Follow by Email

Total Pageviews

ULTIMI ARTICOLI

Blog Archive

SITI E BLOG CONSIGLIATI(ITA-INTERNAZIONALI)

Followers su Blogger

Translate

La Scienza della Persuasione
Cosa ci rivela il cervello sul nostro potere di cambiare gli altri
€ 15

|Informazione Consapevole, L'Informazione Libera E Indipendente|

Francia, la protesta dei gilet gialli non si ferma: ancora 20mila persone in strada

Share it:

FONTE E ARTICOLO COMPLETO: Fatto Quotidiano
Per il terzo giorno consecutivo i “gilets-jaunes” sono tornati a sfidare l’esecutivo francese con 20mila persone in strada, nuovi disagi e episodi di teppismo su strade e autostrade, tensioni con la polizia e il blocco di diversi depositi di carburante. Non si ferma la protesta dei gilet gialli, il movimento in rivolta contro l’innalzamento delle tasse sulla benzina diesel voluto dal presidente Emmanuel Macron che da sabato ha bloccato la Francia, con scontri dalla Capitale ai confini che hanno provocato una vittima e oltre 500 feriti, di cui 14 gravi e 282 arresti.
Dal Belgio, dove si trova in visita di Stato, Macron prende tempo. I gilet-gialli? “Risponderò al momento opportuno”, ha detto il presidente alle prese con un crollo di popolaritàa novembre è sceso al 25% dei consensi, il minimo assoluto sotto la sua presidenza, secondo il sondaggio dell’istituto Ifop. L’esecutivo però continua a far quadrato intorno a lui, mostrandosi inflessibile sulla politica economica, anche se dice di aver compreso la “collera” dei francesi che temono di perdere potere d’acquisto. Intanto, diversi organizzatori chiedono un cambio di rotta. Nella Loira, a Roanne, un organizzatore che presiede il blocco locale ha chiesto ufficialmente al “presidente Macron di considerarci, perché siamo tanti, di tutti gli strati della popolazione. Vogliamo essere ricevuti all’Eliseo, bisogna discutere, non blocchiamo stupidamente tutto il paese senza motivo. Il dialogo deve cominciare”, ha detto ai microfoni di Bfm-Tv.
Share it:

Francia

gilet gialli

news

Post A Comment:

0 comments:

Partecipa alla discussione