Roma, un video inguaia l'Atac?: "I tifosi russi non saltavano"


Di Angelo Scarano

Cosa ha causato il terribile incidente nella fermata della metropolitana Repubblica a Roma in cui sono rimasti feriti 24 tifosi della squadra russa del Cska?
La procura indaga per lesioni personali colpose e disastro colposo. Al momento si sa che un gradino si è sganciato e il sistema frenante non ha funzionato, facendo precipitare verso il basso i tanti tifosi che erano sulla struttura.
Le prime ricostruzioni parlano di supporter che avrebbero "disatteso tutte le direttive" della questura, saltando mentre scendevano dalla scala mobile.
Ma la versione dei russi è diversa. E un video sembra confermarla almeno in parte.
"L'unico salto che ho fatto, l'ho fatto per salvarmi", racconta al Messaggero il 35enne Kostantin, "Mentre la folla cadeva sopra le lamiere ferendosi, sono riuscito a superare quel groviglio di ferro con uno slancio e per pochi centimetri i miei piedi non sono finiti su quelle lame. Eravamo in gruppo perché avevamo saputo che i romanisti volevano farci un agguato. Non saltavamo, né facevamo cori, la scala mobile all'improvviso ha accelerato, i gradini in basso si sono accartocciati, trasformandosi in armi". "Vedi? Nessuno sta saltando!", dice, mostrando il video pubblicato nelle ultime ore sui social russi.
Il filmato mostra pochi istanti prima dell'incidente ed è quindi difficile stabilire se effettivamente i tifosi stessero saltando. Per capirne di pù gli investigatori hanno sequestrato le immagini delle telecamere di sicurezza installate nella fermata.

Posta un commento

Partecipa alla discussione

Informazione Consapevole, l'informazione libera e Indipendente