Page Nav

Grid

GRID_STYLE

Breaking News

latest

Le confessioni di John Virapen, pentito di Big Pharma

Di Salvatore Santoru Per Big Pharma si intende il cartello che riunisce le più grandi case farmaceutiche internazionali,dalla Glaxo S...


Di Salvatore Santoru

Per Big Pharma si intende il cartello che riunisce le più grandi case farmaceutiche internazionali,dalla Glaxo Smith Kline alla Pfizer per citarne qualcuna.





John Virapen, ex manager della filiale svedese della Eli Lilly, ha denunciato i meccanismi che ne stanno alla base, incentrati più sul fare profitto piuttosto che sulla salute umana come dovrebbe essere.
Recentemente ha pubblicato un libro intitolato " Effetti collaterali: morte. Le confessioni di un manager pentito delle grandi multinazionali del farmaco " e ha affermato che " ho speso 35 anni della mia vita lavorando nell’industria farmaceutica che non fa altro che annientare la popolazione di questo mondo. Perché lo fanno? Perché vogliono fare soldi, soldi, soldi ".




Già in un suo precedente libro pubblicato nel 2009, "I rammarichi di Big Pharma", aveva denunciato gli effetti nocivi e collaterali provocati dal Prozac,che stando a Virapen avrebbe portato a una spirale preoccupante di suicidi e la cui commercializzazione era stata favorita dalla corruzione dei supervisori preposti al controllo e alla sperimentazione del farmaco.



 L'introduzione sul mercato del Prozac sarebbe stata possibile sopratutto grazie alla collaborazione di professori compiacenti e ben retribuiti che recensivano positivamente e promuovevano l’utilizzo del suddetto farmaco nelle maggiori riviste internazionali di medicina.



Inoltre in un discorso tenuto in Germania nel maggio 2009, Virapen ha anche affermato che : " a loro non interessa della vostra vita... gli interessa solo il denaro, a loro non interessa curare una qualunque delle vostre malattie. Sono molto più interessati a farvi prendere delle malattie. Sono interessati ... alle " terapie sintomatiche ". Perchè voi non siete malati, siete dei consumatori, e l'industria farmaceutica guadagna soldi ... dicendo a tutti che sono malati ".

2 commenti

  1. sono loro i primi assassini a toglierci la vita

    RispondiElimina
  2. Finalmente! il coraggio di mostrare e testimoniare in maniera INSINDACABILE i crimini contro l'umanità commessi da BigPharma., legalizzati, sostenuti,ed avallati dagli stessi Enti Regolatori internazionali FDA ed EMA, nazionali AIFA, ai quali spetta il DOVERE di CONTROLLO in sede di AIC.

    RispondiElimina

Partecipa alla discussione

ARCHIVIO