragedia che si diffuse in tutto il mondo, culminando in una guerra mondiale che uccise centinaia di milioni di persone con una distruzione senza precedenti. Le dichiarazioni di Tajani sono oltraggiose e completamente inaccettabili. Come può qualcuno rappresentare la principale istituzione democratica nell’Ue ricorrere agli stessi vecchi slogan che i fascisti e l’estrema destra hanno usato fin dalla fine della guerra per giustificare il regime di Mussolini?”. Il Gruppo Gue/Ngl “richiede le dimissioni immediate di Tajani. L’Europa sta affrontando una dura lotta contro l’estrema destra e le organizzazioni apertamente neofasciste”. In Aula ha parlato l’eurodeputata tedesca Ska Keller, candidata di punta dei Verdi europei, ha detto: “Tajani deve ritirare i suoi commenti che banalizzano il fascismo o dimettersi da presidente” dell’Eurocamera. “Come presidente dell’Europarlamento deve essere in prima linea per difendere i valori europei. Il fascismo di Mussolini non è certo uno di questi”.

Per i Socialisti ieri aveva parlato il leader Udo Bullmann: “Affermazioni incredibili”, ha scritto su Twitter. “Come può un presidente del Parlamento europeo non riconoscere la natura del fascismo? Abbiamo bisogno di chiarimenti rapidi. Due ore dopo la lode a Mussolini, Tajani incontra Salvini e Meloni, gli italiani di estrema destra. Dopo Orban è questo il profilo futuro del Ppe?”. Per gli italiani è intervenuta la capa-delegazionePatrizia Toia: “Dichiarazioni gravi”, ha detto, “e non possono essere considerate solo una gaffe per diverse ragioni. Innanzitutto perché sminuiscono la gravità e i crimini del totalitarismo, che non può avere attenuanti, con luoghi comuni che sono imperdonabili da parte di qualsiasi cittadino italiano. In secondo luogo perché non provengono da un cittadino italiano qualunque, ma dal presidente in carica del Parlamento europeo. Un Parlamento che è nato come risposta al disastro dei totalitarismi in Europa. Terzo, non si può ignorare il fatto che, in questo momento storico l’estrema destra è pericolosamente in crescita in molti Paesi europei e che in vista delle elezioni europee una parte del Ppe considera un’opzione praticabile l’alleanza con i sovranisti, così come avviene in Austria”.

Tra chi protesta anche il leader dei Liberali Guy Verhofstadt: “Le domando, sulla base del regolamento, di chiedere al presidente del Parlamento europeo” Antonio Tajani “di ritirare le sue affermazioni” su Benito Mussolini e “di scusarsi”, ha detto rivolgendosi al vicepresidente dell’Eurocamera Rainer Wieland (Ppe). L’eurodeputato Gonzalez “Pons”, ha sottolineato Verhofstadt, “ha perfettamente ragione quando dice che è stupido da tutte le parti suscitare questo dibattito” in aula sulle dichiarazioni di Tajani, “mischiandolo con la campagna elettorale che alcuni sembrano aver già iniziato. Il primo a dover rispettare tutto ciò è proprio il presidente del Parlamento europeo. È lui che non deve iniziare la campagna elettorale italiana”.

Il presidente dell'Europarlamento Tajani: 'Mussolini ha fatto anche delle cose buone, almeno prima dell'alleanza con Hitler'


Di Salvatore Santoru

Recentemente il presidente dell'Europarlamento Antonio Tajani è stato ospite della nota trasmissione radiofonica di Radio 24 'La Zanzara'. Durante la trasmissione condotta da Giuseppe Cruciani e David Parenzo, il politico ha detto la sua sull'operato di Benito Mussolini.

Come riporta il Fatto Quotidiano, Tajani ha sostenuto praticamente che Mussolini ha fatto delle cose buone almeno 'fino a quando non ha dichiarato guerra al mondo intero seguendo Hitler e fino a quando non s’è fatto promotore delle leggi razziali'.
Inoltre, l'europarlamentare ha sostenuto che, a parte la tragica vicenda di Matteotti, prima dell'alleanza con la Germania nazionalsocialista il fascismo  ha portato alla realizzazione di progetti positivi come le infrastrutture e le bonifiche. 

RAI, Tajani sulla nomina di Marcello Foa: 'Forza Italia sarà costretta a votare no'

Risultati immagini per mario draghi antonio tajani

Di Salvatore Santoru

Sta facendo discutere la nomina di Marcello Foa alla presidenza della Rai.
Com'è noto, la nomina del giornalista italo/svizzero è ampiamente osteggiata dal Partito Democratico e da Forza Italia.

Più specificatamente, nel caso dei forzisti c'è da segnalare una recente dichiarazione di Antonio Tajani.
Come riporta il Giornale(1), il presidente del Parlamento europeo ha sostenuto che il partito di centrodestra sarà costretto a votare contro la nomina di Foa.

Andando maggiormente nello specifico, Tajani ha motivato ciò affermando che "Non potremo votare il candidato presidente della Rai indicato dal governo, avremmo voluto che si seguisse un metodo completamente diverso da quello seguito visto che la legge prevede che non sia il governo a decidere il presidente, ma il Parlamento attraverso la Commissione di vigilanza perché il legislatore ha voluto che il presidente della Rai fosse un elemento di garanzia", e che "siamo rimasti delusi dal metodo utilizzato, non siamo stati informati. Avevamo fatto proposte che avrebbero potuto raccogliere anche più voti, non siamo stati ascoltati".

NOTA:

(1) http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ancora-scontro-su-foa-tajani-saremo-costretti-votare-no-1559782.html

Migranti, Tajani ribadisce: "Serve piano Marshall"



Di Luca Romano

"Non potremo accogliere altri milioni di persone che partono dall'Africa, ma dobbiamo fare in modo che vivano bene là.

Investendo tanti milioni di euro, a cominciare dai paesi del Nordafrica. E quelli che possiamo accogliere dobbiamo accoglierli bene, non come schiavi sfruttati nella raccolta dei pomodori". Lo ha dichiarato il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani, intervenuto alla sessione conclusiva della Settimana Sociale, nel corso della quale è stato intervistato sul palco dal direttore di Avvenire Marco Tarquinio. "Negli ultimi anni - ha ricordato Tajani - il flusso migratorio è gravato tutto sulle spalle dell'Italia, della Grecia e della Spagna: per questo il Parlamento Europeo ha aperto una procedura di infrazione per i paesi che non hanno accolto". Secondo il presidente del Parlamento Europeo, "una presenza non controllata di immigrati crea un fenomeno di rigetto. Per questo - ha scandito - insisto su un piano Marshall per l'Africa che permetta di creare condizioni di vita accettabili in loco".

FONTE E ARTICOLO COMPLETO: http://www.ilgiornale.it/news/politica/migranti-tajani-ribadisce-serve-piano-marshall-1457645.html

TERRORISMO,QUELL'ALLARME LANCIATO DA TAJANI SUL RITORNO DEI FOREIGN FIGHTERS CHE NON DEVE ESSERE SOTTOVALUTATO

Risultati immagini per mujao drapeau

Di Salvatore Santoru

Il 12 maggio 2017 il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani aveva parlato di un deciso rischio terrorismo legato al ritorno dei foreign fighters nei Balcani,come riportato anche su questo blog(1).
Tale allarme lanciato da Tajani non deve passare inosservato e non deve essere sottovalutato,sopratutto per il fatto che effettivamente il ritorno in Europa dei foreign fighters costituisce un grande problema,nei Balcani e un pò in tutta Europa.

NOTA:

(1)https://informazioneconsapevole.blogspot.it/2017/05/terrorismolavvertimento-di-tajani-nei.html

TERRORISMO,L'AVVERTIMENTO DI TAJANI: 'NEI BALCANI STANNO ARRIVANDO FOREIGN FIGHTERS,L'EUROPA NON SOTTOVALUTI IL PROBLEMA'


Risultati immagini per ‫داعش الموصل‬‎

Di Salvatore Santoru

Il presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani ha sostenuto che c'è un serio pericolo terrorismo nei Balcani.
Come riportato da "Tgcom 24"(1) secondo Tajani dei foreign fighters starebbero arrivando da Mosul e da Raqqa,un tempo centri principali dell'ISIS.
Tajani ha sostenuto che l'Europa non deve sottovalutare la minaccia.

NOTE:

(1)http://www.tgcom24.mediaset.it/mondo/terrorismo-tajani-nei-balcani-arrivano-foreign-fighter-da-siria-_3071399-201702a.shtml

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *