Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta Forza Nuova. Mostra tutti i post

A Cremona sono stati denunciati due estremisti di destra per l'aggressione avvenuta durante il comizio di Salvini



Di Salvatore Santoru

Sono stati denunciati due giovani estremisti di destra per un'aggressione avvenuta durante un comizio di Salvini a Cremona, più precisamente il 3 giugno del 2019.
I due sarebbero simpatizzanti di Forza Nuova.

PER APPROFONDIRE- https://it.blastingnews.com/cronaca/2019/06/cremona-aggressione-durante-il-comizio-di-salvini-due-estremisti-di-destra-denunciati-002934861.html

A Torino è stato denunciato il coordinatore di Forza Nuova per apologia


Di Salvatore Santoru

Recentemente il coordinatore della sezione torinese di Forza Nuova è stato denunciato per apologia del fascismo. Le indagini contro il militante forzanovista sono iniziate a seguito dell'operazione della Digos incentrata sullo striscione esposto da alcuni militanti del partito di estrema destra il 22 maggio 2019.

PER APPROFONDIRE- https://it.blastingnews.com/politica/2019/06/torino-denunciato-il-coordinatore-di-forza-nuova-per-apologia-di-fascismo-002934835.html

Landini: 'Bisogna sciogliere i partiti che si rifanno al fascismo'


Di Salvatore Santoru

Recentemente l'attuale segretario della Cgil Maurizio Landini ha sostenuto che tutte le organizzazioni che si rifanno al fascismo dovrebbero essere vietate.Più specificatamente, il sindacalista ha dichiarato ciò nell'ambito di un'assemblea tenutasi a Genova e come risposta ad una domanda sui partiti di estrema destra Forza Nuova e CasaPound.

PER APPROFONDIRE:
ARTICOLO SU BLASTING NEWS

Mimmo Lucano alla Sapienza, corteo di protesta non autorizzato di Forza Nuova e presidio degli studenti antifascisti


Di Salvatore Santoru

Mimmo Lucano ha recentemente parlato alla Sapienza. La sua presenza nell'Università romana è stata criticata e avversata da parte di alcuni militanti di Forza Nuova.
Più specificatamente, riporta Open, il partito di estrema destra ha indetto un corteo che è stato vietato dalla questura.

A seguito di tale divieto, comunque almeno 50 militanti di Forza Nuova si sono presentati davanti alla biblioteca per poi portare la loro protesta contro Lucano nell'Unversità. 
Andando nei dettagli, i militanti forzanovisti hanno scandito slogan e portato striscioni contro il sindaco di Riace, tra cui uno dove era scritto che «Mimmo Lucano è nemico degli italiani».

Come risposta alla protesta di Forza Nuova, si è avuta un presidio degli studenti antifascisti a difesa di Lucano. Tra gli striscioni degli antifascisti, uno in cui era scritto che "Il fascismo non è un'opinione" e slogan come "Sapienza è antifascista" e "siamo tutti Mimmo Lucano".


Roma, Forza Nuova annuncia comizio di Roberto Fiore contro Mimmo Lucano alla Sapienza


Di Natascia Grbic

Forza Nuova contro Mimmo Lucano. Il partito di estrema destra, guidato da Roberto Fiore, ha annunciato che lunedì 13 maggio sarà all'Università di Roma La Sapienza per contestare la presenza del sindaco di Riace a un seminario organizzato dal Dottorato in Storia, Antropologia, Religioni sul tema "Convivenze – Il senso dei luoghi e il senso degli altri. Riace da condividere". La loro intenzione è quella di bloccare la conferenza organizzata nella facoltà di Lettere. "Ancora una volta gli antifascisti sventolano le bandiere commissionate dal padrone Soros e dall'odio verso l'Italia e gli Italiani e ancora una volta c'è SOLO FORZA NUOVA a difesa di Roma e della nazione", fanno sapere tramite un post su Facebook. "Dopo quanto accaduto a Casal Bruciato, dove CasaPound ha potuto minacciare impunita una famiglia rom, adesso dobbiamo assistere pure al teatrino di Forza Nuova che, in cerca di visibilità, dice di voler impedire a Mimmo Lucano di parlare – hanno detto gli studenti della Sapienza a Fanpage.it – Chiediamo al Rettore e ai presidi di facoltà di prendere posizione contro questa buffonata dei neofascisti".


FONTE E ARTICOLO COMPLETO: https://roma.fanpage.it/roma-forza-nuova-annuncia-comizio-di-roberto-fiore-contro-mimmo-lucano-alla-sapienza/

Aggressione ai due cronisti dell’Espresso, denunciati due estremisti di destra


LA STAMPA

Due militanti di estrema destra sono stati denunciati per l’aggressione subita da due cronisti de l’Espresso durante la commemorazione delle morti di Acca Larentia, ieri a Roma. È quanto si apprende dalla questura di Roma, secondo la quale i due denunciati sono Giuliano Castellino e Vincenzo Vito Antonio Nardulli per i fatti avvenuti ieri durante una cerimonia organizzata da Forza Nuova e Avanguardia Nazionale presso il mausoleo dei martiri fascisti del cimitero del Verano.

La questura comunica di aver accertato le responsabilità di Castellino e Nardelli, i quali nella mattinata sono stati sottoposti a perquisizione domiciliare e denunciati all’autorità giudiziaria per i reati di minaccia, lesioni personali e violenza privata, mentre proseguono le indagini per identificare altri partecipanti all’aggressione. Castellino, inoltre, è stato denunciato per la violazione della sorveglianza speciale della polizia alla quale è attualmente sottoposto.

Sulla vicenda la procura di Roma ha aperto un fascicolo e le indagini vengono coordinate dal procuratore aggiunto Francesco Caporale. Durante la manifestazione di ieri al Cimitero Monumentale del Verano, il personale della Digos e del Commissariato San Lorenzo ha notato otto persone, tra le quali Castellino e Nardulli, che discutevano animatamente con Federico Marconi e Paolo Marchetti poiché stavano riprendendo le fasi della cerimonia. I due cronisti hanno dichiarato in un primo momento di non aver subito aggressioni, ma in serata hanno denunciato quanto avvenuto e uno dei due è stato refertato con tre giorni di prognosi per alcune contusioni.

Omicidio Desirée, Forza Nuova organizza 'marcia' a San Lorenzo. Raggi contraria: “Le ronde non sono la risposta giusta, nelle nostre città serve più Stato”

Di Salvatore Santoru
Forza Nuova ha annunciato l'organizzazione di una ronda per sabato 27 ottobre 2018 a San Lorenzo, il quartiere romano dove è stata violentata e uccisa la 16enne Desirée Mariottini. 
Il partito di estrema destra ha annunciato ciò in un post su Facebook dove, come riporta un articolo del sito web 'The Post Internazionale'(1), viene annunciato che non basta più " l'indignazione internettiana ".
L'annuncio della 'marcia di Forza Nuova' è stato criticato dalla sindaca Virginia Raggi, secondo cui le ronde non sono la risposta giusta e c'è necessità di una maggiore presenza dello Stato nelle città.
NOTA:

RAID MACERATA, l'avvocata di Forza Nuova: 'Non sosterremo gratuitamente Traini, condanno le sue azioni'

Risultati immagini per avvocato matrella foggia

Di Salvatore Santoru

L'avvocata Margherita Matrella, candidata con il partito di estrema destra Forza Nuovaha affermato che il partito non sosterrà gratuitamente Luca Traini.
La giurista ha definito deprecabile il tragico episodio che ha visto protagonista il 29enne e, al contempo, ha affermato che ritiene lo stesso Traini decisamente instabile.

Inoltre, l'avvocata ha sostenuto che c'è stato un equivoco sulle sue parole precedenti su Traini e ha ribadito che non vi sarà alcuna assistenza gratuita verso Luca Traini.

Precedentemente, la stessa Forza Nuova aveva fatto discutere per aver preso delle controverse posizioni, considerate alquanto 'ambigue', di non condanna verso l'azione dello stesso Traini(1).

NOTA:

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2018/02/macerata-forza-nuova-non-condanna-e-si.html.
--------------------------------------------------------------------------------------------------------------
ARTICOLO PER APPROFONDIRE:http://it.blastingnews.com/cronaca/2018/02/macerata-lavvocata-di-forza-nuova-non-ci-sara-nessuna-assistenza-per-traini-002347431.html.

MACERATA, FORZA NUOVA NON CONDANNA E SI SCHIERA CON LUCA TRAINI: 'ATTI COME QUESTO SUCCEDONO PER COLPA DELLO STATO CHE ABBANDONA I CITTADINI'

Risultati immagini per FORZA NUOVA

Di Salvatore Santoru

Quasi tutte le forze politiche hanno deciso di condannare la sparatoria di Macerata, ad eccezione di Forza Nuova.
Più nello specifico, il partito di estrema destra ha emesso un comunicato in cui si afferma che l'atto di Luca Traini è stato conseguenza del sempre più forte clima di tensione che interessa l'Italia e che azioni come questa succedono quando le istituzioni abbandonano i cittadini.
PER APPROFONDIRE, ARTICOLO SU BLASTING NEWS.

Nello stesso comunicato, Forza Nuova si è resa disponibile al pagamento delle spese legali dello stesso Traini.

ROMA, circa 5000 partecipanti alla marcia di Forza Nuova del 4 novembre

Risultati immagini per roma forza nuova marcia 4 novembre

Di Salvatore Santoru

La 'marcia dei patrioti' indetta da Forza Nuova si è tenuta il 4 novembre 2017 a Roma, nei pressi dell'Eur.
Come riporta l'Huffington Post(1) essa ha visto la partecipazione di circa cinquemila persone e oltre a Forza Nuova ha partecipato anche un'altra nota formazione dell'estrema destra extraparlamentare e del panorama neofascista come Fiamma Tricolore.

Un risultato inaspettato, stando a quanto riportato dall'intervista della giornalista dell'Huff Post Luciana Matarese al segretario di Forza Nuova Roberto Fiore.

NOTA:

(1) http://www.huffingtonpost.it/2017/11/04/contro-lo-ius-soli-a-roma-sfila-lorgoglio-fascista-di-forza-nuova-fiore-siamo-cinquemila-stiamo-crescendo_a_23266885/

Denunciato il leader di Rivolta Nazionale, il nuovo gruppo neonazista della capitale

Risultati immagini per rivolta nazionale

Di Maurizia Marcoaldi

“Boia chi molla! Rivolta Nazionale…Questo è il nostro simbolo”. Così Simone Crescenzi aveva annunciato con un video la nascita del suo partito antisemita e antisistema. ‘Rivolta Nazionale' è il nome e il simbolo è la svastica, un simbolo “che non rinneghiamo”, afferma Crescenzi nel video. Ora però, dopo la presentazione nel video a viso scoperto, il leader del nuovo gruppo neonazista capitolino è stato denunciato per apologia di fascismo.

La scelta di Rivolta Nazionale nasce dalla volontà dei militanti di differenziarsi da un partito, quello di Forza Nuova, che ormai per Crescenzi è “inaffidabile”  perché “colpevole di fare il gioco della democrazia”. L’attacco al partito di Roberto Fiore è soprattutto per la possibile decisione di non prendere più parte alla manifestazione del 28 novembre dopo la direttiva del ministro dell’interno Marco Minniti. Crescenzi ha sottolineato nel video la presenza di Rivolta Nazionale alla manifestazione del 28 ottobre per ricordare la marcia fascista su Roma del 1922.


FONTE E ARTICOLO COMPLETO SU: https://www.fanpage.it/denunciato-il-leader-di-rivolta-nazionale-il-nuovo-gruppo-neonazista-della-capitale/

Forza Nuova sposta la 'Marcia dei Patrioti' al 4 novembre.

Risultati immagini per Forza Nuova


Niente più "marcia dei Patrioti" il 28 ottobre, anniversario della presa di potere di Benito Mussolini. Forza Nuova ha annunciato in una conferenza stampa il nuovo appuntamento per il corteo contro immigrazione e ius soli: sfileranno il 4 novembre, giorno della fine della prima Guerra mondiale con la vittoria dell'Italia. Il Viminale fermerà anche questa? Al momento non si sa dove si terrà questo corteo, semmai venisse confermato
 "Sappiamo perfettamente che la questione del 28 ottobre è stata politicamente vinta, abbiamo dimostrato la pochezza e la debolezza del sistema che ha reagito solo con protervia e con violenza, nonostante le numerose personalità dell'opinione pubblica, distanti persino dalla nostra linea politica, che hanno pubblicamente sostenuto il diritto di Forza Nuova a scendere in strada" ha dichiarato il Segretario Nazionale Roberto Fiore. “Lasciamo a loro l’odio e il veleno antifascista. Noi ci prendiamo la Vittoria. Per questo abbiamo deciso di marciare il 4 novembre, giorno della Vittoria degli Italiani nella Grande Guerra, ricordo ormai sbiadito di un’Italia che sapeva combattere unita e compatta, col pugnale fra i denti contro l’invasione straniera, un’Italia che sapeva difendere col proprio sangue i confini della Patria".

"MARCIA SU ROMA", la Questura sostiene che non si farà e Forza Nuova: 'Non l'abbiamo annullata'

Risultati immagini per marcia su Roma forza nuova
Di Salvatore Santoru
Continua a far parlare di sé la vicenda della "marcia dei patrioti" di Forza Nuova, ribattezzata dai media "marcia su Roma".
Come riporta Aska News(1), la Questura ha nuovamente sostenuto che la manifestazione non ci sarà.
  “Dopo la notifica del provvedimento di divieto della Questura di Roma alla manifestazione di Forza Nuova preavvisata inizialmente per il 28 ottobre, nel pomeriggio odierno i promotori si sono presentati in Questura comunicando nuove modalità di svolgimento dell’iniziativa, che sono oggetto di adeguate valutazioni. Il 28 ottobre, quindi, non si terrà nessun evento”, comunica la Questura come riportato dallo stesso articolo di "Aska".
Intanto, sul profilo Facebook di Forza Nuova si sostiene che “non è stata assolutamente ritirata la richiesta di manifestare il 28/10 a Roma. Da persone responsabili abbiamo da giorni in corso una trattativa con la Questura per evitare che quella giornata sia segnata da violenze e disordini”.
NOTA:

Marcia su Roma il 28 ottobre, Minniti: “Non ci sarà nessuna manifestazione”. Forza Nuova: “Noi comunque in piazza”


Risultati immagini per Forza Nuova

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/10/12/marcia-su-roma-il-28-ottobre-minniti-non-ci-sara-nessuna-manifestazione-forza-nuova-piazza-lo-stesso/3909521/

Forza Nuova rilancia, l’Anpi promette una contromanifestazione. Ma l’annunciata marcia su Roma che secondo le intenzione del movimento di estrema destra guidato da Roberto Fiore si terrà il prossimo 28 ottobre, non ci sarà mai. O, almeno, non sarà un’iniziativa autorizzata. A mettere la parola fine sulla vicenda è stato direttamente il ministro dell’Interno Marco Minniti: “Con le motivazioni da me già espresse in Parlamento – ha detto – ho già dato disposizione al questore di Roma di non concedere l’autorizzazione per la manifestazione“. Minniti, del resto, lo scorso 20 settembre, rispondendo ad un’interrogazione durante il question time alla Camera in cui si chiedeva quali misure intendesse prendere il Viminale, aveva già sottolineato che l’iniziativa “richiama in modo palese l’atto di nascita del regime fascista e la marcia su Roma“. E, dunque, “è evidente che una manifestazione così si porrebbe in chiaro contrasto con l’ordinamento giuridico – aveva aggiunto – che prevede alcuni fondamentali presidi di legalità: la legge Scelba vieta la ricostituzione, sotto qualsiasi forma, del disciolto partito fascista e punisce l’apologia del fascismo”. Inoltre, a sentire il titolare del Viminale, “la legge Mancino condanna gesti, azioni e slogan legati all’ideologia nazifascista. Assicuro dunque – aveva concluso Minniti in Parlamento – che, ove venga comunicato formale preavviso della manifestazione, le autorità provinciali faranno le valutazioni necessarie tenendo conto di questo quadro”. Oggi la conferma: la manifestazione di Forza Nuova non sarà autorizzata. Ma, assicurano gli organizzatori, loro in piazza ci andranno comunque: “Manifesteranno tutti gli italiani che amano davvero la patria” ha detto Roberto Fiore, sottolineando che “il modo in cui sta agendo il ministro Minniti è altamente irrituale. La legge prevede che sia il questore ad esprimersi in base al contenuto del preavviso che abbiamo presentato”.

In giornata, del resto, movimento di estrema destra sul suo account Facebook ha fornito nuovi dettagli per la cosiddetta ‘Marcia dei Patrioti’. Il luogo del ritrovo, si legge sull’account Facebook, sarà il Palalottomatica (EUR), in piazzale Pier Luigi Nervi, presso la fermata metro B ‘EUR Palasport‘. “Si richiede a tutte le sezioni forzanoviste di giungere nel luogo indicato alle ore 14 – hanno scritto i militanti – il concentramento per tutti è fissato nello stesso luogo alle ore 15; il corteo, come già annunciato, partirà alle ore 16. Ulteriori dettagli saranno comunicati nei prossimi giorni”. Gli organizzatori, inoltre, hanno presentato il preavviso in Questura. “Ho consegnato la comunicazione necessaria per l’autorizzazione con un percorso non centrale, ma che definirei ‘romanissimo‘ – ha fatto sapere il leader di Forza Nuova Roberto Fiore – Il tema del corteo si potrebbe definire costituzionale: accoglie le preoccupazioni di tanti che vedono le libertà degli italiani restringersi sempre di più, mi riferisco al diritto di criticare l’invasione e le continue discriminazioni antitaliane”.
All’inizio di settembre, interpellato al riguardo, il capo della Polizia Franco Gabrielli aveva detto da Carrara al Festival ‘Con-vivere’ che “come al solito in questo Paese si parla del nulla. In questi giorni si chiede al ministro Minniti di intervenire, ma su che cosa? Non c’è un atto sul quale noi siamo chiamati a decidere. Se vi posso dire la mia, la marcia su Roma non ci sarà”. Categorico anche il no della sindaca della capitale, Virginia Raggi, che su Twitter aveva scritto: “La Marcia su Roma non può e non deve ripetersi”. Ma dopo il nuovo annuncio di Forza Nuova, a prendere posizione è stata l’Anpi: “Lo Stato antifascista deve intervenire per bloccare la marcia su Roma. Non si tratta più di semplici boutade ma di un piano eversivo che va sconfitto” ha detto il presidente romano dell’associazione, Fabrizio De Sanctis, secondo cui “questo Stato dovrebbe essere pienamente antifascista, sorretto da una costituzione antifascista. Noi come Anpi abbiamo incontrato associazioni e partiti per organizzare una serie di iniziative ma lo Stato deve intervenire“. Tutto questo prima delle parole di Minniti.

Roma, Forza Nuova sfida il questore: “Stasera faremo la passeggiata per la sicurezza”

Risultati immagini per forza nuova


«La passeggiata per la sicurezza annunciata per stasera al Tiburtino III si farà». Lo riferiscono fonti di Forza Nuova in merito all’iniziativa lanciata nei giorni scorsi e vietata dal questore di Roma per «motivi di ordine pubblico» e in «concomitanza con altri eventi». «Trattandosi non di una manifestazione ma di una passeggiata per la sicurezza - aggiungono - in realtà non servono preavvisi». E proprio nel quartiere a fine agosto ci fu un assedio a un presidio umanitario per migranti da parte di alcuni residenti. 

Sullo sfondo prosegue la polemica per un’altra iniziativa promossa da Forza Nuova, la rievocazione della marcia su Roma, programmata per il 28 ottobre, anniversario del gesto che, nel 1922, segnò l’inizio del ventennio fascista. «Mi sembra che il riferimento fatto dal presidente Zingaretti sia stato molto opportuno» ha detto la ministra della Difesa, Roberta Pinotti, a proposito delle parole pronunciate dal Presidente della Regione, Nicola Zingaretti, a Porta San Paolo, durante le celebrazioni in ricordo dei caduti: «Occorre impedire rievocazioni macchiettistiche della marcia su Roma».  

La Raggi dà l'altolà a Forza Nuova: "Niente marce su Roma"

Risultati immagini per ius soli casapound

Di Lucio Di Marzo

Le critiche erano già arrivate, e numerose, dal centrosinistra, ma ora a rompere il silenzio è anche il sindaco di Roma, Virginia Raggi, che mette in chiaro: "La marcia su Roma non può e non deve ripetersi" e così facendo risponde a Forza Nuova, che per il prossimo 28 ottobre, giorno della marcia fascista del 1922, progettava un revival nella Capitale.
Un intervento duro, ma atteso, quello del primo cittadino, che ferma la "marcia dei patrioti" e risponde per il Movimento 5 Stelle, che durante la giornata non aveva parlato. Uno stop che tuttavia arriva con la Questura che aggiunge che non è ancora stato formalizzato alcun preavviso della manifestazione, annunciata soltanto sui canali social del movimento.

Forza Nuova lancia marcia su Roma per il 28 ottobre (95 anni dopo Mussolini). La sinistra protesta: “Minniti la vieti”

Immagine correlata
Si chiama Marcia dei patriotiForza Nuova ha organizzato un corteo a Roma “contro un governo illegittimo, per dire definitivamente no allo Ius Soli e per fermare violenze e stupri da parte degli immigrati che hanno preso d’assalto la nostra Patria“. L’iniziativa del partito di estrema destra ha una data simbolica: il 28 ottobre, lo stesso giorno che nel 1922 vedeva sfilare per le strade della Capitale 25mila camicie nere del Partito nazionale fascista. La manifestazione cade nell’anno del 95esimo anniversario dell’evento che ha poi aperto le porte al Ventennio mussolinianoPdSinistra italiana e Possibile chiedono ufficialmente al ministro dell’Interno Minniti di bloccare l’iniziativa. La sindaca Virgina Raggi ha twittato: “La #MarciaSuRoma non può e non deve ripetersi”.


“Bandiere, striscioni, auto, pullman, benzina”, è stato l’appello ai “patrioti” lanciato su Facebook dell’organizzazione di ispirazione fascista. L’invito ha collezionato già moltissimi like. Si rivolge al “compatriota” e chiede un “sostegno concreto“. “Non si può mancare stavolta” si legge tra i commenti, “marciare per non marcire!” scrive un utente. “Il Molise ci sarà”, “Milano presente”, “e andiamo!”.  Al momento non è chiaro se il partito guidato da Roberto Fiore abbia avuto il via libera per la “marcia”. 

Bologna: martedì 19 gennaio incontro dell'estrema destra europea e in Piazza Nettuno ci sarà un presidio antifascista

Estrema Destra a Bologna: sede 'ignota', in Piazza Nettuno presidio anti-fascista


Non è ancora nota la sede dell'incontro di "Alliance for Peace and Freedom", il partito politico dell'estrema destra europea che fa capo a Roberto Fiore, leader di Forza Nuova, ma, da quanto si apprende non si organizzeranno cortei o momenti aperti al pubblico, e il luogo dell'incontro, a quanto pare, non verrà reso noto. 
Come annuncia Fiore sul profilo Facebook, i rappresentati politici si incontreranno in città per "stabilire una rete europea a livello istituzionale" che metta insieme coloro che "lavorano quotidianamente per affrontare le sfide sui territori, come la crisi economica e sociale e i problemi di ordine pubblico".
Sicuramente il meeting non passerà inosservato e il timore di dispordini c'è. Netto il commento del Sindaco Virginio Merola: "Non hanno niente di meglio da fare nella vita che venire a rompere a questa città?". 
Intanto i sindacati confederali Cgil, Cisl, Uil, l'Anpi, l'Arci e Libera hanno organizzato un "presidio antifascista" davanti al Sacrario dei Caudti di Piazza Mettuno in risposta alla presenza "intollerabile e offensiva nei confronti della Resistenza - si legge nella nota - Bologna non è terra per tutte quelle forze di estrema destra che non si vergognano di richiamarsi ai valori del fascismo, della xenofobia e del razzismo". 
FOTO:Fiore e altri membri dell'Alliance for Peace and Freedomhttp://alliance-for-peace-and-freedom.com

Genova:polemiche politiche per la decisione delle suore di San Fruttuoso di "sfrattare" le studentesse per far posto a 24 ragazze migranti di origini africane, proteste di Forza Nuova

12002091_1032808280072817_3130836154094424957_n


Di Salvatore Santoru

In questi giorni alcune polemiche stanno colpendo la diocesi di San Fruttuoso, per la decisione delle suore di allontanare le studentesse ospiti nella struttura, per far posto a 24 migranti provenienti dall'Africa(1).
Il gesto delle suore è stato motivato, oltre che dall'umanitarismo, dalle parole d'ordine di accoglienza del Papa e delle altre gerarchie del clero(2), e secondo quanto raccontato dalle stesse suore lo "sfratto" delle studentesse non è stato per niente traumatico, in quanto le stesse sono state avvertite subito in modo da iniziare a mettersi alla ricerca di nuove sistemazioni, e hanno capito la situazione.









Nel mondo politico le polemiche non si sono fatte mancare e la notte del 9 settembre alcuni militanti del partito di estrema destra Forza Nuova hanno protestato(3) contro la decisione esibendo striscioni in cui si afferma che “24 nigeriane per 35 euro al giorno, non è carità … e’ business”, e dichiarando che “il piano diabolico di papa Francesco è cosi realizzato: acchiappare quanti più profughi possibile, prendere soldi per questa solidarietà basata solo su interessi utilitaristici e privatistici, fare concorrenza alle cooperative e lasciare in mezzo alla strada le studentesse italiane che non rendono come e quanto le nigeriane”.

Forza Nuova contro le suore Gianelline

NOTE:
(1)https://infosannio.wordpress.com/2015/09/10/le-suore-sfrattano-le-studentesse-per-ospitare-24-profughe/
(2)http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/09/06/migranti-lappello-di-papa-francesco-ogni-parrocchia-accolga-una-famiglia/2012360/
(3)http://www.liguriaoggi.it/2015/09/10/immigrazione-forza-nuova-contro-le-suore-gianelline-di-san-fruttuoso/

FOTO:http://www.catenaumana.it

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *