Breaking News

3/breakingnews/random
Visualizzazione post con etichetta Salvatore Santoru. Mostra tutti i post

Elodie vs Salvini : 'Piccolo uomo, non mi piace come cerca voti'. Replica la Lega


Di Salvatore Santoru

La nota cantante, nonché ex concorrente di Amici, Elodie ha criticato il segretario leghista Matteo Salvini.
Elodie, riporta il Fatto(1), ha definito Salvini un 'piccolo uomo' in seguito alle critiche del leader leghista nei confronti dell'interpretazione dell'Inno d'Italia fatta da Sergio Sylvestre. 

Più specificatamente, la popstar ha affermato ciò durante un'intervista al Corriere.
Inoltre, Elodie ha anche detto che la Lega farebbe leva sull'ignoranza popolare e cercherebbe di accalappiare voti scatenando odio.

Le affermazioni di Elodie sono state criticate su Twitter dalla Lega.
Nel tweet sono state riportate le frasi di Elodie e, ironicamente, la scritta "Non la pensi come lei ? Sei ignorante !".

NOTE :


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

FOTO :

Biden-Harris, Tucker Carlson: 'Primo ticket presidenziale completamente vacuo della storia'


Di Salvatore Santoru

Recentemente Joe Biden ha scelto Kamala Harris come sua vice(1).
Tale decisione è stata accolta con entusiasmo da diversi commentatori liberal e dem e, al contempo, con scetticismo da parte di alcuni commentatori conservatori e repubblicani.

Tra i critici del duo Biden-Harris vi è anche Tucker Carlson, noto presentatore televisivo di Fox News.
Entrando nei dettagli, secondo Carlson quello di Biden-Harris rappresenterebbe il 'primo ticket presidenziale completamente vacuo' della storia statunitense(2).

Carlson ha affermato che credeva che Biden avrebbe scelto Susan Rice, la quale avrebbe perlomeno delle credenze sincere a detta del commentatore di Fox.
Inoltre, il giornalista ha sostenuto che la Harris sarebbe politicamente 'vacua' come Biden e facilmente gestibile e manipolabile da parte del Democratic Party.

NOTE :

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/08/usa-2020-biden-sceglie-kamala-harris.html

(2) https://www.foxnews.com/opinion/tucker-carlson-biden-harris-hollow-ticket

USA 2020, Biden sceglie Kamala Harris come vice


Di Salvatore Santoru

 Joe Biden ha scelto Kamala Harris come vice.
 Harris e Biden, riporta Repubblica(1), accetteranno formalmente le nomination la prossima settimana nell'ambito della convention del Partito Democratico statunitense.

Il duo Biden-Harris sfiderà quello Trump-Pence.


NOTA :


(1) https://www.repubblica.it/esteri/2020/08/11/news/joe_biden_ha_scelto_kamala_harris_come_candidata_vicepresidente-264435720/


Sputnik V, Israele interessata al vaccino russo anti-Covid


Di Salvatore Santoru

Recentemente la Russia ha registrato il primo vaccino anti-Coronavirus, chiamato "Sputnik V"(1).
La notizia ha causato alcune polemiche e perplessità e, allo stesso tempo, interesse internazionale.

Stando a quanto riportato dal Times Of Israel(2), anche Israele sarebbe interessata alle proprietà del vaccino russo anti-Covid.
Più specificatamente, riporta il Faro di Roma(3), il ministro della sanità Yuli Edelstein ha sostenuto che lo stato ebraico ha programmato colloqui con i russi sul vaccino.

Edelstein ha anche annunciato che Israele potrebbe, in caso di provata efficacia del vaccino, essere disposta ad avviare negoziati.

NOTE :

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/08/sputnik-v-la-russia-ha-registrato-il.html

(2) https://www.timesofisrael.com/health-minister-israel-will-talk-to-russia-on-claims-of-working-virus-vaccine/

(3) http://www.farodiroma.it/la-vittoria-russa-sul-vaccino-avra-grandi-ricadute-di-c-meier/

'Sputnik V', la Russia ha registrato il primo vaccino anti-Covid


Di Salvatore Santoru

La Russia ha registrato il primo vaccino anti-Covid 19.
Lo affermano diverse testate occidentali ed internazionali, tra cui la BBC(1).

Il vaccino si chiamerà "Sputnik V" ed è stato prodotto dall'Istituto nazionale di ricerca Gamaleya.
Già a luglio, riporta un vecchio articolo dell'AGI, la Russia aveva fatto sapere di essere intenzionata a registrare il vaccino entro il 10 agosto(2).

La registrazione del vaccino anti-Covid sta causando alcune polemiche e perplessità, anche di natura sanitaria e scientifica, sulla completa efficacia o meno di esso(3).

NOTE :

(1) https://www.bbc.com/pidgin/world-53739083

(2) https://www.agi.it/estero/news/2020-07-29/coronavirus-vaccino-russia-agosto-9286952/

(3) https://www.ilsole24ore.com/art/coronavirus-corsa-ostacoli-vaccino-russo-sputnik-v-putin-testato-mia-figlia-ADJhJzi

“Damn maD”, l'interessante album crossover di Mc Sof e Dr. Ketamer


Di Salvatore Santoru

Recentemente è uscito un nuovo album del rapper Fabio Caliendo, in arte "Mc Sof".
L'album in questione, "Damn maD", è stato prodotto in collaborazione con il Dj "Dr. Ketamer"(1).

Entrando nei dettagli, "Damn maD" inizia con una title title track particolarmente energica e aggressiva.
Musicalmente il pezzo risente di influenze hip hop/crossover e, specificatamente, rock e punk'roll ma anche hardcore e metal.

Il brano è contraddistinto da un rapping veloce e ben ritmato, unito dall'utilizzo di cori durante il ritornello.

Il secondo brano è "LeveL", un brano caratterizzato da una ritmica martellante e "industriale" che risente di influenze hard rock e blues.
L'album continua con "Wolf's floW", un pezzo aggressivo e che risente di decise influenze hardcore hip hop.

Il quarto brano è "Age megA", un pezzo dove rap/rapcore con influssi industrial e metal.
"Damn maD" continua con "Sward rowS", una canzone più tranquilla contraddistinta da influenze del rap old school e da sonorità che richiamano influssi jazz e blues rock.

Segue "Deep speeD", un brano contraddistinto da decise influenze elettroniche.
L'album continua con "No part 2 trap oN", un brano influenzato da sonorità old school e funk.
In seguito si ha "Work roW", brano di impronta old school e hardcore hip hop. 

L'album finisce con "Raw waR", brano contraddistinto da un intro di matrice epica e 'apocalittica' e che in seguito si trasforma in un rapcore che risente di influenze horrorcore e metal.

Indubbiamente, un interessante album di rap/rapcore sperimentale particolarmente consigliato agli amanti di gruppi come i primi Cypress Hill, i DSA Commando, i Truceklan ma anche i Rage Against The Machine e rapper ben noti come Kaos One e anche Salmo dei primi album.

NOTA :

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/08/mc-sof-e-uscito-damn-mad-in.html

Mattarella ha ricordato le vittime della strage di Bologna e di Ustica


Di Salvatore Santoru

Il capo di Stato italiano, Sergio Mattarella, ha reso omaggio alle vittime della strage di Bologna e di Ustica.
Durante il discorso tenuto alla stazione della città romagnola, il Presidente della Repubblica ha rimarcato la necessità di ricercare la verità sulla tragica vicenda.

 La visita di Mattarella risulta essere la prima presenza, dopo quella di Sandro Pertini, di un Capo di Stato alle commemorazioni della strage di Bologna.

PER APPROFONDIRE, ARTICOLO SU BLASTING NEWS :

https://it.blastingnews.com/politica/2020/07/mattarella-ricorda-le-vittime-delle-stragi-di-bologna-e-ustica-impegno-per-la-verita-003179698.html

Salvini, secondo Bernard Henri Lévy avrebbe un "ruolo nefasto" per l'Italia


Di Salvatore Santoru

Recentemente Bernard Henri Lévy ha criticato Matteo Salvini. 
Più precisamente, Lévy ha detto la sua in un'intervista rilasciata a Marco Zatterin per il quotidiano La Stampa.

Entrando nei particolari, Lèvy ha sostenuto che Salvini avrebbe un "ruolo nefasto" per l'Italia e ha affermato che fortunatamente non è al potere.
Inoltre, Lèvy ha criticato la strategia sovranista attuata dal segretario leghista e, nel contempo, ha affermato che vi sia la necessità di leader italiani disposti ad affrontare l'attuale emergenza immigrazione.

PER APPROFONDIRE, ARTICOLO SU BLASTING NEWS :

https://it.blastingnews.com/politica/2020/07/salvini-lattacco-di-bernard-henri-levy-ha-un-ruolo-nefasto-003179326.html

--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

FOTO: https://www.youtube.com

Salvini, secondo Burzum è "mediorientale"


Di Salvatore Santoru

Il controverso musicista norvegese Varg Vikernes ha recentemente espresso delle dichiarazioni critiche nei confronti di Matteo Salvini, segretario della Lega Nord ed ex ministro dell'Interno italiano. Secondo Vikernes, ai più noto con il suo nome d'arte di "Burzum", lo stesso Salvini sarebbe un individuo di aspetto e presunte origini "mediorientali". L'artista di origine nordeuropea ha scritto tali affermazioni in un post pubblicato sul suo account Twitter(1).
La teoria di Vikernes
L'affermazione sul "Salvini mediorientale" rientra in un più ampio discorso che Burzum ha fatto nei riguardi della composizione etnica dell'attuale popolo italiano.
Stando al tweet di Vikernes, una parte degli italiani moderni avrebbero avuto decise influenze mediorientali ed ebraiche(2). Nel tweet Burzum ha anche rimarcato che, in un probabile futuro, i popoli scandinavi potrebbero diventare simili agli attuali italiani.
Sempre nello stesso post scritto sul social, l'artista ha riportato che un tempo gli italiani erano simili agli attuali abitanti del Nord Europa.

L'insinuazione su Aranzulla e l'attuale pensiero di Burzum: tra 'neopaganesimo etnicista' e nordicismo


Oltre a Matteo Salvini, Burzum ha anche citato Salvatore Aranzulla come esempio di 'italiano medio' dei giorni d'oggi. Stando a Burzum, i tratti etnici dell' informatico classe 90 sarebbero rappresentati di tanti individui appartenenti all'attuale popolazione dell'Italia.
Le dichiarazioni di Varg Vikernes stanno facendo decisamente discutere e, allo stesso tempo, non sorprendono visto che risultano essere conformi alla sua visione ideologica del mondo.
Difatti Vikernes, ex "star" del black metal scandinavo, è da diverso tempo seguace di un neopaganesimo di matrice etnicista e radicalmente anticristiano, antiebraico e anti-islamico.
Inoltre, Burzum risulta essere in qualche modo un seguace di quel filone dell'estrema destra che si rifà alle teorie del nordicismo, un'ideologia che proclama una certa superiorità biologica e culturale dei popoli dell'Europa del Nord e dei loro discendenti sul resto del mondo(2). Proprio secondo tali tesi di matrice "nordicista", una discreta parte degli italiani e di altre popolazioni dell'Europa meridionale sarebbero meno "pure" rispetto agli individui appartenenti ai popoli dell'Europa centrale e settentrionale.
NOTE :

“Roots”, l'interessante Ep solista di Roy Zappia: tra blues e spunti country


Di Salvatore Santoru

Recentemente è uscito "Roots", il primo Ep solista di Roy Zappia(1).
L'interessante Ep del frontman degli Inside The Hole è stato prodotto dalla Stratjvari Records ed è caratterizzato musicalmente da decise influenze di stampo blues e non solo.

"Roots" inizia con "Do I Feel Fine", un pezzo veloce che risente di influenze di matrice blues, country e folk.
Si prosegue con "Dont' Be Afraid to Show me How you Are", una ballad di matrice blues/cantautoriale.

Il terzo brano dell'Ep è "Let's Play Another Blues", un brano che si rifà agli stilemi del blues più 'classico'.
L'ultima canzone di "Roots" è "My Dreams Thoughts About You", un brano ben ritmato che risente di influenze country e blues.

NOTA :

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/07/roots-e-uscito-il-primo-ep-da-solista.html

Risultati di ricerca

Risultati web

Risultati di ricerca

Risultati ThoughtAbout You", 

"Isolation Therapy", l’interessante Ep sperimentale di Resonanz Kreis


Di Salvatore Santoru

Recentemente è stato pubblicato "Isolation Therapy", il nuovo Ep di Resonanz Kreis(1).
Tale Ep risulta interessante e particolarmente atmosferico e, in linea di massima, rientra nel filone di un'elettronica dedita alla sperimentazione.

Entrando nei dettagli, "Isolation Therapy" parte con "Walking Alone", un brano elettro-dark contraddistinto da sonorità incisive, cupe e che si alternano con passaggi di sonorità "spettrali".

Il secondo brano, "Silent Roar", è caratterizzato da un sound inizialmente melodico trip-hop e in seguito evolve in sonorità influenzate da richiami industrial, EBM e spunti noise.

L'Ep continua con "Strange Thrill", brano trip-hop marcatamente atmosferico e dalle sonorità malinconiche.

Segue "Broken Balance", pezzo di matrice ambient/darkwave cupo e con spunti industrial.

Il quinto brano, "Gaps", è invece un brano maggiormente influenzato dall'elettronica più 'tradizionale" e, al contempo, presenta anche passaggi decisamente sperimentali.

"Isolation Therapy" si chiude con "Glimmer", un brano legato a sonorità trip hop-darkwave che risulta essere caratterizzato da atmosfere malinconiche e nostalgiche.
Inoltre, in certi spezzoni del pezzo ci si avvicina a particolari sonorità elettroniche e sperimentali alquanto intense.

Per concludere, c'è da dire che indubbiamente si tratta di un interessante Ep decisamente consigliato per gli ascoltatori e gli appassionati di musica elettronica tout court e, sopratutto, di sonorità trip hop/ambient e dark/darkwave.

NOTA :

Covid-19, per l'Oms non ci sarà un immediato ritorno alla normalità


Di Salvatore Santoru

Per l'OMS non ci sarà un ritorno un vero e proprio immediato ritorno alla normalità.
Comunque sia, riporta il Fatto Quotidiano, dall'agenzia delle Nazioni Unite fanno sapere che esiste una roadmap funzionale al controllo del Covid-19(1)
Il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha sostenuto che attualmente l’epicentro della diffusione del virus rimane l'America.
NOTA :

"Reborn", l'energico nuovo singolo di Detevilus Project


Di Salvatore Santoru

Detevilus Project ha recentemente pubblicato un nuovo album, intitolato "Reborn"(1).
Il primo singolo estratto è l'omonima title track, brano dalla durata di 5 minuti e 24 secondi.

"Reborn" è un interessante pezzo che, musicalmente,è contraddistinto da svariate influenze extreme metal.

Più specificatamente, il brano parte in modo cadenzato e contraddistinto da una vocalità pulita e melodica.
In seguito, il brano diventa aggressivo e abbastanza veloce e, vocalmente, si notano passaggi growl e screaming.

Il resto del brano è contraddistinto da passaggi veloci e altri più lenti, potenti e melodici.
Musicalmente parlando, la canzone risente di decise influenze progressive metal così come death metal ma anche alternative metal.

Oltre a ciò, il singolo risente  anche di influssi di matrice djent e groove metal.

NOTA :

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/07/detevilus-project-e-uscito-il-singolo.html

"Come Piove", l'interessante e intima 'ballad' di Meda


Di Salvatore Santoru

Recentemente il giovane cantautore Meda, al secolo Nicola Carfagna, ha pubblicato il suo primo singolo intitolato "Come Piove"(1).
Tale interessante 'ballad' è marcatamente intima e romantica e, musicalmente, rientra negli stilemi del cantautorato moderno screziato di pop e di certi influssi di rap cantautoriale.

Inoltre, il pezzo è decisamente melodico e orecchiabile e risente anche una certa influenza indie, brit-pop e accenni di matrice folk e rap.

L'ascolto del brano è particolarmente consigliato agli amanti di certo indie/pop, pop-rock, cantutorato pop e gruppi come i Tiromancino.

NOTA :

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/07/meda-e-uscito-il-nuovo-singolo-come.html

"Wildlands", l'accativante nuovo singolo di ELYAZ


Di Salvatore Santoru

Recentemente il giovane musicista ELYAZ ha pubblicato un nuovo singolo chiamato "Wildlands"(1). 
La canzone risulta molto accattivante e, inoltre, presenta delle sonorità decisamente interessanti.

Il singolo presenta sonorità EDM e, allo stesso tempo, è contraddistinto da influenze elettroniche.
Oltre a ciò, sono presenti anche influssi vocali pop e influenze riconducibili a sonorità elettro "neotribal" e richiami alla world music.

Nel pezzo vi sono anche 'richiami' a certa dance/house melodica, anche con sonorità che strizzano l'occhio anche alla trance e alla deep house.

NOTA :

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/07/elyaz-e-uscito-wildlands.html

"Duep": il nuovo EP dei Roofsize, tra sunti electro e atmosfere psichedeliche


Di Salvatore Santoru

Recentemente è uscito "Duep", il nuovo EP dei Roofsize(1).
L'EP presenta diversi spunti interessanti ed è contraddistinto dall'utilizzo, ben amalgato, di diverse e particolari sonorità.

Si parte con l'Intro "Intervenzione", caratterizzato da atmosfere shoegaze e da passaggi electro-rock.
"Duep" prosegue con "Carta Forbice Pietra", un brano dalle sonorità decisamente pschedeliche e che risente anche dell'influenza di sonorità post-punk e di certo alternative rock.

Si prosegue con il pezzo elettronico "Moor°3" e con "Kids", brano più chiaramente di matrice rock-elettronica con venature alternative e psichedeliche.
Il quinto brano è "Room°4, un intermezzo elettronico e contraddistinto da "inquietudini" alternative.

L'EP si conclude con "Mr. Miyagi", una canzone ben bilanciata tra sonorità rock psichedeliche, spunti alternative ma anche influenze post-punk, punk e free jazz.
Come in "Carta Forbice Pietra", anche in tale brano è presente una parte vocale volutamente ripetitiva mentre gli altri brani sono strumentali.

NOTA:

(1) https://www.informazioneconsapevole.com/2020/07/e-uscito-duep-il-secondo-ep-dei-roofsize.html

INFORMAZIONE CONSAPEVOLE HA SUPERATO LE 14 MILIONI DI VISUALIZZAZIONI



Di Salvatore Santoru

Negli ultimi giorni Informazione Consapevole ha superato le 14 milioni di visualizzazioni totali, generali e non uniche s'intende.


Ad aprile del 2020, il sito aveva raggiunto le 13 milioni di visualizzazioni.

"The Geographical Pivot of History": ecco la versione italiana del classico di Mackinder, a cura di Giorgio Corona


Di Salvatore Santoru 

Halford John Mackinder è stato un noto geografo e diplomatico inglese che è, d'altronde, fortemente conosciuto per essere stato tra i fondatori della geopolitica.
Una delle sue opere più importanti è stata "The Geographical Pivot of History", un saggio che Mackinder presentò alla Royal Geographical Society nel 1904.

Recentemente è stata pubblicata, sia in formato ebook che cartacea(1), una versione italiana a cura di Giorgio Corona.

Il libro si è basato su un lavoro fedele all'originale e, oltre a ciò, avente il tono discorsivo caratteristico dell'evento dell’epoca. 
Inoltre, si è aggiunta una copertina che ricorda le copie del "The Geographical Journal" e il tutto grazie alla gradita e gentile concessione della Royal Geographical Society.

NOTA:

"Outer Space", il nuovo singolo dei Love Ghost tra atmosfera e energia


Di Salvatore Santoru

Recentemente i Love Ghost hanno pubblicato un nuovo singolo, chiamato "Outer Space"(1). Tale brano della band di Los Angeles è incentrato sul tema dell'estraniamento individuale e, più in generale, sulla sensazione di "solitudine esistenziale".

 Musicalmente parlando, inizialmente il brano si presenta melodico e cadenzato nonché ricco di atmosfere malinconiche. La canzone prosegue in modo energico e il ritornello è caratterizzato da delle sonorità rock e alternative rock e, più specificatamente, da una marcata sonorità grunge e post-grunge. Oltre a ciò, ella parte 'più energica' del brano sonorità si registrano sonorità che strizzano l'occhio allo stoner e all'hard rock.

 La canzone è stata prodotta da Danny Saber, noto per aver lavorato con numerosi artisti di fama internazionale come Rolling Stones, Alice Cooper, the Charlatans, Public Enemy e altri.

 NOTA :

Le Sfide, il ritorno della politica è il tema del 7º numero della rivista edita dalla Fondazione Craxi. Parte I


Di Salvatore Santoru

Recentemente è uscito il settimo numero della rivista 'Le Sfide', edita dalla Fondazione Craxi.
La tematica principale dell'interessante pubblicazione, denominata Fine di una storia: il ritorno della politica?”,  è quella della de-globalizzazione e del ritorno della centralità della politica e degli Stati.

Il numero si apre con l'introduzione ad opera di Mario Barbi, direttore della rivista ed esponente del Partito Democratico. In tale editoriale, "Verso un Mondo Nuovo", si anticipano gli argomenti che verranno affrontati nella rivista e, inoltre, si sottolinea il fallimento di quella concezione diventata egemone dagli anni 90 nota come "fine della storia".

Segue "Alle Origini del Declino", il 'colloquio' con lo storico Pietro Craveri. Nell'intervista lo storico, nonché presidente della Fondazione Benedetto Croce, opera una riflessione articolata su diverse questioni diventate centrali nell'attuale dibattito politico e geopolitico come l'ascesa del populismo, la crisi della dicotomia destra-sinistra, l'ambientalismo nonché la crisi delle ideologie novecentesche e la posizione dell'Italia e dell'Unione Europea nell'ambito delle relazioni internazionali.

La rivista prosegue con il trattamento di alcuni determinate tematiche d'attualità.
Il primo articolo 'tematico' è "Il progressismo come ideologia del tempo globale", scritto dal docente e giornalista Giancristiano Desiderio. Lo scrittore e insegnante, nonché studioso del pensiero di Croce, rimarca le differenze tra progresso e progressismo e sostiene che l'ideologia progressista vada a braccetto e accetti dalla globalizzazione alcuni aspetti come il relativismo e l'interconnessione.

Tuttavia, sempre a detta del giornalista, il progressismo non ritiene possibile coniugare tali aspetti della globalizzazione con la cultura della libertà.

L'articolo successivo, "La democrazia liberale nell'era del tecnopopulismo", è scritto dal docente Lorenzo Castellani. In esso Castellani, assegnista di ricerca in Storia delle Istituzioni Politiche presso la LUISS, riflette sull'attuale crisi della democrazia parlamentare e sulla sempre più imponente crescita di tendenze populistiche e tecnocratiche.

Nonostante l'aperta opposizione tra i movimenti populisti e le élite tecnocratiche, argomenta il docente, entrambe le due tendenze hanno comunque alcuni notevoli punti di somiglianza.

Nell'articolo che segue, "Politicamente Coretto, ideologia dell'Occidente globalizzato", il docente e scrittore Eugenio Capozzi critica il mantra della 'fine delle ideologie'.
Capozzi, professore ordinario di Storia contemporanea presso l'Università di Napoli Suor Orsola Benincasa, sostiene che l'attuale ideologia dominante sia quella del politically correct.

Il docente ripercorre la storia dell'ascesa di tale ideologia, che da "diversitarismo" filosofico anti-establishment è diventata, tra la fine del XX secolo e l'inizio del XXI, la cultura politica ed etica maggiormente ascoltata e diffusa tra le attuali classi dirigenti dell'Occidente.

Nell'articolo successivo, "La sovanità perduta", il giornalista e saggista Gennaro Malgieri riflette sul concetto filosofico e giuridico di sovranità e sulla sua messa in discussione a partire dal XIX secolo. 
Malgieri, ex direttore del Secolo D'Italia e importante pensatore della Nuova Destra negli anni 80, reputa che l'attuale Union Europea manchi di sovranità e sia la negazione dell'Europa.

L'intellettuale conservatore reputa che attualmente un'Europa unita non esiste e che se esistesse sarebbe, invece, fondata su un assetto statale. 

Nell'articolo che segue, "Le culture politiche dell'Italia repubblicana", il filosofo e saggista Corrado Ocone ripercorre la storia delle correnti ideologico-politiche che hanno interessato l'Italia dal Secondo Dopoguerra.
Ocone, ex direttore scientifico della Fondazione Einaudi e attualmente Direttore Scientifico del think tank Nazione Futura e membro della Fondazione Tatarella, si concentra sopratutto sulla "sinistra italiana ufficiale" e ricorda che essa non ha mai avuto una sua Bad Godesberg.

Oltre a ciò, l'intellettuale liberale riflette sul 'punto di non ritorno' in cui si troverebbe l'ideologia globalista e, al contempo, sulle reazioni sovraniste e populiste ad essa.

"Le Sfide" prosegue con la trattazione specifica di temi che riguardano l'Italia, l'Unione Europea e il rapporto tra Roma e Bruxelles.
Il primo articolo che affronta l'argomento è "L'Italia e l'Europa, la lezione di Guarino", scritto dal giornalista e vicedirettore del Tg1 Angelo Polimeno Bottai

In esso Polimeno Bottai, già direttore della Comunicazione della Società Dante Alighieri, ripercorre la storia e la carriera del giurista Giuseppe Guarino, dai vertici della Banca d'Italia alla partecipazione nei governi Fanfani e Amato.
In seguito, il giornalista si concentra sulla stagione delle privatizzazioni di parte dell'apparato industriale nazionale, progetto per cui inizialmente era stato incaricato lo stesso Guarino. 

Polimeno riporta che Guarino era favorevole alle privatizzazioni e che, allo stesso tempo, si oppose alle pressioni di alcuni potenti industriali e di chi intendeva utilizzare tali privatizzazioni per imporre la svendita dell'Italia.

La rivista prosegue con l'articolo "Le prospettive dello Stato-stratega", scritto dai due giovani studiosi Andrea Muratore e Ivan Giovi.
Nell'articolo Giovi e Muratore, co-fondatori del centro studi indipendente diretto dallo storico Aldo Giannuli "Osservatorio Globalizzazione", riflettono sulla tematica dell'intervento dello Stato nell'economia, tema di cui si sta tornando a parlare molto a seguito dell'emergenza Covid-19.

Muratore e Giovi analizzano i casi di Germania e Francia e, inoltre, analizzano possibili strategie per affrontare il 'caso italiano'. 
I due studiosi riflettono anche sulla possibilità della costituzione di un nuovo IRI e, oltre a ciò, ribadiscono la necessità di sviluppare competenze politiche e operative all'Italia nonché la necessità di pensare a livello sistemico.

CONTINUA

NOTA :

Il presente numero della rivista si può leggere online qua, http://www.lesfide.org/07_lesfide.html .

NEWS, SITI CONSIGLIATI & BLOGROLL

VISUALIZZAZIONI TOTALI

Follow by Email

Contact Me

Nome

Email *

Messaggio *