Breaking News

6/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta caldo. Mostra tutti i post

Previsioni Meteo Ferragosto: settimana all’insegna del caldo, ma senza eccessi

Risultati immagini per ferragosto


Di Ugo Notaro


Previsioni Meteo Ferragosto: bel tempo sull'Italia senza fenomeni e con caldo gradevole

Previsioni Meteo Ferragosto – Chi ha scelto le ferie a cavallo del Ferragosto, non  ha per niente sbagliato, anzi ha fatto decisamente bene.
Quella che ci attende infatti sarà una settimana all’insegna del caldo ma non vedrà in alcun modo le punte da 40° e più del mese di luglio passato e ciò permetterà di godere dei vantaggi della stagione estiva nel senso più gradevole del termine.
La settimana infatti inizierà con condizioni gradevolissime e massime ovunque introno ai 30° stante, ai 1500 metri, il dominio di isoterme da 15°. A seguire martedì 15, Ferragosto appunto, ancora bel tempo ma con un rialzo termico che però porterà le massime intorno ai 33°-35° un po’ ovunque, senza avere quindi i picchi roventi di recente conosciuti. Continuerà la settimana con giornate scandite dal caldo e dalle isoterme da +20° ai 1500 metri, in pressoché totale assenza di fenomeni fino a venerdì allorquando correnti atlantiche proveniente da Nord-Ovest potrebbero portare le prime piogge a partire dal Settentrione. Le stesse appaiono più probabili tra sabato 19 e domenica 20.


Fonte e articoo completo: http://www.meteoweb.eu/foto/previsioni-meteo-ferragosto-settimana-allinsegna-del-caldo-ma-senza-eccessi-mappe/id/949668/#cIsrZduqXGx07UzC.99

Caldo record, 52 gradi percepiti a Caserta, 51 a Ferrara

Immagine correlata

Di Gianni Carotenuto

L'Italia nella morsa del caldo. Sembra una frase fatta, lo sarà anche, ma l'afa eccezionale che sta colpendo in queste ore la penisola ha fatto schizzare le temperature, almeno quelle percepite, a quote mai viste.
È Grazzanise, località in provincia di Caserta ad avere la poco invidiabile palma di città più calda d'Italia: 52 i gradi percepiti, uno in più di Ferrara e tre in più di Ginosa di Puglia e Guidonia, "fermi" a quota 49. Ma è tutta l'Italia a soffrire questa ondata di caldo eccezionale.

L'afa di questi giorni è una delle più gravi dal 1830, quando cominciarono le rilevazioni delle temperature. Oggi a Grazzanise si è arrivati a 52 gradi percepiti. Paradossalmente una buona notizia per i cittadini del Comune del casertano, dopo i 55 percepiti ieri.
Ma il caldo è esteso anche al Nord Italia, tanto che a Ferrara si è arrivati a 51 gradi, con la città estense tallonata da Marina di Ginosa in Puglia e la cittadina laziale di Guidonia, entrambe a quota 49 gradi. Tuttavia, la sensazione di caldo opprimente tormenta anche gli abitanti di Capo Carbonara in Sardegna e Frosinone, dove si percepiscono 47 gradi.
Per quanto riguarda le città capoluogo, la più calda in assoluto è Bologna con 45 gradi avvertiti. Seguono Napoli (43), Roma (42) e Firenze (41), mentre chiudono questa poco invidiata classifica Milano e Torino con 40 gradi percepiti.
Si tratta di un'ondata di caldo con pochi precedenti. Dal 1830 a oggi, soltanto tre volte si sono registrate a inizio agosto temperature così alte tra percepite ed effettive: 1983, 2003 e 2013. Secondo le stime degli esperti, la giornata più calda sarà venerdì 4 agosto.
Secondo il meteorologo e climatologo Luca Lombroso dell'Università di Modena e Reggio Emilia, "poco importa anche se saranno battuti o meno i record, la sostanza è - chiarisce - che l'ondata di caldo in corso è, semmai ce ne fosse bisogno, l'ennesima conferma che non siamo di fronte a una situazione eccezionale ma a una 'nuova normalità' con cui dovremo fare i conti a seguito dei cambiamenti climatici", le parole del professore.

Caldo record in Sardegna: temperature altissime, con punte di 45-50 gradi

Risultati immagini per caldo sardegna
Di Antonella Petris
Caldo record oggi in Sardegna con temperature che hanno superato i 40 gradi in diverse località dell’isola con una punta di 50 gradi – in base a quanto segnala l’Aeronautica militare – a Capo San Lorenzo, nella zona del poligono di Quirra nel sud dell’isola. Le temperature più alte in base ai dati dell’Arpas sono state rilevate soprattutto nel nord e nel centro, con punte di 45 gradi nella valle del Coghinas, 44,9 a Martis e 44,7 a Fraigas, in provincia di Sassari.
Mai cosi’ elevate – fanno sapere dalla protezione civile regionale – in base ai dati rilevati dall’Agenzia regionale protezione ambiente alle 13.30. Sempre nel Sassarese, ad Ardara sono stati registrati oltre 43 gradi, cosi’ come a Badu Crabolu nel territorio di Pozzomaggiore. Caldo infernale anche a Bauladu, nell’Oristanese, dove si sono raggiunti i 42 gradi e mezzo. Sopra i 40 gradi anche Abbasanta e Montresta, in provincia di Oristano, ad Aglientu, in Gallura, e Flumentepido, frazione di Carbonia. Caldo opprimente annunciato anche per domani a causa di un ulteriore calo del vento che, se da un lato, potrebbe favorire la lotta agli incendi, dall’altro contribuira’ a rendere l’aria ancor piu’ irrespirabile.

Fonte e articolo completo: http://www.meteoweb.eu/2017/08/caldo-record-in-sardegna-temperature-altissime-con-punte-di-45-50-gradi/943342/#RlWJd7z8motkltOe.99

Previsioni Meteo, clamoroso dietrofront dei modelli per Luglio: “esplode” l’estate, super caldo sull’Italia

Di Peppe Caridi
Previsioni Meteo Luglio – Situazione capovolta. Rispetto alla tendenza delineata dai principali centri di calcolo meteo nei giorni scorsi, le previsioni di oggi fanno registrare un clamoroso dietrofront per l’inizio del mese di luglio: niente maltempo, niente fresco, niente perturbazioni sull’Italia ma soltanto un’escalation del caldo che farà “esplodere” l’estate, entrando nel vivo della stagione non solo sul calendario ma anche dal punto di vista delle condizioni atmosferiche. 

Già oggi, 1° luglio, le temperature sono in aumento in gran parte del Paese: la città più calda al momento è Cosenza con +35°C, seguita da Jesi a +34°C, Roma, Lecce e Chieti a +32°C, Firenze e Mantova a +31°C. Nel pomeriggio farà ancora più caldo, ma soprattutto nel weekend avremo temperature in forte aumento, in tutto il Paese da Nord a Sud.

Previsioni Meteo sabato 2 e domenica 3 luglio: qualche temporale sulle Alpi, caldo in tutt’Italia

caldo temperature massime sabato 2 luglioSarà un fine settimana molto caldo in tutt’Italia: le temperature arriveranno a sfiorare i +40°C al Sud, soprattutto nelle zone interne della Sicilia, ma più in generale avremo picchi superiori ai +35°C in molte Regioni, dalla pianura Padana al meridione. Al Nord, invece, non mancheranno nuovi episodi di instabilità con forti temporali pomeridiani sull’arco Alpino, da dove i fenomeni sconfineranno nei settori settentrionali della pianura Padana. La Regione più fresca d’Italia rimarrà la Liguria, dove i venti soffieranno dal mare e manterranno l’aria più fresca e umida, con temperature fino a 10°C più basse rispetto alle altre Regioni.

FONTE E ARTICOLO COMPLETO:http://www.meteoweb.eu/2016/07/previsioni-meteo-luglio-2016-2/710574/

Inizia l’eccezionale ondata di caldo: primi +38°C in Sardegna, nel Maghreb si vola a +42°C [LIVE]


Di Peppe Caridi

Inizia l'ondata di super caldo sull'Italia: punte di +38°C in Sardegna, tra venerdì e sabato attesi i primi +40°C della stagione sulle isole maggiori

E’ iniziata oggi l’eccezionale ondata di caldo che sta determinando la prima vampata estiva sull’Italia: nelMaghreb fa caldissimo con temperature che hanno già raggiunto i +42°C in molte località di Algeria eTunisia, i Paesi già invasi dalle masse d’aria calda provenienti dal cuore del deserto del Sahara.




Ma anche in Italia inizia a fare molto caldo, soprattutto in Sardegna dove si registrano le temperature più elevate. Proprio la Sardegna è la Regione più direttamente esposta a questa prima fase dell’ondata di caldo, tra oggi e domani quando verranno toccati i primi +40°C della stagione nelle zone interne dell’isola. Intanto in questo momento abbiamo +38°C a Carbonia, +36°C a Fenosu, +34°C a Oristano, Arborea e Ossi, +33°C a Barrali, +32°C a Sinnai, Asuni, Arbus e Bonorva, +31°C a Sassari e Guspini, +30°C a Alghero, Iglesias, Ozieri, Gavoi e Ovodda.
In quota sull’Italia l’atmosfera è zeppa di umidità, tanto che dalle immagini satellitari sono visibili le scie di condensazione con molti cirri, nubi alte e stratificate che rendono coreografici i cieli, senza provocare precipitazioni e neanche senza oscurare il sole. Le temperature sono in netto aumento anche nel resto del Paese, con picchi di oltre +30°C in Sicilia, Calabria e Trentino Alto Adige. Queste le massime (ancora parziali) di oggi: +33°C a Caltagirone, +32°C a Rende e Caltanissetta, +31°C a Comiso e Paternò, +30°C a Merano, Trapani, Gela, Agrigento, Sciacca e Mazara del Vallo, +29°C a Taranto, Foggia, Siracusa, Mantova, Benevento, Marsala e Sulmona, +28°C a Bolzano, Trento, Frosinone, Pordenone, Novara, Modica e Avellino, +27°C a Roma, Milano, Catania, Vicenza, Guidonia, Forlì, Rovereto, Ferrara, Piacenza e L’Aquila,+26°C a Torino, Bologna, Verona, Firenze, Brescia, Bari, Parma, Padova, Sondrio e Lecce. Tutte temperature che nei prossimi giorni aumenteranno ulteriormente da Nord a Sud: molte località vedranno stravolti i loro precedenti record storici di caldo mensile, e sarà il terzo mese consecutivo dopo che è già accaduto sia a marzo che ad aprile.


FOTO:http://www.correttainformazione.it

Previsioni Meteo: vampata di super-caldo nelle prossime ore ma dal 12 al 20 maggio tornano freddo e maltempo

Di Peppe Caridi
L’Italia sta vivendo un momento nevralgico della stagione primaverile, e nei prossimi giorni vivremo ancora condizioni meteorologiche di spiccata variabilità con grandi sbalzi termici e una continua alternanza tra situazioni climatiche che a tratti sembreranno essere un antipasto d’estate, e poi dopo poche ore un prolungamento dell’inverno. 

Anche oggi ci sono grandi contrasti nel Paese: alcune località stanno vivendo una mite giornata di sole e caldo con +27°C a Empoli, Benevento e Alghero, +26°C a Cosenza e Caserta,+25°C a Firenze, Sassari e Trapani, +24°C a Roma, Lecce, Latina, Frosinone, Avellino, Guidonia, Oristano e Lamezia Terme, ma anche fresco e maltempo al Nord/Ovest con +11°C a Biella, +13°C a Varese, Aosta, Como e Domodossola, +14°C a Torino, Cuneo e Verbania, +15°C ad Alessandria, +16°C a Novara. Nella zona piove con picchi di 20mm sulle prealpi piemontesi e lombarde.
In questo contesto, si inizia a rinforzare il vento di scirocco soprattutto intorno alla Sardegna, dove stasera diventerà impetuoso soprattutto nei settori occidentali dell’isola, dove sarà possibile registrare raffiche vicine ai 100km/h. Proprio lo scirocco diventerà sempre più forte in concomitanza con l’aumento delle temperature che sarà sempre più sensibile, a partire da stasera, in tutto il Paese e in modo particolare al Centro/Sud. Farà caldo dapprima in Sardegna, poi in tutte le Regioni centro/meridionali e soprattutto in Sicilia. Il picco del caldo sarà mercoledì 11 maggio, ma già domani,martedì 10, il clima diventerà rovente.

L’intensa vampata di calore in arrivo: temperature roventi da domani per 48 ore

La temperatura aumenterà in modo sensibile in tutto il Paese già da domani, con picchi di oltre +27/+28°Cin gran parte del territorio nazionale, dalle isole maggiori (settori settentrionali e occidentali della Sardegna, settori meridionali e occidentali della Sicilia) alle Regioni centro/meridionali e alla pianura Padana, eccezion fatta per il nord/ovest dove persisteranno fresco e maltempo (vedi mappa accanto, con la previsione delle temperature per le ore centrali ella giornata di domani). E sarà soltanto l’inizio dell’intensa vampata di super-caldo in arrivo nelle prossime ore, che sarà accompagnata da forti venti di scirocco.
Infatti da martedì sera inizierà una vera e propria tempesta di vento da sud/est che investirà la Sicilia, specie tirrenica, facendo impennare le temperature su valori roventi, tipicamente estivi, già negli orari notturni. Tra Palermo e Lamezia Terme, nella fascia tirrenica di Calabria centro/meridionale e Sicilia, sarà una notte di grande caldo a causa del forte vento di scirocco che innescherà l’effetto favonio, con venti di caduta dai rilievi appenninici verso le coste dove l’aria diventerà molto secca e al tempo stesso decisamente calda, con temperature superiori ai+20°C anche nelle ore notturne.
Così la giornata di mercoledì 11 maggio inizierà con una notte di fuoco: le temperature minime di varie località siciliane e calabresi rimarranno al di sopra dei +20°C soprattutto nei versanti tirrenici, ma farà molto caldo con temperature minime superiori ai+16/+17°C anche in molte altre località soprattutto in Campania, nel Lazio, in Toscana, persino nell’alto Adriatico sulle coste di Friuli Venezia Giulia, Veneto, Romagna e Marche, e anche sul Molise, nelle zone centro/settentrionali della Puglia, nel nord della Basilicata e nei settori più occidentali della Sardegna.
Nel corso della giornata, le temperature aumenteranno fino a +35°C in Sicilia e fino a oltre+30°C in molte località del Centro/Sud tra Lazio, Puglia, Molise, Campania, Basilicata e Calabria. Sarà una giornata dal clima tipicamente estivo e con forti venti di scirocco, ma anche con un’atmosfera resa surreale dalla presenza di grandi quantità di sabbia del Sahara in gran parte del territorio italiano.

Da giovedì 12 cambia tutto: torna il freddo con forte maltempo

Sarà un’ondata di caldo molto intensa, ma anche breve: da giovedì 12 maggio, infatti, cambierà tutto. Le temperature crolleranno così rapidamente come erano aumentate nelle 48 ore precedenti. I forti venti di scirocco verranno sostituiti da tese e fresche correnti occidentali e nord/occidentali. E il maltempo avanzerà da ovest su tutto il Paese, anche con fenomeni estremi nelle Regioni del Centro/Nord. Al Sud, invece, piogge sparse e localmente intense, distribuite a macchia di leopardo.
Le temperature si manterranno a lungo inferiori rispetto alle medie del periodo, tra la seconda parte di questa settimana e tutta la prossima. Il maltempo sarà moderato ma prolungato ed esteso a tutto il territorio nazionale. Registreremo così un’altra anomalia termica negativa abbastanza duratura, dopo quella che abbiamo già avuto tra fine aprile e inizio maggio. Sembra interrompersi, quindi, il trend climatico del caldo no stop che ha caratterizzato senza sosta gli ultimi mesi e le ultime stagioni. Che sia preludio di un’estate birichina?

Previsioni Meteo, super caldo in arrivo al Sud: mercoledì 11 maggio picchi di +35°C in Sicilia!



Di Peppe Caridi
Torna il super caldo nei prossimi giorni al Sud Italia: la prossima settimana, infatti, le temperature aumenteranno sensibilmente a causa dell’ennesima vampata calda proveniente dal deserto del Sahara.

 Le temperature inizieranno ad aumentare a partire da domenica 8 maggio e, in modo più netto, da lunedì 9, ma i giorni più caldi saranno mercoledì 11 e giovedì 12 (in mattinata), quando la colonnina di mercurio raggiungerà temperature tipicamente estive soprattutto in Sicilia dove varie località raggiungeranno addirittura i +35°C.
Ma farà caldo in tutto il Centro/Sud Italia, con temperature di oltre +30°C anche in Calabria, Puglia e probabilmente Campania e Basilicata. Clima molto mite anche al Centro, con condizioni atmosferiche estive: non solo caldo esagerato per il periodo, ma anche bel tempo e tanta sabbia del Sahara a rendere desertico lo scenario ambientale. Al Nord il clima sarà più umido, a tratti piovoso, ma comunque mite con temperature superiori rispetto alle medie del periodo.
La situazione cambierà drasticamente tra giovedì 12venerdì 13 maggio, a causa del transito di una profonda perturbazione proveniente da nord/ovest che riporterà il maltempo in gran parte del Paese con temperature in netto calo ovunque, soprattutto al Centro/Sud. Stavolta niente freddo intenso, ma un rapido ritorno alla normalità che con ogni probabilità sarà accompagnato da fenomeni intensi a causa dei contrasti termici. Ma sui dettagli di questo peggioramento è bene rimandarci ai prossimi aggiornamenti, quando l’evoluzione potrà essere di più facile lettura.

Caldo record in Russia: il 9 maggio a Mosca previsti 24-25°C



Di Filomena Fotia
http://www.meteoweb.eu/

Mosca ha registrato ieri la giornata più calda dell’anno e il 9 maggio, Giorno della Vittoria, si potrebbero toccare anche i 24-25°C nella capitale russa. Il Gidrometeobyuro di Mosca segnala infatti un’ondata dicaldo anomalo in tutta la regione: “Nel cuore della capitale ieri la temperatura era di 22,3°C,” specificano, chiarendo che in questo inizio maggio a Mosca vengono rilevate temperature di 4°C superiori alla norma.


Secondo gli esperti locali non è alto che un’ulteriore conferma del riscaldamento progressivo della Russia che aumenta con valori superiori alla media mondiale. Il ministero dell’Ambiente russo ha affermato che il surriscaldamento nel Paese cresce ad una velocità più che doppia rispetto al resto del mondo: la temperatura media nel Paese dal 1976 a oggi è aumentata di 0,42°C, oltre due volte e mezzo rispetto alla tendenza globale di 0,17°C.

FONTE:http://www.meteoweb.eu/2016/05/caldo-record-in-russia-il-9-maggio-a-mosca-previsti-24-25c/681238/

FOTO:http://www.meteoweb.eu

NOAA: anche marzo 2016 da record, è stato il più caldo di sempre


Il NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) ha pubblicato i dati climatici relativi al mese di marzo, ed ha rilevato che quello appena trascorso è stato il marzo più caldo sulla Terra dal 1880, da quando hanno avuto inizio le rilevazioni: la temperatura globale ha superato di 1,28°C la media del periodo. 

E’ dunque record per il sesto mese in assoluto (consecutivo) in cui la temperatura della superficie terrestre ha superato la media di più di un grado: il dato segue ottobre (+1.06°C), novembre (+1.02°C), dicembre (+1,10°C), gennaio (+1,34°C) e febbraio (+1,13°C).
Nonostante l’indebolimento del fenomeno El Niño, al quale si attribuisce in parte l’andamento delle temperature, i climatologi prevedono già da ora che il 2016 sarà un altro anno di temperature record, sulla scia del 2014 e del 2015: secondo Gavin Schmidt, scienziato NASA, il 2016 sarà al 99% l’anno più caldo di sempre.

Previsioni Meteo: “caldo pazzesco in arrivo, al Sud oltre i +35°C”


Previsioni Meteo – Anticipo del caldo estivo, al sud, la prossima settimana. Il caldo anomalo che dopo una breve pausa di alcuni giorni è ripreso in tutta Italia si accentuerà la prossima settimana quando sono previsti ben 35 gradi di massima al Sud. 

Temperature estive che si attendono in particolare per la prima parte della settimana. Nel frattempo il week-end sarà sempre caratterizzato da valori della colonnina di mercurio più alti della media, con l’eccezione del Nord dove sono possibili piogge domenica. Domani, in particolare, sono previsti 30 gradi a Palermo, 29 a Taranto, Trapani, Sassari, Bari e Lecce, 25 a Roma, Napoli e Alghero.
Nei prossimi giorni – affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo – il tempo sarà caratterizzato dalla presenza dell’Anticiclone Nord-Africano che occuperà stabilmente il Mediterraneo Centrale e l’Italia. Il tempo risulterà quindi in prevalenza stabile e soleggiato, specie al Centrosud dove solo a tratti sarà nuvoloso“. Le regioni settentrionali, ai margini dell’area di alta pressione, precisano gli esperti, “resteranno più esposte alle correnti umide e instabili in transito oltralpe, con pochi isolati temporali confinati essenzialmente alle zone alpine e prealpine“. La fase di tempo bello e stabile, secondo i meteorologi, durerà per almeno altri 6-7 giorni: “solo domenica 17 – precisano – è possibile che le fresche correnti atlantiche in scorrimento al di là delle Alpi riescano temporaneamente a infiltrarsi con maggior efficacia sulle regioni settentrionali, con la formazione quindi di qualche temporale anche sulle pianure del Nord. Per la prossima settimana si profila inoltre una anomala ondata di caldo al Sud e sulla Sicilia e si potrebbero infrangere alcuni record storici di temperatura per il mese di aprile con possibili picchi di 35 gradi“.

Previsioni Meteo, sta arrivando un caldo senza precedenti: temperature shock fino a +38°C in Sicilia!


Di Peppe Caridi
Caldo record nei prossimi giorni. Preparate ombrelloni, sdraio, costumi e infradito: sull’Italia sta arrivando l’estate

A partire da domani, sabato 16 aprile, le temperature aumenteranno sensibilmente e per una settimana intera fino a venerdì 22, la colonnina di mercurio si stabilirà su valori eccezionalmente elevati per il periodo, come se fossimo a luglio o agosto, in piena estate. Farà  molto caldo in tutto il Paese, soprattutto al Centro/Sud con temperature senza precedenti per il mese di aprile. Il primo nucleo di intenso caldo sahariano arriverà tra domenica 17 e lunedì 18, la seconda tra mercoledì 20 e venerdì 22.
18 aprileProprio in quei giorni potranno essere letteralmente stravolti i record storici di caldo per il mese di aprile, già sfiorati mercoledì 13 quando varie località di Calabria e Sicilia hanno raggiunto i +34°C. Ma stavolta farà decisamente più caldo, soprattutto in Sicilia dove nelle zone interne la colonnina di mercurio potrà toccare picchi di +37/+38°C. Tutti i record storici di caldo ad aprile risalgono all’eccezionale ondata di calore di 9 e 10 aprile 1985, con +35°C a Catania, +34°C a Palermo, +33°Ca Bari, +30°C a Reggio Calabria, +29°C a Messina, Taranto e Lecce, +27°C a Napoli e Brindisi. Tutte temperature che potranno essere superate nei prossimi giorni, soprattutto in Calabria e Sicilia che saranno le Regioni più colpite da quest’eccezionale ondata di calore.
sera 21 aprileSarà un’ondata di caldo intensa, lunga ed estesa. L’aria calda arriverà direttamente dal cuore del Sahara, accompagnata da ingenti quantità di polvere e sabbia desertica che da lunedì renderanno il cielo giallastro in tutt’Italia e in gran parte dell’area Mediterranea. Quest’eccezionale ondata di calore sarà provocata dall’ennesimo promontorio dell’anticiclone SubTropicale, in risalite dal Nord Africa verso il Mediterraneo centrale e l’Europa centro/orientale.
25 aprileAttenzione, però, a lungo termine: gli ultimi aggiornamenti confermano il brusco peggioramento del prossimo weekend, con ripercussioni anche sullafesta del 25 aprile: in Italia potrebbero tornare non solo piogge e temporali, ma anche freddo intenso con nevicate sui rilievi. Ci aspetta un periodo di sbalzi termici pazzeschi, dal caldo record al ritorno dell’inverno.
MS_1438_ensLe carte che pubblichiamo a corredo dell’articolo sono eloquenti. Nel grafico a destra l’andamento delle temperature a Palermo: tanti giorni di caldo eccezionale con temperature fino a quasi 15°C oltre la norma, poi crollo termico e addirittura temperature inferiori alle medie del periodo a fine mese. Per un clima sempre più folle. Sempre più estremo.

FONTE:http://www.meteoweb.eu/2016/04/previsioni-meteo-sta-arrivando-un-caldo-senza-precedenti-temperature-shock-fino-a-38c-in-sicilia/668689/

Ondata di caldo in Italia: previste temperature da inizio Estate

Di Rinaldo Cilli
Nel corso dei prossimi giorni un’ondata di caldo dal sapore simil-estivo investirà il nostro Paese, determinando un vistoso aumento termico soprattutto al Centro Sud. Farà caldo e le temperature raggiungeranno valori termici da inizio estate, con punte che su numerose regioni (Sardegna e Sicilia su tutte) potranno sfiorare i +30°C. 



Ondata di caldo Italia che persisterà per tre-quattro giorni, dopodiché il tempo peggiorerà nuovamente per l’arrivo di una perturbazione dalla Spagna. Ma andiamo per gradi: una saccatura nord-atlantica sta penetrando, proprio in queste ore, tra l’Atlantico meridionale e la Penisola iberica, innescando la risalita di calde masse d’aria dai territori nord-africani. In seno alla risalita sub-tropicale si instaureranno tesi venti di Scirocco che faranno schizzare le temperature verso valori simil-estivi, o quanto meno da inizio Estate, contando che su alcune  regioni si potranno registrare picchi anche fino a +30°C. Le temperature inizieranno a salire fin da oggi, quando su gran parte del Centro Sud si sfioreranno i +22/+24°C. In Sardegna si raggiungeranno a tratti i +26/+27°C, specie sui settori interni e occidentali dell’Isola.
Domani, giovedì 31 Marzo, il caldo si intensificherà bruscamente; in tutto il Centro Sud la media delle temperature massime supererà agevolmente i +24/+25°C, con punte locali fin sui +26/+27°C nelle zone interne del Lazio, della Toscana, dell’Umbria, dell’Abruzzo, del Molise e del Foggiano. Stesso discorso anche per quel che riguarda il nord della Sicilia, la Calabria tirrenica e la Sardegna, ove i termometri potranno addirittura sfiorare i +30°C. Venerdì (1 Aprile) e sabato (2 Aprile) il caldo insisterà esclusivamente all’estremo Meridione e sui versanti adriatici, mentre altrove complice l’arrivo di una perturbazione, i valori tenderanno ad abbassarsi, si riporteranno in media e si avrà qualche occasione in più per assistere addirittura al ritorno di qualche diffusa precipitazione.

Il 2015 potrebbe essere l’anno più caldo mai registrato



http://www.internazionale.it/notizie/2015/11/25/il-2015-sembra-essere-l-anno-piu-caldo-mai-registrato

La temperatura media sulla superficie terrestre supererebbe la soglia simbolica di un grado centigrado di riscaldamento dall’inizio dell’industrializzazione (1880-1889).





 Lo rileva un rapporto dell’Organizzazione meteorologica mondiale, diffuso a cinque giorni dall’apertura della conferenza Onu sul clima a Parigi.

FOTO:http://www.ilgiornale.it

Rimedi curiosi per aiutare i gatti che soffrono il caldo




Temperature elevatissime, afa e umidità insopportabili, vento caldo come fossimo nel deserto o, in alternativa, un'aria ferma e rovente: sempre più di frequente ci troviamo a patire a causa della calura estiva e i nostri animali non fanno eccezione. 






I gatti tendono a soffrire parecchio il caldo, specie se hanno il pelo lungo e folto, ma in generale tutti i nostri piccoli felini sono spossati da afa ed alte temperature anche perchè possono sudare solo tramite i cuscinetti delle zampe: una superficie davvero piccola, se paragonata al resto del corpo! Già in passato, in uno dei post più letti di questo blog, vi ho parlato delle regole d'oro e dei piccoli accorgimenti che è necessario mettere in pratica per aiutare il micio a superare le ondate di caldo africano, che vi invito sempre a tenere presente. Ma c'è di più: leggendo in internet si incontrano una serie di pittoreschi "rimedi casalinghi" che potrebbero essere graditi ai mici in cerca di refrigerio... vediamoli insieme!

Che caldo, che fiacca, che afa...
Il gatto molto accaldato cercherà in modo naturale di abbassare la sua temperatura corporea, andando a distendersi nei luoghi più freschi del suo territorio: un cespuglio molto fitto e ombroso all'aperto, oppure un pavimento freddo in casa, o ancora un balcone ventilato e ombreggiato. Quindi inizierà a leccarsi con cura il mantello, per rinfrescarsi il più possibile in tutto il corpo. E' a questo proposito che si leggono i più disparati consigli per aiutare il micio in questo compito, tamponandolo delicatamente con un asciugamano umido e fresco o con un batuffolo di cotone appena strizzato dall'acqua. Posto il fatto che, generalmente, il gatto odia intensamente essere bagnato e la sensazione di acqua sul suo mantello, va però detto che in caso di caldo estremo come quello di questi giorni, un tentativo molto discreto può essere fatto. L'ho sperimentato anche con Paciocca, messa seriamente alla prova da queste temperature (Ferrara ha registrato un record per il caldo percepito): ho bagnato due fogli di scottex ripiegati, strizzandoli bene, fino ad ottenere una piccola pezza fresca e umida. Le ho tamponato il musetto e le orecchie, poi delicatamente ho fatto qualche passaggio anche sulla schiena e i fianchi: lei mi ha guardata in cagnesco (si può dire di un gatto?), ma mi ha lasciata fare, intuendo che forse poteva trarre giovamento dalle mie cure. Per i gatti che dimostrano di gradire apertamente questo trattamento (che peraltro ricorda le cure materne, di quando erano cuccioli), potete usare anche un piccolo asciugamano bagnato e ben strizzato, avendo cura di passarlo in particolare sul collo e sul capo, sul musetto e sotto le zampe.

Questo caldo mi distrugge...
Guai assolutamente, invece, a provare a inzuppare il gatto o a fargli il bagno come fosse un cane: è chiaro che in tal modo la temperatura corporea si abbasserebbe nella maniera più rapida ed efficiente, ma per il gatto il bagno o anche essere solo spruzzato d'acqua sarebbe un affronto imperdonabile, nonchè un vero e proprio piccolo shock. Certo esistono pure gatti amanti dell'acqua, ma si tratta di casi particolari come i Maine Coon, noti per essere grandi amici di pozzanghere, laghetti e corsi d'acqua. L'acqua però, in altre forme, può essere usata come un simpatico gioco per i mici più giovani e vitali che, anche con il gran caldo, hanno sempre voglia di correre e saltare: perchè non provare a fornire al micio un cubetto di ghiaccio, che sguscia meglio di un topo sul pavimento? Ne vedrete delle belle e al contempo il micio "palleggiando" il cubetto tra le zampe, se le rinfrescherà senza neppure accorgersene!
Altri stratagemmi riguardano la cuccia del micio: un'idea abbastanza fattibile è quella di distendere un asciugamano pulito e freddo di frigo, direttamente nel suo giaciglio preferito. Il fresco sarà temporaneo e non eccessivo, pertanto si può provare... posto il fatto che non sempre il gatto gradisce "sorprese" di questo tipo. Un rimedio assolutamente creativo è poi quello dei piselli surgelati: non ci crederete, ma c'è chi ha ideato una sorta di "borsa del ghiaccio" per gatti, avvolgendo una busta di piselli surgelati in un asciugamano ben spesso (in modo da evitare il contatto con la parte surgelata), ponendo questo strano "cuscino freddo" nella cuccia del felide. A tal proposito, potrebbe essere più pratico mettere nella cuccia del micio una borsa dell'acqua calda, riempita però con acqua di frigorifero.

Tutto sommato, cercherò di prendere questo caldo con filosofia...
Voi mettete in pratica qualcuno di questi curiosi stratagemmi, oppure ne avete altri da raccontarmi? In ogni caso, a parte questi rimedi per aiutare i nostri felini domestici a sopravvivere alla calura africana, le regole d'oro da seguire sono sempre le stesse: acqua fresca sempre a disposizione, un luogo fresco e riparato dove il gatto possa rifugiarsi nelle ore più calde, pasti leggeri, attenzione ai bruschi cambi di temperatura dati dal condizionatore, applicare la protezione solare ai gatti dal manto molto chiaro e non dimenticare mai l'antiparassitario. Detto questo... speriamo anche che le temperature calino presto!

Gran caldo a Milano, l’Expo diventa un Acquapark: piscina della Repubblica Ceca presa d’assalto



Di Peppe Caridi

La piscina della Repubblica Ceca e’ stata presa d’assalto dai visitatori di Expo con la temperatura salita sopra i 30 gradi, precisamente fino a +33°C per il terzo giorno consecutivo. Mentre gli adulti si sono accontentati di mettere i piedi nell’acqua i piu’ piccoli hanno fanno il bagno, complici anche i salvagente colorati messi in acqua dallo staff. Per sfuggire al primo caldo di stagione molti si sono armati di ombrelli e cappelli per resistere in coda agli ingressi dei padiglioni. E qualcuno ha avuto anche un malore.




E’ dovuto con ogni probabilita’ al caldo lo svenimento di un carabiniere sul palco durante la cerimonia di apertura della giornata nazionale dell’Estonia. Proprio alle spalle del presidente estone, Toomas Hendrik Ilves, che pero’ non si e’ accorto di nulla ed ha proseguito con il suo discorso, per poi ad un certo punto osservare che “non pensavo avrebbe fatto tanto caldo”. Le case dell’acqua, ai lati del Decumano, sono state una tappa fissa dei turisti alla ricerca di ristoro, cosi’ come il padiglione dell’Austria: merito degli alberi piantati all’interno che abbassano la temperatura di un paio di gradi e dei nebulizzatori di acqua fresca all’ingresso, (simili a quello utilizzati anche dalla Santa Sede). Intanto la societa’ Expo sta mettendo a punto un piano anticaldo con distribuzione d’acqua e ombrelloni per chi e’ in fila ai tornelli di ingresso.

FONTE:http://www.meteoweb.eu/2015/06/gran-caldo-a-milano-lexpo-diventa-un-acquapark-piscina-della-repubblica-ceca-presa-dassalto-foto/455232/

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *