Isis, il prigioniero rivela i piani della Brigata al-Kharsha: "Cinquanta uomini super-selezionati che sconvolgeranno l'Europa"

Risultati immagini per al-Kharsha

L'Isis, nei suoi territori, è alle corde. In Siria come in Iraq. Ma se a Mosul le forze irachene hanno sterminato gli islamisti senza fare eccezioni, a Raqqa, i guerriglieri curdi, da sempre provano a catturarne qualcuno vivo. E a farlo parlare. E, stando a quanto rivela La Stampa, l'approccio ha recentemente ottenuto un importante, e spaventoso, risultato. Un combattente britannico, catturato vivo, ha infatti parlato e rivelato la prossima mossa dell'Isis.
Le rivelazioni sono spaventose. Il Califfato, ora che sta perdendo la guerra, si è concentrato sulla formazione di centinaia di jihadisti da spedire in Europa, foreign fighters insomma. E se questa non è una novità, di nuova c'è la brigata Al-Kharsha: almeno cinquanta jihadisti super-selezionati e addestrati per ucciderci. Jihadisti di diverse nazionalità: inglesi, francesi, tedeschi, belgi e spagnoli. Una brigata pronta per essere spedita nel Vecchio Continente, per creare cellule dormienti in grado di fare proselitismo e, soprattutto, di attaccare. La fonte parla di attacchi spettacolari e organizzati, che secondo il califfato dovrebbero servire a terrorizzare l'opinione pubblica europea e, dunque, a spingere i governi a una "tregua" con l'Isis.
Il prigioniero ha aggiunto che l'addestramento si concentra su uso delle armi e, soprattutto, fabbricazione di esplosivi con ingredienti reperibili senza suscitare sospetti. E ancora, c'è un addestramento psicologico: le nuove reclute sono, afferma, "addestrate a sopravvivere alla prima fase dell'attacco", che può anche prevedere la presa di ostaggi per moltiplicare l'effetto mediatico.

Nessun commento

Partecipa alla discussione

BREAKING

BREAKING
TUTTE LE NEWS DI INFORMAZIONE CONSAPEVOLE
Powered by Blogger.