Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

Fmi, il reddito degli spagnoli supera quello degli italiani

Share it:
Immagine correlata

Di Franco Grilli

La Spagna adesso supera ancora l'Italia. Secondo quanto riporta l'Fmi di fatto il reddito pro capite dei cittadini iberici è di 38.286 dollari contro i 38.140,3 degli italiani.
E nei prossimi anni il divario è destinato ad aumentare. Come riporta il Financial Times nel 2022 la Spagna sarà il 7 per cento più ricca del nostro Paese. Solo dieci anni fa l'Italia era il 10 per cento più ricca della Spagna. Di fatto l'Fmi con i suoi studi delle ultime settimane ha messo nel mirino l'Italia sottolineando l'esigenza di una frenata nella corsa del debito. Inoltre l'istituto guidato dalla La Garde suggerisce al governo italiano una tassazione maggiore sugli immobili e sulla ricchezza. Misure queste che secondo l'Fmi potrebbero frenare l'avanzata del debito. Sempre sul fronte del derby tra Italia e Spagna, i dati riportati dal World economic Outlook dell'Fmi segnalano che Madrid dal 2015 ha fatto registrare tassi di incremento superiori al 3 per cento: una cifra doppia rispetto a quella dell'Italia. E così il sorpasso si è consumato nel 2017 con un vero e proprio "schiaffo" da parte del Paese iberico all'Italia. A quanto pare l'incertezza politica seguita alle elezioni in Spagna e il lungo percorso per la formazione di un nuovo governo non hanno minato la crescita del Paese. Adesso anche Roma si trova nella stessa situzione che ha affrontato Madrid. Ci saranno le stesse conseguenze sulla crescita?

Fonte: http://www.ilgiornale.it/news/economia/fmi-reddito-degli-spagnoli-supera-italiani-1517435.html
Share it:

Economia

Fondo Monetario Internazionale

news

redditi

Spagna

Post A Comment:

0 comments:

Partecipa alla discussione