Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta Desirée Mariottini. Mostra tutti i post

Desirée, scontro social tra Gad Lerner e Salvini: 'Vergognati', no vergognati tu!'


Di Salvatore Santoru

Scontro social tra Matteo Salvini e Gad Lerner. Più specificatamente, riporta il Corriere(1), il ministro dell'Interno ha diffuso un articolo di Dagospia incentrato sul tweet di Lerner sulla vicenda di Desirée Mariottini Lerner e ha commentato che si dovrebbe vergognare.

 Dal canto suo, il giornalista ha risposto che dovrebbe essere invece Salvini a vergognarsi, sostenendo anche che si sarebbe fatto 'propagandista in malafede di una fake news'.

Andando maggiormente nei dettagli, Lerner aveva scritto praticamente che Desirée proveniva da un'ambiente e una famiglia instabile e che una vicenda tragica come questa dovrebbe essere risolta da qualcosa di 'diverso dall'odio razziale'.

NOTA:

(1) https://www.corriere.it/politica/18_ottobre_28/desiree-scontro-social-salvini-lerner-colpi-vergogna-99232bae-da86-11e8-aca4-abf222acb144.shtml

Desirée, la rivelazione di alcuni testimoni: 'Poteva essere salvata, ecco cosa hanno detto i suoi abusatori'


Di Salvatore Santoru

Desirée Mariottini avrebbe potuto essere salvata ma ciò è stato impedito dai suoi abusatori. Ciò è stato rivelato, come riportato in un articolo pubblicato sul sito web della testata giornalistica 'Il Giornale' da alcuni testimoni agli inquirenti(1).

Più specificatamente, Brian Minteh,Chima Alinno e Yousif Salia avrebbero sostenuto che era meglio che la 16enne morisse piuttosto che loro andassero in carcere.

NOTA:

(1) http://www.ilgiornale.it/news/cronache/meglio-lei-morta-che-noi-cella-cos-hanno-lasciato-morire-1593611.html

Foto: https://roma.fanpage.it

Desirée, arrestato a Foggia il quarto membro della banda che ha ucciso la ragazza: è originario del Gambia


Di Salvatore Santoru

È stato arrestato a Foggia il quarto componente del gruppo criminale che ha violentato e ucciso la 16enne Desirée MariottiniPiù specificatamente, riporta il Fatto Quotidiano(1), si tratta di un cittadino del Gambia di nome Youssef.

Gli altri membri della banda criminale sono due individui di origine senegalese e uno di origine nigeriana.

NOTA:

(1) https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/26/desiree-mariottini-arrestato-anche-il-quarto-uomo-e-stato-trovato-a-foggia/4722169/

Omicidio Desirée, Forza Nuova organizza 'marcia' a San Lorenzo. Raggi contraria: “Le ronde non sono la risposta giusta, nelle nostre città serve più Stato”

Di Salvatore Santoru
Forza Nuova ha annunciato l'organizzazione di una ronda per sabato 27 ottobre 2018 a San Lorenzo, il quartiere romano dove è stata violentata e uccisa la 16enne Desirée Mariottini. 
Il partito di estrema destra ha annunciato ciò in un post su Facebook dove, come riporta un articolo del sito web 'The Post Internazionale'(1), viene annunciato che non basta più " l'indignazione internettiana ".
L'annuncio della 'marcia di Forza Nuova' è stato criticato dalla sindaca Virginia Raggi, secondo cui le ronde non sono la risposta giusta e c'è necessità di una maggiore presenza dello Stato nelle città.
NOTA:

Desiree, il presidente della Camera Fico: 'Non servono ruspe ma più amore, partecipazione e presenza nei quartieri difficili'


Di Salvatore Santoru

La tragica vicenda di Desiree è stata commentata dal presidente della Camera Roberto Fico. Secondo Fico la coesione sociale è lo strumento fondamentale per cercare di evitare tali tragedie e al fine di costruire una comunità solidale.

Inoltre, riporta Rai News(1), secondo il politico "anche nei momenti difficili non ci vogliono ruspe, ma più amore e partecipazione. Bisogna essere costantemente nei quartieri difficili, senza lasciare mai nessuno solo". 

NOTA 

(1) http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/ContentItem-cc85a435-fbfb-4804-a627-eccd716aa1e5.html

Desirée, Facchinetti: "Sono demoni, serve la ghigliottina"


Di Claudio Cartaldo

Sullo stupro e l'omicidio di Desirée Francesco Facchinetti ha le idee chiare.
E le ha messe nero su bianco sulla sua pagina Facebook. La giovane di Cisterna di Latina è stata ammazzata e violentata per dodici ore in uno stabile abbandonato in San Lorenzo a Roma. E gli investigatori hanno fermato tre persone, tutti immigrati, accusati di violenza sessuale di gruppo, cessione di stupefacendi e omicidio volontario.
"Io vorrei capire cosa aspettiamo a rimettere nelle piazze la ghigliottina -scrive sui social Facchinetti - Questi demoni vanno spazzati via immediatamente. E chi mi dice che sono populista vada a ... e provi a pensare se una cosa del genere fosse successa a sua figlia, sorella, amica o fidanzata. Il porgi l’altra guancia è la rovina dell’ultimo millennio. Fuori ...., è ora di mettere a posto le cose!". Dopo poche ore torna sulla vicenda e rincara così la dose: "Invocare la pena di morte per questi .... non vuol dire essere fascisti ma vuol dire essere realisti. La ..... di essere buonisti a tutti i costi ci ha portato fino a qui: complimenti".

Desirée Mariottini, 3 fermati per stupro e omicidio della ragazza: 2 sono di origine senegalese e uno di origine nigeriana, uno era stato espulso


Di Salvatore Santoru

Tre fermati per la tremenda violenza e l'omicidio di Desirée Mariottini. Più specificatamente, riporta il Fatto Quotidiano(1), i tre fermati sono due individui originari del Senegal e di uno di origine nigeriana.

Andando nei particolari, si tratta del 26enne Mamadou Gara, del 45enne Brian Minteh e del 46enne Alinno Chima.
Gara era stato espulso con un provvedimento del prefetto di Roma il 30 ottobre 2017 in quanto il suo permesso di soggiorno era scaduto ma, come successo anche per altri casi, era rimasto in Italia.
Minteh non ha permesso di soggiorno e Chima lo ha per motivi umanitari.

NOTA:

(1) https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/25/desiree-mariottini-tre-fermi-per-stupro-e-omicidio-volontario-indagini-proseguono-per-trovare-il-quarto-uomo/4718306/

Desirée Mariottini, portati in questura sei sospetti autori della violenza e dell'omicidio: pare che siano tutti di origine africana


Di Salvatore Santoru

Svolta nelle indagini sullo stupro e l'omicidio di Desirée Mariottini. Ben sei individui sono stati portati in Questura e posti sotto interrogatorio da parte della Squadra mobile. 

A quanto pare, i sei indagati sarebbero tutti di origine africana.

NOTA:

(1) https://www.msn.com/it-it/notizie/italia/desir%C3%A9e-%C3%A8-svolta-nelle-indagini-sei-stranieri-portati-in-questura/ar-BBOPrz3?li=BBqg6Qc

FONTE FOTO: LA STAMPA

Desirée Mariottini, Matteo Salvini: "Stabile dov'è morta era o è di proprietà del fratello di Veltroni"


LIBERO

Matteo Salvini  la butta lì, "nota di colore che non conta nulla" dice, appena arrivato a San Lorenzo per il sopralluogo nel capannone dove era stato trovato il cadavere di Desirée Mariottini, la sedicenne drogata, stuprata e uccisa, si sospetta, da un gruppo di immigrati. "Anche i privati devono fare la loro parte. Ad esempio l'immobile in questione, nota di colore che non cambia nulla, era o è di proprietà di una srl dove l'amministratore unico, era o è Valerio Veltroni fratello dell'ex sindaco".
"Non cambia nulla", Salvini lo dice per non incendiare la polemica, ma più volte, nel corso della visita, cita le precedenti amministrazioni comunali capitoline che hanno permesso che interi quartieri della Capitale sfuggissero al controllo o finissero vittime di occupazioni illegali.

Desirée Mariottini, ascoltati testimoni dagli investigatori. L’ipotesi dell’abuso mentre era incosciente


FATTO QUOTIDIANO

Come un mosaico da ricostruire. Gli investigatori della Squadra mobile cercano da giorni di rimettere a posto le tessere di una storia che con il passare delle ore diventa sembra diventare sempre più dolorosa. Gli agenti stanno ascoltano senza sosta alcune persone che il giorno della morte di Desirée Mariottini e nei precedenti hanno frequentato lo stabile abbandonato di via dei Lucani, nel quartiere romano di San Lorenzo, dove la ragazza è stata trovata senza vita. Si cerca di ricostruire dunque con chi la sedicenne abbia trascorso le ultime ore di vita.

L’ipotesi investigativa è che potrebbe essere stata abusata quando già non più cosciente per assunzione di stupefacenti. A quanto ricostruito dagli investigatori, la ragazza orbitava nel palazzo (dove oggi avrebbe voluto entrare il ministro dell’Interno) abbandonato da un paio di giorni e in passato c’era già stata altre volte. Gli investigatori sono al lavoro per chiarire se una o più persone abbiano abusato di lei quando non era in grado di opporsi.

FONTE E ARTICOLO COMPLETO: https://www.ilfattoquotidiano.it/2018/10/24/desiree-mariottini-ascoltati-testimoni-dagli-investigatori-lipotesi-dellabuso-mentre-era-incosciente/4716604/

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *