Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta rap. Mostra tutti i post

"Chiarimenti", ecco il nuovo singolo di Metal Carter con Davide Toffolo


I “Chiarimenti” di Metal Carter con Davide Toffolo, il nuovo singolo punta dritto verso “Fresh Kill”

“Chiarimenti” è il titolo del nuovo singolo e video dell’eclettico rappresentante della scena Hip-Hop nazionale Metal Carter, che per l’occasione ha coinvolto una figura di riferimento dell’alternative italiano quale Davide Toffolo, frontman della formazione Tre Allegri Ragazzi Morti.

Il sodalizio, come racconta Carter, nasce da una spontanea amicizia e stima reciproca: Davide si è sempre dichiarato suo fan, mentre Carter ammira la sua visione della musica a 360 gradi e la sua carriera di fumettista. Sulla produzione di Akira Beats scorrono rime dove violenza fa rima con coerenza, vicende che raccontano episodi di vita reale in prima persona, dove il tipico scenario death rap che ha sempre contraddistinto la carriera del Sergente di Metallo emerge prepotentemente. Se per primo in Italia ha sviscerato i meandri più oscuri del death rap, in questo nuovo corso si evolve addentrandosi anche su territori gangsta rap più street. 

Beat ed elettronica si mescolano con un pianoforte che riecheggia tutta la carica solenne ed emotiva del pezzo, contrappuntata dal ritornello quasi mistico di Toffolo. Un nuovo capitolo del prossimo album, che acquisirà ulteriore significato quando sarà svelata l’intera tracklist, dove ogni capitolo di “Fresh Kill” è pensato e concatenato in una sequenza di significati e ospiti.

Il singolo è accompagnato dall’omonimo videoclip realizzato da Federico Bensi e verte su una scenografia squisitamente urban. Il playback di Carter e Toffolo è ambientato in un tipico quartiere periferico della Capitale ed è incentrato sulla presenza di decine di ragazzi che rappresentano un’ampia gamma di gruppi sociali, dai dark ai b-boy, dai metallari alle persone qualsiasi.
Con la pubblicazione di “Chiarimenti”, finalmente il Death Lord annuncia la pubblicazione del nuovo album “Fresh Kill” subito dopo l’estate per Time to Kill Records, diventando il primo rapper italiano a firmare per un’etichetta metal.
Il singolo è disponibile su tutte le piattaforme digitali a partire da martedì 26 maggio 2020.

VIDEO



Luca Bramanti
Ufficio Stampa Nextpress

Piotta, nel nuovo singolo “Vengo dal Colosseo 20.20 edition” cantano anche le statue dell’antica Roma


A vent’anni dalla pubblicazione, Piotta prende di nuovo in prestito un classico della tradizione orale della Capitale (quel famoso e popolare "Vengo da Primavalle"), come già fatto nella sua vecchia hit “Il mambo del Giubileo”, e ne crea una nuova instant song dal titolo “Vengo dal Colosseo 20.20 edition” disponibile da venerdì 22 maggio su tutte le piattaforme digitali.

Se nel 2000 si parlava della calda estate del Giubileo, ora racconta -sempre con la tipica ironia sorniona romana- un periodo così particolare, tra la quarantena l'atteso ritorno a quella normalità fatta di concerti e di voglia d'estate.
Il tappeto sonoro è firmato dal multioro Swan (già con Ghali, Emis Killa, Clementino, Rochelle e molti altri), che coniuga in un’atmosfera molto UK urban e jungle. Il singolo fa parte dell'omonimo EP e contiene anche un secondo remix dal sapore più latin e nu-cumbia, prodotto dal chitarrista Giuliano Cantini, ma, anche la versione strumentale e a cappella.

Contestualmente, per la regia di Glauco Citati, esce il video del brano pensato con il coinvolgimento in chiave "Toga party" delle amicizie di UDKD (Un discretissimo karaoke domenicale, format ideato dalla performer Lilith Primavera che compare anche nel video) e di #casaZanello, programma nato nei giorni di quarantena, e che ha visto Tommaso Piotta intrattenere i suoi follower su Instagram con tutta la propria vastissima collezione di vinili. Un’idea concepita in leggerezza sarcasmo, con la semplicità dei pochi mezzi disponibili durante il lockdown, ma, con la voglia di pensare al futuro con ottimismo. Nel videoclip, il visual artist Angelo Di Nicola attraverso una tecnica di animazione digitale 3D, riesce a far cantare a tempo di musica le più celebri statue della Capitale: dalla Bocca della Verità a Ottaviano Augusto, dal Giordano Bruno di Campo dei Fiori al San Paolo Apostolo di Piazza San Pietro finanche Giulio Cesare.

Quella Roma che l'artista racconta da vent’anni, sempre in sella suo vespino: "Durante questa quarantena sono riuscito a far cantare persino le statue -così afferma sorridendo Tommaso Zanello alias Piotta-, ad un certo punto sono saltati tutti i programmi, da un mega evento al Teatro Sistina con l'Orchestra Sinfonica di Roma su cui lavoravo da mesi, fino al singolo estivo previsto ma rimasto ancora da mixare. Ne è nata questa idea, in una notte di quarantena in cui non riuscivo a prender sonno. Cotta e mangiata come si dice, una vera instant song!"

VIDEOCLIP


Luca Bramanti
ufficio stampa


Il rap sbarca su RaiGulp, Kento spiega l’Hip-Hop agli studenti della scuola primaria


Al via lunedì 18 maggio "Entra Nel Cerchio", la serie di lezioni dedicata alla musica rap e alla cultura Hip-Hop a cura di Kento sul canale tematico RaiGulp (DT 42) e RaiPlay.
Un ciclo di cinque puntate dal 18 al 22 maggio alle ore 11.20 all’interno de “La Banda dei Fuoriclasse”, contenitore del progetto Rai di didattica a distanza #lascuolanonsiferma, in cui il rapper Kento racconterà agli studenti della scuola primaria le basi della musica rap, le rime, gli accenti e le sonorità che hanno attraversato il genere dagli esordi alla trap dei nostri giorni.

 Durante le lezioni in diretta Skype, col supporto del conduttore Mario Acampa, il rapper reggino spiegherà teoria e tecnica della materia, proponendo anche esercizi pratici per affacciarsi alla scrittura e alle prime prove di esibizione. Dalla stesura dei testi, alla scelta delle basi, dalle metriche alla pratica dell’home recording molto pratica in questo periodo di quarantena.

Musica e parole, ma anche storia e cultura. Nelle puntate, infatti, sono previsti anche racconti sulle quattro discipline alla base della cultura Hip-HopMCingDJingWriting (graffiti) e B-Boying (breakdance). "Finalmente il rap entra nei canali ufficiali della didattica a distanza -dichiara Kento- e non posso che ringraziare la Rai di questa opportunità. Cercherò di esserne all'altezza e di raccontare al meglio l'Hip-Hop e le sue forme di espressione, fondamentali per capire e raccontare la società dei nostri anni". Nel corso delle lezioni anche un focus sul tema della legalità in vista dell’omonima Giornata Nazionale che viene celebrata il 23 maggio.

Kento ha da poco pubblicato “Te Lo Dico In Rap”, il primo libro italiano per ragazzi dedicato a questo genere musicale per Editrice Il Castoro, collabora abitualmente con scuole, carceri minorili e comunità̀ di recupero nella realizzazione di laboratori didattici e per la sensibilizzazione antimafia, è autore di una rubrica sul il Fatto Quotidiano.

Entra nel Cerchio (sigla)



Luca Bramanti
Ufficio Stampa Nextpress
Mob. +39 329 1697846
Skype ID: luca.bramanti

"ONE OF THOSE NIGHTS", È USCITO IL NUOVO SINGOLO DI RAIP


"One of Those Nights", nuovo singolo di Raip, parla di due persone che scappano dalla realtà quotidiana, dallo stress e dai guai per andare alle Hawaii e godersi la vita sotto una palma con un drink in mano e a fare festa. Il brano vuole infatti trasmettere leggerezza e trascinare chi ascolta in un atmosfera estiva e frizzante.
Elio Cusumano in arte Raip è nato il 12 gennaio 1990 a Köln in Germania, dove, dopo una serie di spostamenti è tornato e dove è entrato in contatto per la prima volta con la musica rap. Durante gli anni ha scritto testi e a prodotto basi quasi sempre per altri artisti, fino a quando ha sentito il bisogno di far uscire il proprio Alter Ego e dargli finalmente una voce. Due anni fa il debutto con "Non Scendo", seguito da molteplici uscite.
Il 31 marzo 2020 esce l'ultimissimo singolo "One of Those Nights" in collaborazione con Sorry Mom! 

 
Itunes : 

GHEMON – È USCITO IL NUOVO SINGOLO “BUONA STELLA”



Con una diretta Instagram, ieri sera Ghemon ha voluto regalare ai fan un assaggio del nuovo inedito “Buona Stella”: un regalo inaspettato per tutti quelli che erano connessi sul suo canale. In questo periodo Ghemon è solito intrattenere il suo pubblico con dirette Instagram per suonare, restare in contatto con fan e colleghi e parlare di normalità, programmi, speranze, musica.
Da oggi “Buona Stella” è disponibile su tutte le piattaforme streaming e download: il brano è estratto dall’atteso nuovo disco “Scritto nelle stelle” che uscirà il 24 aprile per Carosello Records e Artist First.
“Buona Stella è una canzone piena di luce ed energia positiva che spero vi possa fare compagnia in questo momento” – cosi spiega lo stesso artista nell’annuncio del nuovo brano.
Link per l’ascolto del singolo:
In “Buona Stella” con le sue strofe dirette e incisive, Ghemon ci parla di sfide.
È la vita quotidiana ad essere una sfida complicata, in senso assoluto. E come davanti a ogni sfida complicata ci possono essere incertezze e la consapevolezza che un po’ di fortuna al momento giusto male non fa. Eppure bisogna azzeccarlo quel momento giusto.
Dopo “Questioni di Principio” e “In un certo qual modo”, “Buona Stella” è il terzo inedito del nuovo lavoro discografico di Ghemon, che come per i lavori precedenti, vede la produzione esecutiva di Tommaso Colliva.
GHEMON è uno dei più talentuosi e apprezzati artisti hip hop italiani. Negli anni ha saputo rinnovare il suo personalissimo stile a metà tra il cantautorato e il rap: un caso quasi unico all’interno dello scenario in Italia. Dopo un lungo percorso artistico e la pubblicazione degli album “La rivincita dei buoni” (2007), “E poi, all’improvviso, impazzire” (2009) e “Qualcosa e cambiato” (2012) inizia a definire il suo territorio musicale: rap mescolato al soul, al funk, al jazz e alla musica italiana.“ORCHIdee” (MacroBeats/Artist First) è il disco uscito nel maggio 2014, che segna la sua maturazione artistica.
Da quel momento inizia un lunghissimo tour di più di settanta date, accompagnato da una vera e propria band rinominata “Le Forze del Bene”. Nel settembre 2017 pubblica “Mezzanotte” (MacroBeats/Artist First). Il nuovo album, sempre prodotto da Tommaso Colliva e interamente suonato dalla sua band “Le forze del bene” è la consacrazione di qualcosa di unico, dove le influenze black si legano alla musica italiana riuscendo anche a trovare uno spazio vitale per la tradizione Hip Hop. L’album ha esordito alla 3^ posizione della classifica FIMI dei dischi più venduti in Italia e a novembre 2018 il singolo “Un Temporale” è stato certificato disco d’oro. 
Nel febbraio 2018 è ospite di Diodato sul palco del Teatro Ariston. Nel 2019 firma con Carosello e Artist First – per la prima co-produzione tra aziende italiane – e partecipa, questa volta da protagonista, alla 69^ edizione del Festival di Sanremo con il brano “Rose Viola” (disco d’oro), ottenendo un incredibile consenso di pubblico e critica.
A settembre 2019 si conclude il “Mezzanotte tour” che ha portato Ghemon in giro per tutta Italia per oltre 2 anni.
-----------------------------------------------------------------------------------------------
FOTO: twitter.com

J-Ax torna con ReAle: "Sono un artista pop con le radici nel rap"



FANPAGE


J-Ax, artista pop con le radici nel rap: "Mio figlio Nicolas ormai capisce le hit prima di me"


Si definisce un artista che fa pop ma che ha le radici nel rap, J-Ax uscito con il suo ultimo album "ReAle", nuovo lavoro solista dopo il successo di "Comunisti col Rolex".



 Il rapper torna con un album lungo e variegato, con tanti feat, da Enrico Ruggeri e Paola Turci, a Chadia Rodriguez, Jake La Furia, Max Pezzali, Boomdabash etc: "Io scelgo le collaborazioni non in base a una scena, le scelgo come un regista sceglie i protagonisti di un suo film" spiega a Fanpage. J-Ax parla anche del figlio Nicolas e di come, ormai, intercetti le hit del padre, come avvenuto per "Ostia Lido", ma anche di "Beretta", un pezzo su femminicidio e utilizzo delle armi: "Il pezzo rimane in una zona grigia che è un po' la visione che ho io sulle armi".

FONTE: https://youmedia.fanpage.it/video/af/XjF5ReSwh8w3H2AA

Sanremo 2020, Junior Cally rompe il silenzio: «Mi scuso se ho ferito qualcuno». Il plauso di Amadeus



«Moltissime persone, forse che si avvicinano al rap per la prima volta, si sono sentite ferite. Me ne dispiaccio profondamente, non era e non sarà mai mia intenzione ferire qualcuno». A dirlo in un post su Instagram è il rapper mascherato di Focene Junior Cally, uno dei 24 artisti Big in gara a Sanremo 2020 con il brano No grazie.
Il rapper è da giorni al centro delle polemiche e delle accuse di sessismo e di istigazione alla violenza sulle donne a causa di alcuni suoi testi scritti in passato, tra cui quello di Strega. Poche ore dopo il post su Instagram, è arrivato il plauso del presentatore del festival Amadeus: «Apprezzo le tue parole, non avevo dubbi sul tuo pensiero».

Le parole di Junior Cally

«È da qualche giorno che rifletto su quanto sta accadendo intorno a me. Quello che accade è che moltissime persone si sono sentite offese da alcuni testi da me composti in passato e dalle immagini che li hanno accompagnati», scrive Junior Cally in un post sul suo profilo Instagram
«Ho provato a spiegare che era un altro periodo della mia vita – prosegue il rapper – e che il rap ha un linguaggio descrittivo nel bene e nel male e rappresenta la cruda realtà come fosse un film».
JUNIOR CALLY – INSTAGRAM | Il post di scuse del rapper
«La cosa più importante che voglio ribadire è che la musica mi ha dato una speranza e mi ha salvato la vita in un momento in cui avevo una marea di problemi ed è solo la musica che voglio portare sul palco di Sanremo. Per questo ad Amadeus ho proposto un brano che non ha quei testi e quelle immagini, che non avrà accanto la parola “Explicit”», aggiunge Junior Cally.
«Trovo insopportabile la sola idea della violenza contro le donne, in ogni sua forma. Sono un ragazzo, un uomo che fa del rispetto, non solo delle donne, ma degli esseri umani uno dei suoi valori cardine. Mamma Flora è la persona più importante della mia vita e da qualche mese c’è Valentina al mio fianco: siamo complici, amici, ci amiamo e rispettiamo. Questa è la mia vita e questo spero sarà il mio Sanremo», chiosa infine il rapper. 
Dichiarazioni che arrivano a due settimane dall’inizio del Festival di Sanremo. In questi giorni si sono moltiplicati gli appelli di esponenti politici e cittadini comuni per chiedere che il rapper venga escluso da Sanremo. Sul caso è intervenuto anche il presidente di Vigilanza Rai e il consiglio regionale della Liguria.
RAIPLAY | Fotogramma di Junior Cally

Salmo annuncia l'uscita del nuovo mixtape della Machete


Di Salvatore Santoru

Salmo ha annunciato su Instagram l'uscita del nuovo mixtape per la Machete, più precisamente il 'Machete Mixtape 4'. L'uscita del terzo risaliva a settembre del 2014.

PER APPROFONDIRE- https://it.blastingnews.com/cultura-spettacoli/2019/06/salmo-ha-annunciato-luscita-del-machete-mixtape-4-002936439.html

Salmo, forse pronto un nuovo album ?. Il 'misterioso' annuncio su Instagram


Di Salvatore Santoru

Salmo potrebbe essere pronto per la realizzazione di un nuovo album. Ciò è stato sino ad ora speculato in seguito ad un 'misterioso' post pubblicato dal noto cantante di origine sarda, vero nome Maurizio Pisciottu.




Più specificatamente, sul social il rapper olbiese ha postato una foto avente sfondo bianco e la scritta rossa 'Nuovo Album'.

A seguito della pubblicazione del post, si sono avuti quasi 20mila commenti dei followers del musicista.

PER APPROFONDIRE- https://it.blastingnews.com/tempo-libero/2019/06/salmo-starebbe-pensando-ad-un-nuovo-disco-e-lo-annuncia-su-instagram-002933757.html

LA DIFFERENZA TRA TRAP E RAP


Di Salvatore Santoru

Negli ultimi anni si è fortemente diffusa a livello mainstream la  trap music, prima negli USA e poi nel resto del mondo. La popolarità del genere ha causato e sta causando accessi dibattiti tra i alcuni suoi sostenitori e quelli del rap più tradizionale.

Il fatto è che vi sono delle importanti differenze tra il rap classico e la trap, la quale è nata da un'evoluzione del Southern Rap(1).
Andando maggiormente nello specifico, tra le differenze più importanti vi sono quelle stilistiche e testuali nonché quelle legate all'attitudine.

Difatti, nella trap le sonorità prettamente musicali sono maggiormente oscure e i testi mediamente più crudi ed espliciti rispetto al rap tradizionale.
Inoltre, vi sono delle evidenti differenze anche nelle tecniche vocali e ritmiche e si va dal classico 'ritmo 4-4' del rap al 'non andare a tempo' del sottogenere della trap noto come drill(2).
Oltre a ciò, vi sono evidenti differenze nell'immagine che danno gli artisti di sé e nella loro estetica(3).

Difatti, se una buona parte del 'rap tradizionale'(specialmente old school) era fondata su un'atteggiamento sociale indirettamente o direttamente critico ciò potrebbe non sembrare per il trap, ritenuto maggiormente 'disimpegnato'.

Beninteso, bisogna ricordare che anche molto rap è legato alla 'leggerezza' e all'esaltazione(provocatoria o meno) degli eccessi della società di consumo e che anche la trap può essere socialmente impegnata nonostante l'apparenza farebbe pensare di no.

Detto ciò e come già accennato in precedenza, la trap è parte della musica hip hop e rappresenta un'evoluzione della 'South Coast'.

NOTE E PER APPROFONDIRE:

(1)https://en.wikipedia.org/wiki/Trap_music#1990s%E2%80%932000s:_Origins 

(2)https://www.dlso.it/site/2016/05/18/drill-music-cosa-e/

(3)https://blowhammer.com/it/blog/post/rap-vs-trap-le-differenze/

BILLBOARD 200, Nicki Minaj critica Spotify perché il suo album(II in classifica) 'non sarebbe stato adeguatamente diffuso'o in classifica e si paragona all'abolizionista afroamericana Harriet Tubman

Risultati immagini per harriet tubman andrew jackson

Di Salvatore Santoru

Nicki Minaj non ha digerito che il suo nuovo album,"Queen", non sia primo nella classifica Billboard 200.
 La rapper e modella statunitense di origine caraibica ha venduto ben 185.000 copie nella settimana di apertura ma ciò, riporta Mtv(1), non è bastato a superare "ASTROWORLD" del rapper e trapper di origine afroamericana Travis Scott.

La Minaj non ha preso bene ciò e ha attaccato Spotify per non aver, a suo dire, 'adeguatamente promosso' il suo nuovo disco(2).
Oltre a ciò, la cantante e attrice si è paragonata alla nota abolizionista afroamericana Harriet Tubman(3).

NOTE:

(1) http://news.mtv.it/musica/nicki-minaj-contro-travis-scott-lui-sa-che-il-suo-album-non-e-davvero-primo-classifica/

(2) https://www.huffingtonpost.com/entry/nicki-minaj-harriet-tubman-queen_us_5b7b17e2e4b018b93e968ed2

(3) https://it.wikipedia.org/wiki/Harriet_Tubman

Il calciatore rapper: ecco il primo singolo di Kevin Prince Boateng

Risultati immagini per Kevin Prince Boateng rap
Il nuovo attaccante del Sassuolo Kevin Prince Boateng si è dato al rap. Che il calciatore fosse anche uno showman era noto a tutti ma ora ha voluto fare un ulteriore passo fuori dal campo.
L’ex giocatore del Milan ha infatti ufficialmente intrapreso la carriera da rapper, diffondendo su YouTube – tramite la piattaforma Worldstarhiphop – il primo singolo ufficiale intitolato “King” e con il pittoresco nome d’arte di PRIN$$ Boateng.
Videoclip che in brevissimo tempo, grazie anche alla popolarità da calciatore del protagonista, è diventato virale raggiungendo in appena quattro giorni 680 mila visualizzazioni. Numeri da far impallidire diversi cantanti professionisti.
Il brano rappresenta l’essenza più particolare e stravagante del talentuoso classe 1987 (più che a suo agio nella parte), tornato in Italia in estate dopo l’esperienza con l’Eintracht di Francoforte, squadra della città in cui è cresciuto.
Per l’occasione, il centrocampista ha ripreso tutti i cliché del genere: rullante trap, macchinoni, case di lusso, champagne e gioielli. E chissà che nel futuro di Kevin, una volta chiuso col calcio, possa esserci proprio una carriera nel mondo della musica.

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *